Registrare l'applicazione nel tenant di Azure Active Directory

È possibile usare il portale di Azure per registrare l'applicazione nel tenant di Azure Active Directory (Azure AD), in modo da creare un ID per l'applicazione e consentire all'applicazione di ricevere token.

  1. Accedere al portale di Azure.
  2. Scegliere il tenant di Azure AD selezionando l'account nell'angolo superiore destro della pagina.
  3. Nel riquadro di spostamento a sinistra scegliere More Services (Altri servizi), fare clic su Registrazioni per l'app e quindi su Aggiungi.
  4. Seguire le istruzioni e creare una nuova applicazione. Per ottenere esempi specifici per applicazioni Web o per applicazioni native, vedere le Guide introduttive.
    • Per le applicazioni Web fornire l'URL accesso, ovvero l'URL di base dell'app con cui gli utenti possono accedere, ad esempio http://localhost:12345.
    • Per le applicazioni native fornire un URI di reindirizzamento, che Azure AD usa per restituire le risposte dei token. Immettere un valore specifico per l'applicazione in uso, ad esempio http://MyFirstAADApp
  5. Dopo avere completato la registrazione, Azure AD assegna all'applicazione un identificatore client univoco, l'ID applicazione.

Aggiornare le impostazioni dell'applicazione dal portale di Azure

È possibile modificare con facilità le impostazioni di un'applicazione usando il portale di Azure. È ad esempio possibile che si voglia configurare un URL di risposta, a cui Azure AD invia le risposte dei token. È anche possibile che si voglia configurare le autorizzazioni per altre applicazioni, ad esempio per consentire all'applicazione di accedere all'API Graph Microsoft. Tutte queste operazioni possono essere eseguite tramite la pagina delle impostazioni dell'applicazione.

  1. Accedere al portale di Azure.
  2. Scegliere il tenant di Azure AD selezionando l'account nell'angolo superiore destro della pagina.
  3. Nel riquadro di spostamento a sinistra scegliere More Services (Altri servizi), fare clic suRegistrazioni per l'app e quindi scegliere l'applicazione dall'elenco.
  4. Fare clic su Impostazioni per aprire la pagina delle impostazioni per l'applicazione.
    • La pagina Proprietà consente di modificare le informazioni generali per l'applicazione, inclusi il nome dell'applicazione, l'URL di accesso e l'URL di disconnessione.
    • La pagina URL di risposta consente di aggiungere un URL di risposta, a cui Azure AD invia le risposte dei token.
    • La pagina Proprietari consente di aggiungere proprietari dell'applicazione.
    • La pagina Autorizzazioni consente di configurare le autorizzazioni per l'app. Per accedere all'API Graph Microsoft, ad esempio, fare clic su Aggiungi, selezionare Microsoft Graph nel selettore di API e quindi scegliere l'autorizzazione necessaria, ad esempio Lettura dati directory.
    • La pagina Chiavi consente di aggiungere segreti dell'applicazione. Il segreto verrà visualizzato solo immediatamente dopo la creazione, quindi assicurarsi di copiarlo per un uso futuro.

Usare l'editor manifesto incorporato

È possibile usare l'editor manifesto incorporato per modificare determinate proprietà dell'applicazione che non vengono esposte direttamente nel portale di Azure. È ad esempio possibile usarlo per modificare il valore URI ID app o per abilitare il flusso implicito OAuth2.0 invece del flusso predefinito di codice per la concessione delle autorizzazioni.

  1. Accedere al portale di Azure.
  2. Scegliere il tenant di Azure AD selezionando l'account nell'angolo superiore destro della pagina.
  3. Nel riquadro di spostamento a sinistra scegliere More Services (Altri servizi), fare clic suRegistrazioni per l'app e quindi scegliere l'applicazione dall'elenco.
  4. Fare clic su Manifesto nella pagina dell'applicazione per aprire l'editor manifesto incorporato.
  5. È possibile modificare direttamente il manifesto e salvarlo al termine delle modifiche. In alternativa è possibile scaricare il manifesto per aprirlo nell'editor preferito e caricare il manifesto aggiornato.

Passaggi successivi

  1. Per procedure dettagliate relative all'autenticazione delle applicazioni tramite Azure AD, vedere le Guide introduttive.
  2. Per un elenco completo di esempi di codice, vedere GitHub.