Aggiungere più siti all'elenco dei siti per la modalità Enterprise tramite un file ed Enterprise Mode Site List Manager (schema v.2)

Importante

L'applicazione desktop Internet Explorer 11 verrà ritirata e non sarà più disponibile per il supporto il 15 giugno 2022. Per un elenco degli elementi nell'ambito, vedere le domande frequenti. Le stesse app e gli stessi siti di Internet Explorer 11 in uso oggi potranno essere aperti in Microsoft Edge in modalità Internet Explorer. Per altre informazioni, vedere.

Si applica a:

  • Windows 10
  • Windows 8.1
  • Windows 7

Puoi aggiungere più siti all'elenco dei siti per la modalità Enterprise creando un file di testo personalizzato (TXT) o Extensible Markup Language (XML) dei siti in cui si verificano problemi e quindi aggiungerlo nell'area Bulk add from file di Enterprise Mode Site List Manager (schema v.2). Puoi aggiungere solo URL specifici, non aree Intranet o Internet.

Per aggiungere i siti Web uno alla volta, vedi Aggiungere siti all'elenco dei siti per la modalità Enterprise tramite Enterprise Mode Site List Manager (schema v.2).

Creare un file dell'elenco dei siti per la modalità Enterprise (TXT)

Puoi creare e usare un file di testo personalizzato con Enterprise Mode Site List Manager (schema v.2) per aggiungere più siti contemporaneamente all'elenco dei siti per la modalità Enterprise.

Importante:
Questo file di testo consente solo di aggiungere più siti contemporaneamente. Non puoi usarlo per distribuire la modalità Enterprise nella tua azienda.

Ogni sito deve essere separato da virgole o ritorni a capo. Ad esempio:

microsoft.com, bing.com, bing.com/images

-OPPURE-

microsoft.com
bing.com
bing.com/images

Creare un file (XML) di elenco dei siti per la modalità Enterprise usando la versione v.2 dello schema della modalità Enterprise

Puoi creare e usare un file XML personalizzato con Enterprise Mode Site List Manager (schema v.2) per aggiungere più siti contemporaneamente all'elenco dei siti per la modalità Enterprise.

Ogni file XML deve includere:

  • Numero di versione site-list. Questo numero deve essere incrementato per ogni versione dell'elenco dei siti per la modalità Enterprise, in modo da consentire a Internet Explorer di determinare se l'elenco è più recente. Circa 65 secondi dopo l'avvio, Internet Explorer 11 confronta la versione dell'elenco di siti con il numero di versione archiviato. Se il file ha un numero superiore, viene caricata la versione più recente.

    Importante
    Dopo questo controllo, Internet Explorer11 non cerca più un elenco aggiornato fino al riavvio del browser.

  • Tag <compat-mode>. Questo tag specifica le impostazioni di compatibilità usate per siti o domini specifici.

  • Tag <open-in>. Questo tag specifica il browser aperto per ogni sito o dominio.

Esempio di schema XML v.2 per la modalità Enterprise

Quello che segue è un esempio dell'aspetto che dovrebbe avere il file XML dopo aver aggiunto i siti. Per altre informazioni su come creare il file XML, vedi Indicazioni per lo schema v.2 della modalità Enterprise.

<site-list version="205">
    <!-- File creation header -->
    <created-by>
        <tool>EnterpriseSitelistManager</tool>
        <version>10240</version>
        <date-created>20150728.135021</date-created>
    </created-by>
    <!-- Begin Site List --> 
    <site url="www.cpandl.com">
        <compat-mode>IE8Enterprise</compat-mode>
        <open-in>MSEdge</open-in>
    </site>
    <site url="www.cpandl.com/images">
        <compat-mode>IE7Enterprise</compat-mode>
        <open-in>IE11</open-in>
    </site>
    <site url="contoso.com">
        <compat-mode>default</compat-mode>
        <open-in>IE11</open-in>
    </site>
</site-list>

L'esempio precedente specifica quanto segue:

  • www.cpandl.com, come dominio principale, deve usare la modalità Enterprise di IE8. Tuttavia, www.cpandl.com/images deve usare la modalità Enterprise di IE7.

  • contoso.com e tutti i relativi percorsi di dominio possono usare la modalità di compatibilità predefinita per il sito.

Per essere certo che l'elenco di siti sia aggiornato, attendi 65 secondi dopo l'apertura di Internet Explorer e controlla che il valore CurrentVersion nella chiave HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Internet Explorer\Main\EnterpriseMode\ del Registro di sistema corrisponda al numero di versione del file.

Importante
Se CurrentVersion non è impostato o non corrisponde, l'analisi del file XML non è riuscita. Il problema può essere dovuto al fatto che il file XML non è presente, si sono verificati problemi di accesso o il formato del file XML è errato. Non modificare manualmente l'impostazione CurrentVersion del Registro di sistema. Devi apportare le modifiche all'elenco di siti e quindi aggiornare l'elenco usando la funzione di importazione di Enterprise Mode Site List Manager (schema v.2).

Aggiungere più siti a Enterprise Mode Site List Manager (schema v.2)

Dopo avere creato il file XML o TXT, puoi aggiungere in blocco tutti i siti a Enterprise Mode Site List Manager (schema v.2).

Per aggiungere più siti

  1. In Enterprise Mode Site List Manager (schema v.2) fai clic su Bulk add from file.

  2. Individua l'elenco di siti (con estensione TXT o XML) per aggiungere allo strumento i siti inclusi e quindi fai clic su Open.

    Ogni sito viene convalidato e, se la convalida ha esito positivo, viene aggiunto all'elenco di siti globale quando fai clic su OK per chiudere il menu. Se un sito non supera la convalida, puoi provare a risolvere i problemi o selezionare il sito e fare clic su Add to list per ignorare il problema di convalida. Per altre informazioni sulla risoluzione dei problemi di convalida, vedi Correggere i problemi di convalida con Enterprise Mode Site List Manager.

  3. Fai clic su OK per chiudere il menu Bulk add sites to the list.

  4. Scegli Save to XML dal menu File e salva il file.

    Puoi salvare il file in locale o in una condivisione di rete. Devi comunque assicurarti di distribuirlo nella posizione specificata nella chiave del Registro di sistema. Per altre informazioni sulla chiave del Registro di sistema, vedi Attivare la modalità Enterprise e usare un elenco di siti.

Passaggi successivi

Dopo avere aggiunto tutti i siti allo strumento e salvato il file in formato XML, puoi configurare le funzionalità rimanenti della modalità Enterprise per usarle. Puoi anche attivare la modalità Enterprise in locale, in modo che gli utenti possano usare la modalità Enterprise per i singoli siti Web dal menu Strumenti . Per altre informazioni, vedi Attivare il controllo e la registrazione locali per la modalità Enterprise.

Argomenti correlati