Procedure consigliate per l'accesso facilitato

L'implementazione delle procedure consigliate descritte in questa sezione consente di garantire che l'applicazione sia accessibile agli utenti che utilizzano prodotti Assistive Technology. Molte di queste procedure consigliate si concentrano su una buona progettazione dell'interfaccia utente. Ogni procedura consigliata include informazioni sull'implementazione per i controlli o le applicazioni. In molti casi, gran parte del lavoro per soddisfare queste procedure consigliate è già incluso nei controlli.

In questo argomento sono contenute le sezioni seguenti.

Accesso a livello di codice

Le procedure consigliate in questa sezione enure che i prodotti di Assistive Technology dispongano di un accesso programmatico adeguato alle informazioni e alle funzionalità dell'interfaccia utente.

Abilitare l'accesso a livello di codice a tutti gli elementi dell'interfaccia utente e al testo

Gli elementi dell'interfaccia utente dell'applicazione devono essere accessibili a livello di codice ai prodotti di Assistive Technology. Tutti gli elementi dell'interfaccia utente devono avere etichette, devono esporre tutti i valori delle proprietà e devono generare tutti gli eventi appropriati. Per i controlli Windows standard, la maggior parte di queste operazioni è già stata eseguita tramite l'automazione interfaccia utente Microsoft e gli oggetti proxy di Microsoft Active Accessibility. Tuttavia, i controlli personalizzati richiedono operazioni aggiuntive per garantire che siano completamente esposte in modo che i fornitori di tecnologie assistive possano identificare e modificare gli elementi dell'interfaccia utente dell'applicazione.

Seguendo questa procedura consigliata, i fornitori di tecnologie per l'accesso facilitato possono identificare e modificare gli elementi dell'interfaccia utente del prodotto.

Inserire nomi, titoli e descrizioni in oggetti di interfaccia utente, frame e pagine

Dal momento che i prodotti di Assistive Technology, in particolare gli utilità per la lettura dello schermo, usano i titoli per comprendere la posizione di un frame, di un oggetto o di una pagina nello schema di navigazione, i titoli devono essere molto descrittivi. I titoli descrittivi validi consentono ai prodotti di Assistive Technology di identificare e modificare gli elementi dell'interfaccia utente nei controlli e nelle applicazioni. Ad esempio, un titolo della pagina Web "pagina Web Microsoft" è inutile se l'utente ha esplorato profondamente un'area specifica. Un titolo descrittivo è fondamentale per gli utenti che sono ciechi e dipendono dalle utilità per la lettura dello schermo.

Seguendo questa procedura consigliata, i prodotti di Assistive Technology possono identificare e modificare l'interfaccia utente nei controlli e nelle applicazioni di esempio.

Verificare che gli eventi a livello di codice siano attivati da tutte le attività dell'interfaccia utente

L'applicazione deve generare eventi ogni volta che si verificano modifiche nello stato o nell'aspetto di un elemento dell'interfaccia utente.

Seguendo questa procedura consigliata, i prodotti di Assistive Technology possono restare in ascolto delle modifiche nell'interfaccia utente e inviare una notifica all'utente in merito a tali modifiche.

Impostazioni utente

La procedura consigliata in questa sezione garantisce che i controlli o le applicazioni non eseguono l'override delle impostazioni utente.

Rispettare tutte le impostazioni a livello di sistema e non interferire con le funzioni di accesso facilitato

Gli utenti possono usare il pannello di controllo per impostare alcuni flag a livello di sistema; gli altri flag possono essere impostati a livello di codice. Queste impostazioni non devono essere modificate da controlli o applicazioni. Inoltre, le applicazioni devono supportare le impostazioni di accessibilità del sistema operativo host.

Seguendo questa procedura consigliata gli utenti potranno configurare le impostazioni di accessibilità e sapere che queste non verranno modificate dalle applicazioni.

Progettazione dell'interfaccia utente visiva

Le procedure consigliate in questa sezione garantiscono che i controlli o le applicazioni usino in modo efficace i colori e le immagini e possano essere usati da prodotti Assistive Technology.

Non Hard-Code colori

È possibile che le persone daltoniche, con ipovisione o che usano uno schermo in bianco e nero non possano usare applicazioni con colori hardcoded.

Seguendo questa procedura consigliata gli utenti potranno modificare le combinazioni di colori in base alle proprie esigenze.

Supportare il contrasto elevato e tutti gli attributi di visualizzazione del sistema

Le applicazioni non devono interrompere o disabilitare le impostazioni di contrasto, le selezioni dei colori o altre impostazioni e attributi di visualizzazione a livello di sistema selezionati dall'utente. Le impostazioni a livello di sistema adottate da un utente migliorano l'accessibilità delle applicazioni, pertanto non deve essere disabilitate o ignorate dalle applicazioni. I colori devono essere usati nella loro corretta combinazione di colore di primo piano e di sfondo per fornire un contrasto appropriato. I colori non correlati non devono essere combinati e i colori non devono essere invertiti.

