Distribuire un dispositivo StorSimple locale (aggiornamento 3 e successivi)

Panoramica

Benvenuti nella distribuzione del dispositivo Microsoft Azure StorSimple. Queste esercitazioni per la distribuzione si applicano all'aggiornamento 3 o successivi di StorSimple serie 8000. Questa serie di esercitazioni include un elenco di controllo della configurazione, di prerequisiti di configurazione e i passaggi di configurazione dettagliati per il dispositivo StorSimple.

Le informazioni contenute in queste esercitazioni prevedono che siano state esaminate le precauzioni di sicurezza e che il dispositivo StorSimple sia stato disimballato, installato e cablato. Se occorre eseguire tali attività, iniziare con la revisione di precauzioni di sicurezza. Seguire le istruzioni specifiche per il dispositivo per disimballare, montare su rack e cablare il dispositivo.

Per completare il processo di installazione e configurazione sono necessari privilegi di amministratore. Si consiglia di esaminare l'elenco di controllo di pre-installazione prima di iniziare. Il processo di distribuzione e configurazione può richiedere parecchio tempo.

Nota

Le informazioni sulla distribuzione di StorSimple pubblicate nel sito Web di Microsoft Azure si applicano solo ai dispositivi di StorSimple serie 8000. Per informazioni complete sui dispositivi serie 7000, vedere: http://onlinehelp.storsimple.com/. Per informazioni sulla distribuzione della serie 7000, vedere la Guida introduttiva al sistema StorSimple.

Passaggi di distribuzione

Eseguire questi passaggi obbligatori per configurare il dispositivo StorSimple e connetterlo al servizio Gestione dispositivi StorSimple. Oltre ai passaggi necessari sono disponibili passaggi facoltativi e procedure che possono essere necessarie durante la distribuzione. Le istruzioni dettagliate di distribuzione indicano quando è necessario eseguire ciascuno di questi passaggi facoltativi.

Passaggio Descrizione
PREREQUISITI Devono essere completati per preparare la successiva distribuzione.
Elenco di controllo configurazione della distribuzione Usare questo elenco di controllo per raccogliere e registrare informazioni prima e durante la distribuzione.
Prerequisiti di distribuzione Questi confermano che l'ambiente è pronto per la distribuzione.
DISTRIBUZIONE PASSO PER PASSO Questi passaggi sono necessari per distribuire il dispositivo StorSimple nell'ambiente di produzione.
Passaggio 1: Creare un nuovo servizio Impostare Gestione cloud e archiviazione per il dispositivo StorSimple. Ignorare questo passaggio se si dispone di un servizio esistente per altri dispositivi StorSimple.
Passaggio 2: Ottenere la chiave di registrazione del servizio Questa chiave viene utilizzata per registrare e connettere il dispositivo StorSimple con il servizio di gestione.
Passaggio 3: Configurare e registrare il dispositivo tramite Windows PowerShell per StorSimple Per completare la configurazione usando il servizio di gestione, connettere il dispositivo alla rete e registrarlo con Azure.
Passaggio 4: Completare l'installazione minima del dispositivo
Facoltativo: aggiornare il dispositivo StorSimple
Utilizzare il servizio di gestione per completare l'installazione del dispositivo e abilitarlo per fornire l'archiviazione.
Passaggio 5: Creare un contenitore di volumi Creare un contenitore di volumi di provisioning. Un contenitore di volumi dispone di account di archiviazione, larghezza di banda e impostazioni di crittografia per tutti i volumi in esso contenuti.
Passaggio 6: Creare un volume Effettuare il provisioning di volumi di archiviazione nel dispositivo StorSimple per i server.
Passaggio 7: Montare, inizializzare e formattare un volume
Facoltativo: Configurare MPIO
Connettere i server all'archiviazione iSCSI fornita dal dispositivo. Facoltativamente, è possibile configurare MPIO per assicurarsi che i server possano di tollerare errori di collegamento, rete e interfaccia.
Passaggio 8: Eseguire un backup Impostare criteri di backup per proteggere i dati
ALTRE PROCEDURE Potrebbe essere necessario fare riferimento a queste procedure quando si distribuisce la soluzione.
Configurare un nuovo account di archiviazione per il servizio
Utilizzare PuTTY per connettersi alla console seriale del dispositivo
Ottenere il nome qualificato iSCSI di un host di Windows Server
Creazione di un backup manuale

Elenco di controllo configurazione della distribuzione

Prima di distribuire il dispositivo, è necessario raccogliere informazioni per configurare il software sul dispositivo StorSimple. La preparazione di alcune di queste informazioni in anticipo consente di semplificare il processo di distribuzione del dispositivo StorSimple nell'ambiente. Scaricare e utilizzare questo elenco di controllo per annotare i dettagli di configurazione quando si distribuisce il dispositivo.

Prerequisiti di distribuzione

Le sezioni seguenti illustrano i prerequisiti di configurazione per il servizio Gestione dispositivi StorSimple e per il dispositivo StorSimple.

Per il servizio Gestione dispositivi StorSimple

Prima di iniziare, verificare che:

  • Si dispone dell'account Microsoft con credenziali di accesso.
  • Si dispone dell'account di archiviazione di Microsoft Azure con credenziali di accesso.
  • La sottoscrizione di Microsoft Azure è abilitata per il servizio Gestione dispositivi StorSimple. La sottoscrizione deve essere acquistata tramite il Contratto Enterprise.
  • È possibile accedere a un software di emulazione terminal, ad esempio PuTTY.

Per il dispositivo nel centro dati

Prima di configurare il dispositivo, assicurarsi che il dispositivo sia completamente disimballato, montato su un rack e cablato per l’alimentazione, la rete e l’accesso seriale come descritto in:

Per la rete nel datacenter

Prima di iniziare, verificare che:

DISTRIBUZIONE PASSO PER PASSO

Utilizzare le seguenti istruzioni dettagliate per distribuire il dispositivo StorSimple nel datacenter.

Passaggio 1: Creare un nuovo servizio

Un servizio Gestione dispositivi StorSimple può gestire più dispositivi StorSimple. Eseguire i passaggi seguenti per creare una nuova istanza del servizio Gestione dispositivi StorSimple.

Per creare un nuovo servizio

  1. Usare le credenziali dell'account Microsoft per accedere al portale di Azure.

  2. Nel Portale di Azure fare clic su + e quindi nel marketplace fare clic su Vedi tutto.

    Creare Gestione dispositivi StorSimple

    Cercare StorSimple Physical (Dispositivi fisici StorSimple). Selezionare e fare clic su Serie di dispositivi fisici StorSimple e quindi fare clic su Crea. In alternativa, nel portale di Azure fare clic su + e quindi in Archiviazione fare clic su Serie di dispositivi fisici StorSimple.

    Creare Gestione dispositivi StorSimple

  3. Nel pannello Gestione dispositivi StorSimple seguire questa procedura:

    1. Specificare un Nome della risorsa univoco per il servizio. Si tratta di un nome descrittivo che può essere usato per identificare il servizio. Il nome può contenere da 2 a 50 caratteri che possono essere lettere, numeri e trattini. Il nome deve iniziare e terminare con una lettera o un numero.

    2. Scegliere una Sottoscrizione dall'elenco a discesa. La sottoscrizione viene collegata all'account di fatturazione. Questo campo non è presente se si dispone di una sola sottoscrizione.

    3. Per Gruppo di risorse, selezionare Usa esistente o Crea nuovo. Per altre informazioni, vedere Azure resource groups (Gruppi di risorse di Azure).

    4. Fornire una Località per il servizio. In generale, scegliere un percorso più vicino all'area geografica in cui si vuole distribuire il dispositivo. È anche possibile tenere in considerazione quanto segue:

      • Se si dispone di carichi di lavoro esistenti in Azure che si intende distribuire con il dispositivo StorSimple, usare tale data center.
      • Il servizio Gestione dispositivi StorSimple e la risorsa di archiviazione di Azure possono trovarsi in due posizioni distinte. In tal caso, è necessario creare l'account di Gestione dispositivi StorSimple e di Archiviazione di Azure separatamente. Per creare un account di archiviazione di Azure, passare al servizio Archiviazione di Azure nel portale di Azure e seguire la procedura descritta in Creare un account di archiviazione. Dopo aver creato l'account, aggiungerlo al servizio Gestione dispositivi StorSimple seguendo la procedura descritta in Configurare un nuovo account di archiviazione per il servizio.
    5. Selezionare Crea un nuovo account di archiviazione per creare automaticamente un account di archiviazione con il servizio. Specificare un nome per questo account di archiviazione. Se è necessario che i dati siano in un percorso diverso, deselezionare questa casella.

    6. Selezionare Aggiungi al dashboard se si vuole inserire un collegamento rapido al servizio nel dashboard.

    7. Fare clic su Crea per creare il servizio Gestione dispositivi StorSimple.

      Creare Gestione dispositivi StorSimple

La creazione del servizio richiede alcuni minuti. Al termine della creazione del servizio, verrà visualizzata una notifica e verrà aperto il pannello del nuovo servizio.

Creare Gestione dispositivi StorSimple

Importante

Se non è stata abilitata la creazione automatica di un account di archiviazione con il servizio, sarà necessario creare almeno un account di archiviazione dopo avere creato un servizio. Tale account di archiviazione viene usato in fase di creazione di un contenitore di volumi.

Passaggio 2: Ottenere la chiave di registrazione del servizio

Quando il servizio Gestione dispositivi StorSimple è attivo e in esecuzione, è necessario ottenere la chiave di registrazione. Questa chiave viene utilizzata per registrare e connettere il dispositivo StorSimple con il servizio.

Seguire questa procedura nel portale di Azure.

Per ottenere la chiave di registrazione del servizio StorSimple.

  1. Nel pannello Gestione dispositivi StorSimple fare clic sul servizio creato. Viene aperto un nuovo pannello a destra.

    Pannello Gestione dispositivi StorSimple

  2. Andare a Gestione > Chiavi.

    Pannello Chiavi

  3. Nel pannello visualizzato fare clic sull'icona di copia per copiare la chiave di registrazione del servizio e salvarla per usarla in seguito.

