Convenzioni di denominazione per gli spazi dei nomi

La regola generale per la denominazione degli spazi dei nomi è quella di utilizzare il nome della società seguito dal nome della tecnologia e, se lo si desidera, dalla funzionalità e dagli elementi di progettazione come indicato di seguito.

CompanyName.TechnologyName[.Feature][.Design]

Esempio:

Microsoft.Media
Microsoft.Media.Design

L'uso del nome di una società o di un altro marchio affermato come prefisso dei nomi degli spazi dei nomi consente di evitare la possibilità che vengano pubblicati due spazi dei nomi con lo stesso nome. Microsoft.Office, ad esempio, è un prefisso appropriato per le classi di automazione Office fornite da Microsoft.

Utilizzare il nome di una tecnologia riconosciuto e affermato al secondo livello di un nome gerarchico. Utilizzare le gerarchie organizzative come base per le gerarchie degli spazi dei nomi. Aggiungere il suffisso .Design a uno spazio dei nomi contenente i tipi che forniscono le funzionalità in fase di progettazione per uno spazio dei nomi base. System.Windows.Forms.Design Namespace, ad esempio, contiene gli strumenti di progettazione e le classi correlate utilizzati per progettare le applicazioni basate su System.Windows.Forms.

È necessario che uno spazio dei nomi nidificato dipenda dai tipi nello spazio dei nomi che lo contiene. Le classi in System.Web.UI.Design, ad esempio, dipendono dalle classi in System.Web.UI. Le classi in System.Web.UI, tuttavia, non dipendono dalle classi in System.Web.UI.Design.

Utilizzare le maiuscole/minuscole Pascal per gli spazi dei nomi e separare i componenti logici con punti, come in Microsoft.Office.PowerPoint. Se nel marchio viene utilizzata una combinazione di maiuscole e minuscole non tradizionale, seguire la combinazione di maiuscole e minuscole definita dal marchio anche se non è conforme alla convenzione Pascal definita. Negli spazi dei nomi NeXT.WebObjects e ee.cummings, ad esempio, vengono indicate variazioni appropriate rispetto alla regola della convenzione Pascal.

Utilizzare nomi plurali degli spazi dei nomi, se l'operazione è corretta dal punto di vista semantico, ad esempio utilizzare System.Collections anziché System.Collection. I nomi di marchi e le abbreviazioni fanno eccezione a questa regola, ad esempio utilizzare System.IO anziché System.IOs.

Non utilizzare lo stesso nome per uno spazio dei nomi e una classe. Non specificare, ad esempio, uno spazio dei nomiDebug e una classe Debug.

Si noti infine che il nome di uno spazio dei nomi non deve necessariamente corrispondere al nome di un assembly. Se, ad esempio, si assegna il nome MyCompany.MyTechnology.dll a un assembly, esso non deve necessariamente contenere uno spazio dei nomi MyCompany.MyTechnology.

Vedere anche

Istruzioni di progettazione per gli sviluppatori di librerie di classi | Introduzione alla libreria di classi .NET Framework