Eseguire la migrazione dei dati di blocco ad Azure con Cirrus Migrate Cloud

Cirrus Migrate Cloud (CMC) consente la migrazione del disco da un sistema di archiviazione esistente o da un cloud ad Azure. La migrazione continua mentre il sistema originale è ancora in funzione. Questo articolo presenta la metodologia per configurare ed eseguire correttamente la migrazione.

La soluzione usa agenti di migrazione distribuiti eseguiti in ogni host. Gli agenti consentono connessioni da host a host dirette. Ogni migrazione da host a host è indipendente, che rende la soluzione infinitamente scalabile. Non sono presenti colli di bottiglia centrali per il flusso di dati. La migrazione usa la tecnologia cMotion™ per garantire nessun effetto sulla produzione.

Casi d'uso della migrazione

Questo documento illustra un caso di migrazione generico per lo spostamento di un'applicazione da una macchina virtuale a una macchina virtuale in Azure. La macchina virtuale può essere locale o in un altro provider di servizi cloud. Per le guide dettagliate in vari casi d'uso, vedere i collegamenti seguenti:

Cirrus Migrate Cloud Components

Cirrus Migrate Cloud è costituito da più componenti:

  • La funzionalità cMotion™ di CMC esegue un cut-over a livello di archiviazione da un'origine al cloud di destinazione senza tempi di inattività per l'host di origine. cMotion™ viene usato per scorrere il carico di lavoro dal disco di origine FC o iSCSI originale al nuovo disco gestito di Azure di destinazione.

  • Il portale di gestione basato sul Web è la gestione basata sul Web come servizio. Consente agli utenti di gestire la migrazione e proteggere qualsiasi risorsa di archiviazione a blocchi. Il portale di gestione basato sul Web fornisce interfacce per tutte le configurazioni, la gestione e le attività amministrative delle applicazioni CMC.

    Screenshot of C M C Portal with the menu tabs, fields for the tab, and migration project owner called out.

Guida all'implementazione

Seguire le procedure consigliate di Azure per implementare una nuova macchina virtuale. Per altre informazioni, vedere Guida introduttiva.

Prima di avviare la migrazione, verificare che siano stati soddisfatti i prerequisiti seguenti:

  • Verificare che il sistema operativo in Azure sia concesso in licenza correttamente.
  • Verificare l'accesso alla macchina virtuale di Azure.
  • Verificare che la licenza dell'applicazione o del database sia disponibile per l'esecuzione in Azure.
  • Controllare l'autorizzazione per allocare automaticamente le dimensioni del disco di destinazione.
  • Assicurarsi che il disco gestito sia uguale o maggiore del disco di origine.
  • Assicurarsi che l'origine o la macchina virtuale di destinazione disponga di una porta aperta per consentire la connessione H2H.

Seguire questa procedura di implementazione:

  1. Preparare la macchina virtuale di Azure. La macchina virtuale deve essere completamente implementata. Dopo aver eseguito la migrazione dei dischi dati, l'host di destinazione può avviare immediatamente l'applicazione e portarla online. Lo stato dei dati corrisponde all'origine quando è stato arrestato secondi fa. CMC non esegue la migrazione del disco del sistema operativo dall'origine alla destinazione.

  2. Preparare l'applicazione nella macchina virtuale di Azure. In questo esempio l'origine è host Linux. Può eseguire qualsiasi applicazione utente che accede alla rispettiva risorsa di archiviazione BSD. Questo esempio usa un'applicazione di database in esecuzione nell'origine usando un disco da 1 GiB come dispositivo di archiviazione di origine. Tuttavia, è possibile usare qualsiasi applicazione. Configurare una macchina virtuale in Azure pronta per essere usata come macchina virtuale di destinazione. Assicurarsi che la configurazione delle risorse e il sistema operativo siano compatibili con l'applicazione e siano pronti per ricevere la migrazione dall'origine usando il portale cmc. I dispositivi di archiviazione a blocchi di destinazione vengono allocati e creati automaticamente durante il processo di migrazione.