Nota

La chiave di registrazione del servizio viene usata per registrare tutti i dispositivi che è necessario registrare con il servizio Gestione dispositivi StorSimple.

Passaggio 3: Configurare e registrare il dispositivo tramite Windows PowerShell per StorSimple

Utilizzare Windows PowerShell per StorSimple per completare l'installazione iniziale del dispositivo StorSimple, come illustrato nella procedura seguente. Per completare questo passaggio, è necessario usare il software di emulazione terminal. Per ulteriori informazioni, vedere Utilizzare PuTTY per connettersi alla console seriale del dispositivo.

Per configurare e registrare il dispositivo

  1. Accedere all'interfaccia di Windows PowerShell sulla console seriale del dispositivo StorSimple. Per istruzioni, vedere Utilizzare PuTTY per connettersi alla console seriale del dispositivo . Assicurarsi di seguire la procedura esattamente o non si sarà in grado di accedere alla console.

  2. Nella sessione che viene aperta premere INVIO una volta per visualizzare un prompt dei comandi.

  3. Verrà richiesto di scegliere la lingua che si desidera impostare per il dispositivo. Specificare la lingua e quindi premere INVIO.

  4. Nel menu della console seriale che viene visualizzato scegliere l'opzione 1 per eseguire la Connessione con accesso completo. Completare i passaggi da 5 a 12 per configurare le impostazioni di rete minime richieste per il dispositivo. È necessario eseguire questa procedura sul controller attivo del dispositivo. Nel messaggio dell’intestazione del menu della console seriale è indicato lo stato del controller. Se non si è connessi al controller attivo, disconnettersi e quindi connettersi al controller attivo.

  5. Al prompt dei comandi, digitare la password. La password predefinita è Password1.

  6. Digitare il seguente comando: Invoke-HcsSetupWizard.

  7. Verrà visualizzata una procedura guidata per configurare le impostazioni di rete per il dispositivo. Fornire le informazioni seguenti:

    • Indirizzo IP per l'interfaccia di rete DATA 0
    • Subnet mask
    • Gateway
    • Indirizzo IP per il server DNS primario

    Di seguito è riportato un output di esempio.

        ---------------------------------------------------------------
        Microsoft Azure StorSimple Appliance Model 8100
        Name: 8100-SHX0991003G44MT
        Software Version: 6.3.9600.17759
        Copyright (C) 2014 Microsoft Corporation. All rights reserved.
        You are connected to Controller0 - Active
        ---------------------------------------------------------------
    
        Your device needs to be registered with the Microsoft Azure StorSimple Manager service. Please run 'Invoke-HcsSetupWizard' to set up your device.
    
        Controller0>Invoke-HcsSetupWizard
    
        Which IP address family would you like to configure on interface Data0?
        [4] IPv4 [6] IPv6 [B] Both (Default is "4"): 4
    
        Data0 IPv4 address:10.111.111.00
        Data0 IPv4 subnet: 255.255.252.0
        Data0 IPv4 gateway: 10.111.111.11
    
        IPv4 primary DNS server [10.222.118.154]:10.222.222.111
    


    Nell'output di esempio precedente il sistema convalida le impostazioni di rete dopo ogni passaggio del processo.

    Nota

    Potrebbe essere necessario attendere alcuni minuti affinché la subnet mask e le impostazioni DNS vengano applicate. Se viene visualizzato un messaggio di errore "Controllare la connettività di rete a Data 0", controllare la connessione di rete fisica nell’interfaccia di rete DATA 0 del controllore attivo.

  8. (Facoltativo) configurare il server proxy Web. Sebbene la configurazione del proxy Web sia facoltativa, tenere presente che se si utilizza un proxy Web, è possibile configurarlo solo qui. Per ulteriori informazioni, andare a Configurare il proxy Web per il dispositivo.

  9. Configurare un server NTP primario per il dispositivo. I server NTP sono obbligatori, in quanto il dispositivo deve sincronizzare l'ora in modo da poter eseguire l’autenticazione con i provider del servizio cloud. Assicurarsi che la rete consenta il traffico NTP dal data center a Internet. Se non è possibile, specificare un server NTP interno.

    Di seguito è riportato un output di esempio.

        Would you like to configure a web proxy?
        [Y] Yes [N] No (Default is "N"):N
    
        Primary NTP server [time.windows.com]:time.windows.com
    
  10. Per motivi di sicurezza la password di amministratore del dispositivo scade dopo la prima sessione e sarà necessario modificarla ora. Quando richiesto, fornire una password di amministratore del dispositivo. Una password di amministratore dispositivo valida deve avere una lunghezza compresa tra gli 8 e i 15 caratteri. La password deve contenere tre dei seguenti tipi di caratteri: minuscole, maiuscole, numeri e caratteri speciali.

