Azure Active Directory Identity Protection: come sbloccare gli utenti

Azure Active Directory Identity Protection consente di configurare criteri per bloccare gli utenti se vengono rispettate le condizioni configurate. Un utente bloccato contatta in genere l'help desk per essere sbloccato. Questo argomento illustra la procedura da eseguire per sbloccare un utente bloccato.

Determinare il motivo del blocco

Il primo passaggio per sbloccare un utente consiste nel determinare il tipo di criterio che ha bloccato l'utente, perché i passaggi successivi dipendono da questa informazione. Azure Active Directory Identity Protection consente di bloccare un utente mediante un criterio di rischio di accesso o un criterio di rischio.

È possibile ottenere il tipo di criterio che ha bloccato un utente basandosi sull'intestazione della finestra di dialogo visualizzata all'utente durante il tentativo di accesso:

Criterio Finestra di dialogo utente
Rischio di accesso Accesso bloccato
Rischio utente Account bloccato

Un utente bloccato da:

  • Un criterio di rischio di accesso è noto anche come accesso sospetto
  • Un criterio di rischio utente è noto anche come account a rischio

Sblocco di accessi sospetti

Per sbloccare un accesso sospetto, sono disponibili le opzioni seguenti:

  1. Accesso da una località o un dispositivo familiare : un motivo comune per gli accessi sospetti bloccati è costituito da tentativi di accesso da località o dispositivi non familiari. Gli utenti possono determinare rapidamente se questo è il motivo del blocco provando ad accedere da una località o un dispositivo familiare.
  2. Esclusione dal criterio : se si ritiene che la configurazione corrente del criterio di accesso provochi problemi agli utenti, è possibile escludere gli utenti dal criterio. Per altre informazioni, vedere Azure Active Directory Identity Protection.
  3. Disabilitazione del criterio : se si ritiene che la configurazione del criterio provochi problemi per tutti gli utenti, è possibile disabilitare il criterio. Per altre informazioni, vedere Azure Active Directory Identity Protection.

Sblocco di account a rischio

Per sbloccare un account a rischio, sono disponibili le opzioni seguenti:

  1. Reimpostazione della password : è possibile reimpostare la password dell'utente. Per informazioni dettagliate, vedere Reimpostazione manuale della password di protezione .
  2. Eliminazione di tutti gli eventi di rischio : il criterio di rischio utente blocca un utente se è stato raggiunto il livello di rischio utente configurato per il blocco dell'accesso. È possibile ridurre il livello di rischio di un utente chiudendo manualmente gli eventi di rischio segnalati. Per informazioni dettagliate, vedere Chiusura manuale degli eventi di rischio.
  3. Esclusione dal criterio : se si ritiene che la configurazione corrente del criterio di accesso provochi problemi agli utenti, è possibile escludere gli utenti dal criterio. Per altre informazioni, vedere Azure Active Directory Identity Protection.
  4. Disabilitazione del criterio : se si ritiene che la configurazione del criterio provochi problemi per tutti gli utenti, è possibile disabilitare il criterio. Per altre informazioni, vedere Azure Active Directory Identity Protection.

Passaggi successivi

Per altre informazioni su Azure AD Identity Protection, vedere Azure Active Directory Identity Protection.