Creare applicazioni Windows in Configuration Manager

Si applica a: Configuration Manager (Current Branch)

Oltre agli altri requisiti e alle procedure di Configuration Manager per la creazione di un'applicazione, quando si creano e si distribuiscono applicazioni per i dispositivi Windows è necessario tenere presente quanto segue.

Considerazioni generali

Configuration Manager supporta la distribuzione dei formati pacchetto app Windows (con estensione appx) e bundle dell'app (con estensione appxbundle) per dispositivi Windows 8.1 e Windows 10.

Quando si crea un'applicazione nella console di Configuration Manager, come Tipo del file di installazione dell'applicazione selezionare Pacchetto app Windows (*.appx, *.appxbundle, *.msix, *.msixbundle) . Per altre informazioni sulla creazione di app in generale, vedere Creare applicazioni. Per altre informazioni sul formato MSIX, vedere Supporto per il formato MSIX.

Nota

Per sfruttare i vantaggi delle nuove funzionalità di Configuration Manager, aggiornare prima di tutto i clienti alla versione più recente. Anche se le nuove funzionalità vengono visualizzate nella console di Configuration Manager quando si esegue l'aggiornamento del sito e della console, lo scenario completo risulta funzionante solo dopo l'aggiornamento alla versione più recente del client.

Effettuare il provisioning dei pacchetti app Windows per tutti gli utenti in un dispositivo

Eseguire il provisioning di un'applicazione con un pacchetto di app Windows per tutti gli utenti nel dispositivo. Un esempio comune di questo scenario è il provisioning di un'app da Microsoft Store per le aziende e la formazione, ad esempio Minecraft: Education Edition, in tutti i dispositivi usati dagli studenti di una scuola. In precedenza, Configuration Manager supportava solo l'installazione di queste applicazioni per ogni utente. Dopo aver eseguito l'accesso a un nuovo dispositivo, uno studente dovrebbe attendere prima di poter accedere a un'app. Ora quando viene eseguito il provisioning dell'app nel dispositivo per tutti gli utenti, tutti possono essere produttivi più rapidamente.

Importante

Prestare attenzione con l'installazione, il provisioning e l'aggiornamento di versioni diverse dello stesso pacchetto di app di Windows in un dispositivo, poiché possono causare risultati imprevisti. Questo comportamento può verificarsi quando si usa Configuration Manager per eseguire il provisioning dell'app, ma dopo si consente agli utenti di aggiornare l'app dal Microsoft Store. Per altre informazioni, vedere le istruzioni del passaggio successivo quando si gestiscono le app dal Microsoft Store per le aziende.

Quando vengono distribuite app offline in dispositivi Windows 10 tramite il client di Configuration Manager, non consentire agli utenti di aggiornare le applicazioni esterne alle distribuzioni di Configuration Manager. Il controllo degli aggiornamenti per le app offline è particolarmente importante in ambienti multiutente, come ad esempio nelle classi. Per altre informazioni, vedere Gestire app da Microsoft Store per le aziende e Microsoft Store per la formazione con Configuration Manager.

Configuration Manager supporta il provisioning di app in tutte le versioni supportate di Windows 10.

Per configurare un tipo di distribuzione delle app Windows per questa funzionalità, abilitare l'opzione Effettua il provisioning di questa applicazione per tutti gli utenti nel dispositivo. Per altre informazioni, vedere Create applications (Creare le applicazioni).

Nota

Se è necessario disinstallare un'applicazione con provisioning dai dispositivi a cui gli utenti hanno già eseguito l'accesso, è necessario creare due distribuzioni di disinstallazione. Scegliere come destinazione della prima distribuzione di disinstallazione una raccolta di dispositivi che contenga i dispositivi. Scegliere come destinazione della seconda distribuzione di disinstallazione una raccolta di utenti che contenga gli utenti che hanno eseguito l'accesso ai dispositivi con l'applicazione con provisioning. Quando si disinstalla un'app con provisioning in un dispositivo, Windows attualmente non disinstalla l'app anche per gli utenti.

