Sequenze di escape

Le sequenze di caratteri sono costituite da una barra rovesciata (\) seguita da una lettera o da una combinazione di cifre denominate "caratteri di escape". Per rappresentare un carattere di nuova riga, una virgoletta singola o altri caratteri specifici in una costante carattere, è necessario utilizzare sequenze di escape. Una sequenza di escape verrà considerata come un singolo carattere ed è quindi valida come costante carattere.

Le sequenze di escape in genere sono utilizzate per specificare azioni come il ritorno a capo e le tabulazioni su terminali e stampanti. Tali sequenze vengono usate per offrire le rappresentazioni letterali dei caratteri non stampabili e dei caratteri che in genere hanno significati speciali, ad esempio le virgolette doppie ("). La tabella seguente elenca le sequenze di escape ANSI e gli elementi che rappresentano.

Si noti che il punto interrogativo preceduto da una barra rovesciata (\?) specifica un punto interrogativo letterale nei casi in cui la sequenza di caratteri venga interpretata erroneamente come un trigramma. Per altre informazioni, vedere Trigrammi.

Sequenze di escape

Sequenza di escape Rappresenta
\a Segnale acustico (avviso)
\b Backspace
\f Modulo continuo
\n Nuova riga
\r Ritorno a capo
\t Tabulazione orizzontale
\v Tabulazione verticale
\' Virgoletta singola
\" Virgolette doppie
\\ Barra rovesciata
\? Punto interrogativo letterale
\ ooo Carattere ASCII in notazione ottale
\x hh Carattere ASCII in notazione esadecimale
\x hhhh Carattere unicode in notazione esadecimale se la sequenza di escape viene utilizzata in una costante a caratteri estesi o in una stringa letterale Unicode.

Ad esempio, WCHAR f = L'\x4e00' o WCHAR b[] = L"The Chinese character for one is \x4e00".

Sezione specifica Microsoft

Se una barra rovesciata è preceduta da un carattere non presente nella tabella, il compilatore gestisce il carattere indefinito come carattere esteso. Ad esempio, \c viene considerato come c.

Fine sezione specifica Microsoft

Le sequenze di escape consentono di inviare i caratteri di controllo non grafici su un dispositivo di visualizzazione. Ad esempio, il carattere ESC (\033) viene spesso usato come primo carattere di un comando di controllo per un terminale o una stampante. Alcune sequenze di escape sono specifiche del dispositivo. La tabulazione verticale e il carattere di avanzamento carta (\v e \f) non influiscono ad esempio sull'output dello schermo, ma consentono di eseguire operazioni di stampa appropriate.

È anche possibile usare la barra rovesciata (\) come carattere di continuazione. Quando un carattere di nuova riga (equivalente alla pressione del tasto INVIO) è immediatamente successivo alla barra rovesciata, il compilatore ignora la barra rovesciata e il carattere di nuova riga e tratta la riga successiva come parte della riga precedente. Questo diviene particolarmente utile per le definizioni di preprocessore con più di una singola riga. Ad esempio:

#define assert(exp) \  
( (exp) ? (void) 0:_assert( #exp, __FILE__, __LINE__ ) )  

Vedere anche

Costanti carattere C