Creazione di servizi BizTalk tramite il portale di Azure

Importante

Servizi BizTalk di Microsoft Azure è in fase di ritiro e verrà sostituito da App per la logica di Azure. Se attualmente si usa Servizi BizTalk di Microsoft Azure, Move from BizTalk Services to Logic Apps (Passare da Servizi BizTalk ad App per la logica) fornisce alcune istruzioni sul trasferimento delle soluzioni di integrazione ad App per la logica.

Se non si ha familiarità con App per la logica, è consigliabile iniziare da qui:

Suggerimento

Per accedere al portale di Azure, è necessario un account Azure e una sottoscrizione di Azure. Se non si dispone di un account, è possibile creare un account di valutazione gratuita in pochi minuti. Vedere Versione di valutazione gratuita di Azure.

Creare un servizio BizTalk

A seconda dell'edizione scelta, non tutte le impostazioni del servizio BizTalk Service saranno disponibili.

  1. Accedere al portale di Azure.
  2. Nella del pannello di navigazione inferiore selezionare NUOVO:
    Selezionare il pulsante New
  3. Selezionare SERVIZI APP > SERVIZIO BIZTALK > CREAZIONE PERSONALIZZATA:
    Selezionare BizTalk Service e quindi Custom Create
  4. Immettere le impostazioni del servizio BizTalk:

    Nome del servizio BizTalk È possibile inserire qualsiasi nome, ma deve essere specifico. Di seguito sono riportati alcuni esempi:

    azienda.biztalk.windows.net
    aziendaapplicazione.biztalk.windows.net
    applicazione.biztalk.windows.net

    ".biztalk.windows.net" viene aggiunto automaticamente al nome digitato. Verrà creato un URL usato per accedere al servizio BizTalk, ad esempio https://applicazione.biztalk.windows.net.
    Edizione Se si è nella fase di testing/sviluppo, scegliere l'edizione Developer. Se si è nella fase di produzione, vedere Servizi BizTalk: Grafico edizioni per determinare se la scelta corretta per il proprio scenario aziendale sia l'edizione Premium, Standard o Basic.
    Area Selezionare l'area geografica per ospitare il servizio BizTalk.
    URL del dominio Facoltativo. Per impostazione predefinita, l'URL del dominio è NomeServizioBizTalk.biztalk.windows.net. È anche possibile specificare un dominio personalizzato. Se ad esempio il dominio è contoso, è possibile immettere:

    Azienda.contoso.com
    AziendaApplicazione.contoso.com
    Applicazione.contoso.com
    NomeServizioBizTalk.contoso.com
    Fare clic sulla freccia AVANTI.

  5. Immettere le impostazioni per archiviazione e database:
    Account di archiviazione di monitoraggio/archiviazione Selezionare un account di archiviazione esistente o crearne uno nuovo.

    Se si crea un nuovo account di archiviazione, specificarne il nome in Nome account di archiviazione.
    Database di rilevamento Se si usa un database SQL di Azure esistente, non potrà essere usato da un altro servizio BizTalk. È necessario disporre dell'account di accesso e della password immessi durante la creazione del server di database SQL di Azure.

    SUGGERIMENTO Creare il database di rilevamento e l'account di archiviazione di monitoraggio/archiviazione nella stessa area geografica del servizio BizTalk.
    Fare clic sulla freccia AVANTI.
  6. Immettere le impostazioni del database:
    Nome Disponibile quando nella schermata precedente è stata selezionata l'opzione Crea nuova istanza di database SQL.

    Immettere il nome di un database SQL da usare con il servizio BizTalk.
    Server Disponibile quando nella schermata precedente è stata selezionata l'opzione Crea nuova istanza di database SQL.

    Selezionare un server di database SQL esistente o crearne uno nuovo.
    Nome account di accesso del server Immettere il proprio nome utente di accesso.
    Password di accesso server Immettere la password di accesso.
    Area Disponibile quando è stata selezionata l'opzione Crea nuova istanza di database SQL. Selezionare l'area geografica per ospitare il database SQL.

Per completare la procedura guidata, fare clic sul segno di spunta. Viene visualizzata l'icona di avanzamento:
Icona di avanzamento visualizzata al termine

Al termine, viene creato il servizio BizTalk di Azure che sarà disponibile per le applicazioni. Le impostazioni predefinite sono sufficienti. Se si desidera modificare le impostazioni predefinite, selezionare SERVIZI BIZTALK nel pannello di navigazione sinistro e quindi selezionare il proprio servizio BizTalk. Altre impostazioni sono disponibili nelle schede Dashboard, Monitoraggio e Scalabilità in alto.

A seconda dello stato del servizio BizTalk, alcune operazioni potrebbero non essere completate. Per un elenco di queste operazioni, vedere Servizi BizTalk: Tabella degli stati del servizio.

