Creare una macchina virtuale (classica) con più schede di interfaccia di rete usando PowerShell

È possibile creare macchine virtuali (VM) in Azure e collegare più interfacce di rete (NIC) a ciascuna delle macchine virtuali. Più schede di interfaccia rete consentono la separazione dei tipi di traffico tra schede di interfaccia di rete. Ad esempio, una scheda di interfaccia di rete può comunicare con Internet, mentre un'altra comunica solo con le risorse interne non connesse a Internet. La possibilità di separare il traffico di rete tra più schede di interfaccia di rete è necessaria per molte appliance virtuali di rete, ad esempio soluzioni di ottimizzazione WAN e di distribuzione delle applicazioni.

Importante

Azure offre due modelli di distribuzione per creare e usare le risorse: Gestione risorse e la distribuzione classica. Questo articolo illustra l'uso del modello di distribuzione classica. Microsoft consiglia di usare il modello di Gestione risorse per le distribuzioni più recenti. Informazioni su come seguire questa procedura con il modello di distribuzione Resource Manager.

Scenario

In questo documento verrà illustrata una distribuzione che usa più schede di rete nelle macchine virtuali in uno scenario specifico. In questo scenario, si ha a disposizione un carico di lavoro IaaS a due livelli ospitato in Azure. Ogni livello viene distribuito nella propria subnet in una rete virtuale (VNet). Il livello di front-end è costituito da diversi server web, raggruppati in un bilanciamento del carico impostato per una disponibilità elevata. Il livello di back-end è costituito da più server di database. Questi server di database verranno distribuiti con due schede di rete, una per l'accesso al database, l'altra per la gestione. Lo scenario include anche i gruppi di sicurezza di rete (NSGs) per controllare quale traffico è consentito per ogni subnet, e la scheda di rete nella distribuzione. Nella figura seguente viene illustrata l'architettura di base di questo scenario.

Scenario MultiNIC

La procedura seguente usa un gruppo di risorse denominato IaaSStory per i server Web e un gruppo di risorse denominato IaaSStory-BackEnd per i server di database.

Prerequisiti

Prima di creare i server di database, è necessario creare il gruppo di risorse IaaSStory con tutte le risorse richieste per questo scenario. Per creare le risorse, seguire questa procedura. Creare una rete virtuale seguendo la procedura riportata nell'articolo Creare una rete virtuale.

Prerequisito: installare il modulo Azure PowerShell.

Per realizzare la procedura descritta in questo articolo, è necessario installare e configurare Azure PowerShell e seguire le istruzioni fino al termine della procedura per accedere ad Azure e selezionare la sottoscrizione desiderata.

Nota

Se non si dispone di un account Azure, è necessario procurarsene uno. Usare la versione di valutazione gratuita.

Creare le macchine virtuali di back-end

Le macchine virtuali di back-end dipendono dalla creazione delle risorse seguenti:

  • Subnet Back-end. I server del database formeranno parte di una subnet distinta, per separare il traffico. Lo script seguente prevede che questa subnet sia presente in una rete virtuale denominata WTestVnet.
  • Account di archiviazione per dischi dati. Per migliorare le prestazioni, i dischi dati sui server di database utilizzano la tecnologia SSD (Solid State Drive), che richiede un account di archiviazione premium. Verificare la posizione di Azure che viene distribuita per supportare l'archiviazione premium.
  • Set di disponibilità. Tutti i server di database vengono aggiunti a un singolo set di disponibilità, per garantire che almeno una delle macchine virtuali sia attiva e in esecuzione durante la manutenzione.

Passaggio 1 - avviare lo script

È possibile scaricare lo script di PowerShell completo utilizzato qui. Attenersi alla procedura seguente per modificare lo script da usare nell'ambiente.

  1. Modificare i valori delle variabili indicate di seguito in base al gruppo di risorse esistente distribuito in precedenza in Prerequisiti.

    $location              = "West US"
    $vnetName              = "WTestVNet"
    $backendSubnetName     = "BackEnd"
    
  2. Modificare i valori delle variabili indicate di seguito in base ai valori che si desidera usare per la distribuzione di back-end.

    $backendCSName         = "IaaSStory-Backend"
    $prmStorageAccountName = "iaasstoryprmstorage"
    $avSetName             = "ASDB"
    $vmSize                = "Standard_DS3"
    $diskSize              = 127
    $vmNamePrefix          = "DB"
    $dataDiskSuffix        = "datadisk"
    $ipAddressPrefix       = "192.168.2."
    $numberOfVMs           = 2
    

Passaggio 2 - creare le risorse necessarie per le macchine virtuali

È necessario creare un nuovo servizio cloud e un account di archiviazione per i dischi di dati per tutte le macchine virtuali. È inoltre necessario specificare un'immagine e un account amministratore locale per le macchine virtuali. Per creare le risorse, seguire questa procedura:

  1. Creare un nuovo servizio cloud

    New-AzureService -ServiceName $backendCSName -Location $location
    
  2. Creare un account di archiviazione premium

    New-AzureStorageAccount -StorageAccountName $prmStorageAccountName `
    -Location $location -Type Premium_LRS
    
  3. Impostare l'account di archiviazione creato in precedenza come account di archiviazione corrente per la sottoscrizione.

