Come connettere Configuration Manager a Desktop Analytics

Desktop Analytics è strettamente integrato con Configuration Manager. Qualsiasi versione supportata di Gestione configurazione supporta Desktop Analytics. Quando ci si connette a un servizio cloud, assicurarsi che il sito e i client siano aggiornati per supportare le funzionalità più recenti. Per connettere il sito locale al servizio cloud Desktop Analytics, creare la connessione Desktop Analytics in Gestione configurazione. Monitorare quindi l'integrità della connessione.

Connettersi al servizio

Suggerimento

Prima di avviare la procedura guidata, creare la raccolta di destinazione menzionata nel passaggio 8, poiché non è possibile effettuare selezioni al di fuori della procedura guidata dopo averla avviata.

Usare questa procedura per connettere Configuration Manager a Desktop Analytics e configurare le impostazioni del dispositivo. Questa procedura è un processo singolo per l'associazione della gerarchia al servizio cloud.

  1. Nell'area di lavoro Amministrazione della console di Configuration Manager espandere Servizi cloud e selezionare il nodo Servizi di Azure. Selezionare Configura i servizi di Azure nella barra multifunzione.

    Suggerimento

    Connettersi al servizio direttamente dal nodo Manutenzione di Desktop Analytics. Nella console di Configuration Manager passare all'area di lavoro Raccolta software e selezionare il nodo Manutenzione di Desktop Analytics. Nella casella Nuovo utente di Desktop Analytics? selezionare il secondo collegamento Connettere Configuration Manager al servizio Desktop Analytics.

  2. Nella pagina Servizi di Azure della Procedura guidata per i servizi di Azure configurare le impostazioni seguenti:

    • Specificare un Nome per l'oggetto in Configuration Manager.

    • Specificare un parametro facoltativo Descrizione per identificare il servizio.

    • Selezionare Desktop Analytics dall'elenco dei servizi disponibili.

    Selezionare Avanti.

  3. Nella pagina App selezionare l'Ambiente di Azure appropriato. Quindi selezionare Sfoglia per l'app Web.

  4. Se è disponibile un'app che si vuole riutilizzare per questo servizio, selezionarla dall'elenco e selezionare OK.

  5. Nella maggior parte dei casi è possibile creare un'app per la connessione a Desktop Analytics con questa procedura guidata. Selezionare Crea.

    Suggerimento

    Se non è possibile creare l'app da questa procedura guidata, è possibile creare manualmente l'app in Azure AD e quindi importarla in Configuration Manager. Per altre informazioni, vedere Creare e importare app per Configuration Manager.

  6. Configurare le impostazioni seguenti nella finestra Crea un'applicazione server:

    • Nome applicazione: nome descrittivo per l'app in Azure AD.

    • URL della home page: questo valore non viene usato da Configuration Manager, ma è richiesto da Azure AD. Per impostazione predefinita, questo valore è impostato su https://ConfigMgrService.

    • URI ID app: questo valore deve essere univoco nel tenant di Azure AD. È incluso nel token di accesso usato dal client Configuration Manager per richiedere l'accesso al servizio. Per impostazione predefinita, questo valore è impostato su https://ConfigMgrService. Modificare il valore predefinito in uno dei formati consigliati seguenti:

      • api://{tenantId}/{string}, ad esempio, api://5e97358c-d99c-4558-af0c-de7774091dda/ConfigMgrService
      • https://{verifiedCustomerDomain}/{string}, ad esempio, https://contoso.onmicrosoft.com/ConfigMgrService
    • Periodo di validità della chiave privata: scegliere 1 anno o 2 anni dall'elenco a discesa. Il valore predefinito è 1 anno.

    Suggerimento

    Prendere nota della data di scadenza e assicurarsi di rinnovare la chiave privata prima della scadenza per garantire un accesso ininterrotto al servizio.

    Selezionare Accedi. Dopo l'autenticazione in Azure, nella pagina viene visualizzato il Nome del tenant di Azure AD come riferimento.

    Nota

    Completare questo passaggio come Amministratore globale. Queste credenziali non vengono memorizzate in Configuration Manager. Questo utente tipo non richiede autorizzazioni in Configuration Manager e non deve necessariamente essere lo stesso account che esegue la procedura guidata per i servizi di Azure.

    Selezionare OK per creare l'app Web in Azure AD e chiudere la finestra di dialogo Crea un'applicazione server. Nella finestra di dialogo App server selezionare OK. Selezionare Avanti nella pagina App della Procedura guidata per i servizi di Azure.

  7. Nella pagina Dati di diagnostica configurare le impostazioni seguenti:

    • ID commerciale: questo valore deve essere popolato automaticamente con l'ID dell'organizzazione. In caso contrario, assicurarsi che il server proxy sia configurato in modo da consentire tutti gli endpoint necessari prima di continuare. In alternativa, recuperare manualmente l'ID commerciale dal portale di Desktop Analytics.

    • Livello dei dati di diagnostica di Windows 10: selezionare almeno Obbligatorio. Per altre informazioni, vedere Livelli dei dati di diagnostica.

