Precaricamento di risorse in un endpoint della rete CDN di Azure

Importante

Questa funzionalità è disponibile con prodotti della rete CDN di Azure fornita da Verizon (Standard e Premium). Non è supportata nella rete CDN di Azure fornita da Akamai. Per un confronto delle funzionalità della rete CDN, vedere Panoramica della rete per la distribuzione di contenuti (rete CDN) di Azure.

Per impostazione predefinita, gli asset vengono prima di tutto memorizzati nella cache quando vengono richiesti. Questo significa che la prima richiesta da ogni area potrebbe richiedere più tempo, poiché i server perimetrali non avranno il contenuto memorizzato nella cache e la richiesta dovrà essere inoltrata al server di origine. Il precaricamento del contenuto consente di evitare questa latenza della prima richiesta.

Oltre a fornire una migliore esperienza utente, il precaricamento di asset memorizzati nella cache può inoltre ridurre il traffico di rete sul server di origine.

Nota

Il precaricamento degli asset è utile per eventi di grandi dimensioni o contenuto che diventa disponibile contemporaneamente per un numero elevato di utenti, come ad esempio la nuova versione di un filmato o un aggiornamento software.

Questa esercitazione illustra in modo dettagliato il precaricamento di contenuto memorizzato nella cache in tutti i nodi perimetrali della rete CDN di Azure.

Procedura dettagliata

  1. Nel portale di Azurepassare al profilo di rete CDN contenente l'endpoint che si vuole precaricare. Viene visualizzato il pannello del profilo.
  2. Fare clic sull'endpoint nell'elenco. Viene visualizzato il pannello dell'endpoint.
  3. Nel pannello dell'endpoint della rete CDN fare clic sul pulsante Carica.

    Pannello dell'endpoint della rete CDN

    Viene visualizzato il pannello Carica.

    Pannello di caricamento della rete CDN

  4. Immettere il percorso completo di ogni asset da caricare, ad esempio /pictures/kitten.png, nella casella di testo Percorso .

    Suggerimento

    Dopo l'immissione di testo verranno visualizzate altre caselle di testo Percorso che consentono di compilare un elenco di più asset. È possibile eliminare gli asset dall'elenco facendo clic sul pulsante con i puntini di sospensione (...).

    I percorsi devono essere URL relativi che soddisfino l'espressione regolare seguente:

    Caricare un singolo percorso di file @"^(?:\/[a-zA-Z0-9-_.%=\u0020]+)+$";
    Caricare un singolo file con stringa di query @"^(?:\?[-_a-zA-Z0-9\/%:;=!,.\+'&\u0020]*)?$";

    Ogni asset deve avere il proprio percorso. Non esiste alcuna funzionalità con caratteri jolly per il pre-caricamento degli asset.

    Pulsante Carica

  5. Fare clic sul pulsante Carica .

    Pulsante Carica

Nota

Le richieste di caricamento sono limitate a un massimo di 10 al minuto per ogni profilo di rete CDN. Sono consentiti 50 percorsi per richiesta. Ogni percorso ha un limite di lunghezza di 1024 caratteri.

Vedere anche