Spostare dati e impostazioni di Windows SBS 2011 Standard nel server di destinazione per la migrazione a Windows Server Essentials

Si applica a: Windows Server 2016 Essentials, Windows Server 2012 R2 Essentials, Windows Server 2012 Essentials

Spostare impostazioni e dati nel server di destinazione nel modo seguente:

  1. Copiare i dati nel server di destinazione

  2. Importare gli account utente di Active Directory nel dashboard Windows Server Essentials (facoltativo)

  3. Spostare il ruolo server DHCP dal server di origine al router

  4. Configurare la rete

  5. Rimuovere oggetti active directory Criteri di gruppo legacy (facoltativo)

  6. Mappare i computer consentiti agli account utente

Copiare i dati nel server di destinazione

Prima di copiare i dati dal server di origine al server di destinazione, eseguire le attività seguenti:

  • Esaminare l'elenco di cartelle condivise sul server di origine, incluse le autorizzazioni per ogni cartella. Creare o personalizzare le cartelle sul server di destinazione in modo che corrispondano alla struttura di cartelle di cui si sta eseguendo la migrazione dal server di origine.

  • Esaminare la dimensione di ogni cartella e verificare che lo spazio di archiviazione sul server di destinazione sia sufficiente.

  • Impostare le cartelle condivise sul server di origine come di sola lettura per tutti gli utenti per impedire operazioni di scrittura nell'unità durante la copia dei file nel server di destinazione.

Per copiare i dati dal server di origine a quello di destinazione

  1. Accedere al server di destinazione come amministratore di dominio e quindi aprire una finestra di comando.

  2. Al prompt dei comandi digitare il comando seguente e quindi premere INVIO:

    robocopy \\<SourceServerName> \<SharedSourceFolderName> \\<DestinationServerName> \<SharedDestinationFolderName> /E /B /COPY:DATSOU /LOG:C:\Copyresults.txt

Dove:

  • <SourceServerName> è il nome del server di origine
  • <SharedSourceFolderName> è il nome della cartella condivisa nel server di origine
  • <DestinationServerName> è il nome del server di destinazione.
  • <SharedDestinationFolderName> è la cartella condivisa nel server di destinazione in cui verranno copiati i dati.
  1. Ripetere il passaggio precedente per ogni cartella condivisa di cui si deve eseguire la migrazione dal server di origine.

Importare gli account utente di Active Directory nel dashboard di Windows Server Essentials

Per impostazione predefinita, viene eseguita automaticamente la migrazione di tutti gli account utente creati nel server di origine al dashboard in Windows Server Essentials. Tuttavia, la migrazione automatica di un account utente di Active Directory non riuscirà se alcune proprietà non soddisfano i requisiti di migrazione. Per importare gli utenti di Active Directory, è possibile usare il cmdlet Windows PowerShell seguente.

Per importare un account utente di Active Directory nel dashboard di Windows Server Essentials

  1. Accedere al server di destinazione come amministratore di dominio.

  2. Aprire Windows PowerShell come amministratore.

  3. Eseguire il cmdlet seguente, dove [AD username] è il nome dell'account utente di Active Directory da importare:

Import-WssUser SamAccountName [AD username]

Spostare il ruolo server DHCP dal server di origine al router

Se il server di origine esegue il ruolo DHCP, eseguire i passaggi seguenti per spostare il ruolo DHCP nel router.

Per spostare il ruolo DHCP dal server di origine al router

  1. Disattivare il servizio DHCP sul server di origine, nel modo seguente:

    1. Nel server di origine fare clic su Start, scegliere Strumenti di amministrazione e quindi fare clic su Servizi.

    2. Nell'elenco di servizi attualmente in esecuzione fare clic con il pulsante destro del mouse su Server DHCP e quindi scegliere Proprietà.

    3. Per Tipo di avvio, selezionare Disabilitato.

    4. Consente di arrestare il servizio.

  2. Attivare il ruolo DHCP sul router.

    1. Seguire le istruzioni della documentazione del router per attivare il ruolo DHCP sul router.

    2. Per essere certi che gli indirizzi IP rilasciati dal server di origine rimangano gli stessi, seguire le istruzioni della documentazione del router per configurare un intervallo DHCP sul router uguale a quello sul server di origine.

Importante

Se non è stato configurato un IP statico o prenotazioni DHCP sul router per il server di destinazione e l'intervallo DHCP non è uguale a quello del server di origine, è possibile che il router rilascerà un nuovo indirizzo IP per il server di destinazione. In questo caso, reimpostare le regole di port forwarding del router per l'inoltro al nuovo indirizzo IP del server di destinazione.

Configurare la rete

Dopo aver spostato il ruolo DHCP nel router, configurare le impostazioni di rete sul server di destinazione.

Per configurare la rete

  1. Nel server di destinazione aprire il dashboard.

  2. Nella pagina Home fare clic su CONFIGURA, fare clic su Configura Accesso remoto via Internet e scegliere l'opzione Fare clic per configurare Accesso remoto via Internet.