        The device administrator password must be between 8 and 15 characters. The password must contain a combination of uppercase letters, lowercase letters, numbers and special characters.
        Administrator Password:********
        Confirm Administrator Password:********
    
  11. Il passaggio finale dell'installazione guidata registra il dispositivo nel servizio Gestione dispositivi StorSimple. A tale scopo, è necessario il codice di registrazione del servizio ottenuto nel passaggio 2. Dopo aver fornito il codice di registrazione, potrebbe essere necessario attendere 2-3 minuti prima che il dispositivo venga registrato.

    Nota

    È possibile premere Ctrl + C in qualsiasi momento per uscire dall'installazione guidata. Se sono state immesse tutte le impostazioni di rete (indirizzo IP per Data 0, Subnet mask e Gateway), le voci verranno conservate.

    Di seguito è riportato un output di esempio.

        The service registration key is available in the StorSimple Manager service.
        Enter service registration key:**************************************
        Device registration is in progress. Please wait.
    
  12. Dopo la registrazione del dispositivo, verrà visualizzato un codice di crittografia dei dati di servizio. Copiare questo codice e salvarlo in un luogo sicuro. Il codice verrà richiesto con il codice di registrazione del servizio allo scopo di registrare altri dispositivi nel servizio Gestione dispositivi StorSimple. Per ulteriori informazioni sul codice, consultare Sicurezza di StorSimple .

    StorSimple registrare il dispositivo 7

    Nota

    Per copiare il testo dalla finestra della console seriale, è sufficiente selezionarlo. È quindi possibile incollarlo negli Appunti o in qualsiasi editor di testo. NON usare CTRL+C per copiare la chiave DEK del servizio. Se si usa CTRL+C l'installazione guidata verrà chiusa. Di conseguenza, la password di amministratore del dispositivo non verrà modificata e verrà ripristinata la password predefinita del dispositivo.

  13. Uscire dalla console seriale.

  14. Tornare al portale di Azure e seguire questa procedura:

    1. Passare al servizio Gestione dispositivi StorSimple.
    2. Fare clic su Dispositivi.
    3. Nell'elenco tabulare dei dispositivi controllare lo stato del dispositivo per verificare che sia connesso al servizio. Lo stato del dispositivo deve essere Pronto per la configurazione.

      Pagina Dispositivi StorSimple

      Potrebbe essere necessario attendere un paio di minuti prima che lo stato del dispositivo passi a Pronto per la configurazione.

      Se il dispositivo non viene visualizzato in questo elenco, assicurarsi che la rete firewall sia stata configurata come descritto nei requisiti di rete per il dispositivo StorSimple. Verificare che la porta 9354 sia aperta per le comunicazioni in uscita, perché viene usata dal bus di servizio per le comunicazioni da servizio a dispositivo di Gestione dispositivi StorSimple.

Passaggio 4: Completare l'installazione minima del dispositivo

Per la configurazione minima del dispositivo del dispositivo StorSimple, è necessario:

  • Specificare un nome descrittivo per il dispositivo.
  • Impostare il fuso orario del dispositivo.
  • Assegnare indirizzi IP fissi a entrambi i controller.

Seguire questa procedura nel portale di Azure per completare l'installazione minima del dispositivo.

Per completare la configurazione minima del dispositivo StorSimple

Nota

Non è possibile modificare il nome del dispositivo dopo avere completato la configurazione minima del dispositivo.

  1. Nell'elenco tabulare dei dispositivi del pannello Dispositivi selezionare e fare clic sul dispositivo. Il dispositivo è nello stato Pronto per la configurazione. Viene visualizzato il pannello Configurare il dispositivo.

    Interfacce di rete della configurazione minima del dispositivo StorSimple

  2. Nel pannello Configurare il dispositivo:

    1. Fornire un nome descrittivo per il dispositivo. Il nome predefinito del dispositivo riflette informazioni quali il modello di dispositivo e il numero di serie. È possibile assegnare un nome descrittivo di un massimo di 64 caratteri per gestire il dispositivo.
    2. Impostare il fuso orario in base alla posizione geografica in cui viene distribuito il dispositivo. Il dispositivo usa questo fuso orario per tutte le operazioni pianificate.
    3. In IMPOSTAZIONI DI DATA 0:

      1. L'interfaccia di rete DATA 0 viene visualizzata come abilitata con le impostazioni di rete (IP, subnet, gateway) configurate tramite l'installazione guidata. DATA 0 viene abilitata automaticamente anche per il cloud e iSCSI.

      2. Specificare gli indirizzi IP fissi per Controller 0 e Controller 1. Gli indirizzi IP fissi del controller devono essere IP disponibili all’interno della subnet accessibile mediante l’indirizzo IP del dispositivo. Se l’interfaccia DATA 0 è stata configurata per IPv4, gli indirizzi IP fissi devono essere forniti nel formato IPv4. Se è stato specificato un prefisso per la configurazione IPv6, gli indirizzi IP fissi vengono popolati automaticamente in questi campi.

        Interfacce di rete della configurazione minima del dispositivo StorSimple

        Gli indirizzi IP fissi per il controller vengono utilizzati per gestire gli aggiornamenti al dispositivo. Di conseguenza, gli indirizzi IP fissi devono essere instradabili e in grado di connettersi a Internet. È possibile verificare che gli indirizzi IP fissi per il controller siano instradabili usando il cmdlet Test-HcsmConnection. Nell'esempio seguente viene illustrato come gli indirizzi IP fissi per il controller vengono instradati a Internet e possono accedere al server di Microsoft Update.

        Test-HcsmConnection con indirizzi IP instradabili

  3. Fare clic su OK. Viene avviata la configurazione del dispositivo. Al termine della configurazione del dispositivo si riceve una notifica. Nel pannello Dispositivi lo stato del dispositivo passa a Online.

    Interfacce di rete della configurazione minima del dispositivo StorSimple

Passaggio 5: Creare un contenitore di volumi

Un contenitore di volumi dispone di account di archiviazione, larghezza di banda e impostazioni di crittografia per tutti i volumi in esso contenuti. Prima di iniziare il provisioning dei volumi nel dispositivo StorSimple è necessario creare un contenitore di volumi.

Seguire questa procedura nel portale di Azure per creare un contenitore del volume.

Per creare un contenitore di volumi

  1. Passare al servizio Gestione dispositivi StorSimple e fare clic su Dispositivi. Nell'elenco tabulare dei dispositivi selezionare e fare clic su un dispositivo.

    Pannello Contenitore del volume

  2. Nel dashboard del dispositivo fare clic su + Aggiungi contenitore del volume

    Pannello Contenitore del volume

  3. Nel pannello Aggiungi contenitore del volume:

    1. Il dispositivo viene selezionato automaticamente.
    2. Fornire un Nome per il contenitore di volumi. Il nome deve essere lungo da 3 a 32 caratteri. Non è possibile rinominare un contenitore del volume dopo che è stato creato.
    3. Selezionare Abilita crittografia archiviazione cloud per attivare la crittografia dei dati inviati dal dispositivo al cloud.
    4. Fornire e confermare una Chiave di crittografia archiviazione cloud lunga da 8 a 32 caratteri. Questa chiave viene utilizzata dal dispositivo per accedere ai dati crittografati.
    5. Selezionare un Account di archiviazione da associare a questo contenitore di volumi. È possibile scegliere un account di archiviazione predefinito o l'account predefinito generato al momento della creazione del servizio. È inoltre possibile utilizzare l’opzione Aggiungi nuovo per specificare un account di archiviazione non collegato a questa sottoscrizione al servizio.
    6. Selezionare Illimitata nell'elenco a discesa Specifica larghezza di banda se si desidera utilizzare tutta la larghezza di banda disponibile. È anche possibile impostare questa opzione su Personalizzata per utilizzare i controlli della larghezza di banda e specificare un valore compreso tra 1 Mbps e 1.000 Mbps. Se si dispone delle informazioni sulla larghezza di banda, è possibile allocare la larghezza di banda in base a una pianificazione specificando Seleziona un modello di larghezza di banda. Per una procedura dettagliata, vedere Aggiunta di un modello di larghezza di banda.

      Pannello Contenitore del volume

    7. Fare clic su Crea.

      Pannello Contenitore del volume

      Dopo la creazione del contenitore del volume si riceve una notifica.

      Notifica di creazione del contenitore del volume

    Il nuovo contenitore del volume creato viene visualizzato nell'elenco di contenitori dei volumi per il dispositivo.

    Pannello Aggiungi contenitore del volume

Passaggio 6: Creare un volume

Dopo aver creato un contenitore di volumi, è possibile eseguire il provisioning di un volume di archiviazione nel dispositivo StorSimple per i server. Seguire questa procedura nel portale di Azure per creare un volume.

Importante

Gestione dispositivi StorSimple consente di creare volumi con thin provisioning e con provisioning completo. Tuttavia, non è possibile creare volumi con provisioning parziale.

Per creare un volume

  1. Nell'elenco tabulare dei dispositivi del pannello Dispositivi selezionare il dispositivo. Fare clic su + Aggiungi volume.

    Aggiungere un nuovo volume

  2. Nel pannello Aggiungi un volume:

    1. Nel campo Seleziona dispositivo viene automaticamente inserito il dispositivo corrente.

    2. Nell'elenco a discesa selezionare il contenitore del volume in cui è necessario aggiungere un volume.

    3. Digitare un Nome per il volume. Non è possibile rinominare un volume dopo che il volume è stato creato.

    4. Nell'elenco a discesa selezionare il tipo per il volume. Per carichi di lavoro che richiedono garanzie locali, latenze basse e prestazioni più elevate, selezionare un volume aggiunto in locale . Per tutti gli altri dati, selezionare un volume a livelli . Se si usa questo volume per dati di archivio, selezionare la casella di controllo Usare questo volume per i dati di archivio a cui si accede non di frequente.

      Per un volume a livelli viene effettuato il thin provisioning e la creazione può essere rapida. Selezionando Usare questo volume per i dati di archivio a cui si accede non di frequente per un volume a livelli interessato da modifiche dei dati di archivio, le dimensioni del blocco di deduplicazione per il volume verranno portate a 512 KB. Se questo campo non è selezionato, il volume a livelli corrispondente utilizzerà dimensioni del blocco pari a 64 KB. Una dimensione maggiore del blocco di deduplicazione consente al dispositivo di accelerare il trasferimento dei dati di archivio di grandi dimensioni nel cloud.

