Pianificazione dell'attivazione dei servizi di gestione delle chiavi (Servizio di gestione delle chiavi)

Le informazioni seguenti delineano alcune considerazioni iniziali relative alla pianificazione, che è necessario esaminare per l'attivazione mediante servizi di gestione delle chiavi.

Servizio di gestione delle chiavi usa un modello client-server per i client attivi e viene usato per l'attivazione dei contratti multilicenza. I client del servizio di gestione delle chiavi si connettono per l'attivazione a un server del servizio di gestione delle chiavi, denominato host del servizio di gestione delle chiavi. L'host del servizio di gestione delle chiavi deve risiedere nella rete locale.

Gli host del servizio di gestione delle chiavi non devono necessariamente essere server dedicati, e il servizio di gestione delle chiavi può essere ospitato insieme ad altri servizi. È possibile eseguire un host Servizio di gestione delle chiavi in qualsiasi sistema fisico o virtuale che esegue un sistema operativo Windows Server o Windows client supportato. Un host Servizio di gestione delle chiavi in esecuzione in un sistema operativo Windows Server può attivare computer che eseguono sistemi operativi server e client, tuttavia un host Servizio di gestione delle chiavi in esecuzione in un sistema operativo client Windows può attivare solo i computer che eseguono anche sistemi operativi client.

Per usare Servizio di gestione delle chiavi, un host Servizio di gestione delle chiavi deve avere una chiave che attivi o esezioni l'host Servizio di gestione delle chiavi con Microsoft. Questa chiave viene talvolta definita chiave host Servizio di gestione delle chiavi, ma è formalmente nota come codice CsvLK (Customer Specific Volume License Key) di Microsoft. È possibile ottenere questo codice dalla sezione Codici Product Key di Volume Licensing Service Center per i contratti seguenti: Open, Open Value, Select, Enterprise e Services Provider License. È anche possibile ottenere assistenza contattando il Centro attivazione Microsoft locale.

Requisiti operativi

Il servizio di gestione delle chiavi può attivare computer fisici e virtuali, ma per qualificarsi per questo servizio la rete deve includere un numero minimo di computer (la cosiddetta soglia di attivazione). I client del servizio di gestione delle chiavi si attivano solo dopo che questa soglia viene raggiunta. Per assicurarsi che la soglia di attivazione sia raggiunta, un host del servizio di gestione delle chiavi conta i computer che richiedono l'attivazione nella rete.

Gli host del Servizio di gestione delle chiavi contano le connessioni più recenti. Quando un client o un server contatta l'host del Servizio di gestione delle chiavi, l'host aggiunge l'ID macchina al relativo conteggio e quindi restituisce il valore corrente del conteggio nella risposta. Il client o il server verrà attivato se il conteggio è sufficientemente elevato. I client verranno attivati se il conteggio è pari a 25 o superiore. Le edizioni server e con contratti multilicenza dei prodotti Microsoft Office verranno attivata se il conteggio è pari a cinque o superiore. Il Servizio di gestione delle chiavi conta solo connessioni uniche risalenti agli ultimi 30 giorni e archivia solo i 50 contatti più recenti.

Le attivazioni con il servizio di gestione delle chiavi sono valide per 180 giorni, un periodo noto come intervallo di validità dell'attivazione. Per rimanere attivati, i client del servizio di gestione delle chiavi devono rinnovare la propria attivazione connettendosi all'host del servizio di gestione delle chiavi almeno ogni 180 giorni. Per impostazione predefinita i computer client del servizio di gestione delle chiavi tentano di rinnovare l'attivazione ogni sette giorni. Quando l'attivazione di un client viene rinnovata, l'intervallo di validità dell'attivazione ricomincia.

Uno stesso host del servizio di gestione delle chiavi è in grado di supportare un numero illimitato di client del servizio di gestione delle chiavi. Se sono presenti più di 50 client, consigliamo di disporre di almeno due host del Servizio di gestione delle chiavi, nel caso in cui la disponibilità di uno dei due venga a mancare. L'intera infrastruttura della maggior parte delle organizzazioni è normalmente in grado di funzionare con appena due host del servizio di gestione delle chiavi.

