Panoramica della gestione dei dispositivi con l'hub IoT

Introduzione

L'hub IoT di Azure fornisce le funzionalità e un modello di estendibilità che consentono agli sviluppatori di dispositivi e sistemi di back-end di creare soluzioni affidabili per la gestione dei dispositivi. I dispositivi spaziano da sensori vincolati e microcontroller a scopo singolo, a potenti gateway che instradano le comunicazioni per gruppi di dispositivi. Inoltre, i casi d'uso e i requisiti per gli operatori IoT variano notevolmente all'interno dei diversi settori. Nonostante questa variabilità, la gestione dei dispositivi con l'hub IoT fornisce le funzionalità, i modelli e le librerie di codice necessari per soddisfare un insieme eterogeneo di dispositivi e utenti finali.

Una parte essenziale della creazione di una soluzione IoT enterprise è offrire una strategia per la gestione continuativa della raccolta di dispositivi da parte degli operatori. Gli operatori IoT necessitano di strumenti e applicazioni semplici e affidabili che consentano di concentrarsi sugli aspetti più strategici del loro lavoro. Questo articolo include:

  • Una rapida panoramica sull'approccio dell'hub IoT di Azure alla gestione dei dispositivi.
  • Una descrizione dei comuni principi di gestione dei dispositivi.
  • Una descrizione del ciclo di vita dei dispositivi.
  • Una panoramica sui comuni modelli di gestione dei dispositivi.

Principi di gestione dei dispositivi

All'IoT è associato un esclusivo insieme di sfide di gestione dei dispositivi e ogni soluzione aziendale deve tenere in considerazione i principi riportati di seguito:

Grafico dei principi di gestione dei dispositivi

  • Scalabilità e automazione: le soluzioni IoT richiedono strumenti semplici per automatizzare le attività di routine e consentire a uno staff operativo relativamente ridotto di gestire milioni di dispositivi. Quotidianamente, gli operatori si aspettano di gestire le operazioni dei dispositivi in remoto e in blocco ricevendo avvisi solo quando si verificano problemi che richiedono attenzione diretta.
  • Apertura e compatibilità: l'ecosistema dei dispositivi è molto eterogeneo. Gli strumenti di gestione devono essere ottimizzati per gestire una vasta gamma di protocolli, piattaforme e classi di dispositivi. È necessario che gli operatori possano supportare molti tipi di dispositivi, dai più limitati chip incorporati per singoli processi a computer potenti e dotati di funzionalità complete.
  • Riconoscimento del contesto: gli ambienti IoT sono dinamici e in continua evoluzione. L'affidabilità del servizio è fondamentale. Le operazioni di gestione dei dispositivi devono tener conto dei fattori seguenti perché i tempi di inattività per la manutenzione non influiscano su operazioni aziendali critiche o creino condizioni di pericolo:
    • Finestre di manutenzione del contratto di servizio
    • Stato di rete e di alimentazione
    • Condizioni in uso
    • Georilevazione dei dispositivi
  • Servizio per diversi ruoli: il supporto degli esclusivi processi e flussi di lavoro dei ruoli operativi dell'IoT è essenziale. Il personale operativo deve poter lavorare in armonia con i vincoli specificati dei reparti IT interni. Inoltre, deve trovare modi sostenibili per segnalare informazioni operative sui dispositivi in tempo reale ai supervisori e agli altri ruoli di gestione aziendale.

Ciclo di vita dei dispositivi

Esistono alcune fasi generali per la gestione dei dispositivi, comuni a tutti i progetti ioT enterprise. In IoT di Azure, ci sono cinque fasi nel ciclo di vita dei dispositivi:

Le cinque fasi del ciclo di vita dei dispositivi Azure IoT: pianificazione, provisioning, configurazione, monitoraggio e ritiro

Ciascuna di queste cinque fasi prevede diversi requisiti per gli operatori dei dispositivi che devono essere soddisfatte per fornire una soluzione completa:

Modelli di gestione dei dispositivi

L'hub IoT supporta il set seguente di modelli di gestione dei dispositivi. Le esercitazioni sulla gestione dei dispositivi illustrano con maggior dettagli come estendere questi modelli per adattarli perfettamente allo scenario e come progettare nuovi modelli basati sui modelli di base.

  • Riavvio: l'app back-end usa un metodo diretto per comunicare al dispositivo che è stato avviato un riavvio. Il dispositivo usa le proprietà segnalate per aggiornare lo stato di riavvio del dispositivo.

    Grafico del modello di riavvio della gestione dei dispositivi

  • Ripristino delle impostazioni predefinite: l'app back-end usa un metodo diretto per comunicare al dispositivo che è stato avviato un ripristino delle impostazioni predefinite. Il dispositivo usa le proprietà segnalate per aggiornare lo stato del ripristino delle impostazioni predefinite del dispositivo.

    Grafico del modello di ripristino delle impostazioni predefinite della gestione dei dispositivi

  • Configurazione: l'app back-end usa le proprietà specificate per configurare il software in esecuzione nel dispositivo. Il dispositivo usa le proprietà segnalate per aggiornare lo stato di configurazione del dispositivo.

    Grafico del modello di configurazione della gestione dei dispositivi

  • Aggiornamento del firmware: l'app back-end usa un metodo diretto per comunicare al dispositivo che è stato avviato un aggiornamento del firmware. Il dispositivo avvia un processo in più passaggi per scaricare l'immagine del firmware, applicarla e infine riconnettersi al servizio hub IoT. Durante i diversi passaggi di questo processo, il dispositivo usa le proprietà segnalate per aggiornare avanzamento e stato del dispositivo.

    Grafico del modello di aggiornamento del firmware della gestione dei dispositivi

  • Creazione di report sull'avanzamento e sullo stato: la soluzione back-end esegue query sui dispositivi gemelli in un set di dispositivi per creare report sullo stato e sull'avanzamento delle azioni in esecuzione nei dispositivi.

    Grafico del modello di creazione di report sull'avanzamento e sullo stato della gestione dei dispositivi

Passaggi successivi

Le funzionalità, i modelli e le librerie di codice forniti dall'hub IoT per la gestione dei dispositivi consentono di creare applicazioni IoT che soddisfano i requisiti dell'operatore IoT enterprise in ogni fase del ciclo di vita dei dispositivi.

Per altre informazioni sulle funzionalità di gestione dei dispositivi nell'hub IoT, vedere l'esercitazione Get started with device management (Introduzione alla gestione dei dispositivi).