Eseguire lo strumento di pianificazione della capacità di Hyper-V per Site Recovery

Come parte della distribuzione di Azure Site Recovery, è necessario determinare i requisiti di replica e di larghezza di banda. Lo strumento di pianificazione della capacità di Hyper-V per Site Recovery offre le funzionalità necessarie, in relazione alla replica di macchine virtuali Hyper-V.

Questo articolo descrive come eseguire lo strumento di pianificazione della capacità di Hyper-V. Questo strumento deve essere usato con le informazioni contenute nell'articolo relativo alla pianificazione della capacità per Site Recovery.

Prima di iniziare

Si esegue lo strumento su un server Hyper-V o su un nodo cluster nel sito primario. Per eseguire lo strumento, il server host Hyper-V richiede:

  • Sistema operativo: Windows Server 2012 o 2012 R2
  • Memoria: 20 MB (minimo)
  • CPU: sovraccarico del 5% (minimo)
  • Spazio su disco: 5 MB (minimo)

Prima di eseguire lo strumento, è necessario preparare il sito primario. Se si sta eseguendo la replica tra due siti locali e si vuole controllare la larghezza di banda, è necessario preparare anche un server di replica.

Passaggio 1: Preparare il sito primario

  1. Nel sito primario creare un elenco di tutte le VM Hyper-V da replicare e degli host/cluster Hyper-V in cui si trovano. Lo strumento può essere eseguito per più host autonomi o per un singolo cluster, ma non per entrambi. Deve anche essere eseguito separatamente per ogni sistema operativo, quindi è consigliabile raccogliere informazioni sui server Hyper-V come indicato di seguito:

    • Server autonomi Windows Server 2012
    • Cluster Windows Server 2012
    • Server autonomi Windows Server 2012 R2
    • Cluster Windows Server 2012 R2
  2. Abilitare l'accesso remoto a WMI in tutti gli host e cluster Hyper-V. Eseguire questo comando in ogni server/cluster per verificare che le regole del firewall e le autorizzazioni utente siano impostate:

     netsh firewall set service RemoteAdmin enable
    
  3. Abilitare il monitoraggio delle prestazioni su server e cluster, come indicato di seguito:

    • Aprire Windows Firewall con lo snap-in Sicurezza avanzata e quindi abilitare le regole in ingresso seguenti: Accesso alla rete COM+ (DCOM-In) e tutte le regole nel gruppo Gestione remota registro eventi.

Passaggio 2: Preparare un server di replica (replica da locale a locale)

Questo passaggio non è necessario se si sta eseguendo la replica in Azure.

È consigliabile configurare un solo host Hyper-V come server di ripristino per potervi replicare una VM fittizia e controllare così la larghezza di banda. È possibile saltare questo passaggio, ma in tal caso non si potrà misurare la larghezza di banda.

  1. Per usare un nodo cluster come replica, configurare il Gestore di replica Hyper-V:

    • In Server Manager aprire Gestione cluster di Failover.
    • Connettersi al cluster, evidenziare il nome del cluster e fare clic su Azioni > Configura ruolo per aprire la Configurazione guidata disponibilità elevata.
    • In Selezione ruolo fare clic su Gestore di replica Hyper-V. Nella procedura guidata specificare un nome NetBIOS e un indirizzo IP da usare come punto di connessione con il cluster (denominato punto di accesso client). Il Gestore di replica Hyper-V verrà configurato con il nome di un punto di accesso client di cui è meglio prendere nota.
    • Verificare che il ruolo Gestore di replica Hyper-V sia connesso online correttamente e che possa eseguire il failover tra tutti i nodi del cluster. A tale scopo, fare clic con il pulsante del mouse sul ruolo, scegliere Sposta e quindi fare clic su Seleziona nodo. Selezionare un nodo e quindi fare clic su OK.
    • Se si usa l'autenticazione basata su certificato, verificare che ogni nodo del cluster e il punto di accesso client abbiano tutti il certificato installato.
  2. Abilitare un server di replica:

    • Per un cluster aprire Gestione cluster di failover, connettersi al cluster, fare clic su Ruoli, selezionare il ruolo e quindi fare clic su Impostazioni di replica > Enable this cluster as a Replica server (Abilita questo cluster come server di replica). Se si usa un cluster come replica, il ruolo Gestore di replica Hyper-V deve essere presente nel cluster anche nel sito primario.
    • Per un server autonomo, aprire la Console di gestione di Hyper-V. Nel riquadro Azioni fare clic su Impostazioni Hyper-V per il server da abilitare e in Configurazione replica fare clic Enable this computer as a Replica server (Abilita questo computer come server di replica).
  3. Configurare l'autenticazione:

    • In Autenticazione e porte selezionare la modalità di autenticazione del server primario e le porte di autenticazione. Se si usa un certificato, fare clic su Seleziona certificato per selezionarne uno. Usare Kerberos se gli host Hyper-V primario e di ripristino si trovano nello stesso dominio o in domini attendibili. Usare i certificati per domini diversi o la distribuzione in un gruppo di lavoro.
    • In Autorizzazione e spazi di archiviazione consentire a qualsiasi server (primario) autenticato di inviare dati di replica al server di replica.