Supporto per il formato MSIX

Configuration Manager supporta i formati di pacchetto dell'app Windows 10 (con estensione msix) e bundle dell'app (con estensione msixbundle). Windows 10 versione 1809 o versioni successive supportano questi formati.

Convertire le applicazioni in MSIX

Convertire le applicazioni Windows Installer (con estensione msi) esistenti nel formato MSIX.

Prerequisiti per MSIX

  • Un dispositivo di riferimento che esegue Windows 10 versione 1809 o versione successiva

  • Accedere a Windows su questo dispositivo come un utente con diritti amministrativi locali

  • Installare le app seguenti nel dispositivo:

Non installare altri servizi o app in questo dispositivo. È il sistema di riferimento.

Processo per convertire le applicazioni in formato MSIX

  1. Nella console di Configuration Manager con privilegi elevati accedere all'area di lavoro Raccolta software, espandere Gestione applicazioni e selezionare il nodo Applicazioni.

  2. Selezionare un'applicazione con tipo di distribuzione Windows Installer (.msi).

    Nota

    È necessario essere in grado di accedere al contenuto di origine dell'applicazione dal dispositivo di riferimento.

    Il nome dell'applicazione non può contenere caratteri speciali. Configuration Manager usa il nome dell'app come nome del file di output.

    Non installare questa applicazione nel dispositivo di riferimento in anticipo.

  3. Selezionare Convert to .MSIX (Converti in MSIX) nella barra multifunzione.

Al termine della procedura guidata, lo strumento MSIX Packaging Tool crea un file MSIX nella posizione specificata nella procedura guidata. Durante questo processo, Configuration Manager installa automaticamente l'applicazione nel dispositivo di riferimento.

Se il processo non riesce, la pagina di riepilogo punta al file di log con altre informazioni. Se si verifica un errore relativo all'acquisizione dello stato utente, disconnettersi da Windows. Il problema potrebbe risolversi eseguendo nuovamente l'accesso.

Per usare questa app MSIX, è prima necessario firmarla digitalmente in modo che i client la considerino attendibile. Per altre informazioni su questo processo, vedere gli articoli seguenti:

Dopo l'accesso all'app, creare un nuovo tipo di distribuzione nell'applicazione in Configuration Manager. Per altre informazioni, vedere Creare tipi di distribuzione per l'applicazione.

Tipo di distribuzione sequenza di attività

Nota

In questa versione di Configuration Manager, il tipo di distribuzione sequenza di attività è una funzionalità di versione non definitiva. Per abilitarla, vedere Funzionalità di versioni non definitive in System Center Configuration Manager.

A partire dalla versione 2002, è possibile installare applicazioni complesse usando le sequenze di attività con il modello di applicazione. Aggiungere un tipo di distribuzione sequenza di attività a un'app per installare o disinstallare l'app. Questo tipo di distribuzione offre i comportamenti seguenti:

  • Visualizzare la sequenza di attività dell'app con un'icona in Software Center. Un'icona rende più semplice per gli utenti individuare e identificare la sequenza di attività dell'app.

  • Definire metadati aggiuntivi per la sequenza di attività dell'app, incluse le informazioni localizzate

  • A partire dalla versione 2010 distribuire una sequenza di attività dell'app in una raccolta utenti

È possibile aggiungere una sequenza di attività di distribuzione non di sistema operativo solo come tipo di distribuzione per un'app. Le sequenze di attività a impatto elevato, di distribuzione del sistema operativo o di aggiornamento del sistema operativo non sono supportate. Una distribuzione mirata agli utenti viene comunque eseguita nel contesto dell'account di sistema locale.

Quando si aggiunge questo tipo di distribuzione a un'app, configurarne le proprietà nella pagina Sequenza di attività. Per altre informazioni, vedere Opzioni per il tipo di distribuzione Sequenza di attività.

A partire dalla versione 2006, usare i cmdlet di Windows PowerShell seguenti per aggiungere e configurare un tipo di distribuzione sequenza di attività:

Prerequisiti per un tipo di distribuzione sequenza di attività

Creare una sequenza di attività personalizzata:

  • Usare solo i passaggi di distribuzione non del sistema operativo, ad esempio: Installa pacchetto, Esegui riga di comando o Esegui script PowerShell. Per altre informazioni, incluso l'elenco completo dei passaggi supportati, vedere Creare una sequenza di attività per distribuzioni non di sistema operativo.

  • Nelle proprietà della sequenza di attività, scheda Notifica utente, non selezionare l'opzione per una sequenza di attività a impatto elevato.

Quando si crea l'applicazione, per aggiungere un tipo di distribuzione sequenza di attività, l'account utente deve avere l'autorizzazione per leggere le sequenze di attività. Usare una delle opzioni seguenti per configurare queste autorizzazioni:

  • Aggiungere l'account utente dell'amministratore dell'app al ruolo Analista di sola lettura predefinito. Questo ruolo consente loro di visualizzare tutti gli oggetti di Configuration Manager.

  • Copiare il ruolo predefinito Amministratore applicazione per creare un ruolo personalizzato. Aggiungere l'autorizzazione Lettura per l'oggetto Pacchetto sequenza di attività.

Problemi noti per un tipo di distribuzione sequenza di attività

  • Non usare il passaggio Installa applicazione in questa sequenza di attività. Usare il passaggio Installa pacchetto per installare le app.

  • Nella versione 2006 e precedenti non è ancora possibile distribuire una sequenza di attività dell'app in una raccolta utenti. Questo problema è stato risolto nella versione 2010.

Supporto per app UWP (Universal Windows Platform)

I dispositivi Windows 10 non richiedono una chiave di sideload per l'installazione di app line-of-business. Per abilitare il sideload in Windows, tuttavia, la chiave HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Policies\Microsoft\Windows\Appx\AllowAllTrustedApps del Registro di sistema deve avere un valore pari a 1.

Se non si configura questa chiave del Registro di sistema, Configuration Manager imposta automaticamente questo valore su 1 alla prima distribuzione di un'app nel dispositivo. Se questo valore è stato impostato su 0, Configuration Manager non può modificare automaticamente il valore e non è possibile distribuire l'app line-of-business.

Firmare digitalmente le app line-of-business UWP. Usare un certificato di firma codice ritenuto attendibile in ogni dispositivo in cui si distribuisce l'app. Usare certificati del PKI dell'organizzazione o acquistare un certificato da un fornitore di terze parti il cui certificato radice pubblico sia già ritenuto attendibile da Windows.

Per firmare i pacchetti di app per dispositivi mobili, usare la tabella seguente per determinare il tipo di certificato di firma codice da usare:

Pacchetto Symantec Non Symantec
Pacchetti universali con estensione appx nei dispositivi Windows 10 Mobile
Pacchetti con estensione xap No
Pacchetti con estensione appx creati per Windows Phone 8.1 per l'installazione in dispositivi Windows 10 Mobile No

Distribuire app Windows Installer nei dispositivi Windows 10 registrati in MDM

Il tipo di distribuzione Windows Installer tramite MDM (*.msi) consente di creare e distribuire app basate su Windows Installer in dispositivi registrati in MDM che eseguono Windows 10.

Quando si usa questo tipo di distribuzione, tenere presente quanto segue:

  • Caricare solo un singolo file con estensione MSI.

  • Configuration Manager usa il codice prodotto e la versione del prodotto del file per il rilevamento dell'app.

  • Windows usa il comportamento di riavvio predefinito dell'app. Configuration Manager non controlla il comportamento di riavvio dell'app.

  • I pacchetti MSI per utente vengono installati per un singolo utente.

  • I pacchetti MSI per computer vengono installati per tutti gli utenti del dispositivo.

  • Configuration Manager supporta gli aggiornamenti dell'app. Il codice prodotto di MSI per ogni versione deve essere uguale.