Gestire i dischi di Azure con PowerShell

Le macchine virtuali di Azure usano dischi per archiviare sistema operativo, applicazioni e dati di VM. Quando si crea una VM, è importante scegliere dimensione del disco e configurazione appropriate per il carico di lavoro previsto. Questa esercitazione illustra la distribuzione e la gestione dei dischi di VM. Vengono fornite informazioni su:

  • Dischi del sistema operativo e dischi temporanei
  • Dischi dati
  • Dischi Standard e Premium
  • Prestazioni dei dischi
  • Collegamento e preparazione dei dischi dati

Questa esercitazione richiede il modulo Azure PowerShell 3.6 o versioni successive. Eseguire Get-Module -ListAvailable AzureRM per trovare la versione. Se è necessario eseguire l'aggiornamento, vedere Install Azure PowerShell module (Installare il modulo di Azure PowerShell).

Dischi di Azure predefiniti

Quando viene creata una macchina virtuale di Azure, due dischi vengono automaticamente collegati alla macchina virtuale.

Disco del sistema operativo: i dischi del sistema operativo possono essere ridimensionati fino a 1 terabyte e ospitano il sistema operativo delle macchine virtuali. Al disco del sistema operativo viene assegnata una lettera di unità c: per impostazione predefinita. La configurazione della memorizzazione nella cache del disco del sistema operativo è ottimizzata per le prestazioni del sistema operativo. Il disco del sistema operativo non deve ospitare applicazioni o dati. Per le applicazioni e i dati, usare un disco dati, descritto in dettaglio più avanti in questo articolo.

Disco temporaneo: i dischi temporanei usano un'unità SSD che si trova nello stesso host della macchina virtuale di Azure. I dischi temporanei sono altamente efficienti e possono essere usati per operazioni quali l'elaborazione dei dati temporanei. Tuttavia, se la macchina virtuale viene spostata in un nuovo host, tutti i dati memorizzati su un disco temporaneo vengono rimossi. Le dimensioni del disco temporaneo sono determinate dalle dimensioni della macchina virtuale. Ai dischi temporanei viene assegnata una lettera di unità d: per impostazione predefinita.

Dimensioni del disco temporaneo

Tipo Dimensioni macchina virtuale Dimensioni massime del disco temporaneo (GB)
Utilizzo generico Serie A e D 800
Ottimizzate per il calcolo Serie F 800
Ottimizzate per la memoria Serie D e G 6144
Ottimizzate per l'archiviazione Serie L 5630
GPU Serie N 1.440
Prestazioni elevate Serie A e H 2000

Dischi dati di Azure

È possibile aggiungere altri dischi dati per l'installazione di applicazioni e l'archiviazione dei dati. I dischi dati devono essere usati in qualsiasi situazione in cui si desidera un'archiviazione dei dati durevoli e reattiva. Ciascun disco dati ha una capacità massima di 1 terabyte. Le dimensione della macchina virtuale determinano il numero di dischi dati possono essere collegati a una macchina virtuale. Per ogni core della macchina virtuale, è possibile collegare due dischi dati.

Numero massimo di dischi di dati per macchina virtuale

Tipo Dimensioni macchina virtuale Numero massimo di dischi di dati per macchina virtuale
Utilizzo generico Serie A e D 32
Ottimizzate per il calcolo Serie F 32
Ottimizzate per la memoria Serie D e G 64
Ottimizzate per l'archiviazione Serie L 64
GPU Serie N 48
Prestazioni elevate Serie A e H 32

Tipi di dischi per la VM

Azure offre due tipi di dischi.

Disco standard

Archiviazione Standard è supportata da unità disco rigido e offre un'archiviazione conveniente con buone prestazioni. I dischi standard sono ideali per un carico di lavoro di test e sviluppo conveniente.