Passaggi di post-provisioning

Installare il certificato in un computer locale

Come parte del provisioning del servizio BizTalk, un certificato autofirmato viene creato e associato alla sottoscrizione del servizio BizTalk. È necessario scaricare questo certificato e installarlo nei computer da cui si distribuiscono applicazioni del servizio BizTalk o si inviano messaggi all'endpoint del servizio BizTalk.

  1. Accedere al portale di Azure.
  2. Fare clic su SERVIZI BIZTALK nel riquadro di spostamento sinistro e quindi selezionare la sottoscrizione del servizio BizTalk.
  3. Selezionare la scheda Dashboard .
  4. Selezionare Scarica certificato SSL:
    Modificare un certificato SSL
  5. Fare doppio clic sul certificato ed eseguire la procedura guidata per installarlo. Assicurarsi di installare il certificato nell'archivio Autorità di certificazione radice attendibili .

Aggiungere un certificato per l'ambiente di produzione

Il certificato autofirmato creato automaticamente durante la creazione dei Servizi BizTalk è destinato all'uso solo negli ambienti di sviluppo. Per gli scenari di produzione, è necessario sostituirlo con un certificato di produzione.

  1. Nella scheda Dashboard fare clic su Aggiorna certificato SSL.
  2. Cercare il certificato SSL privato (NomeCertificato.pfx) che include il nome del servizio BizTalk, immettere la password e quindi fare clic sul segno di spunta.

Ottenere lo spazio dei nomi ACS

  1. Accedere al portale di Azure.
  2. Selezionare SERVIZI BIZTALK nel pannello di navigazione sinistro e quindi scegliere il servizio BizTalk.
  3. Nella barra delle applicazioni selezionare Informazioni di connessione:
    Selezionare Connection Information
  4. Copiare i valori di ACS.

Quando si distribuisce un progetto di servizio BizTalk da Visual Studio, si inserisce questo spazio dei nomi. Lo spazio dei nomi del servizio di controllo di accesso viene creato automaticamente per il servizio BizTalk.

I valori di ACS possono essere usati con qualsiasi applicazione. Dopo la creazione di Servizi BizTalk di Azure, lo spazio del nomi ACS controlla l'autenticazione con la distribuzione del servizio BizTalk. Se si vuole modificare la sottoscrizione o gestire lo spazio dei nomi, selezionare ACTIVE DIRECTORY nel riquadro di spostamento sinistro e quindi selezionare lo spazio dei nomi. Le opzioni sono elencate nella bassa delle applicazioni.

Facendo clic su Manage è possibile aprire il portale di gestione del servizio di controllo di accesso. Nel portale di gestione del controllo di accesso il servizio BizTalk usa le identità del servizio:
Identità del servizio di controllo di accesso nel portale di gestione del servizio

Le identità del servizio di controllo di accesso sono set di credenziali che consentono ad applicazioni o client di eseguire l'autenticazione direttamente con il servizio di controllo di accesso e di ricevere un token.

Importante

Il servizio BizTalk usa Owner come identità predefinita del servizio e il valore Password. Se si usa il valore della chiave simmetrica anziché il valore della password, potrebbe verificarsi un errore simile al seguente.

Non è stato possibile connettersi all'account di gestione del servizio di controllo di accesso con le credenziali specificate

Gestione dello spazio dei nomi del servizio di controllo di accesso sono fornite alcune linee guida e consigli utili.

Descrizione dei requisiti

Questi requisiti non si applicano all'edizione gratuita.

Elementi necessari Perché sono necessari
Sottoscrizione di Azure La sottoscrizione determina chi può accedere al portale di Azure. Il titolare dell'account crea la sottoscrizione nella pagina Sottoscrizioni Azure.

L'account Azure può avere più sottoscrizioni e può essere gestito da qualsiasi utente autorizzato. Il titolare di un account Azure crea, ad esempio, una sottoscrizione denominata SottoscrizioneServizioBizTalk e concede l'accesso alla sottoscrizione agli amministratori di BizTalk all'interno dell'azienda, ad esempio ContosoBTSAdmins@live.com. In questo scenario gli amministratori di BizTalk accedono al portale di Azure e hanno i diritti di amministratore completi per tutti i servizi ospitati nella sottoscrizione, inclusi i Servizi BizTalk di Azure. Gli amministratori di BizTalk non sono titolari dell'account Azure e pertanto non possono accedere alle informazioni di fatturazione.

Nell'articolo Gestire le sottoscrizioni e gli account di archiviazione nel portale di Azure sono disponibili altre informazioni.
Database SQL di Azure Archivia le tabelle, le visualizzazioni e le stored procedure usate dal servizio BizTalk, inclusi i dati di rilevamento.

Quando si crea un servizio BizTalk, è possibile usare un server di Azure SQL o un database SQL di Azure esistente oppure creare automaticamente un nuovo server o database.

La scalabilità del database SQL viene configurata automaticamente. In genere, la scalabilità predefinita è sufficiente per un servizio BizTalk. La modifica della scalabilità incide sui prezzi. Vedere Account e fatturazione nel database SQL di Azure

Note
  • Quando si crea un nuovo server SQL di Azure e un nuovo database, Servizi di Azure viene abilitato automaticamente. Il servizio BizTalk richiede che Servizi di Azure sia abilitato.
  • Se si crea un nuovo database SQL di Azure su un server SQL di Azure esistente, le regole del firewall del server non vengono modificate. Di conseguenza, è possibile che altri servizi di Azure non possano accedere ai database del server.
Spazio dei nomi del servizio di controllo di accesso di Azure Consente di eseguire l'autenticazione con Servizi BizTalk di Azure. Quando si distribuisce un progetto di servizio BizTalk da Visual Studio, si inserisce questo spazio dei nomi. Quando si crea un servizio BizTalk, lo spazio dei nomi del servizio di controllo di accesso viene creato automaticamente.
Account di archiviazione di Azure Consente l'accesso alle tabelle, ai BLOB e alle code usati dal servizio BizTalk per salvare quando indicato di seguito:
  • File di log che monitorano il servizio BizTalk. L'output del monitoraggio viene anche visualizzato nella scheda Monitoraggio del portale di Azure.
  • Quando si crea un contratto X12 o AS2 tra partner, è possibile abilitare la funzionalità di archiviazione per archiviare le proprietà dei messaggi. I dati vengono salvati nell'account di archiviazione.

Quando si crea un servizio BizTalk, è possibile usare un account di archiviazione esistente o crearne automaticamente uno nuovo.

Le impostazioni di archiviazione predefinite sono sufficienti per un servizio BizTalk.

Quando si crea un account di archiviazione, vengono create automaticamente una chiave primaria e una chiave secondaria. Queste chiavi controllano l'accesso all'account di archiviazione. Il servizio BizTalk utilizza automaticamente la chiave primaria.

Vedere Archiviazione per altre informazioni.
Certificato SSL privato Quando si crea un servizio BizTalk di Azure, viene creato anche un URL HTTPS che include il nome del servizio BizTalk. Questo URL viene configurato automaticamente per l'uso del certificato autofirmato solo per l'ambiente di sviluppo. Per l'ambiente di produzione, è necessario un certificato SSL privato.

Informazioni importanti sul certificato SSL

  • La data di scadenza del certificato deve essere inferiore ai 5 anni.
  • Tutti i certificati privati richiedono una password. Non dimenticare la password e, come procedura consigliata, condividerla con gli amministratori.
  • I certificati autofirmati possono essere utilizzati in ambienti di sviluppo/test. Quando si utilizzano certificati autofirmati, è necessario importare il certificato nell'archivio dei certificati personale e nell'archivio dei certificati delle autorità di certificazione radice disponibili nell'elenco locale.

Quando si invia la richiesta del certificato di produzione all'autorità di certificazione, specificare le proprietà del certificato seguenti:

  • Utilizzo chiavi avanzato. Servizi BizTalk di Azure richiede almeno l'autenticazione server.
  • Nome comune. Immettere il nome di dominio completo (FQDN) dell'URL del servizio BizTalk di Azure. Vedere Creare un servizio BizTalk in questo articolo.

È possibile aggiungere un nuovo certificato o un certificato diverso al termine della creazione del servizio BizTalk.

Connessioni ibride

Quando si crea un servizio BizTalk di Azure, è disponibile la scheda relativa alle connessioni ibride :

scheda per le connessioni ibride

Le connessioni ibride consentono la connessione di un sito Web o di un servizio mobile di Azure, a una risorsa locale che usa una porta TCP statica, ad esempio SQL Server, MySQL, API Web HTTP, Servizi mobili e la maggior parte dei servizi Web personalizzati. Le connessioni ibride e BizTalk Adapter Service presentano differenze. BizTalk Adapter Service viene usato per la connessione di Servizi BizTalk di a un sistema line-of-business locale.

Per altre informazioni, inclusa la creazione e la gestione di connessioni ibride, vedere Connessioni ibride .

Passaggi successivi

Dopo la creazione del servizio BizTalk, è possibile acquisire familiarità con le diverse schede Dashboard, Monitoraggio e Scalabilità di Servizi BizTalk. Il servizio BizTalk è pronto per le applicazioni. Per iniziare a creare applicazioni, vedere Servizi BizTalk di Azure.

Vedere anche