Strumento .NET Framework Configuration (Mscorcfg.msc)

Lo strumento .NET Framework Configuration è uno snap-in MMC (Microsoft Management Console) che consente la gestione e la configurazione di assembly nella Global Assembly Cache, la modifica dei criteri di protezione dall'accesso di codice e la regolazione dei servizi remoti. In .NET Framework versioni 1.0 e 1.1, Mscorcfg.msc viene installato con il package ridistribuibile di .NET Framework. A partire da .NET Framework 2.0, Mscorcfg.msc viene installato con .NET Framework SDK.

Avvio dello strumento .NET Framework Configuration

Per avviare Mscorcfg.msc dal menu di avvio

  1. In un computer con sistema operativo Windows 2000 Professional fare clic sul pulsante Start, scegliere Impostazioni, quindi Pannello di controllo. Fare doppio clic su Strumenti di amministrazione. Nella finestra Strumenti di amministrazione fare doppio clic su Microsoft .NET Framework Configuration.

  2. In un computer con sistema operativo Windows XP Professional, fare clic sul pulsante Start, scegliere Pannello di controllo, quindi Prestazioni e manutenzione e infine Strumenti di amministrazione. Nella finestra Strumenti di amministrazione fare doppio clic su .NET Framework Configuration.

  3. In un computer con sistema operativo Windows 2000 Server o Windows Server 2003, fare clic sul pulsante Start, scegliere Programmi, quindi Strumenti di amministrazione. Fare clic su Microsoft .NET Framework Configuration.

    Nota

    Il comando per avviare Mscorcfg.msc viene visualizzato nel menu di avvio solo se sul computer è installato MMC 1.2 o versione successiva. I sistemi operativi Windows 2000 e Windows XP includono una versione compatibile di MMC. Se si utilizza il sistema operativo Windows 98, Windows Me o Windows NT 4, sarà necessario scaricare e installare MMC 1.2 dal sito Web di Microsoft.

Per avviare Mscorcfg.msc dalla riga di comando

  • In .NET Framework 1.0 e 1.1 digitare quanto segue dalla riga di comando: %Systemroot%\Microsoft.NET\Framework\versionNumber\Mscorcfg.msc. In .NET Framework 2.0 avviare il Prompt dei comandi di SDK e digitare mscorcfg.msc.

    Verrà visualizzata l'interfaccia utente dello strumento.

Utilizzo dello strumento .NET Framework Configuration

Tramite lo strumento .NET Framework Configuration è possibile eseguire le seguenti operazioni:

Assembly

Per gestire assembly nella Global Assembly Cache

Per configurare assembly nella Global Assembly Cache

Servizi remoti

Per regolare i servizi remoti

Protezione

Per visualizzare la configurazione di protezione corrente di .NET Framework

Per incrementare l'attendibilità degli assembly

Per regolare la protezione delle aree

Per valutare un assembly

Per creare un package di distribuzione

Per reimpostare i livelli di criteri

Singole applicazioni

Per visualizzare applicazioni precedentemente configurate con Mscorcfg.msc

Aggiunta di un'applicazione da configurare con Mscorcfg.msc

Per visualizzare le proprietà di un'applicazione

Per visualizzare le dipendenze assembly di un'applicazione

Per configurare un assembly per un'applicazione

Per regolare i servizi remoti per un'applicazione

Assembly

Per gestire assembly nella Global Assembly Cache

  1. Fare clic sul nodo Cache assembly della struttura di console. In alternativa fare clic sul collegamento Gestisci Cache assembly nel riquadro di destra.

  2. Fare clic sul collegamento Visualizza elenco di assembly nella Cache assembly nel riquadro di destra.

    In alternativa, è possibile fare clic con il pulsante destro del mouse sul nodo Cache assembly, scegliere Visualizza dal menu di scelta rapida, quindi selezionare Assembly.

    Nel riquadro di destra verranno visualizzati tutti gli assembly contenuti nella Global Assembly Cache, nonché tutte le immagini native degli assembly contenuti nella cache. Le immagini native sono versioni di assembly che sono state precompilate in codice nativo utilizzando lo strumento Native Image Generator (Ngen.exe).

  3. Per eliminare un assembly dalla cache fare clic con il pulsante destro del mouse sul nome dell'assembly nel riquadro di destra, quindi scegliere Elimina dal menu di scelta rapida.

