Origini dati in Power BI Desktop

Power BI Desktop permette di connettersi a dati da molte origini diverse. Per un elenco completo delle origini dati disponibili, vedere Origini dati di Power BI.

Per connettersi ai dati è possibile usare la barra multifunzione Home. Per visualizzare il menu Tipi di dati più comuni, selezionare l'etichetta del pulsante Ottieni dati o la freccia GIÙ.

Menu dei tipi di dati Più comuni, Recupera dati in Power BI Desktop

Per passare alla finestra di dialogo Recupera dati visualizzare il menu dei tipi di dati Più comuni e selezionare Altro. È anche possibile visualizzare la finestra di dialogo Recupera dati (e ignorare il menu Più comuni) selezionando direttamente l'icona Recupera dati.

Pulsante Recupera dati, Power BI Desktop

Nota

Il team di Power BI espande in continuazione le origini dati disponibili in Power BI Desktop e nel servizio Power BI. Di conseguenza, si noteranno spesso le prime versioni delle origini dati WIP contrassegnate come Beta o Anteprima. Qualsiasi origine dati contrassegnata come Beta o Anteprima offre supporto e funzionalità limitati e non deve essere usata in ambienti di produzione. Inoltre qualsiasi origine dati contrassegnata come Beta o Anteprima per Power BI Desktop potrebbe non essere disponibile per l'uso nel servizio Power BI o in altri servizi Microsoft fino a quando l'origine dati non diventa disponibile a livello generale (GA).

Nota

Ci sono molti connettori dati per Power BI Desktop che richiedono Internet Explorer 10 (o versione successiva) per l'autenticazione.

Origini dati

La finestra di dialogo Recupera dati organizza i tipi di dati nelle categorie seguenti:

  • Tutti
  • File
  • Database
  • Power Platform
  • Azure
  • Servizi online
  • Altro

La categoria Tutti include tutti i tipi di connessione dati di tutte le categorie.

Origini dati di file

La categoria File fornisce le connessioni dati seguenti:

  • Excel
  • Testo/CSV
  • XML
  • JSON
  • Cartella
  • PDF
  • Parquet
  • Cartella di SharePoint

La figura seguente mostra la finestra Recupera dati per File.

Origini dati di file, finestra di dialogo Recupera dati, Power BI Desktop

Origini dati dei database relazionali

La categoria Database fornisce le connessioni dati seguenti:

  • Database SQL Server
  • Database di Access
  • Database di SQL Server Analysis Services
  • Database Oracle
  • Database IBM DB2
  • Database Informix IBM (Beta)
  • IBM Netezza
  • Database MySQL
  • Database PostgreSQL
  • Database Sybase
  • Database Teradata
  • Database SAP HANA
  • Server applicazioni SAP Business Warehouse
  • Server messaggi SAP Business Warehouse
  • Amazon Redshift
  • Impala
  • Google BigQuery
  • Vertica
  • Snowflake
  • Essbase
  • Actian (Beta)
  • Amazon Athena (Beta)
  • Cubi AtScale
  • Connettore BI
  • Denodo
  • Dremio Software
  • Dremio Cloud (Beta)
  • Exasol
  • Indexima
  • InterSystems IRIS (Beta)
  • Jethro (beta)
  • Kyligence
  • Database MultiValue o di tipo Linkar PICK (beta)
  • MariaDB (beta)
  • MarkLogic
  • TIBDO(R) Data Virtualization (Beta)
  • Data Virtuality LDW
  • Exasol

Nota

Alcuni connettori di database devono essere abilitati selezionando File > Opzioni e impostazioni > Opzioni e quindi Funzionalità in anteprima. Se alcuni dei connettori citati sopra non sono visibili e si vuole usarli, controllare le impostazioni Funzionalità in anteprima. Si noti anche che qualsiasi origine dati contrassegnata come Beta o Anteprima offre supporto e funzionalità limitati e non deve essere usata in ambienti di produzione.

La figura seguente mostra la finestra Recupera dati per Database.

Origini dati di database, finestra di dialogo Ottieni dati, Power BI Desktop

Origini dati Power Platform

La categoria Power Platform fornisce le connessioni dati seguenti:

  • Set di dati Power BI
  • Flussi di dati Power BI
  • Common Data Service (legacy)
  • Dataverse
  • Flussi di dati

L'immagine seguente mostra la finestra Recupera dati per Power Platform.

Origini dati Power Platform, finestra di dialogo Ottieni dati, Power BI Desktop

Origini dati di Azure

La categoria Azure fornisce le connessioni dati seguenti:

  • database SQL di Azure
  • Azure Synapse Analytics (SQL DW)
  • Database di Azure Analysis Services
  • Database di Azure per PostgreSQL
  • Archiviazione BLOB di Azure
  • Archiviazione tabelle di Azure
  • Azure Cosmos DB
  • Esplora dati di Azure (Kusto)
  • Azure Data Lake Storage Gen2
  • Azure Data Lake Storage Gen1
  • Azure HDInsight (HDFS)
  • Azure HDInsight Spark
  • HDInsight Interactive Query
  • Azure Time Series Insights (Beta)
  • Gestione costi di Azure
  • Azure Databricks
  • Azure Time Series Insights (Beta)

La figura seguente mostra la finestra Recupera dati per Azure.

Origini dati Azure, finestra di dialogo Recupera dati, Power BI Desktop

Origini dati di Servizi online

La categoria Online Services fornisce le connessioni dati seguenti:

  • Elenchi SharePoint Online
  • Microsoft Exchange Online
  • Dynamics 365 (online)
  • Dynamics NAV
  • Dynamics 365 Business Central
  • Dynamics 365 Business Central (locale)
  • Azure DevOps (solo Boards)
  • Azure DevOps Server (solo Boards)
  • Oggetti Salesforce
  • Report di Salesforce
  • Google Analytics
  • Adobe Analytics
  • appFigures (Beta)
  • Data.World - Ottieni set di dati (Beta)
  • GitHub (beta)
  • LinkedIn Sales Navigator (Beta)
  • Marketo (Beta)
  • Mixpanel (Beta)
  • Planview Enterprise One - PRM (Beta)
  • QuickBooks Online (beta)
  • Smartsheet
  • SparkPost (Beta)
  • SweetIQ (beta)
  • Planview Enterprise One - CTM (Beta)
  • Twilio (Beta)
  • Zendesk (Beta)
  • Asana (beta)
  • Assemblare viste (beta)
  • Automazione ovunque
  • Analisi dei dati automi (beta)
  • Dynamics 365 Customer Insights (Beta)
  • Origine dati Emigo
  • Entersoft Business Suite (Beta)
  • eWay-CRM (Beta)
  • FactSet Analytics
  • Palantir Foundry
  • Hexagon PPM Smart API
  • Industrial App Store
  • Data warehouse di Intune (Beta)
  • Projectplace per Power BI
  • Product Insights (beta)
  • Quick Base
  • SoftOne BI (beta)
  • Spigit (Beta)
  • TeamDesk (beta)
  • Webtrends Analytics (Beta)
  • Witivio (Beta)
  • Zoho Creator (Beta)
  • Assemblare le viste
  • Workplace Analytics (Beta)

La figura seguente mostra la finestra Recupera dati per Online Services.

Origini dati di Servizi online, finestra di dialogo Recupera dati, Power BI Desktop

Altre origini dati

La categoria Altro fornisce le connessioni dati seguenti:

  • Web
  • Elenco SharePoint
  • Feed OData
  • Active Directory
  • Microsoft Exchange
  • File Hadoop (HDFS)
  • Spark
  • Hive LLAP
  • Script R
  • Script Python
  • ODBC
  • OLE DB
  • Acterys: Model Automation & Planning (Beta)
  • Anaplan Connector v1.0 (Beta)
  • Solver
  • BQE Core (Beta)
  • Dati e analisi di Bloomberg (beta)
  • Cherwell (Beta)
  • Cognite Data Fusion
  • EQuis (beta)
  • FHIR
  • Information Grid (Beta)
  • Jamf Pro (Beta)
  • Kognitwin
  • MicroStrategy for Power BI
  • Paxata
  • QubolePresto (Beta)
  • Roamler (Beta)
  • Shortcuts Business Insights (Beta)
  • Siteimprove
  • Starburst Enterprise
  • SumTotal (Beta)
  • SurveyMonkey (Beta)
  • Microsoft Teams Analisi personale (beta)
  • Tenforce (Smart)List
  • Vessel Insight (Beta)
  • Zucchetti HR Infinity (Beta)
  • Dati e analisi di Bloomberg
  • Vena
  • Query vuota

La figura seguente mostra la finestra Recupera dati per Altro.

Altre origini dati in Power BI Desktop

Nota

Al momento non è possibile connettersi a origini dati personalizzate protette con Azure Active Directory.

App modello

È possibile trovare le app modello per l'organizzazione selezionando il collegamento App modello nella parte inferiore della finestra Recupera dati.

Finestra di dialogo Recupera dati per le origini dati Altro in Power BI Desktop

Le app modello disponibili possono variare in base all'organizzazione.

Connessione a un'origine dati

Per connettersi a un'origine dati, selezionare l'origine dati dalla finestra Recupera dati e selezionare Connetti. Nella figura seguente Web viene selezionato dalla categoria di connessione dati Altro .

Connessione al Web, finestra di dialogo Recupera dati, Power BI Desktop

Viene visualizzata una finestra di connessione specifica per il tipo di connessione dati. Se sono necessarie credenziali, sarà necessario fornirle. L'immagine seguente illustrata un URL immesso per connettersi a un'origine dati Web.

URL immesso, Finestra di dialogo Da Web, Power BI Desktop

Immettere l'URL o le informazioni di connessione alla risorsa e selezionare OK. Power BI Desktop stabilisce la connessione all'origine dati e presenta le origini dati disponibili nello Strumento di navigazione.

Finestra di dialogo Strumento di navigazione, Power BI Desktop

Per caricare i dati, selezionare il pulsante Carica nella parte inferiore del riquadro Strumento di navigazione. Per trasformare o modificare la query nell'editor di Power Query prima di caricare i dati, selezionare il pulsante Trasforma dati.

Non sono necessarie altre operazioni per connettersi alle origini dati in Power BI Desktop. Provare a connettersi ai dati dall'elenco di origini dati in continua espansione ed esaminare spesso l'elenco, che viene continuamente ampliato.

Uso di file PBIDS per ottenere i dati

I file con estensione pbids sono file di Power BI Desktop con una struttura specifica e l'estensione li identifica come file origine dati di Power BI.

È possibile creare un file con estensione pbids per semplificare l'uso di Recupera dati per gli autori di report alle prime armi all'interno dell'organizzazione. Se si crea il file PBIDS da report esistenti, è più facile per i nuovi autori compilare report dagli stessi dati.

Quando un autore apre un file con estensione pbids, Power BI Desktop si apre e chiede le credenziali dell'utente per l'autenticazione e la connessione all'origine dati specificata nel file. Viene visualizzata la finestra di dialogo Navigazione e l'utente deve selezionare le tabelle dell'origine dati da caricare nel modello. È anche possibile che gli utenti debbano selezionare uno o più database e la modalità di connessione, se non sono stati specificati nel file con estensione pbids.

A questo punto l'utente può iniziare a creare visualizzazioni oppure selezionare Origini recenti per caricare un nuovo set di tabelle nel modello.

I file con estensione pbids attualmente supportano un'unica origine dati in un singolo file. Se si specificano più origini dati, si ottiene come risultato un errore.

Come creare un file PBIDS di connessione

Se si ha un file di Power BI Desktop esistente, ovvero un file con estensione pbix, che è già connesso ai dati a cui si è interessati, è possibile esportare semplicemente i file di connessione da Power BI Desktop. Questo è il metodo consigliato, dal momento che il file PBIDS può essere generato automaticamente da Power BI Desktop. È comunque possibile modificare o creare manualmente il file in un editor di testo.

Per creare il file con estensione pbids, selezionare File > Opzioni e impostazioni > Impostazioni origine dati:

Opzione di menu Impostazioni origine dati

Nella finestra di dialogo visualizzata selezionare l'origine dati che si vuole esportare come PBIDS e quindi selezionare Export PBIDS (Esporta PBIDS).

Finestra di dialogo Impostazioni origine dati

Quando si seleziona il pulsante Export PBIDS (Esporta PBIDS), Power BI Desktop genera il file con estensione pbids, che può essere rinominato e salvato nella directory e condiviso con altri utenti. È anche possibile aprire il file in un editor di testo e modificarlo ulteriormente, ad esempio specificando la modalità di connessione nel file stesso, come illustrato nella figura seguente.

Uso di un editor di testo per modificare il file PBIDS

Se si preferisce creare manualmente i file PBIDS in un editor di testo, è necessario specificare gli input necessari per una singola connessione e salvare il file con l'estensione pbids. In alternativa è anche possibile specificare la modalità di connessione come DirectQuery o importazione. Se mode è mancante o Null nel file, all'utente che apre il file in Power BI Desktop viene chiesto di selezionare DirectQuery o Import.