      Per un volume aggiunto in locale viene eseguito il thick provisioning, per garantire che i dati primari rimangano a livello locale per il dispositivo e non a livello cloud. Se si crea un volume aggiunto in locale, il dispositivo cercherà lo spazio disponibile nei livelli locali per il provisioning del volume delle dimensioni richieste. L'operazione di creazione di un volume aggiunto in locale potrebbe comportare la distribuzione dei dati esistenti dal dispositivo al cloud e il tempo impiegato per creare il volume potrebbe essere lungo. Il tempo totale dipende dalle dimensioni del volume di cui è stato eseguito il provisioning, dalla larghezza di banda di rete disponibile e dai dati sul dispositivo.

    5. Specificare la Capacità fornita per il volume. Prendere nota della capacità disponibile in base al tipo di volume selezionato. Le dimensioni del volume specificato non devono superare lo spazio disponibile.

      È possibile effettuare il provisioning di volumi aggiunti in locale fino a 8,5 TB oppure di volumi a livelli fino a 200 TB nel dispositivo 8100. Nel dispositivo 8600 più grande è possibile effettuare il provisioning di volumi aggiunti in locale fino a 22,5 TB o di volumi a livelli fino a 500 TB. Poiché è necessario spazio locale sul dispositivo per ospitare il working set di volumi a livelli, la creazione di volumi aggiunti in locale influirà sullo spazio disponibile per il provisioning di volumi a livelli. Creando un volume aggiunto in locale, viene quindi ridotto lo spazio disponibile per la creazione di volumi a livelli. Analogamente, creando un volume a livelli verrà ridotto lo spazio disponibile per la creazione di volumi aggiunti in locale.

      Se nel dispositivo 8100 si effettua il provisioning di un volume aggiunto in locale di 8,5 TB, ovvero le dimensioni massime consentite, si esaurisce tutto lo spazio locale disponibile nel dispositivo. Non è possibile creare volumi a livelli da quel punto in poi, perché non è disponibile spazio locale sul dispositivo per ospitare il working set del volume a livelli. Anche i volumi a livelli esistenti influiscono sullo spazio disponibile. Ad esempio, se nel dispositivo 8100 sono già presenti volumi a livelli di circa 106 TB, saranno disponibili solo 4 TB di spazio per i volumi aggiunti in locale.

      1. Nel campo Host connessi fare clic sulla freccia.

        Host connessi

      2. Nel pannello Host connessi scegliere un record di controllo di accesso esistente o aggiungerne uno nuovo seguendo questa procedura:

        1. Fornire un Nome per l'ACR.
        2. In Nome iniziatore iSCSI, fornire il nome qualificato iSCSI (IQN) dell'host di Windows. Se non si dispone del nome qualificato iSCSI, andare a Ottenere il nome qualificato iSCSI di un host di Windows Server.
      3. Fare clic su Crea. Verrà creato un volume con le impostazioni specificate.

        Fare clic su Crea

        Nota

        Tenere presente che il volume creato non è protetto. Sarà necessario creare e associare criteri di backup a questo volume per eseguire backup pianificati.

Passaggio 7: Montare, inizializzare e formattare un volume

I passaggi seguenti vengono eseguiti nell'host di Windows Server.

Importante
  • Per la disponibilità elevata della soluzione StorSimple, è consigliabile configurare MPIO nei server host (facoltativo) prima della configurazione iSCSI. Usare la funzionalità MPIO sui server host per assicurarsi che i server possano tollerare un errore di collegamento, rete o interfaccia.
  • Per istruzioni sull'installazione e sulla configurazione di MPIO e iSCSI sull’host Windows Server, vedere Configurare MPIO per il dispositivo StorSimple. Sono compresi anche i passaggi per montare, inizializzare e formattare volumi StorSimple.
  • Per istruzioni sull'installazione e sulla configurazione di MPIO e iSCSI su un host Linux, vedere Configurare MPIO per l’host Linux di StorSimple

Se si decide di non configurare MPIO, eseguire la procedura seguente per montare, inizializzare e formattare i volumi StorSimple su un host Windows Server.

Per montare, avviare e formattare un volume

  1. Avviare l'iniziatore iSCSI di Microsoft.
  2. Nella scheda Individuazione della finestra delle proprietà dell'iniziatore iSCSI fare clic su Individua portale.
  3. Nella finestra di dialogo Individua portale destinazione specificare l'indirizzo IP dell'interfaccia di rete abilitata per iSCSI e quindi fare clic su OK.
  4. Nella scheda Destinazioni della finestra delle proprietà dell'iniziatore iSCSI individuare Destinazioni individuate. Lo stato del dispositivo deve apparire come Inattivo.
  5. Selezionare il dispositivo di destinazione, quindi fare clic su Connetti. Dopo aver connesso il dispositivo, lo stato deve essere modificato in Connesso. Per altre informazioni sull'uso dell'iniziatore iSCSI Microsoft, vedere Installing and Configuring Microsoft iSCSI Initiator (Installazione e configurazione dell'iniziatore iSCSI Microsoft).
  6. Nell'host di Windows, premere il tasto Logo Windows + X, quindi fare clic su Esegui.
  7. Nella finestra di dialogo Esegui digitare Diskmgmt.msc. Fare clic su OK. Verrà visualizzata la finestra di dialogo Gestione disco. Nel riquadro destro vengono visualizzati i volumi sul proprio host.
  8. Nella finestra Gestione disco , i volumi montati verranno visualizzati come indicato nella figura seguente. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul volume individuato (fare clic sul nome del disco) e fare clic su Online.

    Avvia formattazione volume

  9. Fare nuovamente clic con il pulsante destro del mouse sul volume (fare clic sul nome del disco) e fare clic su Online.
  10. Per formattare un volume semplice, attenersi alla seguente procedura:

    1. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul volume per selezionarlo (fare clic nell'area destra) e scegliere Nuovo Volume semplice.
    2. Nella procedura guidata Nuovo volume semplice, specificare la dimensione del volume e la lettera di unità, quindi configurare il volume come file system NTFS.
    3. Specificare una dimensione unità di allocazione pari a 64 KB. Queste dimensioni unità di allocazione funzionano correttamente con gli algoritmi di deduplicazione utilizzati nella soluzione StorSimple.
    4. Eseguire una formattazione veloce.

Passaggio 8: Eseguire un backup

I backup garantiscono la protezione temporizzata dei volumi e migliorano la recuperabilità riducendo al minimo i tempi di ripristino. È possibile eseguire due tipi di backup su un dispositivo StorSimple: snapshot locali e snapshot nel cloud. Ciascuno di questi tipi di backup può essere pianificato o manuale.

Seguire questa procedura nel portale di Azure per creare un backup pianificato.

Per eseguire un backup

  1. Passare al servizio Gestione dispositivi StorSimple. Nell'elenco tabulare dei dispositivi selezionare e fare clic sul dispositivo e quindi su Tutte le impostazioni. Nel pannello Impostazioni passare a Impostazioni > Gestione > Criteri di backup.

    Aggiungi criterio di backup

  2. Nel pannello Criteri di backup fare clic su Aggiungi criteri.

    Aggiungi criterio di backup

  3. Nel pannello Crea criteri di backup specificare un nome che contenga tra i 3 e i 150 caratteri per il criterio di backup.

  4. Selezionare i volumi su cui eseguire il backup. Se si seleziona più di un volume, questi volumi verranno raggruppati per creare un backup coerente con l'arresto anomalo del sistema.

    Aggiungi criterio di backup

  5. Nel pannello Aggiungere la prima pianificazione:

    1. Selezionare il tipo di backup. Per ripristini più rapidi selezionare Snapshot locale. Per la resilienza dei dati, selezionare Snapshot cloud.
    2. Specificare la frequenza di backup in minuti, ore, giorni o settimane.
    3. Selezionare un periodo di conservazione. Le scelte di conservazione dipendono dalla frequenza di backup. Ad esempio, per un criterio giornaliero, la conservazione può essere specificata in settimane, mentre la conservazione per un criterio mensile è specificata in mesi.
    4. Selezionare la data e l’ora di inizio per il criterio di backup.
    5. Fare clic su OK per creare il criterio di backup.

      Aggiungi criterio di backup

  6. Fare clic su Crea per avviare la creazione del criterio di backup. Dopo la creazione del criterio di backup si riceve una notifica. Viene anche aggiornato l'elenco dei criteri di backup.

    Aggiungi criterio di backup

    A questo punto è disponibile un criterio di backup che creerà backup pianificati dei dati del volume.

È possibile eseguire un backup manuale in qualsiasi momento. Per le procedure, vedere Creare un backup manuale.

La configurazione del dispositivo è stata completata.

Configurare un nuovo account di archiviazione per il servizio

Si tratta di un passaggio che è necessario eseguire solo se non è stata abilitata la creazione automatica di un account di archiviazione con il servizio. Per creare un contenitore di volumi di StorSimple, è necessario un account di archiviazione di Microsoft Azure.

Se occorre creare un account di archiviazione di Azure in un'area diversa, vedere Informazioni sugli account di archiviazione di Azure per istruzioni dettagliate.

Seguire questa procedura nella pagina del servizio Gestione dispositivi StorSimple nel portale di Azure.

Per aggiungere una credenziale dell'account di archiviazione nella stessa sottoscrizione di Azure del servizio Gestione dispositivi StorSimple

  1. Passare al servizio Gestione dispositivi StorSimple. Nella sezione Configurazione fare clic su Credenziali dell'account di archiviazione.

    Credenziali dell'account di archiviazione

  2. Nel pannello Credenziali dell'account di archiviazione fare clic su + Aggiungi.

    Aggiungere una credenziale dell'account di archiviazione

  3. Nel pannello Aggiungi credenziali dell'account di archiviazione seguire questa procedura:

    1. Poiché si deve aggiungere una credenziale dell'account di archiviazione nella stessa sottoscrizione di Azure del servizio, assicurarsi che sia selezionato Corrente.