    $subscription = Get-AzureSubscription | where {$_.IsCurrent -eq $true}  
    Set-AzureSubscription -SubscriptionName $subscription.SubscriptionName `
    -CurrentStorageAccountName $prmStorageAccountName
    
  4. Selezionare un'immagine per la macchina virtuale.

    $image = Get-AzureVMImage `
    | where{$_.ImageFamily -eq "SQL Server 2014 RTM Web on Windows Server 2012 R2"} `
    | sort PublishedDate -Descending `
    | select -ExpandProperty ImageName -First 1
    
  5. Impostare le credenziali dell'account amministratore locale

    $cred = Get-Credential -Message "Enter username and password for local admin account"
    

Passaggio 3 - creare delle macchine virtuali

È necessario utilizzare un ciclo per creare tutte le macchine virtuali che si desidera e creare le schede di rete e le macchine virtuali necessarie all'interno del ciclo. Per creare le schede di rete e le macchine virtuali, eseguire questa procedura.

  1. Avviare un for ciclo per ripetere i comandi per la creazione di una macchina virtuale e di due schede di rete tutte le volte che lo si ritiene necessario, in base al valore della $numberOfVMs variabile.

    for ($suffixNumber = 1; $suffixNumber -le $numberOfVMs; $suffixNumber++){
    
  2. Creare un VMConfig oggetto che specifica l'immagine, le dimensioni e il set di disponibilità per la macchina virtuale.

    $vmName = $vmNamePrefix + $suffixNumber
    $vmConfig = New-AzureVMConfig -Name $vmName `
        -ImageName $image `
        -InstanceSize $vmSize `
        -AvailabilitySetName $avSetName
    
  3. Eseguire il provisioning della macchina virtuale come macchina virtuale di Windows.

    Add-AzureProvisioningConfig -VM $vmConfig -Windows `
        -AdminUsername $cred.UserName `
        -Password $cred.GetNetworkCredential().Password
    
  4. Impostare il valore predefinito NIC e assegnare un indirizzo IP statico.

    Set-AzureSubnet         -SubnetNames $backendSubnetName -VM $vmConfig
    Set-AzureStaticVNetIP   -IPAddress ($ipAddressPrefix+$suffixNumber+3) -VM $vmConfig
    
  5. Aggiungere una seconda scheda di rete per ogni macchina virtuale.

    Add-AzureNetworkInterfaceConfig -Name ("RemoteAccessNIC"+$suffixNumber) `
    -SubnetName $backendSubnetName `
    -StaticVNetIPAddress ($ipAddressPrefix+(53+$suffixNumber)) `
    -VM $vmConfig
    
  6. Creare dischi di dati per ogni macchina virtuale.

    $dataDisk1Name = $vmName + "-" + $dataDiskSuffix + "-1"    
    Add-AzureDataDisk -CreateNew -VM $vmConfig `
    -DiskSizeInGB $diskSize `
    -DiskLabel $dataDisk1Name `
    -LUN 0
    
    $dataDisk2Name = $vmName + "-" + $dataDiskSuffix + "-2"   
    Add-AzureDataDisk -CreateNew -VM $vmConfig `
    -DiskSizeInGB $diskSize `
    -DiskLabel $dataDisk2Name `
    -LUN 1
    
  7. Creare ogni macchina virtuale e terminare il ciclo.

    New-AzureVM -VM $vmConfig `
    -ServiceName $backendCSName `
    -Location $location `
    -VNetName $vnetName
    }
    

Passaggio 4 - eseguire lo script.

Una volta scaricato e modificato lo script in base alle esigenze, eseguire lo script per creare macchine virtuali del database di back-end con più schede di rete.

  1. Salvare lo script ed eseguirlo dal prompt dei comandi PowerShell o PowerShell ISE. Verrà visualizzato l'output iniziale, come illustrato di seguito.

     OperationDescription    OperationId                          OperationStatus
    
     New-AzureService        xxxxxxxx-xxxx-xxxx-xxxx-xxxxxxxxxxxx Succeeded
     New-AzureStorageAccount xxxxxxxx-xxxx-xxxx-xxxx-xxxxxxxxxxxx Succeeded
    
     WARNING: No deployment found in service: 'IaaSStory-Backend'.
    
  2. Compilare le informazioni necessarie nella richiesta di credenziali e fare clic su OK. Viene restituito l'output seguente.

     New-AzureVM             xxxxxxxx-xxxx-xxxx-xxxx-xxxxxxxxxxxx Succeeded
     New-AzureVM             xxxxxxxx-xxxx-xxxx-xxxx-xxxxxxxxxxxx Succeeded