Risolvere i problemi di interazione tra Microsoft Teams ed Exchange Server

In questo articolo viene descritta la procedura per risolvere i problemi di interazione che si verificano tra Microsoft Teams e Microsoft Exchange Server.

Introduzione

Imparare come Exchange e Teams interagiscono per convalidare la compatibilità di versione e ambiente.

Sintomi

Problema 1: Un delegato non può pianificare una riunione su Teams per conto di un delegante

Un utente la cui cassetta postale è ospitata su Exchange Server aggiunge un altro utente come delegato per gestire il calendario di Outlook. Il delegato che utilizza il componente aggiuntivo Teams per Outlook non può pianificare una riunione su Teams per conto del delegante e Outlook restituisce il seguente messaggio di errore:

Sembra che non si disponga dell'autorizzazione per pianificare riunioni per questo account. Rivolgersi al proprietario per ottenere il permesso e riprovare.

Problema 2: Si verificano problemi quando si tenta di utilizzare l'app Calendario di Teams

Si verifica uno dei seguenti problemi:

  • L'icona Calendario non viene visualizzata nel client Teams.
  • L'app Calendario di Microsoft Teams visualizza il messaggio di errore "Non è stato possibile ottenere i dettagli della riunione" quando si utilizza il client Teams desktop o quello web.

L'app Calendario di Teams richiede l'accesso alla cassetta postale di Exchange attraverso Servizi Web Exchange (EWS). La cassetta postale di Exchange può essere online o locale nell'ambito della distribuzione ibrida di Exchange.

Problema 3: Lo stato di presenza di Teams è bloccato su Fuori sede o non visualizza "In riunione" quando l'utente sta partecipando a una riunione del calendario di Outlook

Un utente la cui cassetta postale è ospitata su un server Exchange locale ha disattivato le risposte automatiche del client Outlook, ma lo stato di presenza di Teams visualizza "Fuori sede" a tutti i client Teams della stessa organizzazione. Questo può continuare per alcuni giorni.

Nota

Per gli utenti la cui cassetta postale è ospitata in locale, è previsto un ritardo di presenza di un massimo di un'ora.

Un utente partecipa a una riunione del calendario di Outlook, ma lo stato di presenza di Teams non viene aggiornato a "In riunione".

Prerequisiti

Per integrare il servizio Microsoft Teams con la propria installazione di Exchange Server, assicurarsi che l'ambiente Exchange Server locale soddisfi i seguenti requisiti:

  • Microsoft Teams deve poter riconoscere se la cassetta postale è ospitata su Exchange Online o in locale. per cui è necessaria la distribuzione ibrida del server Exchange. I servizi di Teams richiamano i servizi di Exchange Online tramite l'API REST e vengono reindirizzati ai server locali che ospitano la cassetta postale, se applicabile, in base alla configurazione ibrida.

  • Exchange Online si integra all'ambiente del server Exchange locale, come descritto in Che cos'è l'autenticazione OAuth?. È preferibile configurarlo eseguendo la procedura guidata ibrida di Exchange, ma è anche possibile procedere manualmente come descritto in Configurare l'autenticazione OAuth tra le organizzazioni Exchange ed Exchange Online. Exchange Online è rappresentato dall'ID applicazione 00000002-0000-0ff1-ce00-000000000000.

  • Inoltre, i servizi di Microsoft Teams devono utilizzare OAuth anche per eseguire l'autenticazione per conto dell'utente per accedere alla cassetta postale ospitata in locale. In questo caso l'ID applicazione di Skype for Business Online 00000004-0000-0ff1-ce00-000000000000 viene utilizzato dal servizio di pianificazione di Teams, insieme a MailUser, come riportato in Configurare l'integrazione e OAuth tra Skype for Business Online e Exchange Server:

    • L'account è nascosto dalla rubrica di Exchange. È consigliabile nascondere l'account dalla rubrica perché si tratta di un account utente disabilitato.
    • L'account dispone dell'assegnazione del ruolo di gestione di Exchange UserApplication.
    • Per la conservazione e l'archiviazione è necessaria un'assegnazione del ruolo di ArchiveApplication.
    • Tutti i passaggi dell'articolo sono necessari per Teams completo e il server Exchange locale.