  3. Iscriversi per l'account CMC. Per ottenere un account CMC, seguire la pagina di supporto per istruzioni su come ottenere un account. Per altre informazioni, vedere Modello di licenza.

  4. Creare un Project di migrazione. Il progetto riflette le caratteristiche di migrazione, il tipo, il proprietario della migrazione e tutti i dettagli necessari per definire le operazioni.

    Screenshot shows the Create New Project dialog.

  5. Definire i parametri del progetto di migrazione. Usare il portale basato sul Web cmc per configurare la migrazione definendo i parametri: origine, destinazione e altri parametri.

  6. Installare gli agenti cmc di migrazione negli host di origine e di destinazione. Usando il portale di gestione basato sul Web cmc, selezionare Deploy Cirrus Migrate Cloud (Distribuisci Cirrus Migrate Cloud ) per ottenere il curl comando per New Installation (Nuova installazione). Eseguire il comando nell'interfaccia della riga di comando di origine e di destinazione.

  7. Creare una connessione bidirezionale tra gli host di origine e di destinazione. Usare la scheda H2H nel portale di gestione basato sul Web cmc. Selezionare Crea nuova connessione. Selezionare il dispositivo usato dall'applicazione, non il dispositivo usato dal sistema operativo Linux.

    Screenshot that shows list of deployed hosts.

    Screenshot that shows list of host-to-host connections.

    Screenshot that shows list of migrated devices.

  8. Avviare la migrazione alla macchina virtuale di destinazione usando Eseguire la migrazione dei volumi host dal portale di gestione basato sul Web cmc. Seguire le istruzioni per la posizione remota. Usare il portale cmc per allocare automaticamente i volumi di destinazione a destra dello schermo.

  9. Aggiungere le credenziali di Azure per consentire il provisioning della connettività e del disco usando la scheda Integrazioni nel portale di CMC. Compilare i campi obbligatori usando i valori della società privata per Azure: Nome integrazione, ID tenant, ID client/applicazione e segreto. Selezionare Salva.

    Screenshot that shows entering Azure credentials.

    Per informazioni dettagliate sulla creazione di un'applicazione Azure AD, vedere le istruzioni dettagliate. Creando e registrando l'applicazione Azure AD per CMC, si abilita la creazione automatica di Azure Managed Disks nella macchina virtuale di destinazione.

    Nota

    Poiché è stata selezionata l'opzione Allocare automaticamente i volumi di destinazione nel passaggio precedente, non selezionarla di nuovo per una nuova allocazione. Selezionare invece Continua.

Guida alla migrazione

Dopo aver selezionato Salva nel passaggio precedente, viene visualizzata la finestra Nuova sessione di migrazione . Compilare i campi:

  • Descrizione sessione: fornire una descrizione significativa.
  • Intervallo di risincronizzazione automatica: abilitare la migrazione pianificare.
  • Usare iQoS per selezionare l'effetto della migrazione nell'ambiente di produzione:
    • La velocità di migrazione minima viene limitata al 25% della larghezza di banda disponibile.

    • Modera la velocità di migrazione al 50% della larghezza di banda disponibile.

    • Una limitazione aggressiva della velocità di migrazione raggiunge il 75% della larghezza di banda disponibile.

    • La migrazione non viene limitata.

      Screenshot that shows options for iQoS settings.

Selezionare Crea sessione per avviare la migrazione.

Dall'inizio della sincronizzazione iniziale della migrazione fino all'avvio di cMotion, non è necessario interagire con CMC. È possibile monitorare lo stato corrente, i volumi di sessione e tenere traccia delle modifiche usando il dashboard.

Screenshot that shows monitoring progress.

Durante la migrazione, è possibile osservare i blocchi modificati nel dispositivo di origine selezionando la mappa dei dati modificati.

Screenshot that shows changed data map.

I dettagli su iQoS mostrano i blocchi sincronizzati e lo stato della migrazione. Mostra anche che non c'è alcun effetto sull'I/O di produzione.

Screenshot that shows iQoS details.

Spostamento del carico di lavoro in Azure con cMotion

Al termine della sincronizzazione iniziale, preparare lo spostamento del carico di lavoro dal disco di origine al disco gestito di Azure di destinazione usando cMotion™.

Avviare cMotion™

A questo punto, i sistemi sono pronti per il cut-over della migrazione di cMotion™.

Nel portale di CMS selezionare Trigger cMotion using Session (Trigger cMotion™ using Session) per passare il carico di lavoro dall'origine al disco di destinazione. Per verificare se il processo è stato completato, è possibile usare iostato un comando equivalente. Passare al terminale nella macchina virtuale di Azure ed eseguire iostat /dev/<device_name>, ad esempio /dev/sdc. Si noti che le operazioni di I/O vengono scritte dall'applicazione nel disco di destinazione nel cloud di Azure.

Screenshot that shows current monitoring status.

In questo stato, il carico di lavoro può essere spostato nuovamente nel disco di origine in qualsiasi momento. Se si vuole ripristinare la macchina virtuale di produzione, selezionare Azioni sessione e selezionare l'opzione Revert cMotion™ . È possibile tornare indietro e indietro quante volte si vuole mentre l'applicazione è in esecuzione all'host/macchina virtuale di origine.

Quando è necessario eseguire il cut-over finale alla macchina virtuale di destinazione, seguire questa procedura:

  1. Selezionare Azioni sessione.
  2. Selezionare l'opzione Finalize Cutover per bloccare il cut-over nella nuova macchina virtuale di Azure e disabilitare l'opzione per rimuovere il disco di origine.
  3. Arrestare qualsiasi altra applicazione in esecuzione nell'host di origine per il cut-over finale dell'host.

Spostare l'applicazione nella macchina virtuale di destinazione

Dopo aver completato il cut-over, l'applicazione deve essere passata alla nuova macchina virtuale. A tale scopo, seguire questa procedura:

  1. Arrestare l'applicazione.
  2. Smontare il dispositivo migrato.
  3. Montare il nuovo dispositivo migrato nella macchina virtuale di Azure.
  4. Avviare la stessa applicazione nella macchina virtuale di Azure nel nuovo disco migrato.

Verificare che qui non siano presenti dispositivi I/O che andranno ad ospitare gli host di origine eseguendo il comando nell'host iostat di origine. L'esecuzione iostat nella macchina virtuale di Azure mostra che I/O è in esecuzione nel terminale della macchina virtuale di Azure.

Completare la sessione di migrazione in CMC GUI

Il passaggio di migrazione viene completato quando tutti gli I/O sono stati reindirizzati ai dispositivi di destinazione dopo aver attivato cMotion™. È ora possibile chiudere la sessione usando Azioni sessione. Selezionare Elimina sessione per chiudere la sessione di migrazione. Come ultimo passaggio, rimuovere gli agenti cloud Cirrus Migrate dall'host di origine e dalla macchina virtuale di Azure. Per eseguire la disinstallazione, ottenere il comando Disinstalla curl dal pulsante Distribuisci Cirrus Migrate Cloud . L'opzione è nella sezione Host del portale.

Dopo aver rimosso gli agenti, la migrazione è completamente completata. Ora l'applicazione di origine è in esecuzione nella macchina virtuale di Azure di destinazione con dischi montati in locale.

Supporto

Come aprire un caso con Azure

Nella portale di Azure cercare supporto nella barra di ricerca nella parte superiore. Selezionare Guida e supportonuova richiesta di supporto>.

Supporto di Cirrus coinvolgente

Nel portale di CMC selezionare La scheda Help Center nel portale di CMC per contattare il supporto di Cirrus Data Solutions oppure passare al sito Web CDSI e inviare una richiesta di supporto.

Passaggi successivi