    • Eseguire netsh http show servicestate per controllare che il listener sia in esecuzione per il protocollo e la porta specificati:
  4. Configurare i firewall. Durante l'installazione di Hyper-V, vengono create regole del firewall per consentire il traffico sulle porte predefinite (HTTPS su 443, Kerberos su 80). Abilitare queste regole come indicato di seguito:
    • Autenticazione del certificato in un cluster (443): Get-ClusterNode | ForEach-Object {Invoke-command -computername \$\_.name -scriptblock {Enable-Netfirewallrule -displayname "Hyper-V Replica HTTPS Listener (TCP-In)"}}
    • Autenticazione Kerberos nel cluster (80): Get-ClusterNode | ForEach-Object {Invoke-command -computername \$\_.name -scriptblock {Enable-Netfirewallrule -displayname "Hyper-V Replica HTTP Listener (TCP-In)"}}
    • Autenticazione del certificato in un server autonomo: Enable-Netfirewallrule -displayname "Hyper-V Replica HTTPS Listener (TCP-In)"
    • Autenticazione Kerberos in un server autonomo: Enable-Netfirewallrule -displayname "Hyper-V Replica HTTP Listener (TCP-In)"

Passaggio 3: Eseguire lo strumento di pianificazione della capacità

Dopo aver preparato il sito primario e aver configurato un server di ripristino, è possibile eseguire lo strumento.

  1. Scaricare lo strumento dall'Area download Microsoft.
  2. Eseguire lo strumento da uno dei server primari (o uno dei nodi del cluster primario). Il pulsante destro del file .exe e quindi scegliere Esegui come amministratore.
  3. In Before you begin (Prima di iniziare) specificare per quanto tempo raccogliere i dati. È consigliabile eseguire lo strumento durante l'orario di produzione per essere certi che i dati siano rappresentativi. Se si sta cercando solo di convalidare la connettività di rete, è possibile raccoglierli solo per un minuto.

  4. In Primary site details (Dettagli sito primario) specificare il nome del server o il nome di dominio completo per un host autonomo oppure, per un cluster, specificare il nome di dominio completo del punto di accettazione client, il nome del cluster o qualsiasi nodo nel cluster e quindi fare clic su Next (Avanti). Lo strumento rileva automaticamente il nome del server su cui è in esecuzione. Lo strumento seleziona le VM che possono essere monitorate per i server specificati.

  5. Se si sta eseguendo la replica in Azure oppure si sta eseguendo la replica in un data center secondario e non si è configurato un server di replica, in Replica Site Details (Dettagli sito di replica) selezionare Skip tests involving replica site (Ignora test con sito di replica). Se si sta eseguendo la replica in un centro dati secondario e si è configurato un tipo di replica, digitare il nome di dominio completo del server autonomo o il punto di accettazione client per il cluster in Server name (or) Hyper-V Replica Broker CAP (Nome server o punto di accesso client Gestore di replica Hyper-V).

  6. In Extended Replica Details (Dettagli replica estesa) abilitare Skip the tests involving Extended Replica site (Ignora test con sito di replica estesa). Questi test non sono supportati da Site Recovery.
  7. In Choose VMs to Replicate (Scegli VM da replicare) lo strumento si connette al server o al cluster e visualizza le VM e i dischi in esecuzione nel server primario, in base alle impostazioni specificate nella pagina Primary Site Details (Dettagli sito primario). Le VM già abilitate per la replica o non in esecuzione non verranno visualizzate. Selezionare le VM per cui raccogliere le metriche. Selezionando i VHD, i dati vengono automaticamente raccolti anche per le VM.
  8. Se si è configurato un cluster o un server di replica, in Network information (Informazioni di rete) specificare la larghezza di banda approssimativa della rete WAN che si ritiene verrà usata tra i siti primario e di replica e selezionare i certificati, se si è configurata l'autenticazione del certificato.

  9. In Summary (Riepilogo) controllare le impostazioni e fare clic su Next (Avanti) per iniziare a raccogliere le metriche. L'avanzamento e lo stato dello strumento vengono visualizzati nella pagina Calculate Capacity . Al termine dell'esecuzione, fare clic su View Report (Visualizza report) per visualizzare l'output. Per impostazione predefinita, i report e i log vengono archiviati in %systemdrive%\Users\Public\Documents\Capacity Planner.

Passaggio 4: Interpretazione dei risultati

Ecco le metriche importanti: È possibile ignorare le metriche non elencate qui. Non sono rilevanti per Site Recovery.

Replica da sito locale a sito locale

  • Impatto della replica nella capacità di elaborazione di memoria dell'host primari.
  • Impatto della replica sullo spazio su disco di archiviazione dell'host di ripristino primario, in IOPS
  • Larghezza di banda totale necessaria per la replica delta (Mbps)
  • Larghezza di banda di rete osservata tra l'host primario e l'host di ripristino (Mbps)
  • Suggerimenti per il numero ideale di trasferimenti paralleli attivi tra due host/cluster

Replica da sito locale ad Azure

  • Impatto della replica nella capacità di elaborazione di memoria dell'host primari.
  • Impatto della replica sullo spazio su disco di archiviazione dell'host primario, in IOPS
  • Larghezza di banda totale necessaria per la replica delta (Mbps)

Altre risorse

  • Per informazioni dettagliate sullo strumento, vedere il documento che ne accompagna il download.
  • Guardare una procedura dettagliata dello strumento nel blog TechNetdi Keith Mayer.
  • Ottenere i risultati dei test di prestazioni per la replica Hyper-V da sito locale a sito locale

Passaggi successivi

Dopo aver completato la pianificazione della capacità, iniziare la distribuzione di Site Recovery: