Elemento Microsoft.Network.VirtualNetworkCombo dell'interfaccia utente

Gruppo di controlli per la selezione di una rete virtuale nuova o esistente. Usare questo elemento quando si crea un'applicazione Azure gestita.

Esempio di interfaccia utente

Microsoft.Network.VirtualNetworkCombo

  • Nel wireframe in alto l'utente ha selezionato una nuova rete virtuale, quindi può personalizzare il nome e il prefisso dell'indirizzo di ogni subnet. In questo caso la configurazione delle subnet è facoltativa.
  • Nel wireframe in basso l'utente ha selezionato una rete virtuale esistente, quindi deve eseguire il mapping di ogni subnet necessaria per il modello di distribuzione a una subnet esistente. In questo caso la configurazione delle subnet è obbligatoria.

Schema

{
  "name": "element1",
  "type": "Microsoft.Network.VirtualNetworkCombo",
  "label": {
    "virtualNetwork": "Virtual network",
    "subnets": "Subnets"
  },
  "toolTip": {
    "virtualNetwork": "",
    "subnets": ""
  },
  "defaultValue": {
    "name": "vnet01",
    "addressPrefixSize": "/16"
  },
  "constraints": {
    "minAddressPrefixSize": "/16"
  },
  "options": {
    "hideExisting": false
  },
  "subnets": {
    "subnet1": {
      "label": "First subnet",
      "defaultValue": {
        "name": "subnet-1",
        "addressPrefixSize": "/24"
      },
      "constraints": {
        "minAddressPrefixSize": "/24",
        "minAddressCount": 12,
        "requireContiguousAddresses": true
      }
    },
    "subnet2": {
      "label": "Second subnet",
      "defaultValue": {
        "name": "subnet-2",
        "addressPrefixSize": "/26"
      },
      "constraints": {
        "minAddressPrefixSize": "/26",
        "minAddressCount": 8,
        "requireContiguousAddresses": true
      }
    }
  },
  "visible": true
}

Osservazioni

  • Se specificato, il primo prefisso di indirizzo non sovrapposto di dimensioni pari a defaultValue.addressPrefixSize viene determinato automaticamente in base alle reti virtuali esistenti nella sottoscrizione dell'utente.
  • Il valore predefinito per defaultValue.name e defaultValue.addressPrefixSize è null.
  • Specificare constraints.minAddressPrefixSize. Le reti virtuali esistenti con uno spazio indirizzi inferiore al valore specificato non sono disponibili per la selezione.
  • Specificare subnets e specificare constraints.minAddressPrefixSize per ogni subnet.
  • Quando si crea una nuova rete virtuale, il prefisso dell'indirizzo di ogni subnet viene calcolato automaticamente in base al prefisso dell'indirizzo della rete virtuale e al rispettivo addressPrefixSize.
  • Quando si usa una rete virtuale esistente, le subnet di dimensioni inferiori al rispettivo constraints.minAddressPrefixSize non sono disponibili per la selezione. Inoltre, se specificato, le subnet che non contengono almeno minAddressCount indirizzi disponibili non sono disponibili per la selezione. Il valore predefinito è 0. Per assicurarsi che gli indirizzi disponibili siano contigui, specificare true per requireContiguousAddresses. Il valore predefinito è true.
  • La creazione di subnet in una rete virtuale esistente non è supportata.
  • Se options.hideExisting è true, l'utente non può scegliere una rete virtuale esistente. Il valore predefinito è false.

Output di esempio

{
  "name": "vnet01",
  "resourceGroup": "rg01",
  "addressPrefixes": ["10.0.0.0/16"],
  "newOrExisting": "new",
  "subnets": {
    "subnet1": {
      "name": "subnet-1",
      "addressPrefix": "10.0.0.0/24",
      "startAddress": "10.0.0.1"
    },
    "subnet2": {
      "name": "subnet-2",
      "addressPrefix": "10.0.1.0/26",
      "startAddress": "10.0.1.1"
    }
  }
}

Passaggi successivi