Informazioni su Collaborazione B2B di Azure AD

Le funzionalità di Collaborazione B2B di Azure Active Directory consentono a tutte le organizzazioni che usano Azure AD di lavorare in modo sicuro e protetto con gli utenti di qualsiasi altra organizzazione, piccola o grande che sia, che usi o meno Azure AD e che abbia o meno un'organizzazione IT.

Le organizzazioni che usano Azure AD possono consentire l'accesso a documenti, risorse e applicazioni ai propri partner, pur mantenendo il totale controllo dei propri dati aziendali. Gli sviluppatori possono usare le API di B2B di Azure AD per scrivere applicazioni, in modo da mettere in contatto due organizzazioni in modo sicuro. Inoltre, per gli utenti finali la navigazione risulta particolarmente semplice.

Per il 97% dei clienti Microsoft, Collaborazione B2B di Azure AD è molto importante.

Grafico a torta

All'inizio di aprile 2017 erano già 3 milioni circa gli utenti che usavano le funzionalità di Collaborazione B2B di Azure AD. Oltre il 23% delle organizzazioni Azure AD con più di 10 utenti usano già queste funzionalità.

Vantaggi principali di Collaborazione B2B di Azure AD per l'organizzazione

Lavorare con tutti gli utenti di qualsiasi partner

  • I partner usano le proprie credenziali

  • Non sono necessari requisiti per i partner per usare Azure AD

  • Non sono necessarie directory esterne e non è richiesta un'installazione complessa

Collaborazione sicura e semplice

  • Accesso concesso a qualsiasi app o dato aziendale applicando i criteri di autorizzazione avanzati e sofisticati di Azure AD

  • Semplice per gli utenti

  • Sicurezza di livello aziendale per app e dati

Nessun sovraccarico di gestione

  • Nessuna gestione di password o account esterno

  • Nessuna gestione del ciclo di vita degli account sincronizzata o manuale

  • Nessun sovraccarico amministrativo esterno

Possibilità di aggiungere facilmente gli utenti di Collaborazione B2B all'organizzazione

Gli amministratori possono aggiungere gli utenti (guest) di Collaborazione B2B nel portale di Azure.

Aggiungere utenti guest

Abilitare i collaboratori per usare la propria identità

Gli utenti di Collaborazione B2B possono accedere con un'identità a scelta. Se l'utente non dispone di un account Microsoft o un account Azure AD, ne viene immediatamente creato uno al riscatto dell'offerta.

Scelta identità di accesso

Delegare a proprietari dell'applicazione e del gruppo

I proprietari dell'applicazione e del gruppo possono aggiungere direttamente gli utenti di B2B a qualsiasi propria applicazione, indipendentemente che sia o meno un'applicazione Microsoft. Gli amministratori possono delegare l'autorizzazione ad aggiungere utenti B2B a non amministratori, i quali, tramite il pannello di accesso alle applicazioni di Azure possono aggiungere gli utenti di Collaborazione B2B ad applicazioni o gruppi.

Pannello di accesso

Aggiungere un membro

Criteri di autorizzazione per proteggere i contenuti aziendali

Possono essere applicati criteri di accesso condizionale, ad esempio l'autenticazione a più fattori:

  • A livello di tenant
  • A livello di applicazione
  • Per utenti specifici per proteggere dati e applicazioni aziendali

Aggiungere un membro

Usare le API Microsoft e codice di esempio per compilare con facilità le applicazioni da caricare

È possibile personalizzare il caricamento di partner esterni in base alle esigenze dell'organizzazione.

Utilizzando le API di invito a Collaborazione B2B, è possibile personalizzare le proprie esperienze di caricamento, inclusa la creazione di portali di iscrizione self-service. Viene presentato un codice di esempio per un portale self-service su Github.

Portale di iscrizione

Collaborazione B2B di Azure AD consente di sfruttare al massimo Azure AD per proteggere le relazioni con i partner in un modo che risulta semplice e intuitivo agli utenti finali. Non resta che unire le migliaia di organizzazioni che già usano B2B di Azure AD per favorire la collaborazione esterna.

Passaggi successivi

Vedere gli altri articoli su Azure AD B2B Collaboration.