Configurare le applicazioni per l'invio o la ricezione dei messaggi tramite un hub eventi

Dopo aver creato e configurato l'hub eventi, è necessario configurare le applicazioni per inviare e ricevere i flussi di dati di eventi.

Una soluzione di elaborazione dei pagamenti, ad esempio, userà un'applicazione mittente per raccogliere i dati della carta di credito del cliente e un'applicazione ricevente per verificare la validità della carta di credito.

Anche se la configurazione di un'applicazione Java presenta differenze rispetto a un'applicazione .NET, i principi sono gli stessi per consentire alle applicazioni di connettersi a un hub eventi e inviare o ricevere correttamente i messaggi.

Quali sono i requisiti minimi di un'applicazione per un hub eventi?

Per configurare un'applicazione per l'invio di messaggi a un hub eventi, è necessario specificare le informazioni seguenti in modo da consentire all'applicazione di creare le credenziali di connessione:

  • Nome dello spazio dei nomi dell'hub eventi
  • Nome dell'hub eventi
  • Nome dei criteri di accesso condiviso
  • Chiave di accesso condiviso primaria

Per configurare un'applicazione per la ricezione di messaggi da un hub eventi, specificare le informazioni seguenti in modo da consentire all'applicazione di creare le credenziali di connessione:

  • Nome dello spazio dei nomi dell'hub eventi
  • Nome dell'hub eventi
  • Nome dei criteri di accesso condiviso
  • Chiave di accesso condiviso primaria
  • Nome dell'account di archiviazione
  • Stringa di connessione dell'account di archiviazione
  • Nome del contenitore dell'account di archiviazione

In presenza di un'applicazione ricevente che archivia i messaggi in Archiviazione BLOB di Azure, è anche necessario configurare un account di archiviazione.

Comandi dell'interfaccia della riga di comando di Azure per la creazione di un account di archiviazione standard per uso generico

Nell'interfaccia della riga di comando di Azure è disponibile un set di comandi che consentono di creare e gestire un account di archiviazione. Tali comandi vengono usati nell'unità successiva, ma un riepilogo dei comandi di base viene indicato di seguito.

Suggerimento

Sono disponibili numerosi moduli MS Learn che riguardano gli account di archiviazione, a partire dal modulo Introduzione ad Archiviazione di Azure.

Comando Descrizione
storage account create Crea un account di archiviazione per uso generico v2
storage account key list Recupera la chiave dell'account di archiviazione.
storage account show-connection-string Recupera la stringa di connessione per un account di archiviazione di Azure.
storage container create Crea un nuovo contenitore in un account di archiviazione.

Comando della shell per clonare il repository GitHub di un'applicazione

Git è uno strumento di collaborazione che usa un modello di controllo della versione distribuito ed è progettato per la collaborazione su progetti software e di documentazione. I client Git sono disponibili per più piattaforme, tra cui Windows, e la riga di comando di Git è inclusa nella cloud shell Bash di Azure. GitHub è un servizio di hosting basato sul Web per i repository Git.

In presenza di un'applicazione ospitata come progetto in GitHub, è possibile creare una copia locale del progetto clonandone il repository tramite il comando git clone.

Modifica di file in Cloud Shell

È possibile usare uno degli editor predefiniti in Cloud Shell per modificare tutti i file che costituiscono l'applicazione e aggiungere lo spazio dei nomi e il nome dell'hub eventi, il nome dei criteri di accesso condiviso e la chiave primaria.

Cloud Shell supporta nano, vim, emacs e l'editor di Cloud Shell (code). È sufficiente digitare il nome dell'editor desiderato per avviarlo nell'ambiente. Nell'unità successiva verrà usato l'editor di Cloud Shell (code).

Riepilogo

Le applicazioni mittente e ricevitore devono essere configurate con informazioni specifiche sull'ambiente dell'hub eventi. Creare un account di archiviazione se l'applicazione ricevitore archivia i messaggi in Archiviazione BLOB. Se l'applicazione è ospitata in GitHub, è necessario clonarla nella directory locale. Per aggiungere lo spazio dei nomi all'applicazione, è possibile usare un editor di testo come nano.