  4. Per aggiungere un assembly alla cache fare clic con il pulsante destro del mouse sul nodo Cache assembly, quindi scegliere Aggiungi dal menu di scelta rapida. Verrà visualizzata la finestra di dialogo Aggiungi assembly. Selezionare l'assembly che si desidera aggiungere.

Per configurare assembly nella Global Assembly Cache

  1. Fare clic sul nodo Assembly configurati della struttura di console.

  2. Fare clic sul collegamento Visualizza elenco degli assembly configurati nel riquadro di destra per visualizzare un elenco degli assembly configurati.

  3. Per aggiungere un assembly da configurare scegliere Aggiungi dal menu Azione.

    In alternativa è possibile fare clic con il pulsante destro del mouse sul nodo Assembly configurati, quindi scegliere Aggiungi dal menu di scelta rapida, oppure fare clic sul collegamento Configurazione assembly nel riquadro di destra. Verrà visualizzata la procedura guidata Configurazione assembly.

  4. Selezionare un assembly nell'elenco degli assembly nella cache oppure immettere manualmente le informazioni relative all'assembly desiderato.

    Verrà visualizzata la finestra delle proprietà relativa all'assembly da configurare.

  5. Fare clic sulla scheda Criteri di associazione per specificare il reindirizzamento delle associazioni da una versione richiesta a una nuova versione. Per ulteriori informazioni sul reindirizzamento delle associazioni, vedere Reindirizzamento delle versioni degli assembly.

  6. Fare clic sulla scheda Basi di codici per specificare basi di codice per versioni specifiche dell'assembly. Per ulteriori informazioni sulle basi di codice, vedere Specifica del percorso di un assembly.

Servizi remoti

Per regolare i servizi remoti

  1. Fare clic sul nodo Servizi remoti della struttura di console.

  2. Scegliere Proprietà dal menu Azione.

    In alternativa, è possibile fare clic con il pulsante destro del mouse sul nodo Servizi remoti, quindi scegliere Proprietà dal menu di scelta rapida, oppure fare clic sul collegamento Visualizza proprietà dei servizi remoti nel riquadro di destra. Verrà visualizzata la finestra Proprietà - Servizi remoti.

  3. Selezionare il canale di comunicazione da configurare e modificarne le proprietà.

Protezione

Per visualizzare la configurazione di protezione corrente di .NET Framework

  1. Espandere il nodo Criteri di protezione runtime della struttura di console.

  2. Espandere i nodi di criteri Utente, Enterprise o Computer per visualizzare informazioni relative a gruppi di codice, set di autorizzazioni e assembly di criteri per il livello di criteri selezionato.

  3. Espandere il nodo Gruppi di codice per visualizzare i gruppi di codice associati al livello di criteri. Per ulteriori informazioni sui gruppi di codice, vedere Gruppi di codice e Utilizzo dello strumento .NET Configuration Tool per l'utilizzo di gruppi di codice.

  4. Espandere il nodo Set di autorizzazioni per visualizzare i gruppi di codice associati al livello di criteri. Fare clic sul collegamento Visualizza autorizzazioni nel riquadro di destra.

    Verranno visualizzate le autorizzazioni incluse nel set di autorizzazioni selezionato. Per ulteriori informazioni sulle autorizzazioni, vedere Set di autorizzazioni denominati e Utilizzo dello strumento .NET Configuration Tool per l'utilizzo di set di autorizzazioni.

  5. Fare clic sul nodo Assembly dei criteri. Fare clic sul collegamento Visualizza assembly di criteri nel riquadro di destra.

    Verrà visualizzato l'elenco degli assembly utilizzati per valutare i criteri relativi al livello selezionato.

Per incrementare l'attendibilità degli assembly

  1. Espandere il nodo Criteri di protezione runtime della struttura di console.

  2. Scegliere il comando desiderato dal menu Azione.

    In alternativa è possibile fare clic con il pulsante destro del mouse sul nodo Criteri di protezione runtime, quindi scegliere il comando desiderato dal menu di scelta rapida, oppure fare clic sul collegamento Aumenta attendibilità assembly nel riquadro di destra. Verrà visualizzata la procedura guidata corrispondente.

  3. Seguire le istruzioni visualizzate per aumentare il livello di attendibilità garantito all'assembly che verrà specificato nella procedura guidata.

    La procedura guidata consente di modificare i criteri di protezione in base alle informazioni disponibili relative all'evidenza dell'assembly. Per l'elenco e la descrizione dei tipi di evidenza comuni, vedere l'argomento Evidenza.