  3. Completare le istruzioni della procedura guidata per configurare il router e i nomi di dominio.

Se il router non supporta il framework UPnP o se il framework UPnP è disabilitato, accanto al nome del router verrà visualizzata un'icona di avviso gialla. Verificare che le seguenti porte siano aperte e impostate sull'indirizzo IP del server di destinazione:

  • Porta 80: Traffico Web HTTP

  • Porta 443: Traffico Web HTTPS

Nota

Se si è installato un Exchange Server locale in un secondo server, è necessario verificare che anche la porta 25 (per SMTP) sia aperta e che venga reindirizzata all'indirizzo IP dell'Exchange Server locale.

Rimuovere gli oggetti Criteri di gruppo Active Directory legacy

Gli Criteri di gruppo (GPO) vengono aggiornati per Windows Server Essentials. Sono un soprainsieme degli oggetti Criteri di gruppo di Windows Small Business Server 2011. Per Windows Server Essentials, è necessario eliminare manualmente alcuni oggetti Criteri di gruppo di Windows Small Business Server 2011 e i filtri strumentazione gestione Windows (WMI) per evitare conflitti con gli oggetti Criteri di gruppo e i filtri WMI di Windows Server Essentials.

Nota

Se gli oggetti Criteri di gruppo di Windows Small Business Server 2011 originali sono stati modificati, è consigliabile salvarne le copie in una posizione diversa e quindi eliminarli da Windows Small Business Server 2011.

Per rimuovere i vecchi oggetti Criteri di gruppo da Windows Small Business Server 2011

  1. Accedere al server di origine con un account amministratore.

  2. Fare clic sul pulsante Start e quindi scegliere Gestione server.

  3. Nel riquadro di spostamento fare clic su Gestione avanzata, Criteri di gruppo gestione e quindi su Foresta:<NomeDominio >.

  4. Fare clic su Domains (Domini), ><YourDomainName (NomeDominio) e quindi su Criteri di gruppo Objects (Oggetti).

  5. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Criterio controllo Small Business Server, scegliere Elimina e quindi fare clic su OK.

  6. Ripetere il passaggio 5 per eliminare i seguenti oggetti Criteri di gruppo che si applicano alla rete:

  • Windows Criteri di SBS Client Windows 7 e Windows Vista

  • Windows Criteri di SBS Client Windows XP

  • Criterio CSE di Windows SBS

  • Criterio Utente di Windows SBS

  • Criterio Computer client servizi di aggiornamento

  • Criterio Impostazioni comuni servizi di aggiornamento

  • Criterio Computer server servizi di aggiornamento

  1. Verificare che tutti gli oggetti Criteri di gruppo siano stati eliminati.

Per rimuovere i filtri WMI dal server di origine

  1. Accedere al server di origine con un account amministratore.

  2. Fare clic sul pulsante Start e quindi scegliere Gestione server.

  3. Nel riquadro di spostamento fare clic su Funzionalità, Criteri di gruppo gestione e quindi su Foresta:<NomeDominioNetwork >

  4. Fare clic su Domini ,<> NomeDominioNetworke quindi su Filtri WMI.

  5. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Client di Windows SBS, scegliere Elimina e quindi fare clic su .

  6. Fare clic con il Windows destro del mouse su client SBS Windows 7 e Windows Vista , scegliere Elimina e quindi fare clic su Sì.

  7. Fare clic con il Windows destro del mouse su client SBS Windows XP, scegliere Elimina e quindi fare clic su Sì.

  8. Verificare che questi tre filtri WMI siano stato eliminati.

Mappare i computer consentiti agli account utente

In Windows Small Business Server 2011, se un utente si connette ad Accesso Web remoto, vengono visualizzati tutti i computer della rete, che può includere computer per cui l'utente non ha le autorizzazioni di accesso. In Windows Server Essentials un utente deve essere assegnato in modo esplicito a un computer perché venga visualizzato in Accesso Web. Ogni account utente di cui è stata eseguita la migrazione da Windows Small Business Server 2011 deve essere mappato a uno o più computer.

Per mappare gli account utente ai computer

  1. Aprire il dashboard di Windows Server Essentials.

  2. Sulla barra di spostamento fare clic su Utenti.

  3. Nell'elenco di account utente fare clic con il pulsante destro del mouse su un account utente e quindi scegliere Visualizza proprietà account.

  4. Fare clic sulla scheda Accesso remoto via Internet e quindi fare clic su Consenti Accesso Web remoto e accedi ai servizi Web.

  5. Selezionare Cartelle condivise, selezionare Computer, selezionare Home page - Collegamenti e quindi fare clic su Applica.

  6. Fare clic sulla scheda Accesso computer e quindi fare clic sul nome del computer a cui si vuole consentire l'accesso.

  7. Ripetere i passaggi 3, 4, 5 e 6 per ogni account utente.

Nota

Non è necessario cambiare la configurazione del computer client. Viene configurato automaticamente.

Dopo aver completato la migrazione, se si verificano problemi durante la creazione del primo nuovo account utente sul server di destinazione, rimuovere l'account utente aggiunto e quindi ricrearlo.