Dopo l'attivazione del primo host Servizio di gestione delle chiavi, il csvLK usato nel primo host può essere usato per attivare fino a cinque host Servizio di gestione delle chiavi in rete per un totale di sei. Dopo l'attivazione di un host del servizio di gestione delle chiavi, gli amministratori possono riattivare lo stesso host fino a nove volte con lo stesso codice.

Se l'organizzazione necessita di più di sei host Servizio di gestione delle chiavi, è possibile richiedere attivazioni aggiuntive per CSVLK dell'organizzazione, ad esempio se si dispone di 10 posizioni fisiche in un contratto multilicenza e si vuole che ogni località abbia un host Servizio di gestione delle chiavi locale. Per richiedere questa eccezione, contattare il Centro attivazione Microsoft locale.

I computer che eseguono edizioni con contratti multilicenza di Windows Server e client Windows sono, per impostazione predefinita, Servizio di gestione delle chiavi client senza alcuna configurazione aggiuntiva.

Se si converte un computer da un host di Servizio di gestione delle chiavi, un CODICE MAK o un'edizione definitiva di Windows in un client Servizio di gestione delle chiavi, sarà necessario installare la chiave di configurazione del client Servizio di gestione delle chiavi applicabile. Per altre informazioni, vedere Chiavi di Servizio di gestione delle chiavi client.

Requisiti di rete

L'attivazione mediante il servizio di gestione delle chiavi richiede la connettività TCP/IP. Per impostazione predefinita, gli host e i client del servizio di gestione delle chiavi sono configurati per utilizzare DNS (Domain Name System). Servizio di gestione delle chiavi host usano gli aggiornamenti dinamici DNS per pubblicare automaticamente le informazioni che Servizio di gestione delle chiavi client devono trovare e connettersi a essi. È possibile accettare queste impostazioni predefinite oppure, in presenza di particolari esigenze di configurazione della sicurezza e di rete, configurare manualmente gli host e i client del servizio di gestione delle chiavi.

Per impostazione predefinita, un host Servizio di gestione delle chiavi è configurato per l'uso di TCP sulla porta 1688.

Versioni di attivazione

La tabella seguente riepiloga le Servizio di gestione delle chiavi host e client per le reti che includono Windows Server e Windows client.

Importante

  • Windows gli aggiornamenti potrebbero essere necessari nel server Servizio di gestione delle chiavi per supportare l'attivazione di client più recenti. Se vengono visualizzati errori di attivazione, verificare che siano stati installati gli aggiornamenti appropriati elencati dopo questa tabella.
Gruppo CSVLK CSVLK può essere ospitato in Versioni di Windows attivate da questo host del Servizio di gestione delle chiavi
Contratti multilicenza Windows Server 2022
  • Windows Server 2022
  • Windows Server 2019
  • Windows Server 2016
  • Windows Server 2022 (tutte le edizioni)
  • Canale semestrale Windows Server
  • Windows Server 2019 (tutte le edizioni)
  • Windows Server 2016 (tutte le edizioni)
  • Windows 11 Enterprise/Enterprise N
  • Windows 11 Professional/Professional N
  • Windows 11 Professional per workstation/Professional N per workstation
  • Windows 11 per Education/Education N
  • Windows 10 Enterprise LTSC/LTSC N/LTSB
  • Windows 10 Enterprise/Enterprise N
  • Windows 10 Professional/Professional N
  • Windows 10 Professional per workstation/Professional N per workstation
  • Windows 10 per Education/Education N
  • Windows Server 2012 R2 (tutte le edizioni)
  • Windows 8.1 Professional
  • Windows 8.1 Enterprise
  • Windows Server 2012 (tutte le edizioni)
  • Windows Server 2008 R2 (tutte le edizioni)
  • Windows Server 2008 (tutte le edizioni)
  • Windows 7 Professional
  • Windows 7 Enterprise
Contratti multilicenza per Windows Server 2019
  • Windows Server 2019
  • Windows Server 2016
  • Windows Server 2012 R2
  • Canale semestrale Windows Server
  • Windows Server 2019 (tutte le edizioni)
  • Windows Server 2016 (tutte le edizioni)
  • Windows 10 Enterprise LTSC/LTSC N/LTSB
  • Windows 10 Enterprise/Enterprise N
  • Windows 10 Professional/Professional N
  • Windows 10 Professional per workstation/Professional N per workstation
  • Windows 10 per Education/Education N
  • Windows Server 2012 R2 (tutte le edizioni)
  • Windows 8.1 Professional
  • Windows 8.1 Enterprise
  • Windows Server 2012 (tutte le edizioni)
  • Windows Server 2008 R2 (tutte le edizioni)
  • Windows Server 2008 (tutte le edizioni)
  • Windows 7 Professional
  • Windows 7 Enterprise
Contratti multilicenza per Windows Server 2016
  • Windows Server 2016
  • Windows Server 2012 R2
  • Windows Server 2012
  • Windows Server, Canale semestrale
  • Windows Server 2016 (tutte le edizioni)
  • Windows 10 LTSB (2015 e 2016)
  • Windows 10 Enterprise/Enterprise N
  • Windows 10 Professional/Professional N
  • Windows 10 Professional per workstation/Professional N per workstation
  • Windows 10 Education/Education N
  • Windows Server 2012 R2 (tutte le edizioni)
  • Windows 8.1 Professional
  • Windows 8.1 Enterprise
  • Windows Server 2012 (tutte le edizioni)
  • Windows Server 2008 R2 (tutte le edizioni)
  • Windows Server 2008 (tutte le edizioni)
  • Windows 7 Professional
  • Windows 7 Enterprise
Contratti multilicenza per Windows 10
  • Windows 10
  • Windows 8.1
  • Windows 7
  • Windows 10 Professional
  • Windows 10 Professional N
  • Windows 10 Enterprise
  • Windows 10 Enterprise N
  • Windows 10 Education
  • Windows 10 Education N
  • Windows 10 Enterprise LTSB (2015)
  • Windows 10 Enterprise LTSB N (2015)
  • Windows 10 Pro for Workstations
  • Windows 8.1 Professional
  • Windows 8.1 Enterprise
  • Windows 7 Professional
  • Windows 7 Enterprise

Servizio di gestione delle chiavi aggiornamenti necessari per l'host

A seconda del sistema operativo in esecuzione nell'host Servizio di gestione delle chiavi e dei sistemi operativi da attivare, potrebbe essere necessario installare uno o più degli aggiornamenti seguenti. Questa operazione è necessaria quando si vuole attivare una versione di Windows più recente rispetto alla versione in Servizio di gestione delle chiavi'host.

Nota

Gli aggiornamenti elencati di seguito sono i requisiti minimi. Se gli aggiornamenti cumulativi o i rollup mensili successivi sono elencati come opzione, installare la versione più recente disponibile per il sistema operativo in uso per trarre vantaggio da ulteriori correzioni e sicurezza.

Servizio di gestione delle chiavi del sistema operativo host Servizio di gestione delle chiavi versioni del sistema operativo client da attivare Aggiornamento necessario
Windows Server 2019
  • Windows Server 2022
8 giugno 2021 - KB5003646 o aggiornamento cumulativo successivo
Windows Server 2016
  • Windows Server 2022
  • Windows Server 2019
8 giugno 2021 - KB5003638 o aggiornamento cumulativo successivo
Windows Server 2016
  • Windows Server 2019
3 dicembre 2018 - KB4478877 o aggiornamento cumulativo successivo
Windows Server 2012 R2
  • Windows Server 2019
  • Windows Server 2016
  • Windows 10
27 novembre 2018 - KB4467695 (anteprima del rollup mensile) o rollup mensile successivo
Windows Server 2012 R2
  • Windows Server 2016
  • Windows 10
Aggiornamento cumulativo di luglio 2016 per Windows 8.1 e Windows Server 2012 rollup mensile R2 o versione successiva
Windows Server 2012
  • Windows Server 2016
  • Windows Server 2012 R2
  • Windows 10
Aggiornamento cumulativo di luglio 2016 per Windows Server 2012 rollup mensile o successivo
Windows Server 2008 R2
  • Windows Server 2012 R2
  • Windows Server 2012
  • Windows 10
Aggiornamento che consente Windows 7 e Windows Server 2008 R2 Servizio di gestione delle chiavi attivare Windows 10
Windows 8.1
  • Windows 10
Aggiornamento cumulativo di luglio 2016 per Windows 8.1 e Windows Server 2012 rollup mensile R2 o versione successiva
Windows 7
  • Windows 10
Aggiornamento che consente Windows 7 e Windows Server 2008 R2 Servizio di gestione delle chiavi attivare Windows 10