Suggerimenti e consigli per creare report in Power BI DesktopTips and tricks for creating reports in Power BI Desktop

Per sfruttare al meglio i dati, talvolta è necessario un aiuto.To get the most out of your data, sometimes you need a little extra help. Questo argomento raccoglie alcuni suggerimenti e consigli che è possibile usare quando si creano report in Microsoft Power BI Desktop e nelle edizioni di Microsoft Excel 2016 o Excel 2013 Pro-Plus con il componente aggiuntivo Power Pivot abilitato e Power Query installato e abilitato.We’ve put together some tips & tricks you can use when creating reports in the Microsoft Power BI Desktop and in Microsoft Excel 2016, or Excel 2013 Pro-Plus editions with the Power Pivot add-in enabled and Power Query installed and enabled.

Informazioni sull'uso dell'Editor di queryLearning to use the Query Editor

L'Editor di query in Power BI Desktop è molto simile alla funzionalità del componente aggiuntivo Power Query in Excel 2013.Query Editor in Power BI Desktop is similar to the Power Query add-in capability in Excel 2013. Anche se sono disponibili numerosi articoli utili nella sezione di supporto di Power BI, per le informazioni iniziali può essere utile vedere anche la documentazione di Power Query in support.office.com.While there are several helpful articles in Power BI Support, you might also want to review the Power Query documentation on support.office.com to get started.

Altre informazioni sono disponibili nel Centro risorse di Power Query.You can get additional information from the Power Query Resource Center.

È anche possibile visualizzare le informazioni sulle formule.You can also view the Formula Reference.

Tipi di dati nell'Editor di queryData types in Query Editor

Quando si usa l'Editor di query in Power BI Desktop per caricare i dati, il tipo di dati viene rilevato in base all'ipotesi più probabile.When using Query Editor in Power BI Desktop to load data, we do a best guess data type detection. Quando si usano formule, a volte le impostazioni del tipo di dati nelle colonne non vengono mantenute.When using formulas, sometimes data type settings on columns are not preserved. Controllare che il tipo di dati delle colonne sia corretto dopo le operazioni di caricamento iniziale dei dati nella scheda della query, impostazione della prima riga come intestazione, aggiunta di una colonna, raggruppamento, merge e accodamento, nonché prima del caricamento dei dati per la prima volta.You should check the data type of columns are correct after doing the following operations: Load data initially to the query tab, First Row as Header, Add column, Group by, Merge, Append, and before pressing loading the data for the first time.

Un aspetto importante da ricordare è che il corsivo nella griglia dei dati non significa che il tipo sia impostato correttamente, ma solo che i dati non vengono considerati come testo.One key thing to remember: italics in the data grid do not mean the data type is correctly set, it just means the data is not considered as Text.

Query di riferimento nell'Editor di queryReference queries in the Query Editor

Nello strumento di navigazione dell'Editor di query, quando si fa clic con il pulsante destro del mouse su una delle query, è disponibile l'opzione "Riferimento".In Query Editor's navigator, when you right click one of the queries, an option for "Reference" is available. Questa opzione è utile per il motivo seguente:This is useful for the following reason:

  • Quando si usano file come origine dati per una query, il percorso assoluto del file è archiviato nella query.When you use files as the data source for a query, the absolute path to the file is stored in the query. Quando si condivide o si sposta un file di Power BI Desktop o una cartella di lavoro di Excel, è possibile risparmiare tempo nell'aggiornamento dei percorsi eseguendo un solo aggiornamento anziché dover aggiornare tutti i percorsi.When sharing or moving Power BI Desktop file or Excel workbook, you'll save time when you update the paths by updating it just once rather than the paths.

Per impostazione predefinita, tutte le query vengono caricate in un foglio di lavoro di Excel o nel modello di dati (o in entrambe le posizioni).By default all queries load to either an Excel worksheet or the data model (or both). Alcune query sono passaggi intermedi non destinati all'uso da parte degli utenti finali.Some queries are intermediary steps and not intended for end-users. Quando si fa riferimento alle query come indicato in precedenza, questo è spesso vero.When referencing queries as mentioned above, this is often the case. È possibile controllare il comportamento di caricamento delle query facendo clic con il pulsante destro del mouse sulla query nello strumento di navigazione e attivando o disattivando l'opzione "Abilita caricamento".You can control query loading behavior by right clicking the query in the navigator and toggling the "Enable Load" option. Quando accanto all'opzione "Abilita caricamento" non è presente un segno di spunta, la query è comunque disponibile nella scheda della query ed è possibile usarla con altre query.When "Enable Load" does not have a checkmark next to it, the query is still be available in the query tab and you can use it with other queries. Ciò è particolarmente utile in combinazione con trasformazioni di merge, accodamento e riferimento.It is especially useful in combination with Merge, Append, and Reference transforms. Tuttavia, poiché i risultati della query non vengono caricati nel modello di dati, la query non crea confusione nell'elenco di campi del report o nel modello di dati.However since the query results are not loaded to the data model, the query will not clutter your reports field list or your data model.