    2. Nell'elenco a discesa Account di archiviazione selezionare un account di archiviazione esistente.

    3. In base all'account di archiviazione selezionato, verrà visualizzata la posizione (disabilitata e non modificabile qui).

    4. Selezionare Abilita modalità SSL per creare un canale sicuro per la comunicazione di rete tra il dispositivo e il cloud. Disabilitare Abilita SSL solo se si opera in un cloud privato.

      Pannello per l'aggiunta delle credenziali dell'account di archiviazione

    5. Fare clic su Aggiungi per avviare la creazione del processo per la credenziale dell'account di archiviazione. Quando la creazione della credenziale dell'account di archiviazione viene completata, si riceverà una notifica.

      Notifica di operazione riuscita per le credenziali dell'account di archiviazione

La nuova credenziale dell'account di archiviazione creata verrà visualizzata nell'elenco Credenziali dell'account di archiviazione.

Elenco di credenziali dell'account di archiviazione

Utilizzare PuTTY per connettersi alla console seriale del dispositivo

Per connettersi a Windows PowerShell per StorSimple, è necessario utilizzare un software di emulazione terminal, ad esempio PuTTY. Quando si accede al dispositivo direttamente tramite la console seriale oppure aprendo una sessione telnet da un computer remoto, è possibile utilizzare PuTTY.

Per connettersi tramite console seriale

  1. Collegare il cavo seriale al dispositivo (direttamente o tramite un adattatore seriale USB).
  2. Aprire il Pannello di controllo e quindi Gestione dispositivi.
  3. Identificare la porta COM, come illustrato nella figura seguente.

    Connessione tramite console seriale

  4. Avviare PuTTY.
  5. Nel riquadro destro impostare Tipo di connessione su Seriale.
  6. Nel riquadro di destra, digitare la porta COM appropriata. Assicurarsi che i parametri di configurazione seriale siano impostati come indicato di seguito:

    • Velocità: 115.200
    • Bit di dati: 8
    • Bit di stop: 1
    • Parità: nessuno
    • Controllo di flusso: nessuno

      Queste impostazioni sono mostrate nella figura seguente.

      Impostazioni puTTY

      Nota

      Se l'impostazione del controllo di flusso predefinito non funziona, provare a impostare il controllo di flusso su XON/XOFF.

  7. Fare clic su Apri per avviare una sessione seriale.

Cercare e applicare gli aggiornamenti

L’aggiornamento del dispositivo può richiedere diverse ore. Per i passaggi dettagliati per installare l'aggiornamento più recente, vedere Install Update 4 (Installare l'aggiornamento 4).

Ottenere il nome qualificato iSCSI di un host di Windows Server

Eseguire i passaggi seguenti per ottenere il nome qualificato iSCSI (IQN) di un host di Windows che esegue Windows Server® 2012.

Per ottenere il nome qualificato iSCSI di un host di Windows

  1. Avviare l'iniziatore iSCSI di Microsoft sull’host di Windows. Fare clic su Start > Strumenti di amministrazione > Iniziatore iSCSI.
  2. Nella scheda Configurazione della finestra delle proprietà dell'iniziatore iSCSI selezionare e copiare la stringa dal campo Nome iniziatore.

    Proprietà dell'iniziatore iSCSI

  3. Salvare la stringa.

Creare un backup manuale

Seguire questa procedura nel portale di Azure per creare un backup manuale su richiesta per un singolo volume nel dispositivo StorSimple.

Per creare un backup manuale

  1. Passare al servizio Gestione dispositivi StorSimple, quindi fare clic su Dispositivi. Nell'elenco tabulare di dispositivi selezionare il dispositivo. Passare a Impostazioni > Gestisci > Criteri di backup.

  2. Il pannello Criteri di backup elenca tutti i criteri di backup in formato tabulare, tra cui il criterio per il volume di cui si vuole eseguire il backup. Selezionare il criterio associato al volume di cui si vuole eseguire il backup e fare clic con il pulsante destro del mouse per richiamare il menu di scelta rapida. Nell'elenco a discesa selezionare Esegui backup.

    Creare il backup manuale

  3. Nel pannello Esegui backup seguire questa procedura:

    1. Scegliere il tipo di snapshot appropriato nell'elenco a discesa: snapshot Locale o snapshot Cloud. Selezionare lo snapshot locale per backup o ripristini rapidi e lo snapshot cloud per la resilienza dei dati.

      Creare il backup manuale

    2. Fare clic su OK per avviare un processo di creazione di snapshot. Una volta completata la creazione del processo, verrà visualizzata una notifica nella parte superiore della pagina.

      Creare il backup manuale

    3. Per monitorare il processo, fare clic sulla notifica. Verrà aperto il pannello Processi in cui è possibile visualizzare lo stato del processo.

  4. Una volta completato il processo di backup, andare alla scheda Catalogo di backup .

  5. Impostare le selezioni filtro per il dispositivo appropriato, il criterio di backup e l’intervallo di tempo. Il backup dovrebbe comparire nell'elenco dei set di backup che viene visualizzato nel catalogo.

Passaggi successivi