Per regolare la protezione delle aree

  1. Espandere il nodo Criteri di protezione runtime della struttura di console.

  2. Scegliere il comando desiderato dal menu Azione.

    In alternativa è possibile fare clic con il pulsante destro del mouse sul nodo Criteri di protezione runtime, quindi scegliere il comando desiderato dal menu di scelta rapida, oppure fare clic sul collegamento Regola protezione area nel riquadro di destra. Verrà visualizzata la procedura guidata corrispondente.

  3. Seguire le istruzioni visualizzate per aumentare il livello di attendibilità garantito a tutti gli assembly provenienti da un'area particolare. Per l'elenco e la descrizione di aree valide, vedere l'argomento Protezione.

Per valutare un assembly

  1. Espandere il nodo Criteri di protezione runtime della struttura di console.

  2. Scegliere il comando desiderato dal menu Azione.

    In alternativa, è possibile fare clic con il pulsante destro del mouse sul nodo Criteri di protezione runtime, quindi scegliere il comando desiderato dal menu di scelta rapida, oppure fare clic sul collegamento Valuta assembly nel riquadro di destra. Verrà visualizzata la procedura guidata corrispondente.

  3. Seguire le istruzioni visualizzate per valutare le autorizzazioni da garantire a un assembly o i codici di gruppo che forniscono autorizzazioni a un assembly. È possibile utilizzare queste informazioni per determinare l'effetto dei criteri di protezione correnti su un assembly da specificare.

Per creare un package di distribuzione

  1. Espandere il nodo Criteri di protezione runtime della struttura di console.

  2. Scegliere il comando desiderato dal menu Azione.

    In alternativa è possibile fare clic con il pulsante destro del mouse sul nodo Criteri di protezione runtime, quindi scegliere il comando desiderato dal menu di scelta rapida, oppure fare clic sul collegamento Crea pacchetto di distribuzione nel riquadro di destra. Verrà visualizzata la procedura guidata corrispondente. La procedura guidata consente di creare un package di Windows Installer (file con estensione MSI) da utilizzare per distribuire criteri utilizzando Criteri di gruppo oppure Systems Management Server.

  3. Seguire le istruzioni visualizzate per creare il package di distribuzione.

Per reimpostare i livelli di criteri

  1. Espandere il nodo Criteri di protezione runtime della struttura di console.

  2. Scegliere il comando desiderato dal menu Azione.

    In alternativa, è possibile fare clic con il pulsante destro del mouse sul nodo Criteri di protezione runtime, quindi scegliere il comando desiderato dal menu di scelta rapida, oppure fare clic sul collegamento Reimposta tutti i livelli dei criteri nel riquadro di destra. Questo comando consente di reimpostare i criteri di protezione applicando i criteri di protezione predefiniti.

Singole applicazioni

Per visualizzare applicazioni precedentemente configurate con Mscorcfg.msc

  • Espandere il nodo Applicazioni della struttura di console per visualizzare l'elenco delle applicazioni configurate con Mscorcfg.msc.

Per aggiungere un'applicazione da configurare con Mscorcfg.msc

  1. Fare clic sul nodo Applicazioni della struttura di console, quindi fare clic sul collegamento Aggiungi applicazione da configurare nel riquadro di destra.

    Verrà visualizzata la finestra di dialogo Configura applicazione contenente un elenco delle applicazioni gestite che sono state eseguite almeno una volta sul computer in uso.

  2. Selezionare un'applicazione dall'elenco oppure fare clic sul pulsante Altro per visualizzare il nome di un'applicazione non inclusa nell'elenco.

    In alternativa ricercare e selezionare un file di configurazione da aggiungere.

  3. Per configurare l'applicazione fare clic sui collegamenti Visualizza proprietà dell'applicazione, Visualizza dipendenze assembly, Configurazione assembly e Configura servizi remoti nel riquadro di destra. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo di questi collegamenti, vedere le procedure corrispondenti descritte in questa sezione.

Per visualizzare le proprietà di un'applicazione

  1. Espandere il nodo Applicazioni della struttura di console e selezionare il nome dell'applicazione di cui si desidera visualizzare le proprietà. Se l'applicazione desiderata non è inclusa nell'elenco aggiungerla seguendo la procedura descritta in Aggiunta di un'applicazione da configurare con Mscorcfg.msc.

  2. Fare clic sul collegamento Visualizza proprietà dell'applicazione nel riquadro di destra.

    Verrà visualizzata la finestra delle proprietà relativa all'applicazione selezionata.

Per visualizzare le dipendenze assembly di un'applicazione

  1. Espandere il nodo Applicazioni della struttura di console e selezionare il nome dell'applicazione di cui si desidera visualizzare le dipendenze assembly. Se l'applicazione desiderata non è inclusa nell'elenco aggiungerla seguendo la procedura descritta in Aggiunta di un'applicazione da configurare con Mscorcfg.msc.

  2. Fare clic sul collegamento Visualizza dipendenze assembly nel riquadro di destra.

Per configurare un assembly per un'applicazione

  1. Espandere il nodo Applicazioni della struttura di console e selezionare il nome dell'applicazione di cui si desidera configurare l'assembly. Se l'applicazione desiderata non è inclusa nell'elenco aggiungerla seguendo la procedura descritta in Aggiunta di un'applicazione da configurare con Mscorcfg.msc.

  2. Fare clic sul collegamento Configurazione assembly nel riquadro di destra.

    Nel riquadro di destra verranno visualizzati i collegamenti Visualizza elenco degli assembly configurati e Configurazione assembly.

  3. Fare clic sul collegamento Configurazione assembly.

    Verrà visualizzata la procedura guidata Configurazione assembly.

  4. Selezionare un assembly dell'elenco degli assembly utilizzati dall'applicazione o di quelli nella cache oppure immettere manualmente le informazioni relative all'assembly desiderato.

    Verrà visualizzata la finestra delle proprietà relativa all'assembly da configurare.

  5. Fare clic sulla scheda Criteri di associazione per specificare il reindirizzamento delle associazioni da una versione richiesta a una nuova versione.

  6. Fare clic sulla scheda Basi di codici per specificare basi di codice per versioni specifiche dell'assembly.

Per regolare i servizi remoti per un'applicazione

  1. Espandere il nodo Applicazioni della struttura di console e selezionare il nome dell'applicazione per la quale si desidera regolare canali per attività in remoto e gli endpoint degli oggetti. Se l'applicazione desiderata non è inclusa nell'elenco aggiungerla seguendo la procedura descritta in Aggiunta di un'applicazione da configurare con Mscorcfg.msc.

  2. Fare clic sul collegamento Configura servizi remoti nel riquadro di destra. Per ulteriori informazioni sui servizi remoti, vedere Cenni preliminari sulle funzionalità remote di .NET e Canali.

  3. Fare clic sul collegamento Visualizza proprietà dei servizi remoti nel riquadro di destra.

    Verrà visualizzata la finestra di dialogo Proprietà - Servizi remoti.

  4. Fare clic sulla scheda Applicazioni remote, Tipi esposti o Canali per visualizzare e modificare le relative proprietà.

Note

Questo strumento è stato progettato per gli amministratori esperti, per facilitare l'esecuzione delle attività di configurazione delle applicazioni, e non per gli utenti delle applicazioni. Gli amministratori dovrebbero consigliare agli utenti che desiderano eseguire piccole attività di configurazione l'utilizzo di Procedure guidate di Microsoft .NET Framework (Configwizards.exe). In .NET Framework 1.0 e 1.1 questo eseguibile include tre procedure guidate: Modifica protezione .NET, Assembly attendibile e Correggi applicazione. In .NET Framework 2.0 ne include due: Modifica protezione .NET e Assembly attendibile. Gli utenti possono avviare le procedure guidate facendo clic sul relativo collegamento. È possibile eseguire Configwizards.exe dal menu Start. La selezione di Configwizards.exe dal menu Start può essere effettuata in modo diverso, a seconda del sistema operativo utilizzato. Configwizards.exe e Mscorcfg.msc si trovano nello stesso percorso del menu Start. Per eseguire Configwizards.exe dal menu Start, attenersi alle procedure di esecuzione di mscorcfg.msc relative al sistema operativo in uso descritte in precedenza. È possibile eseguire Configwizards.exe anche dalla riga di comando digitando %Systemroot%\Microsoft.NET\Framework\Numero versione\configwizards.exe.

Vedere anche

Riferimenti

Strumenti di .NET Framework
Strumento criteri di protezione dall'accesso di codice (Caspol.exe)
Prompt dei comandi di SDK

Altre risorse

Configurazione dei criteri di protezione
Configurazione di applicazioni
Utilizzo di assembly e della Global Assembly Cache
Cenni preliminari su .NET Framework Remoting
Protezione in .NET Framework