Nota

Un esempio di Microsoft Identity Platform e dell'utilizzo di OAuth 2.0 è disponibile qui

  • È necessario configurare il firewall con connessione Internet o il server proxy inverso per consentire a Microsoft Teams di accedere ai server che eseguono Exchange Server, aggiungendo gli URL e gli intervalli di indirizzi IP per Skype for Business Online e Microsoft Teams nell'elenco di quelli consentiti. Per ulteriori informazioni, consultare la sezione "Skype for Business Online e Microsoft Teams" di URL e intervalli di indirizzi IP di Office 365.

  • L'individuazione automatica V2 di Exchange è necessaria per consentire al servizio Teams di eseguire una verifica non autenticata sulla cassetta postale dell'utente situata in Exchange Server. L'individuazione automatica V2 è completamente supportata nell'aggiornamento cumulativo 19 di Exchange Server 2013 e nelle versioni successive. Ciò è sufficiente per consentire alle deleghe su Teams di funzionare correttamente. Tuttavia, l'app Calendario di Teams richiede l'aggiornamento cumulativo 3 di Exchange Server 2016 o una versione successiva per essere installata. Pertanto, per il supporto completo delle funzionalità, è necessario l'aggiornamento cumulativo 3 di Exchange Server 2016 o una versione successiva.

Procedura per la risoluzione dei problemi comuni

Nota

Queste procedure di risoluzione dei problemi si applicano a tutti i problemi elencati precedentemente.

Passaggio 1: Verificare che il servizio di individuazione automatica funzioni correttamente

Il servizio Microsoft Teams utilizza il servizio di individuazione automatica di Exchange per individuare l'URL EWS pubblicato dal server che esegue Exchange Server. Per verificare se il processo di individuazione automatica sta funzionando correttamente:

  1. Chiedere all'utente di passare all'Analizzatore connettività remota di Microsoft.
  2. Inserire le informazioni richieste (assicurarsi che la casella di controllo Usa individuazione automatica per rilevare le impostazioni del server sia selezionata).
  3. Selezionare il pulsante Esegui test per avviare il test di individuazione automatica.

Se il test ha esito negativo, è necessario innanzitutto risolvere il problema di individuazione automatica.

Screenshot di RCA.

Nota

Per il problema di delega di Teams, la casella postale del delegante è la casella postale di destinazione da testare. Per il problema dell'applicazione calendario di Teams e dello stato di presenza di Teams, la casella postale dell'utente interessato è la casella postale di destinazione da testare.

Passaggio 2: Verificare che il servizio di individuazione automatica possa instradare le richieste di individuazione alle caselle locali

In Windows PowerShell, eseguire il seguente comando:

Invoke-RestMethod -Uri "https://outlook.office365.com/autodiscover/autodiscover.json?Email=onpremisemailbox@contoso.com&Protocol=EWS&RedirectCount=5" -UserAgent Teams

Nota

Per il problema di delega di Teams, la casella postale del delegante è la casella postale di destinazione da testare. Per il problema dell'applicazione calendario di Teams e dello stato di presenza di Teams, la casella postale dell'utente interessato è la casella postale di destinazione da testare.

Per una casella postale ospitata in locale, l'URL EWS deve puntare agli EWS esterni locali. L'output dovrebbe essere analogo al seguente:

Protocollo URL

-------- ---

EWS https://mail.contoso.com/EWS/Exchange.asmx

Se il test fallisce o se l'URL EWS non è corretto, esaminare la sezione Prerequisiti. Questo è dovuto al fatto che l'inconveniente verosimilmente è causato da un problema di configurazione ibrida di Exchange, da un firewall o da un reverse proxy che blocca le richieste esterne.

Passaggio 3: Verificare che il protocollo di autenticazione OAuth di Exchange sia abilitato e funzionante

Per verificare che l'autenticazione OAuth di Exchange sia abilitata e funzionante, eseguire il Test-OAuthCOnnectivity comando come descritto in Configurare l'autenticazione OAuth tra Exchange e le organizzazioni di Exchange Online.

Inoltre, eseguire il test di connettività libero/occupato disponibile nell'Analizzatore connettività remota di Microsoft. A tal fine, attenersi alla seguente procedura:

  1. Accedere all'Analizzatore connettività remota di Microsoft.

  2. Selezionare il test libero/occupato per verificare che una casella postale di Office 365 possa accedere alle informazioni sulla disponibilità di una casella postale locale e viceversa.

    È necessario eseguire questo test due volte, scambiando l'indirizzo di posta elettronica della casella postale di origine con l'indirizzo di posta elettronica della casella postale di destinazione. Questo succede perché ogni esecuzione è unidirezionale. Questo test non deve essere eseguito necessariamente utilizzando gli account interessati. Il test può essere eseguito utilizzando due caselle postali, una casella postale locale e una casella postale di Office 365.

    Per ulteriori informazioni su come risolvere i problemi di disponibilità in una distribuzione ibrida di locale ed Exchange Online in Office 365, vedere questo articolo.

Risolvere il problema di delega in Teams

Nota

Queste procedure di risoluzione dei problemi si applicano solo al Problema 1.

Passaggio 1: Verificare che al delegato sia stata concessa l'autorizzazione come Editor per accedere al calendario del delegante

Aprire Exchange Management Shell su uno dei server basati su Exchange e quindi eseguire il seguente comando di Exchange PowerShell per verificare che il diritto di accesso come Editor sia stato concesso al delegato:

Get-MailboxFolderPermission -Identity <delegator's UserPrincipalName>:\calendar  | Format-List

Verificare se il parametro AccessRights contiene il valore di Editor. Se non è così, eseguire questo comando per fornire l'autorizzazione:

Set-MailboxFolderPermission -Identity <delegator's UserPrincipalName>\Calendar -User <delegate's UserPrincipalName> -AccessRights Editor

In alternativa, chiedere al delegante di seguire la procedura descritta in questo articolo per riconfigurare la delega nel client Outlook.

Passaggio 2: Verificare che al delegato sia stato concesso dal delegante il permesso "GrantSendOnBehalfTo"

Eseguire il seguente comando per verificare che l'autorizzazione GrantSendOnBehalfTo sia stata concessa al delegato:

Get-Mailbox -Identity <delegator's UserPrincipalName> | Format-List *grant*

Verificare che il parametro GrantSendOnBehalfTo contenga l'alias del delegato. Se non è così, eseguire questo comando per fornire l'autorizzazione:

Set-Mailbox <delegator's UserPrincipalName> -Grantsendonbehalfto @{add="<delegate's UserPrincipalName>"}

In alternativa, chiedere al delegante di seguire la procedura descritta in questo articolo per riconfigurare la delega nel client Outlook.

Passaggio 3: Verificare che a Teams non sia impedito l'accesso a EWS per l'intera organizzazione

Eseguire il comando di Exchange PowerShell riportato di seguito per verificare se il parametro EwsApplicationAccessPolicy è stato impostato su EnforceAllowList per l'intera organizzazione:

Get-OrganizationConfig | Select-Object Ews*

Se il parametro è stato impostato su EnforceAllowList, significa che l'amministratore consente solo ai client elencati in EwsAllowList di accedere a EWS. Un valore vuoto di EwsAllowList (EwsAllowList={}) impedisce a tutti gli utenti di accedere a EWS.

Nota

Il blocco di EWS può causare anche problemi nell'applicazione Calendario di Teams. Vedere Verificare che l'app Calendario di Teams sia abilitata.

Assicurarsi che *SchedulingService* sia elencato come elemento di un array del parametro EwsAllowList.. In caso contrario, eseguire il comando riportato di seguito per aggiungerlo:

Set-OrganizationConfig -EwsAllowList @{Add="*SchedulingService*"}

Se il parametro EwsEnabled è impostato su False, è necessario impostarlo su True o su Null (vuoto). In caso contrario, al servizio Teams verrà impedito l'accesso a EWS.

Passaggio 4: Verificare che a Teams non sia impedito l'accesso a EWS per la casella postale del delegante

Eseguire il seguente comando di Exchange PowerShell per controllare se il parametro EwsApplicationAccessPolicy è stato impostato su EnforceAllowList per la casella postale del delegante:

Get-CasMailbox <delegator's UserPrincipalName> | Select-Object Ews*

Se il parametro è stato impostato su EnforceAllowList, significa che l'amministratore consente solo ai client elencati in EwsAllowList di accedere a EWS.

Assicurarsi che *SchedulingService* sia elencato come elemento di un array del parametro EwsAllowList. In caso contrario, eseguire questo comando di Exchange PowerShell per aggiungerlo:

Set-CASMailbox <delegator's UserPrincipalName> -EwsAllowList @{Add="*SchedulingService*"}

Se il parametro EwsEnabled è impostato su False, è necessario impostarlo su True. In caso contrario, al servizio Teams verrà impedito l'accesso a EWS.

Passaggio 5: Inoltrare il problema a un livello superiore

Se si è verificato che non vi sia alcun problema con i prerequisiti o le configurazioni menzionate in questo articolo, inviare una richiesta di servizio al supporto tecnico Microsoft con queste informazioni:

  • Lo UserPrincipalName sia per il delegante che per il delegato.
  • I log del componente aggiuntivo Teams Meeting all'interno della cartella %appdata%\\microsoft\\teams\\meeting-addin.
  • L'ora in UTC in cui è stato riprodotto il problema.
  • Log di debug del client Teams recuperati dal computer del delegato. Per ulteriori informazioni su come recuperare i log, vedere Utilizzare i file di log nella risoluzione dei problemi di Microsoft Teams.

Risolvere il problema dell'app Calendario di Teams

Nota

La procedura di risoluzione dei problemi riportata sotto si applica solo al Problema 2.

Passaggio 1: Verificare che l'app Calendario di Teams sia abilitata

  1. Aprire l'interfaccia di amministrazione di Microsoft Teams, accedere a Utenti e selezionare Visualizza criteri per l'utente interessato.

    Screenshot degli utenti dei team.

  2. Selezionare il criterio di installazione dell'app assegnato a questo utente. Nell'esempio riportato sopra viene utilizzato il criterio globale (predefinito a livello di organizzazione). Verificare che sia visualizzata l'app del calendario (ID ef56c0de-36fc-4ef8-b417-3d82ba9d073c).

    Screenshot dei criteri dei team.

    Se l'app del calendario non è presente, ripristinarla. Per ulteriori informazioni, vedere Gestire i criteri di configurazione dell'app in Microsoft Teams.

Passaggio 2: Verificare che la modalità di coesistenza dell'aggiornamento di Teams consenta le riunioni di Teams

  1. Accedere all'interfaccia di amministrazione di Microsoft Teams.

  2. Accedere a Utenti e selezionare l'utente di interesse.

  3. Verificare che l'impostazione Modalità di coesistenza sia un valore diverso da solo Skype for Business o Skype for Business con collaborazione Teams.

    Screenshot dei criteri2 dei team.

  4. Se la modalità di coesistenza dell'utente è stata impostata su Usa impostazioni a livello di organizzazione, significa che verrà utilizzata la modalità di coesistenza tenant predefinita.

  5. Accedere a Impostazioni a livello di organizzazione e selezionare Aggiornamento Teams.

  6. Verificare che l'impostazione predefinita Modalità di coesistenza sia un valore diverso da Skype for Business o Skype for Business con collaborazione Teams.

    Screenshot degli utenti di Teams in modalità Isole.

Passaggio 3: Verificare che a Teams non sia impedito l'accesso a EWS per l'intera organizzazione

Eseguire il seguente comando di Exchange PowerShell per verificare se il parametro EwsApplicationAccessPolicy è stato impostato su EnforceAllowList per l'intera organizzazione:

Get-OrganizationConfig | Select-Object Ews*

Se il parametro è stato impostato su EnforceAllowList, significa che solo i client elencati in EwsAllowList possono accedere a EWS.

Assicurarsi che MicrosoftNinja/*_, _*Teams/* e SkypeSpaces/*_ siano elencati come elementi dell'array del parametro _ EwsAllowList. In caso contrario, eseguire il comando riportato di seguito per aggiungerli:

Set-OrganizationConfig -EwsAllowList @{Add="MicrosoftNinja/*","*Teams/*","SkypeSpaces/*"}

Se il parametro EwsEnabled è impostato su False, è necessario impostarlo su True o su Null (vuoto). In caso contrario, il servizio Teams non potrà accedere a EWS.

Passaggio 4: Controllare che a Teams sia consentito l'accesso a EWS per l'utente interessato

Eseguire il seguente comando di Exchange PowerShell per verificare se il parametro EwsApplicationAccessPolicy è stato impostato su EnforceAllowList per la cassetta postale dell'utente:

Get-CASMailbox <UserPincipalName> | Select-Object Ews*

Se il parametro è stato impostato su EnforceAllowList, significa che solo i client elencati in EwsAllowList possono accedere a EWS.

Assicurarsi che MicrosoftNinja/*_, _*Teams/* e SkypeSpaces/*_ siano elencati come elementi dell'array del parametro _ EwsAllowList. In caso contrario, lanciare il seguente comando di Exchange PowerShell per aggiungerli:

Set-CASMailbox <UserPincipalName> -EwsAllowList @{Add="MicrosoftNinja/*","*Teams/*","SkypeSpaces/*"}

Se il parametro EwsEnabled è impostato su False, è necessario impostarlo su True. In caso contrario, il servizio Teams non potrà accedere a EWS.

Passaggio 5: Verificare che il test dell'app Calendario di Microsoft Teams abbia esito positivo

  1. Chiedere all'utente di passare all'Analizzatore connettività remota Microsoft.
  2. Inserire le informazioni richieste.
  3. Selezionare il pulsante Esegui test per avviare il test dell'app Calendario di Microsoft Teams.

Se il test ha esito negativo, è necessario tentare di risolvere il problema ed eseguire nuovamente il test.

Screenshot del test del calendario

Passaggio 6: Inoltrare il problema a un livello superiore

Se si è verificato che non vi siano problemi con i prerequisiti e le configurazioni menzionati in questo articolo, inviare una richiesta di assistenza al supporto tecnico Microsoft con queste informazioni:

Risolvere il problema dello stato di presenza in Teams

Queste procedure di risoluzione dei problemi si applicano solo al Problema 3.

Passaggio 1: Verificare che l'URL per l'API REST di Exchange locale sia stato pubblicato nella rete pubblica

Eseguire il passaggio 2 nella procedura di risoluzione dei problemi comune precedente sulla cassetta postale dell'utente per individuare l'URL EWS di Exchange locale, e modificare il formato dell'URL (sostituire "/EWS/Exchange.asmx" con "/api") in questo modo. https://mail.contoso.com/EWS/Exchange.asmx a https://mail.contoso.com/api.

Provare ad accedere all'URL dell'API REST da un browser nella rete esterna. Se si ottiene una risposta 401 dall'ambiente Exchange locale, l'URL dell'API REST è stato pubblicato. In caso contrario, contattare il team di rete locale per fare pubblicare l'URL.

Nota

Il servizio presenza di Teams non supporta il fallback all'URL EWS se l'accesso all'API REST di Exchange fallisce.

Passaggio 2: Verificare che a Teams non sia impedito l'accesso a EWS per l'intera organizzazione

Eseguire il comando di Exchange PowerShell riportato di seguito per verificare se il parametro EwsApplicationAccessPolicy è stato impostato su EnforceAllowList per l'intera organizzazione:

Get-OrganizationConfig | Select-Object Ews*

Se il parametro è stato impostato su EnforceAllowList, significa che solo i client elencati in EwsAllowList possono accedere a EWS. Un valore vuoto di EwsAllowList (EwsAllowList={}) impedisce a tutti i client di accedere a EWS.

Assicurarsi che *Microsoft.Skype.Presence.App/* sia elencato come elemento di un array del parametro EwsAllowList. In caso contrario, eseguire il comando riportato di seguito per aggiungerlo:

Set-OrganizationConfig -EwsAllowList @{Add="*Microsoft.Skype.Presence.App/*"}

Se il parametro EwsEnabled è impostato su False, è necessario impostarlo su True o su Null (vuoto). In caso contrario, al servizio Teams verrà impedito l'accesso a EWS.

Passaggio 3: Verificare che a Teams non sia impedito l'accesso a EWS per la casella postale dell'utente

Eseguire il seguente comando di Exchange PowerShell per verificare se il parametro EwsApplicationAccessPolicy è stato impostato su EnforceAllowList per la casella di posta dell'utente:

Get-CasMailbox <user's UserPrincipalName> | Select-Object Ews*

Se il parametro è stato impostato su EnforceAllowList, significa che solo i client elencati in EwsAllowList possono accedere a EWS.

Assicurarsi che *Microsoft.Skype.Presence.App/* sia elencato come elemento di un array del parametro EwsAllowList. In caso contrario, eseguire questo comando di Exchange PowerShell per aggiungerlo:

Set-CASMailbox <user's UserPrincipalName> -EwsAllowList @{Add="* Microsoft.Skype.Presence.App/*"}

Se il parametro EwsEnabled è impostato su False, è necessario impostarlo su True. In caso contrario, al servizio Teams verrà impedito l'accesso a EWS.

Passaggio 4: Inoltrare il problema a un livello superiore

Se si è verificato che non ci sono problemi relativi ai prerequisiti e alle configurazioni indicate in questo articolo, inoltrare una richiesta di assistenza al supporto tecnico Microsoft allegando le seguenti informazioni:

Riferimenti