Necessità di un identificatore di punto nei grafici a dispersioneScatter charts need a point identifier

Si prenda come esempio una semplice tabella con valori delle temperature e dell'ora in cui è stata eseguita la misurazione.Taking an example of a simple table of Temperatures and the Time the reading was taken. Se si tracciano questi valori direttamente in un grafico a dispersione, Power BI Desktop aggrega tutti i valori in un singolo punto.If you plot this directly on a scatter chart, Power BI Desktop aggregates all the values into a single point. Per mostrare i singoli punti dati, sarà necessario aggiungere un campo al bucket Dettagli nel contenitore di campi.To show individual data points you'll to add a field to the Details bucket in the field well. Un modo semplice per eseguire questa operazione nella scheda della query consiste nell'usare l'opzione "Aggiungi colonna indice" della scheda "Aggiungi colonna" della barra multifunzione.A simple way to do this is on the query tab by using the "Add index column" option on the "Add Column" ribbon.

Linee di riferimento nel reportReference lines in your report

È possibile usare una colonna calcolata per definire una linea di riferimento.You can use a calculated column to define a reference line. Identificare la tabella e la colonna in cui si vuole creare una linea di riferimento.Identify the table and column on which you want to create a reference line. Selezionare "Nuova colonna" sulla barra multifunzione e nella barra della formula digitare la formula seguente:Select "New Column" in the ribbon and, in the formula bar, type the following formula:

Target Value = 100

Questa colonna calcolata restituirà il valore 100 indipendentemente da dove viene usata.This calculated column will return the value 100 regardless of where it is used. La nuova colonna verrà visualizzata nell'elenco dei campi.Your new column will show up in the Field List. Aggiungere la colonna calcolata Valore di destinazione in un grafico a linee per mostrare la relazione tra le serie e la linea di riferimento specifica.Add the Target Value calculated column to a line chart to show how any series relates to that specific reference line.

Ordinamento in base a un'altra colonnaSort by another column

Quando si usa un valore di categoria (stringa) in Power BI Desktop per gli assi del grafico oppure in un filtro dei dati o un filtro, l'ordine predefinito è quello alfabetico.When you use a categorical (string) value in Power BI Desktop for chart axes or in a slicer or filter, the default order is alphabetical. Se è necessario applicare un ordine diverso, ad esempio per elementi come i giorni della settimana o i mesi, è possibile impostare Power BI Desktop in modo da eseguire l'ordinamento in base a una colonna diversa. Per altre informazioni, vedere Ordinare per colonna in Power BI Desktop.If you need to override this order, for example for things like days of the week or months, then you can tell Power BI Desktop to sort by a different column.To learn more, see Sort by Column in Power BI Desktop.

Creazione più semplice di mappe con hint a BingBuilding maps more easily with hints to Bing

Power BI si integra con Bing per fornire coordinate della mappa predefinite (un processo denominato geocodifica) in modo da semplificare la creazione di mappe.Power BI integrates with Bing to provide default map coordinates (a process called geo-coding) so it's easier for you to create maps. Bing usa alcuni algoritmi e hint per cercare di ottenere la posizione corretta, ma si tratta di una stima.Bing uses some algorithms and hints to try to get the right location, but it's a best guess. Per aumentare la probabilità di esecuzione di operazioni di geocodifica corrette, usare i suggerimenti seguenti:To increase the likelihood of correct geo-coding, you can use the following tips:

Quando si crea una mappa, si cerca spesso di tracciare paesi, stati e città.When you create a Map, you're often looking to plot Countries, States, and Cities. Se si usano colonne con i nomi dopo la designazione geografica, Bing potrà stimare con più precisione cosa si sta cercando di visualizzare.If you use name columns after the geographic designation it will help Bing guess what you're looking to display. Ad esempio, se è presente un campo con i nomi degli stati degli Stati Uniti, come "California" e "Washington", per la parola "Washington" Bing potrebbe restituire la posizione della città, Washington, DC, anziché quella dello stato di Washington.For example, if you have a field of US state names such as "California" and "Washington", Bing might return the location of Washington, DC instead of Washington State for the word "Washington". Assegnando alla colonna il nome "Stato", sarà possibile migliorare la geocodifica.Naming the column "State" will improve the geocoding. Lo stesso vale per le colonne denominate "Paese", "Stato" e "Città".The same is goes for columns named "Country", "State", and "City".

Alcune designazioni sono ambigue se considerate nel contesto di più paesi.Some designations are ambiguous when considered in the context of multiple countries/regions. In alcuni casi quello che in un paese viene considerato uno "stato" in un altro viene considerato una "provincia" o una "regione" o viene usata un'altra designazione.In some cases what one country/region considers a 'state' is treated as a 'province' or a 'county' or some other designation. È possibile aumentare l'accuratezza della geocodifica creando colonne che consentono di accodare più campi e usandole per tracciare le posizioni dei dati.You can increase the accuracy of geo-coding by building columns that append multiple fields together and use those for plotting data locations. Ad esempio, invece di indicare solo "Wiltshire", è possibile indicare "Wiltshire, Inghilterra" per ottenere un risultato di geocodifica più accurato.An example would be instead of passing only "Wiltshire", you can pass "Wiltshire, England" to get a more accurate geo-coding result.

È sempre possibile fornire informazioni specifiche su latitudine e longitudine per le posizioni.You can always provide specific latitude and longitude locations. In tal caso, sarà necessario passare anche un campo relativo alla posizione, altrimenti i dati vengono aggregati per impostazione predefinita e la posizione corrispondente a latitudine e longitudine indicate potrebbe non corrispondere a quella prevista.When you do this, you'll also need to pass a Location field, otherwise the data is aggregated by default, so the location of the latitude and longitude may not match what you expected.

Categorizzazione di campi geografici come hint per la geocodifica di BingCategorizing geographic fields to hint Bing's geocoding

In Power BI Desktop è possibile assicurarsi che la geocodifica dei campi venga eseguita correttamente impostando la categoria di dati per i campi dati.In Power BI Desktop, you can ensure fields are correctly geocoded by setting the Data Category on the data fields. In Power BI Desktop selezionare la tabella desiderata, passare alla scheda Avanzate della barra multifunzione e quindi impostare la categoria di dati su Indirizzo, Città, Continente, Paese/area geografica, Paese, Codice postale, Stato o Provincia.In Power BI Desktop, select the desired table, go to the Advanced ribbon and then set the Data Category to Address, City, Continent, Country/Region, Country, Postal Code, State or Province. Queste categorie di dati aiutano Bing a eseguire correttamente la codifica. Per altre informazioni, vedere Categorizzazione dei dati in Power BI Desktop.These data categories help Bing to correctly encode the date.To learn more, see Data categorization in Power BI Desktop.

Geocodifica migliore con posizioni più specificheBetter geocoding with more specific locations

In alcuni casi, l'impostazione delle categorie di dati per la creazione di mappe non è sufficiente.Sometimes, even when setting the data categories for mapping is insufficient. Nella query è possibile creare una posizione più specifica, come un indirizzo stradale, usando l'Editor di query di Power BI Desktop.Within the query you can build a more specific location like a street address using the Query Editor in Power BI Desktop. Usare la funzionalità Aggiungi colonna per creare una colonna personalizzata.Use the Add Column feature to build a custom column. Creare quindi la posizione desiderata come indicato di seguito:Then build the desired location as follows:

= [Field1] & " " & [Field2]

Usare quindi il campo risultante nelle visualizzazioni della mappa.Then use this resulting field in the map visualizations. Questa operazione è molto utile per creare indirizzi stradali da campi relativi all'indirizzo di spedizione, che sono comuni nei set di dati.This is very useful for building Street addresses from Shipping Address fields that are common in data sets. Tenere presente che la concatenazione funziona solo con i campi di testo.One note is that the concatenation only works with text fields. Se necessario, convertire il numero civico in un tipo di dati di testo prima di usarlo per creare un indirizzo.If needed, convert the street number to a text data type before using it to build an address.