      Suggerimento

      In Configuration Manager versione 2002 e precedenti, questo valore era chiamato Base.

    • Consenti il nome del dispositivo nei dati di diagnostica: selezionare Abilita

      Nota

      A partire da Windows 10 versione 1803, il nome del dispositivo non viene inviato a Microsoft per impostazione predefinita. Se non si invia il nome del dispositivo, il dispositivo viene visualizzato in Desktop Analytics come "Sconosciuto". Questo comportamento può rendere difficile l'identificazione e la valutazione dei dispositivi.

    Selezionare Avanti. La pagina Funzionalità disponibile mostra la funzionalità Desktop Analytics disponibile con le impostazioni dei dati di diagnostica della pagina precedente. Selezionare Avanti per continuare o Precedente per apportare modifiche.

    Pagina Funzionalità disponibili di esempio nella Procedura guidata per i servizi di Azure.

  1. Nella pagina Raccolte configurare le impostazioni seguenti:

    • Nome visualizzato: Il portale di Desktop Analytics visualizza questa connessione a Configuration Manager usando questo nome. Usarlo per differenziare le diverse gerarchie e per identificare le collezioni da gerarchie separate. Usare i termini per distinguere facilmente più gerarchie nel proprio ambiente, ad esempio: test lab o produzione.

    • Raccolta di destinazione: Questa raccolta include tutti i dispositivi che Configuration Manager configura con l'ID commerciale e le impostazioni dei dati di diagnostica. Si tratta del set completo di dispositivi che Configuration Manager connette al servizio Desktop Analytics.

    • I dispositivi nella raccolta di destinazione usano un proxy autenticato dall'utente per le comunicazioni in uscita: Per impostazione predefinita, questo valore è No. Se necessario nell'ambiente in uso, impostare su .

    • Selezionare raccolte specifiche da sincronizzare con Desktop Analytics: Selezionare Aggiungi per inserire ulteriori raccolte della gerarchia Raccolta di destinazione. Queste raccolte sono disponibili nel portale di Desktop Analytics per il raggruppamento con i piani di distribuzione. Assicurarsi di includere le raccolte pilota e di esclusioni pilota.

      Suggerimento

      La finestra Seleziona raccolte visualizza solo le raccolte limitate dalla Raccolta di destinazione.

      Nell'esempio seguente si seleziona CollectionA come raccolta di destinazione. Quando si aggiungono altre raccolte, vengono visualizzate CollectionA, CollectionB e CollectionC. Non è possibile aggiungere CollectionD.

      • CollectionA: limitata dalla raccolta Tutti i sistemi
        • CollectionB: limitata da CollectionA
          • CollectionC: limitata da CollectionB
      • CollectionD: limitata dalla raccolta Tutti i sistemi

      Per gestire le raccolte disponibili nel portale di Desktop Analytics per il raggruppamento con i piani di distribuzione, nella console di Configuration Manager passare all'area di lavoro Amministrazione, espandere Servizi cloud e selezionare il nodo Servizi di Azure. Selezionare la voce associata al servizio di Azure Desktop Analytics e aggiornare le impostazioni nella pagina Desktop Analytics Collection (Raccolta di Desktop Analytics).

      Importante

      Queste raccolte continuano a essere sincronizzate quando viene modificata l'appartenenza. La raccolta di destinazione, ad esempio, usa una raccolta con una regola di appartenenza di Windows 7. Quando i dispositivi eseguono l'aggiornamento a Windows 10 e Configuration Manager valuta l'appartenenza alla raccolta, i dispositivi escono dalla raccolta e da Desktop Analytics.

  2. Completare la procedura guidata.

Configuration Manager crea criteri di impostazioni per configurare i dispositivi nella raccolta di destinazione. Questi criteri includono le impostazioni dei dati di diagnostica per abilitare i dispositivi all'invio di dati a Microsoft. Per impostazione predefinita, i client aggiornano i criteri ogni ora. Dopo aver ricevuto le nuove impostazioni, può essere necessario attendere diverse ore prima che i dati siano disponibili in Desktop Analytics.

Monitorare l'integrità della connessione

Monitorare la configurazione dei dispositivi per Desktop Analytics. Nella console di Configuration Manager passare all'area di lavoro Raccolta software, espandere il nodo Manutenzione di Desktop Analytics e selezionare il dashboard Integrità connessione.

Per altre informazioni, vedere Monitorare l'integrità della connessione.

Configuration Manager sincronizza le raccolte entro 60 minuti dalla creazione della connessione. Nel portale di Desktop Analytics passare a Pilota globale e visualizzare le raccolte di dispositivi di Configuration Manager.

Nota

La connessione di Configuration Manager a Desktop Analytics si basa sul punto di connessione del servizio. Eventuali modifiche apportate a questo ruolo del sistema del sito possono avere effetto sulla sincronizzazione con il servizio cloud. Per altre informazioni, vedere Informazioni sul punto di connessione del servizio.

Passaggi successivi

Passare all'articolo successivo per registrare i dispositivi in Desktop Analytics.