Molti utenti richiedono specifiche combinazioni di contrasto elevato, ad esempio testo bianco su sfondo nero. L'inversione dei colori, usando testo nero su sfondo bianco, provoca la smarginatura del colore di sfondo sul colore di primo piano, rendendo difficile la lettura per alcuni utenti.

Verificare che tutti gli elementi dell'interfaccia utente siano ridimensionati correttamente in base alle impostazioni DPI

Assicurarsi che tutti gli elementi dell'interfaccia utente possano essere ridimensionati correttamente in base alle impostazioni dpi (punti per pollice). Assicurarsi inoltre che gli elementi dell'interfaccia utente rientrino in una schermata di 1024 x 768 con 120 punti per pollice (dpi).

Navigazione tramite tastiera

Le procedure consigliate in questa sezione garantiscono che tutte le funzionalità dell'applicazione siano accessibili agli utenti che si basano sulla tastiera.

Fornire l'interfaccia della tastiera per tutti gli elementi dell'interfaccia utente

Le tabulazioni, soprattutto se pianificate con attenzione, offrono agli utenti un altro modo per spostarsi nell'interfaccia utente.

Le applicazioni devono fornire le interfacce di tastiera seguenti:

  • Tabulazioni per tutti i controlli con cui l'utente può interagire, ad esempio pulsanti, collegamenti o caselle di riepilogo.
  • Ordine di tabulazione logico.

Mostrare lo stato attivo della tastiera

Gli utenti devono sapere quale oggetto ha lo stato attivo in modo da poter prevedere l'effetto delle pressioni dei tasti. Per evidenziare lo stato attivo, usare colori, tipi di carattere o grafiche quali rettangoli o l'ingrandimento. Per evidenziare lo stato attivo a livello acustico, modificare il volume, il passo o la qualità tonale.

Per evitare confusione, le applicazioni devono nascondere tutti gli indicatori visivi dello stato attivo e disattivare le selezioni che si trovano in finestre (o riquadri) non attive.

Le applicazioni devono eseguire le operazioni seguenti con lo stato attivo:

  • Un elemento deve avere sempre lo stato attivo della tastiera.
  • Lo stato attivo della tastiera dovrebbe essere visibile e ovvio.
  • Le selezioni e/o gli elementi specifici devono essere evidenziati visivamente.

Supportare gli standard di esplorazione e schemi di navigazione potenti

Diversi aspetti della navigazione da tastiera forniscono modi diversi agli utenti per spostarsi nell'interfaccia utente.

Le applicazioni devono fornire le interfacce di tastiera seguenti:

  • Tasti di scelta rapida e tasti di scelta sottolineati per tutti i comandi, i menu e i controlli.
  • Tasti di scelta rapida per collegamenti importanti.
  • Tutte le voci di menu hanno una chiave di accesso. tutti i pulsanti hanno tasti di scelta rapida, tutti i comandi hanno un tasto di scelta rapida.

Non consentire alla posizione del mouse di interferire con la navigazione da tastiera

La posizione del mouse non dovrebbe interferire con la navigazione da tastiera. Ad esempio, se il mouse è posizionato in un punto e l'utente si sposta con la tastiera, un clic del mouse non dovrebbe verificarsi a meno che non avviato dall'utente.

Interfaccia multimodale

La procedura consigliata in questa sezione garantisce che l'interfaccia utente dell'applicazione includa alternative per gli elementi visivi.

Fornire equivalenti selezionabili dall'utente per gli elementi non di testo

Per ogni elemento non di testo, fornire un equivalente selezionabile dall'utente per testo, trascrizioni o descrizioni audio, ad esempio testo alternativo, didascalie o commenti visivi.

Gli elementi non di testo coprono un'ampia gamma di elementi dell'interfaccia utente tra cui: immagini, aree della mappa immagine, animazioni, applet, frame, script, pulsanti grafici, suoni, file audio e video autonomi. Gli elementi non di testo sono importanti quando contengono informazioni visive, riconoscimento vocale o informazioni audio generali a cui l'utente deve accedere per comprendere il contenuto dell'interfaccia utente.

Usare il colore, ma fornire anche alternative al colore

Usare il colore per migliorare, evidenziare o avvalorare le informazioni visualizzate in altri modi, ma che non comunicano informazioni con i soli colori. Gli utenti daltonici o che usano uno schermo monocromatico necessitano di alternative ai colori.

Usare le API di input standard con chiamate indipendenti dal dispositivo

Le chiamate indipendenti dal dispositivo assicurano che tutti i dispositivi di input vengano considerati ugualmente, fornendo al tempo stesso prodotti di Assistive Technology con le informazioni necessarie sull'interfaccia utente.

Panoramica dell'API di automazione di Windows