sql_variant (Transact-SQL)

Si applica a: sìSQL Server (tutte le versioni supportate) Sìdatabase SQL di Azure SìIstanza gestita di SQL di Azure

Tipo di dati per l'archiviazione di valori per vari tipi di dati supportati da SQL Server.

Icona di collegamento a un argomento Convenzioni della sintassi Transact-SQL

Sintassi

sql_variant  

Nota

Per visualizzare la sintassi Transact-SQL per SQL Server 2014 e versioni precedenti, vedere Documentazione delle versioni precedenti.

Osservazioni

sql_variant può essere usato in colonne, parametri, variabili e in valori restituiti di funzioni definite dall'utente. sql_variant consente a questi oggetti di database di supportare valori di altri tipi di dati.

Una colonna di tipo sql_variant può includere righe con tipi di dati diversi. Ad esempio, una colonna definita come sql_variant può archiviare valori int, binary, e char.

La lunghezza massima supportata da sql_variant è pari a 8016 byte. La lunghezza include sia le informazioni sul tipo di base che il valore del tipo di base. La lunghezza massima del valore effettivo del tipo di base è di 8.000 byte.

Per poter usare il tipo di dati sql_variant in operazioni quali l'addizione e la sottrazione, è prima necessario eseguirne il casting al valore del tipo di dati di base corrispondente.

È possibile assegnare un valore predefinito a sql_variant. A questo tipo di dati è inoltre possibile assegnare NULL come valore sottostante, ma in questo caso ai valori NULL non verrà associato alcun tipo di base. sql_variant non può avere un altro valore sql_variant come tipo di base.

Una chiave univoca, primaria o esterna può includere colonne di tipo sql_variant, ma la lunghezza totale dei valori di dati che compongono la chiave di una riga specifica non deve superare la lunghezza massima di un indice, ovvero 900 byte.

Una tabella può contenere un numero qualsiasi di colonne di tipo sql_variant.

Non è possibile usare il tipo di dati sql_variant in CONTAINSTABLE e FREETEXTTABLE.

ODBC non offre il supporto completo di sql_variant. Quando si usa il provider Microsoft OLE DB per ODBC (MSDASQL), pertanto, le query eseguite su colonne di tipo sql_variant restituiscono dati binari. Ad esempio, la stringa di caratteri "PS2091" di una colonna di tipo sql_variant viene restituita come 0x505332303931.

Confronto di valori sql_variant

Il tipo di dati sql_variant è incluso nella parte iniziale dell'elenco della gerarchia dei tipi di dati per la conversione. Per l'esecuzione di confronti di valori sql_variant, la gerarchia dei tipi di dati SQL Server viene suddivisa in gruppi di tipi di dati.

Gerarchia dei tipi di dati Gruppo di tipi di dati
sql_variant sql_variant
datetime2 Date e Time
datetimeoffset Date e Time
datetime Date e Time
smalldatetime Date e Time
date Date e Time
time Date e Time
float Valori numerici approssimati
real Valori numerici approssimati
decimal Valori numerici esatti
money Valori numerici esatti
smallmoney Valori numerici esatti
bigint Valori numerici esatti
int Valori numerici esatti
smallint Valori numerici esatti
tinyint Valori numerici esatti
bit Valori numerici esatti
nvarchar Unicode
nchar Unicode
varchar Unicode
char Unicode
varbinary Binary
binary Binary
uniqueidentifier Uniqueidentifier

Per i confronti sql_variant vengono applicate le regole seguenti:

  • Nei confronti tra valori sql_variant con tipi di dati di base diversi appartenenti a gruppi di tipi di dati diversi, il valore appartenente al gruppo di tipi di dati che occupa un livello più alto nella gerarchia viene considerato il valore maggiore.
  • Nei confronti di valori sql_variant con tipi di dati di base diversi appartenenti allo stesso gruppo, il valore del tipo di dati di base che appartiene a un gruppo di livello inferiore nella gerarchia viene convertito in modo implicito nell'altro tipo di dati, dopodiché viene eseguito il confronto.
  • Quando vengono confrontati i valori sql_variant dei tipi di dati char, varchar, nchar o nvarchar, vengono messe a confronto per prime le regole di confronto in base ai criteri seguenti: LCID, versione LCID, flag di confronto e ID di ordinamento. Per ognuno di questi criteri il confronto viene eseguito con valori interi e nell'ordine elencato. Se tutti questi criteri sono uguali, i valori effettivi della stringa vengono confrontati in base alle regole di confronto.

Conversione di dati sql_variant

Nel caso del tipo di dati sql_variant, SQL Server supporta la conversione implicita in sql_variant degli oggetti con tipi di dati diversi. SQL Server non supporta tuttavia le conversioni implicite dal tipo di dati sql_variant in oggetti con un tipo di dati diverso.

Restrizioni

Di seguito sono elencati i tipi di valori che non è possibile archiviare con sql_variant:

  • datetimeoffset1
  • geography
  • geometry
  • hierarchyid
  • image
  • ntext
  • nvarchar(max)
  • rowversion (timestamp)
  • text
  • ntext
  • varbinary(max)
  • Tipi definiti dall'utente
  • xml

1 SQL Server 2012 e versioni successive non limitano datetimeoffset.

Esempi

R. Uso di un tipo sql_variant in una tabella

Nell'esempio seguente viene creata una tabella con tipi di dati sql_variant. In seguito vengono recuperate le informazioni di SQL_VARIANT_PROPERTY relative al valore colA``46279.1, dove colB =1689, partendo dal presupposto che tableA include colA di tipo sql_variant e colB.

CREATE TABLE tableA(colA sql_variant, colB INT)  
INSERT INTO tableA values ( CAST(46279.1 as decimal(8,2)), 1689)  
SELECT   SQL_VARIANT_PROPERTY(colA,'BaseType') AS 'Base Type',  
         SQL_VARIANT_PROPERTY(colA,'Precision') AS 'Precision',  
         SQL_VARIANT_PROPERTY(colA,'Scale') AS 'Scale'  
FROM      tableA  
WHERE     colB = 1689  

Questo è il set di risultati. Si noti che tutti e tre i valori sono di tipo sql_variant.

Base Type    Precision    Scale  
---------    ---------    -----  
decimal      8           2  
  
(1 row(s) affected)  

B. Uso di un tipo sql_variant come variabile

Nell'esempio seguente viene creata una variabile con il tipo di dati sql_variant e in seguito vengono recuperate le informazioni di SQL_VARIANT_PROPERTY su una variabile denominata @v1.

DECLARE @v1 sql_variant;  
SET @v1 = 'ABC';  
SELECT @v1;  
SELECT SQL_VARIANT_PROPERTY(@v1, 'BaseType');  
SELECT SQL_VARIANT_PROPERTY(@v1, 'MaxLength');  

Vedere anche

CAST e CONVERT (Transact-SQL)
SQL_VARIANT_PROPERTY (Transact-SQL)