Istogrammi in fase di queryHistograms in the query stage

Ci sono diversi modi per creare istogrammi, che verranno qui descritti a partire dal più semplice:There are several ways to build histograms, we'll start with the simplest and go from there:

Istogrammi più semplici: determinare la query contenente il campo in base a cui si vuole creare un istogramma.Simplest Histograms - Determine which query has the field you want to build a histogram on. Usare l'opzione "Riferimento" per la query per creare una nuova query e assegnarvi il nome "Istogramma FieldName".Use the "Reference" option for the query to create a new query and name it "FieldName Histogram". Usare l'opzione "Raggruppa per" nella scheda "Trasforma" della barra multifunzione e selezionare la funzione di aggregazione "Conteggio righe".Use the "Group by" option in the "Transform" ribbon and select the "count rows" aggregate. Verificare che il tipo di dati sia un numero per la colonna aggregata risultante.Ensure the data type is a number for the resulting aggregate column. Visualizzare quindi i dati nella pagina del report.Then visualize this data on the reports page. Questo metodo è rapido e semplice, ma non è appropriato in presenza di numerosi punti dati e non consente il collegamento di oggetti visivi.This is fast and easy to build, but doesn't work well if you have many data points and does not allow brushing across visuals.

Definizione di bucket per la creazione di un istogramma: determinare la query contenente il campo in base a cui si vuole creare un istogramma.Defining buckets to build a histogram - Determine which query has the field you want to build a histogram on. Usare l'opzione "Riferimento" per la query per creare una nuova query e assegnarvi il nome "FieldName".Use the "Reference" option for the query to create a new query and name it "FieldName". Definire ora i bucket con una regola.Now define the buckets with a rule. Usare l'opzione Aggiungi colonna personalizzata nella scheda Aggiungi colonna della barra multifunzione e creare una regola personalizzata.Use the Add Custom Column option on the Add Column ribbon and build a custom rule. Una semplice regola per la creazione di bucket può essere simile alla seguente:A simple bucketing rule might look like this:

if([FieldName] \< 2) then "\<2 min" else
if([FieldName] \< 5) then "\<5 min" else
if([FieldName] \< 10) then "\<10 min" else
if([FieldName] \< 30) then "\<30 min" else
"longer")

Verificare che il tipo di dati sia un numero per la colonna aggregata risultante.Ensure the data type is a number for the resulting aggregate column. A questo punto è possibile usare la tecnica di raggruppamento descritta per l'istogramma più semplice per ottenere l'istogramma.Now you can use the group by technique described in Simplest Histogram to achieve the histogram. Questa opzione consente di gestire più punti dati ma non consente comunque il collegamento di oggetti visivi.This option handles more data points but still does not help with brushing.

Definizione di un istogramma che supporta il collegamento di oggetti visivi: il collegamento di oggetti visivi fa in modo che, quando un utente seleziona un punto dati in un oggetto visivo, vengono evidenziati altri oggetti visivi nella pagina del report oppure vengono filtrati i punti dati correlati al punto dati selezionato.Defining a histogram that supports brushing - Brushing is when visuals are linked together so that when a user selects a data point in one visual other visuals on the report page highlight or filter data points related to the selected data point. Poiché i dati vengono modificati in fase di query, è necessario creare una relazione tra tabelle e assicurarsi di sapere quale elemento dei dettagli è correlato al bucket nell'istogramma e viceversa.Since we're manipulating data at query time, we will need to create a relationship between tables and ensure we know which detail item relates to the bucket in the histogram and vice-versa.

