Usare endpoint personalizzati e il routing dei messaggi per i messaggi da dispositivo a cloud

L'hub IoT consente di eseguire il routing dei messaggi da dispositivo a cloud agli endpoint per il servizio dellhub IoT in base alle proprietà dei messaggi. Le regole di routing offrono la flessibilità necessaria per inviare messaggi alle destinazioni desiderate, senza dover attivare altri servizi per elaborare i messaggi o scrivere codice aggiuntivo. Ogni regola di routing configurata ha le proprietà seguenti:

Proprietà Descrizione
Nome Il nome univoco che identifica la regola.
Origine L'origine del flusso dati su cui intervenire. Ad esempio, i dati di telemetria del dispositivo.
Condition L'espressione di query per la regola di routing che viene eseguita rispetto alle intestazione e al corpo del messaggio e usata per determinare se si tratti di una corrispondenza per l'endpoint. Per altre informazioni sulla creazione di una condizione di route, vedere il Riferimento: linguaggio query per dispositivi gemelli e processi.
Endpoint Il nome dell'endpoint dove l'hub IoT invia i messaggi corrispondenti alla condizione. Gli endpoint devono trovarsi nella stessa area dell'hub IoT, in caso contrario potrebbero essere addebitati dei costi per le scritture tra aree.

Un singolo messaggio può corrispondere alla condizione su più regole di routing. In questo caso, l'hub IoT invia il messaggio all'endpoint associato a ciascuna regola corrispondente. L'hub IoT deduplica automaticamente la consegna dei messaggi, quindi se uno di questi corrisponde a più regole che hanno tutte la stessa destinazione, verrà scritto in quella destinazione una sola volta.

Un hub IoT dispone di un endpoint predefinito. È possibile creare endpoint personalizzati per indirizzare i messaggi collegando all'hub gli altri servizi nella sottoscrizione. L'hub IoT supporta attualmente l'Hub eventi, le code e gli argomenti del bus di servizio come endpoint personalizzati.

Avviso

Le code del bus di servizio e gli argomenti che hanno abilitato con Sessioni o Rilevamento duplicati non sono supportati come endpoint personalizzati.

Per altre informazioni sulla creazione di endpoint personalizzati nell'hub IoT, vedere Endpoint dell'hub IoT.

Per altre informazioni sulla lettura da endpoint personalizzati, vedere:

Passaggi successivi

Per altre informazioni sugli endpoint dell'hub IoT, vedere Endpoint dell'hub IoT.

Per altre informazioni sul linguaggio di query che è possibile per definire le regole di routing, vedere Linguaggio di query dell'hub IoT per dispositivi gemelli, processi e routing dei messaggi.

L'esercitazione Elaborare messaggi da dispositivo a cloud dell'hub IoT usando i route illustra come usare le regole di routing e gli endpoint personalizzati.