Estensione macchina virtuale OMS per Linux

Panoramica

In Operations Management Suite (OMS) sono disponibili funzionalità di monitoraggio, avviso e correzione tramite avvisi in risorse cloud e locali. L'estensione macchina virtuale Agente OMS per Linux è pubblicata e supportata da Microsoft. L'estensione installa l'agente OMS in macchine virtuali di Azure e registra le macchine virtuali in un'area di lavoro OMS esistente. Questo documento descrive in dettaglio le piattaforme, le configurazioni e le opzioni di distribuzione supportate per l'estensione macchina virtuale OMS per Linux.

Prerequisiti

Sistema operativo

L'estensione agente OMS può essere eseguita in queste distribuzioni di Linux.

Distribuzione Versione
CentOS Linux 5, 6 e 7
Oracle Linux 5, 6 e 7
Red Hat Enterprise Linux Server 5, 6 e 7
Debian GNU/Linux 6, 7 e 8
Ubuntu 12.04 LTS, 14.04 LTS, 15.04, 15.10, 16.04 LTS
SUSE Linux Enterprise Server 11 e 12

Connettività Internet

Per distribuire l'estensione agente OMS per Linux, è necessario che la macchina virtuale di destinazione sia connessa a Internet.

Schema dell'estensione

Il codice JSON riportato di seguito mostra lo schema dell'estensione OMS Agent. L'estensione richiede che siano indicati l'ID e la chiave dell'area di lavoro presenti nell'area di lavoro OMS di destinazione. Questi valori sono disponibili nel portale OMS. Poiché la chiave dell'area di lavoro deve essere tratta come i dati sensibili, deve essere memorizzata in una configurazione protetta. I dati della configurazione protetta dell'estensione macchina virtuale di Azure vengono crittografati, per essere poi decrittografati solo nella macchina virtuale di destinazione. Tenere presente che workspaceId e workspaceKey distinguono tra maiuscole e minuscole.

{
  "type": "extensions",
  "name": "OMSExtension",
  "apiVersion": "2015-06-15",
  "location": "<location>",
  "dependsOn": [
    "[concat('Microsoft.Compute/virtualMachines/', <vm-name>)]"
  ],
  "properties": {
    "publisher": "Microsoft.EnterpriseCloud.Monitoring",
    "type": "OmsAgentForLinux",
    "typeHandlerVersion": "1.3",
    "settings": {
      "workspaceId": "myWorkspaceId"
    },
    "protectedSettings": {
      "workspaceKey": "myWorkSpaceKey"
    }
  }
}

Valori delle proprietà

Nome Valore/Esempio
apiVersion 2015-06-15
publisher Microsoft.EnterpriseCloud.Monitoring
type OmsAgentForLinux
typeHandlerVersion 1.3
workspaceId (esempio) 6f680a37-00c6-41c7-a93f-1437e3462574
workspaceKey (esempio) z4bU3p1/GrnWpQkky4gdabWXAhbWSTz70hm4m2Xt92XI+rSRgE8qVvRhsGo9TXffbrTahyrwv35W0pOqQAU7uQ==

Distribuzione del modello

Le estensioni macchina virtuale di Azure possono essere distribuite con i modelli di Azure Resource Manager. I modelli rappresentano la scelta migliore quando si distribuiscono una o più macchine virtuali per cui è necessaria una configurazione post-distribuzione, ad esempio il caricamento in OMS. Un esempio di modello di Resource Manager che include l'estensione macchina virtuale Agente OMS è disponibile nella raccolta di avvio rapido di Azure.

Il codice JSON per un'estensione della macchina virtuale può essere nidificato nella risorsa della macchina virtuale o posizionato nel livello radice o nel livello superiore di un modello JSON di Resource Manager. Il posizionamento di JSON influisce sul valore del nome e tipo di risorsa. Per altre informazioni, vedere Set name and type for child resources (Impostare il nome e il tipo per le risorse figlio).

L'esempio seguente presuppone che l'estensione OMS sia annidata all'interno della risorsa della macchina virtuale. Quando la risorsa di estensione viene nidificata, JSON viene inserito nell'oggetto "resources": [] della macchina virtuale.

{
  "type": "extensions",
  "name": "OMSExtension",
  "apiVersion": "2015-06-15",
  "location": "<location>",
  "dependsOn": [
    "[concat('Microsoft.Compute/virtualMachines/', <vm-name>)]"
  ],
  "properties": {
    "publisher": "Microsoft.EnterpriseCloud.Monitoring",
    "type": "OmsAgentForLinux",
    "typeHandlerVersion": "1.3",
    "settings": {
      "workspaceId": "myWorkspaceId"
    },
    "protectedSettings": {
      "workspaceKey": "myWorkSpaceKey"
    }
  }
}

Quando si posiziona l'estensione JSON nella radice del modello, il nome della risorsa include un riferimento alla macchina virtuale padre e il tipo riflette la configurazione annidata.

{
  "type": "Microsoft.Compute/virtualMachines/extensions",
  "name": "<parentVmResource>/OMSExtension",
  "apiVersion": "2015-06-15",
  "location": "<location>",
  "dependsOn": [
    "[concat('Microsoft.Compute/virtualMachines/', <vm-name>)]"
  ],
  "properties": {
    "publisher": "Microsoft.EnterpriseCloud.Monitoring",
    "type": "OmsAgentForLinux",
    "typeHandlerVersion": "1.3",
    "settings": {
      "workspaceId": "myWorkspaceId"
    },
    "protectedSettings": {
      "workspaceKey": "myWorkSpaceKey"
    }
  }
}

Distribuzione dell'interfaccia della riga di comando di Azure

L'interfaccia della riga di comando di Azure può essere usata per distribuire l'estensione macchina virtuale Agente OMS in una macchina virtuale esistente. Sostituire la chiave OMS e l'ID OMS con i dati presenti nello spazio di lavoro OMS.

az vm extension set \
  --resource-group myResourceGroup \
  --vm-name myVM \
  --name OmsAgentForLinux \
  --publisher Microsoft.EnterpriseCloud.Monitoring \
  --version 1.0 --protected-settings '{"workspaceKey": "omskey"}' \
  --settings '{"workspaceId": "omsid"}'

Risoluzione dei problemi e supporto

Risoluzione dei problemi

I dati sullo stato delle distribuzioni dell'estensione possono essere recuperati nel portale di Azure e tramite l'interfaccia della riga di comando di Azure. Per visualizzare lo stato di distribuzione delle estensioni per una determinata VM, eseguire il comando seguente nell'interfaccia della riga di comando di Azure.

az vm extension list --resource-group myResourceGroup --vm-name myVM -o table

L'output dell'esecuzione dell'estensione viene registrato nel file seguente:

/opt/microsoft/omsagent/bin/stdout

Codici di errore e relativi significati

Codice di errore Significato Azione possibile
2 Opzione non valida generata per l'aggregazione della shell
3 Nessuna opzione generata per l'aggregazione della shell
4 Tipo di pacchetto non valido
5 L'aggregazione della shell deve essere eseguita come radice
6 Architettura del pacchetto non valida
10 La macchina virtuale è già connessa a un'area di lavoro OMS Per connettere la macchina virtuale all'area di lavoro specificata nello schema dell'estensione, impostare stopOnMultipleConnections su false nelle impostazioni pubbliche o rimuovere questa proprietà. Questa macchina virtuale viene fatturata una volta per ogni area di lavoro a cui è connessa.
11 Configurazione non valida generata per l'estensione Seguire l'esempio precedente per impostare tutti i valori della proprietà necessari alla distribuzione.
20 Installazione di SCX/OMI non riuscita
21 Installazione di SCX/kit del provider non riuscita
22 Installazione del pacchetto di aggregazione non riuscita
23 Pacchetto SCX oppure OMI già installato
30 Errore interno aggregazione
51 Questa estensione non è supportata sul sistema operativo della macchina virtuale
60 Versione di OpenSSL non supportata Installare una versione di OpenSSL che soddisfi i requisiti dei pacchetti.
61 Libreria ctypes Python mancante Installare la libreria o il pacchetto ctypes Python (python-ctypes).
62 Programma tar mancante Installare tar.
63 Programma sed mancante Installare sed.

Altre informazioni sulla risoluzione dei problemi possono essere consultate nella Guida alla risoluzione dei problemi per l'agente OMS per Linux.

Supporto

Per ricevere assistenza in relazione a qualsiasi punto di questo articolo, contattare gli esperti di Azure nei forum MSDN e Stack Overflow relativi ad Azure. In alternativa, è possibile archiviare un evento imprevisto di supporto tecnico di Azure. Accedere al sito del supporto di Azure e selezionare l'opzione desiderata per ottenere supporto. Per informazioni sull'uso del supporto di Azure, leggere le Domande frequenti sul supporto di Azure.