Disco premium

I dischi premium sono supportati da un disco a bassa latenza e ad alte prestazioni basato su SSD. Ideale per le macchine virtuali che eseguono il carico di lavoro della produzione. L'archiviazione premium supporta le macchine virtuali serie DS, DSv2, GS e FS. I dischi premium sono di tre tipi, P10, P20 e P30. Le dimensioni del disco determinano il tipo di disco. Quando si effettua la selezione, il valore delle dimensioni di un disco viene arrotondato per eccesso al tipo successivo. Ad esempio, se la dimensione è inferiore a 128 GB il tipo di disco sarà P10, se è tra 129 e 512 GB sarà P20 e oltre 512 GB sarà P30.

Prestazioni disco premium

Tipo di disco di Archiviazione Premium P10 P20 P30
Dimensioni del disco (arrotondate) 128 GB 512 GB 1.024 GB (1 TB)
IOPS per disco 500 2.300 5.000
Velocità effettiva per disco 100 MB/s 150 MB/s 200 MB/s

Sebbene la tabella sopra riportata identifichi il numero massimo di operazioni di I/O al secondo per disco, è possibile raggiungere un livello superiore di prestazioni tramite lo striping di più dischi di dati. Ad esempio, è possibile collegare 64 dati dischi alla macchina virtuale Standard_GS5. Se ognuno di questi dischi viene ridimensionato come un P30, è possibile ottenere un massimo di 80.000 operazioni di I/O al secondo. Per informazioni dettagliate sul numero massimo di operazioni di I/O al secondo per macchina virtuale, vedere Dimensioni delle VM Linux.

Creare e collegare dischi

Per completare l'esempio contenuto in questa esercitazione è necessario disporre di una macchina virtuale esistente. Se necessario, questo script di esempio può crearne una appositamente. Quando si esegue l'esercitazione, sostituire i nomi del gruppo di risorse e delle macchine virtuali dove necessario.

Creare la configurazione iniziale con New-AzureRmDiskConfig. L'esempio seguente configura un disco delle dimensioni di 128 GB.

$diskConfig = New-AzureRmDiskConfig -Location EastUS -CreateOption Empty -DiskSizeGB 128

Creare il disco dati con il comando New-AzureRmDisk.

$dataDisk = New-AzureRmDisk -ResourceGroupName myResourceGroup -DiskName myDataDisk -Disk $diskConfig

Ottenere la macchina virtuale a cui si vuole aggiungere il disco dati con il comando Get-AzureRmVM.

$vm = Get-AzureRmVM -ResourceGroupName myResourceGroup -Name myVM

Aggiungere il disco dati alla configurazione della macchina virtuale con il comando Add-AzureRmVMDataDisk.

$vm = Add-AzureRmVMDataDisk -VM $vm -Name myDataDisk -CreateOption Attach -ManagedDiskId $dataDisk.Id -Lun 1

Aggiornare la macchina virtuale con il comando Update-AzureRmVM.

Update-AzureRmVM -ResourceGroupName myResourceGroup -VM $vm

Preparare i dischi di dati

Dopo aver collegato un disco alla macchina virtuale, il sistema operativo deve essere configurato per l'uso del disco. Nell'esempio seguente viene illustrato come configurare manualmente il primo disco aggiunto alla macchina virtuale. Questo processo può essere automatizzato tramite l'estensione dello script personalizzata.

Configurazione manuale

Creare una connessione RDP alla macchina virtuale. Aprire PowerShell ed eseguire questo script.

Get-Disk | Where partitionstyle -eq 'raw' | `
Initialize-Disk -PartitionStyle MBR -PassThru | `
New-Partition -AssignDriveLetter -UseMaximumSize | `
Format-Volume -FileSystem NTFS -NewFileSystemLabel "myDataDisk" -Confirm:$false

Passaggi successivi

In questa esercitazione sono stati descritti argomenti relativi ai dischi delle VM, ad esempio:

  • Dischi del sistema operativo e dischi temporanei
  • Dischi dati
  • Dischi Standard e Premium
  • Prestazioni dei dischi
  • Collegamento e preparazione dei dischi dati

Passare all'esercitazione successiva per informazioni sull'automazione della configurazione delle macchine virtuali.