Preparazione per Azure Rights Management

Carol Bailey
Autori di contributi

Si applica a: Azure Rights Management, Office 365

Dopo essersi iscritti per una sottoscrizione cloud e aver configurato l'organizzazione con un account per Microsoft Office 365 o Azure Active Directory, si è pronti per abilitare il servizio Rights Management .

Prima di procedere all'abilitazione del servizio, assicurarsi di soddisfare i requisiti seguenti:

  • Account e gruppi utente nel cloud creati manualmente o che sono stati creati automaticamente e sincronizzati dai Servizi di dominio Active Directory (AD DS).

    Quando si sincronizzano gli account e i gruppi locali, non è necessario sincronizzare tutti gli attributi. Per un elenco degli attributi che devono essere sincronizzati per Azure RMS, vedere la sezione di Azure RMS nella documentazione di Azure Active Directory. Per facilitare la distribuzione, è consigliabile usare Azure AD Connect per la connessione delle directory locali ad Azure Active Directory, ma si può usare qualsiasi metodo di sincronizzazione della directory che ottenga lo stesso risultato.

  • Gruppi abilitati alla posta nel cloud da usare con Rights Management. Possono essere gruppi predefiniti o gruppi creati manualmente, che contengono utenti che useranno Rights Management.

    Se si dispone di Exchange Online, è possibile creare e utilizzare i gruppi abilitati alla posta tramite il centro di amministrazione di Exchange. Se si dispone di AD DS locale e si esegue la sincronizzazione in Azure AD, è possibile creare e utilizzare i gruppi abilitati alla posta che sono gruppi di protezione o gruppi di distribuzione.

Abilitare Rights Management

Per impostazione predefinita, Rights Management è disabilitato quando ci si iscrive per l'account Office 365 o Azure AD. Per abilitare Rights Management per l'organizzazione, è necessario attivare il servizio. Per ulteriori informazioni, vedere l'articolo relativo all'attivazione di Azure Rights Management.