Importante

Alcune origini dati genereranno un errore se le colonne vengono crittografate nell'origine dati. Ad esempio, se due o più colonne in un database SQL di Azure vengono crittografate durante un'azione di importazione, verrà restituito un errore. Per altre informazioni, vedere Database SQL.

Esempi di file PBIDS

Questa sezione offre alcuni esempi relativi a origini dati di uso comune. Il tipo di file pbids supporta solo connessioni dati supportate anche in Power BI Desktop, con le eccezioni seguenti: URL di Wiki, Live Connect e query vuote.

Il file con estensione pbids non include le informazioni di autenticazione né le informazioni sulla tabella e sullo schema.

I frammenti di codice seguenti visualizzano esempi comuni di file con estensione pbids. Questi esempi non sono completi né esaustivi. Per altre origini dati, è possibile fare riferimento al formato DSR (Data Source Reference) per le informazioni relative al protocollo e all'indirizzo.

Se si stanno modificando o creando manualmente i file di connessine, questi esempi hanno solo uno scopo pratico, non sono intesi come esaustivi e non includono tutti i connettori supportati nel formato DSR.

Azure AS

{ 
    "version": "0.1", 
    "connections": [ 
    { 
        "details": { 
        "protocol": "analysis-services", 
        "address": { 
            "server": "server-here" 
        }, 
        } 
    } 
    ] 
}

Cartella

{ 
  "version": "0.1", 
  "connections": [ 
    { 
      "details": { 
        "protocol": "folder", 
        "address": { 
            "path": "folder-path-here" 
        } 
      } 
    } 
  ] 
} 

OData

{ 
  "version": "0.1", 
  "connections": [ 
    { 
      "details": { 
        "protocol": "odata", 
        "address": { 
            "url": "URL-here" 
        } 
      } 
    } 
  ] 
} 

SAP BW

{ 
  "version": "0.1", 
  "connections": [ 
    { 
      "details": { 
        "protocol": "sap-bw-olap", 
        "address": { 
          "server": "server-name-here", 
          "systemNumber": "system-number-here", 
          "clientId": "client-id-here" 
        }, 
      } 
    } 
  ] 
} 

SAP Hana

{ 
  "version": "0.1", 
  "connections": [ 
    { 
      "details": { 
        "protocol": "sap-hana-sql", 
        "address": { 
          "server": "server-name-here:port-here" 
        }, 
      } 
    } 
  ] 
} 

Elenco SharePoint

L'URL deve puntare al sito SharePoint e non a un elenco all'interno del sito. Gli utenti ottengono uno strumento di navigazione che consente di selezionare uno o più elenchi da tale sito, ognuno dei quali diventa una tabella nel modello.

{ 
  "version": "0.1", 
  "connections": [ 
    { 
      "details": { 
        "protocol": "sharepoint-list", 
        "address": { 
          "url": "URL-here" 
        }, 
       } 
    } 
  ] 
} 

SQL Server

{ 
  "version": "0.1", 
  "connections": [ 
    { 
      "details": { 
        "protocol": "tds", 
        "address": { 
          "server": "server-name-here", 
          "database": "db-name-here (optional) "
        } 
      }, 
      "options": {}, 
      "mode": "DirectQuery" 
    } 
  ] 
} 

File di testo

{ 
  "version": "0.1", 
  "connections": [ 
    { 
      "details": { 
        "protocol": "file", 
        "address": { 
            "path": "path-here" 
        } 
      } 
    } 
  ] 
} 

Web

{ 
  "version": "0.1", 
  "connections": [ 
    { 
      "details": { 
        "protocol": "http", 
        "address": { 
            "url": "URL-here" 
        } 
      } 
    } 
  ] 
} 

Flusso di dati

{
  "version": "0.1",
  "connections": [
    {
      "details": {
        "protocol": "powerbi-dataflows",
        "address": {
          "workspace":"workspace id (Guid)",
          "dataflow":"optional dataflow id (Guid)",
          "entity":"optional entity name"
        }
       }
    }
  ]
}

Passaggi successivi

Power BI Desktop offre infinite possibilità. Per altre informazioni sulle capacità disponibili, vedere le risorse seguenti: