Configurare un server di report in un cluster per il bilanciamento del carico di reteConfigure a Report Server on a Network Load Balancing Cluster

Se si intende configurare la scalabilità orizzontale di un server di report per l'esecuzione in un cluster per il bilanciamento del carico di rete (NLB, Network Load Balancing), è necessario effettuare le operazioni seguenti:If you are configuring a report server scale-out to run on a Network Load Balancing (NLB) cluster, you must do the following:

  • Verificare che il cluster per il bilanciamento del carico di rete sia accessibile tramite un nome del server virtuale di cui viene eseguito il mapping all'indirizzo IP del server virtuale.Ensure that the NLB cluster is accessible through a virtual server name that maps to the virtual server IP address. Un nome del server virtuale è necessario per poter configurare un singolo punto di ingresso nel cluster per il bilanciamento del carico di rete.A virtual server name is necessary so that you can configure a single point of entry to the NLB cluster. Quando si configura un URL per ogni istanza del server di report, è necessario specificare il nome del server virtuale come host.When you configure a URL for each report server instance, you will specify the virtual server name as the host.

  • Configurare la convalida dello stato di visualizzazione per supportare la visualizzazione di report interattivi.Configure view state validation to support interactive report viewing. Il rendering dei report interattivi viene in genere eseguito diverse volte durante una singola sessione utente per visualizzare dati nuovi o diversi in risposta alle azioni dell'utente.Interactive reports are typically rendered numerous times during a single user session to visualize new or different data in response to user actions. La configurazione della convalida dello stato di visualizzazione consente di mantenere la continuità all'interno della sessione utente, indipendentemente dal server di report che risponde alla richiesta effettiva.By configuring view state validation, continuity is preserved within the user session regardless of which report server services the actual request.

    Reporting ServicesReporting Services non fornisce la funzionalità per il bilanciamento del carico di una distribuzione con scalabilità orizzontale, né per la definizione di un singolo punto di accesso tramite un URL condiviso. does not provide functionality for load balancing a scale-out deployment or for defining a single point of access through a shared URL. Per supportare una distribuzione con scalabilità orizzontale di Reporting ServicesReporting Services , è necessario implementare una soluzione cluster per il bilanciamento del carico di rete software o hardware distinta.You must implement a separate software or hardware NLB cluster solution to support a Reporting ServicesReporting Services scale-out deployment.

    È possibile installare Reporting ServicesReporting Services in nodi che fanno già parte di un cluster per il bilanciamento del carico di rete oppure configurare innanzitutto una distribuzione con scalabilità orizzontale e quindi installare il software del cluster.You can install Reporting ServicesReporting Services on nodes that are already part of an NLB cluster, or you can configure a scale-out deployment first and then install cluster software.

Passaggi per la distribuzione del server di report in un cluster per il bilanciamento del carico di reteSteps for Report Server Deployment on an NLB Cluster

Per installare e configurare la distribuzione, utilizzare le linee guida seguenti:Use the following guidelines to install and configure your deployment:

PassaggioStep DescriptionDescription Ulteriori informazioniMore information
11 Prima di installare Reporting Services nei nodi del server in un cluster per il bilanciamento del carico di rete, verificare i requisiti per la distribuzione con scalabilità orizzontale.Before you install Reporting Services on server nodes in an NLB cluster, check the requirements for scale-out deployment. Distribuzione con scalabilità orizzontale - modalità nativa di Reporting Services ( Gestione configurazione ) in SQL ServerSQL Server documentazione in lineaScale-out Deployment - Reporting Services Native mode (Configuration Manager)in SQL ServerSQL Server Books Online
22 Configurare il cluster per il bilanciamento del carico di rete e verificarne il corretto funzionamento.Configure the NLB cluster and verify it is working correctly.

Assicurarsi di eseguire il mapping di un nome dell'intestazione host all'IP del server virtuale del cluster per il bilanciamento del carico di rete.Be sure to map a host header name to the virtual server IP of the NLB cluster. Il nome dell'intestazione host viene utilizzato nell'URL del server di report ed è più semplice da ricordare e digitare rispetto a un indirizzo IP.The host header name is used in the report server URL, and is easier to remember and type than an IP address.
Per ulteriori informazioni, vedere la documentazione di Windows Server relativa alla versione del sistema operativo Windows utilizzato.For more information, see the Windows Server product documentation for the version of the Windows operating system that you run.
33 Aggiungere il nome del NetBIOS e il nome di dominio completo (FQDN) per l'intestazione host all'elenco di BackConnectionHostNames archiviato nel Registro di sistema di Windows.Add the NetBIOS and Fully Qualified Domain Name (FQDN) for the host header to the list of BackConnectionHostNames stored in the Windows Registry. Seguire i passaggi descritti nella sezione relativa al metodo 2 per la specifica dei nomi host nell'articolo KB 896861 (http://support.microsoft.com/kb/896861), con la rettifica seguente.Use the steps in Method 2: Specify host names in KB 896861 (http://support.microsoft.com/kb/896861), with the following adjustment. In base a quanto specificato nelpassaggio 7 dell'articolo della KB: uscire dall'editor del Registro di sistema e riavviare il servizio IISAdmin.Step 7 of the KB article says "Quit Registry Editor, and then restart the IISAdmin service." Si consiglia, invece, di riavviare il computer per assicurarsi che le modifiche abbiano effetto.Instead, reboot the computer to ensure the changes take effect.

Ad esempio, se il nome dell'intestazione host <MyServer > è un nome virtuale per il nome del computer Windows "contoso", è probabilmente possibile fare riferimento al modulo FQDN come "contoso.domain.com".For example, if the host header name <MyServer> is a virtual name for the Windows computer name of “contoso”, you can probably reference the FQDN form as “contoso.domain.com”. Sarà necessario aggiungere il nome di intestazione host (MyServer ) e il nome FQDN (contoso.domain.com) all'elenco in BackConnectionHostNames.You will need to add both the hostheader name (MyServer ) and FQDN name (contoso.domain.com) to the list in BackConnectionHostNames.
Questo passaggio è obbligatorio se l'ambiente server implica l'autenticazione NTLM sul computer locale, creando una connessione loopback.This step is required if your server environment involves NTLM authentication on the local computer, creating a loop back connection.

In tal caso, le richieste tra Gestione report e Server di report restituiscono un errore 401 (Unauthorized).If this is the case, you will experience the requests between Report Manager and Report Server to fail with 401 (Unauthorized).
44 Installare Reporting ServicesReporting Services in modalità solo file in nodi che appartengono già a un cluster per il bilanciamento del carico di rete e configurare le istanze del server di report per la distribuzione con scalabilità orizzontale.Install Reporting ServicesReporting Services in files-only mode on nodes that are already part of a NLB cluster, and configure the report server instances for scale-out deployment.

La scalabilità orizzontale configurata potrebbe non rispondere a richieste indirizzate all'IP del server virtuale.The scale-out that you configure might not respond to requests that are directed to the virtual server IP. La configurazione della scalabilità orizzontale per l'utilizzo dell'IP del server virtuale viene effettuata in un passaggio successivo, dopo la configurazione della convalida dello stato di visualizzazione.Configuring the scale-out to use the virtual server IP occurs at a later step, after you configure view state validation.
Configurare una distribuzione con scalabilità orizzontale di un server di report in modalità nativa (Gestione configurazione SSRS)Configure a Native Mode Report Server Scale-Out Deployment (SSRS Configuration Manager)
55 Configurare la convalida dello stato di visualizzazione.Configure view state validation.

Per ottenere risultati ottimali, eseguire questo passaggio dopo avere configurato la distribuzione con scalabilità orizzontale e prima di configurare le istanze del server di report per l'utilizzo dell'IP del server virtuale.For best results, perform this step after you configure the scale-out deployment, and before you configure the report server instances to use the virtual server IP. Configurando innanzitutto la convalida dello stato di visualizzazione, è possibile evitare eccezioni a causa di errori di convalida dello stato quando gli utenti tentano di accedere a report interattivi.By configuring view state validation first, you can avoid exceptions about failed state validation when users attempt to access interactive reports.
Come configurare la convalida dello stato di visualizzazione in questo argomento.How to Configure View State Validation in this topic.
66 Configurare Hostname e UrlRoot per l'utilizzo dell'IP del server virtuale del cluster per il bilanciamento del carico di rete.Configure Hostname and UrlRoot to use the virtual server IP of the NLB cluster. Come configurare Hostname e UrlRoot in questo argomento.How to Configure Hostname and UrlRoot in this topic.
77 Verificare che sia possibile accedere ai server tramite il nome host specificato.Verify the servers are accessible through the host name you specified. Verificare l'accesso al server di report in questo argomento.Verify Report Server Access in this topic.

Come configurare la convalida dello stato di visualizzazione How to Configure View State Validation

Per eseguire una distribuzione con scalabilità orizzontale in un cluster per il bilanciamento del carico di rete, è necessario configurare la convalida dello stato di visualizzazione in modo che gli utenti possano visualizzare report HTML interattivi.To run a scale-out deployment on an NLB cluster, you must configure view state validation so that users can view interactive HTML reports. Questa operazione deve essere eseguita sia per il server di report che per Gestione report.You must do this for the report server and for Report Manager.

La convalida dello stato di visualizzazione è controllata da ASP.NET,View state validation is controlled by the ASP.NET. è abilitata per impostazione predefinita e utilizza l'identità del servizio Web per eseguire la convalida.By default, view state validation is enabled and uses the identity of the Web service to perform the validation. In uno scenario di cluster per il bilanciamento del carico di rete, tuttavia, sono presenti più istanze del servizio e identità del servizio Web eseguite in computer diversi.However, in an NLB cluster scenario, there are multiple service instances and web service identities that run on different computers. Poiché l'identità del servizio varia per ciascun nodo, non è possibile basarsi su una singola identità del processo per eseguire la convalida.Because the service identity varies for each node, you cannot rely on a single process identity to perform the validation.

Per risolvere questo problema, è possibile generare una chiave di convalida arbitraria per supportare la convalida dello stato di visualizzazione e quindi configurare manualmente ciascun nodo del server di report per l'utilizzo della stessa chiave.To work around this issue, you can generate an arbitrary validation key to support view state validation, and then manually configure each report server node to use the same key. È possibile utilizzare qualsiasi sequenza esadecimale generata casualmente.You can use any randomly generated hexadecimal sequence. L'algoritmo di convalida, ad esempio SHA1, determina la lunghezza della sequenza esadecimale.The validation algorithm (such as SHA1) determines how long the hexadecimal sequence must be.

  1. Generare una chiave di convalida e una chiave di decrittografia mediante la funzionalità di generazione automatica disponibile in .NET Framework.NET Framework.Generate a validation key and decryption key by using the autogenerate functionality provided by the .NET Framework.NET Framework. Alla fine, è necessario disporre di un singolo < machineKey> voce che è possibile incollare nel file Web. config per ogni istanza di gestione Report nella distribuzione con scalabilità orizzontale.In the end, you must have a single <machineKey> entry that you can paste into the Web.config file for each Report Manager instance in the scale-out deployment.

    Nell'esempio seguente viene illustrato il valore che è necessario ottenere:The following example provides an illustration of the value you must obtain. Non copiare l'esempio nei file di configurazione in uso, in quanto i valori di chiave non sono validi.Do not copy the example into your configuration files; the key values are not valid.

    <machineKey validationKey="123455555" decryptionKey="678999999" validation="SHA1" decryption="AES"/>  
    
  2. Aprire il file Web. config per gestione Report e nel < system.web> sezione Incolla il < machineKey> elemento che è stato generato.Open the Web.config file for Report Manager, and in the <system.web> section paste the <machineKey> element that you generated. Per impostazione predefinita, il file Web.config di Gestione report si trova in \Programmi\Microsoft SQL Server\MSRS10_50.MSSQLSERVER\Reporting Services\ReportManager\Web.config.By default, the Report Manager Web.config file is located in \Program Files\Microsoft SQL Server\MSRS10_50.MSSQLSERVER\Reporting Services\ReportManager\Web.config.

  3. Salvare il file.Save the file.

  4. Ripetere il passaggio precedente per ogni server di report presente nella distribuzione con scalabilità orizzontale.Repeat the previous step for each report server in the scale-out deployment.

  5. Verificare che tutti i file Web. config nelle cartelle services\report Manager contengano identici < machineKey> gli elementi di < system.web> sezione.Verify that all Web.Config files in the \Reporting Services\Report Manager folders contain identical <machineKey> elements in the <system.web> section.

Come configurare Hostname e UrlRoot How to Configure Hostname and UrlRoot

Per configurare una distribuzione con scalabilità orizzontale del server di report in un cluster per il bilanciamento del carico di rete, è necessario definire un unico nome del server virtuale che fornisce un singolo punto di accesso al cluster di server.To configure a report server scale-out deployment on an NLB cluster, you must define a single virtual server name that provides a single point of access to the server cluster. Successivamente, registrare il nome del server virtuale con Domain Name Server (DNS) nel proprio ambiente.Then register this virtual server name with the Domain Name Server (DNS) in your environment.

Dopo avere definito il nome del server virtuale, è possibile configurare le proprietà Hostname e UrlRoot nel file RSReportServer.config per includere tale nome nell'URL del server di report.After you define the virtual server name, you can configure the Hostname and UrlRoot properties in the RSReportServer.config file to include the virtual server name in the report server URL.

Configurare la proprietà Hostname quando si utilizzano prenotazioni URL con caratteri jolly nell'ambiente di gestione dei report.Configure the Hostname property when you are using wildcard URL reservations in your reporting environment. Quando si specifica la proprietà Hostname come nome del server virtuale del server con bilanciamento del carico di rete, il traffico di rete relativo all'ambiente di gestione dei report viene indirizzato a quest'ultimo server,When you specify the Hostname property to be the virtual server name of the NLB server, network traffic for the reporting environment is directed to the NLB server. che distribuisce quindi le richieste tra i nodi del server di report.The NLB then distributes requests among the report server nodes.

Configurare inoltre la proprietà UrlRoot in modo che i collegamenti al report funzionino nei report esportati in report statici, ad esempio in formato Excel o PDF, oppure in report generati da sottoscrizioni, ad esempio una sottoscrizione con recapito tramite posta elettronica.Additionally, configure the UrlRoot property so that report links work in reports that have been exported to static reports, such as in an Excel or PDF format, or in reports that are generated by subscriptions, such as e-mail subscriptions.

Se si integra Reporting ServicesReporting Services con Windows SharePoint ServicesWindows SharePoint Services 3.0 o Office SharePoint ServerOffice SharePoint Server 2007 o se i report vengono ospitati in un'applicazione Web personalizzata, potrebbe essere necessario configurare solo la proprietà UrlRoot .If you integrate Reporting ServicesReporting Services with Windows SharePoint ServicesWindows SharePoint Services 3.0 or Office SharePoint ServerOffice SharePoint Server 2007, or you host your reports in a custom Web application, you might need to configure only the UrlRoot property. In questo caso, configurare la proprietà UrlRoot in modo che rappresenti l'URL del sito di SharePoint o dell'applicazione Web.In this case, configure the UrlRoot property to be the URL of the SharePoint site or Web application. In questo modo il traffico di rete relativo all'ambiente di gestione dei report verrà indirizzato all'applicazione che gestisce i report anziché al server di report o al cluster per il bilanciamento del carico di rete.This will direct network traffic for the reporting environment to the application that handles the reports rather than to the report server or NLB cluster.

Non modificare ReportServerUrlDo not modify ReportServerUrl. per evitare di introdurre un round trip aggiuntivo attraverso il server virtuale ogni volta che viene gestita una richiesta interna.If you modify this URL, you will introduce an extra roundtrip through the virtual server each time an internal request is handled. Per ulteriori informazioni, vedere URL nei file di configurazione ( Gestione configurazione SSRS ) .For more information, see URLs in Configuration Files (SSRS Configuration Manager). Per ulteriori informazioni sulla modifica del file di configurazione, vedere modificare un File di configurazione di Reporting Services ( RSReportServer. config ) in SQL ServerSQL Server documentazione in linea.For more information about editing the configuration file, see Modify a Reporting Services Configuration File (RSreportserver.config) in SQL ServerSQL Server Books Online.

  1. Aprire RSReportServer.config in un editor di testo.Open RSReportServer.config in a text editor.

  2. Trovare il <servizio > sezione e aggiungere le informazioni seguenti al file di configurazione, sostituendo il Hostname valore con il nome del server virtuale per il server di bilanciamento carico di rete:Find the <Service> section, and add the following information to the configuration file, replacing the Hostname value with the virtual server name for your NLB server:

    <Hostname>virtual_server</Hostname>  
    
  3. Individuare UrlRoot.Find UrlRoot. L'elemento non è specificato nel file di configurazione, ma il valore predefinito utilizzato è un URL nel formato: http:// o https://<computername>/<reportserver>, dove < reportserver> è il nome della directory virtuale del servizio Web ReportServer.The element is unspecified in the configuration file, but the default value used is a URL in this format: http:// or https://<computername>/<reportserver>, where <reportserver> is the virtual directory name of the Report Server Web service.

  4. Digitare un valore per UrlRoot che include il nome virtuale del cluster in questo formato: http:// o https://<virtual_server>/<reportserver>.Type a value for UrlRoot that includes the virtual name of the cluster in this format: http:// or https://<virtual_server>/<reportserver>.

  5. Salvare il file.Save the file.

  6. Ripetere questi passaggi in ciascun file RSReportServer.config per ogni server di report presente nella distribuzione con scalabilità orizzontale.Repeat these steps in each RSReportServer.config file for each report server in the scale-out deployment.

Verificare l'accesso al server di report Verify Report Server Access

Verificare che sia possibile accedere la distribuzione con scalabilità orizzontale tramite il nome del server virtuale (ad esempio, https://MyVirtualServerName/reportserver e https://MyVirtualServerName/reports).Verify that you can access the scale-out deployment through the virtual server name (for example, https://MyVirtualServerName/reportserver and https://MyVirtualServerName/reports).

È possibile determinare il nodo che elabora effettivamente i report esaminando i file di log del server di report o controllando il log di esecuzione di RS. La tabella del log di esecuzione contiene una colonna denominata InstanceName che indica l'istanza che ha elaborato una richiesta specifica.You can check which node actually processes reports by looking at the report server log files or by checking the RS execution log (the execution log table contains a column called InstanceName that shows which instance processed a particular request). Per altre informazioni, vedere File di log e origini di Reporting Services nella documentazione online di SQL ServerSQL Server .For more information, see Reporting Services Log Files and Sources in SQL ServerSQL Server Books Online.

Se non è possibile connettersi al server di report, controllare il bilanciamento del carico di rete per verificare che le richieste vengano inviate al server di report e visualizzare il log HTTP del server di report per appurare che il server le stia ricevendo.If you cannot connect to the report server, check the NLB to ensure that requests are sent to the report server and view the report server HTTP log to ensure that the server is receiving the requests.

Risoluzione dei problemi relativi alle richieste non riusciteTroubleshooting Failed Requests

Se le richieste non raggiungono le istanze del server di report, controllare il file RSReportServer.config per verificare che il nome del server virtuale sia specificato come nome host per gli URL del server di report:If requests do not reach the report server instances, check the RSReportServer.config file to verify that the virtual server name is specified as the host name for the report server URLs:

  1. Aprire il file RSReportServer.config in un editor di testo.Open the RSReportServer.config file in a text editor.

  2. Trovare < Hostname>, < ReportServerUrl>, e < UrlRoot> e controllare il nome host per ogni impostazione.Find <Hostname>, <ReportServerUrl>, and <UrlRoot>, and check the host name for each settings. Se il valore non corrisponde al nome host previsto, sostituirlo con il nome host corretto.If the value is not the host name you expect, replace it with the correct host name.

    Se si avvia lo strumento di configurazione di Reporting Services dopo aver apportato queste modifiche, lo strumento potrebbe modificare il < ReportServerUrl> impostazioni per il valore predefinito.If you start the Reporting Services Configuration tool after making these changes, the tool might change the <ReportServerUrl> settings to the default value. Mantenere sempre una copia di backup dei file di configurazione per i casi in cui sia necessario sostituirli con la versione contenente le impostazioni che si desidera utilizzare.Always keep a backup copy of the configuration files in case you need to replace them with the version that contains the settings you want to use.

Vedere ancheSee Also

Gestione configurazione Reporting Services (modalità nativa) Reporting Services Configuration Manager (Native Mode)
Configurare un URL ( Gestione configurazione SSRS ) Configure a URL (SSRS Configuration Manager)
Configurare una distribuzione di scalabilità orizzontale Server di Report in modalità nativa ( Gestione configurazione SSRS ) Configure a Native Mode Report Server Scale-Out Deployment (SSRS Configuration Manager)
Gestire un Server di Report di Reporting Services in modalità nativaManage a Reporting Services Native Mode Report Server