Iniziare il processo usando l'opzione "Riferimento" nella query contenente il campo in base a cui si vuole creare un istogramma.Start the process by using the "Reference" option on the query that has the field you want to build a histogram on. Assegnare alla nuova query il nome "Bucket".Name the new query "Buckets". Per questo esempio la query originale verrà denominata "Dettagli".For this example let's call the original query "Details". Rimuovere quindi tutte le colonne ad eccezione di quella da usare come bucket per l'istogramma.Next remove all columns except the column you'll use as the bucket for the histogram. Usare poi la funzionalità "Rimuovi duplicati" nella query. Questa opzione è disponibile nel menu di scelta rapida quando si seleziona una colonna e consente di lasciare solo valori univoci nella colonna.Now use the "Remove Duplicates" feature in query, it's on the right click menu when you select the column, so the remaining values are the unique values in the column. Se sono presenti numeri decimali, è prima possibile applicare il suggerimento per la definizione di bucket per la creazione di un istogramma, in modo da ottenere un set gestibile di bucket.If you have decimal numbers you can first use the tip for defining buckets to build a histogram to get a manageable set of buckets. Controllare ora i dati visualizzati nell'anteprima della query.Now, check the data shown in the query preview. Se sono presenti valori vuoti o null, è necessario correggerli prima di creare una relazione.If you see blank values or null you'll need to fix those up before creating a relationship. Vedere "Creazione di relazioni quando i dati contengono valori null o vuoti".See "Creating a relationship if my data has null or blank values". Questo approccio può essere problematico a causa della necessità di eseguire l'ordinamento.Using this approach can be problematic due to the need to sort. Per ordinare i bucket in modo corretto, vedere l'argomento relativo a ordinamento e visualizzazione delle categorie nell'ordine desiderato.To get the buckets to sort correctly, see "Sorting order: make categories appear in the order I want".

Nota

È utile pensare all'ordinamento prima di creare oggetti visivi.It's useful to think about the sort order before building any visuals.

Il passaggio successivo del processo consiste nel definire una relazione tra le query "Bucket" e "Dettagli" nella colonna dei bucket.Next step in the process is to define a relationship between the "Buckets" and "Details" queries on the buckets column. In Power BI Desktop fare clic su Gestisci relazioni sulla barra multifunzione.In Power BI Desktop, click Manage Relationships in the ribbon. Creare una relazione con Bucket nella tabella di sinistra e Dettagli nella tabella di destra e selezionare il campo da usare per l'istogramma.Create a relationsship where Buckets is in the left table and Details in on the right table and select the field you're using for the histogram.

L'ultimo passaggio consiste nel creare l'istogramma.Last step is to create the histogram. Trascinare il campo Bucket dalla tabella "Bucket".Drag the Bucket field from the "Buckets" table. Rimuovere il campo predefinito dall'istogramma risultante.Remove the default field from the resulting column chart. Dalla tabella "Dettagli" trascinare quindi il campo dell'istogramma nello stesso oggetto visivo.Now from the "Details" table drag the histogram field into the same visual. Nel contenitore di campi modificare l'aggregazione predefinita in Conteggio.In the field well, change the default aggregate to Count. Il risultato è l'istogramma.The result is the histogram. Se si crea un altro oggetto visivo come una mappa ad albero dalla tabella Dettagli, selezionare un punto dati nella mappa ad albero per visualizzare l'istogramma con un'evidenziazione e il punto dati selezionato rispetto alla tendenza per l'intero set di dati.If you create another visual like a treemap from the Details table, select a data point in treemap to see the histogram highlight and show the histogram for the selected data point relative to the trend for the entire data set.

IstogrammiHistograms

È possibile usare un campo calcolato per definire un istogramma.You can use a calculated field to define a Histogram. Identificare la tabella e la colonna in base a cui si vuole creare un istogramma.Identify the table and column on which you want to create a histogram. Nell'area calcoli digitare la formula seguente:In the calculation area, type the following formula:

Frequency:=COUNTROWS(<nome colonna>)Frequency:=COUNTROWS(<Column Name>)

Salvare le modifiche e tornare al report.Save your changes and return to your report. Aggiungere <Nome colonna> e Frequenza a una tabella e quindi eseguire la conversione in un grafico a barre.Add the <Column Name> and the Frequency to a table then convert to a bar chart. Assicurarsi che <Nome colonna> sia sull'asse x e il campo calcolato Frequenza sia sull'asse y.Ensure the <Column Name> is on the x-axis and the calculated field Frequency is on the y-axis.

Suggerimenti e consigli per la creazione di relazioniTips and tricks for creating relationships

Spesso quando si caricano set di dati dettagliati da più origini, problemi come valori null, valori vuoti o valori duplicati impediscono la creazione di relazioni.Often when loading detail data sets from multiple sources, issues like null values, blank values, or duplicate values prevent you from creating relationships.

Ecco un esempio:Let's look at an example:

Si caricano i set di dati relativi a richieste di assistenza clienti attive e un altro set di dati di elementi di lavoro con lo schema seguente:If we load data sets from of active customer support requests and another data set of work items that have schemas as follows:

RichiesteClienti: {IDRichiesta, NomeCliente, NomeProblema, DataApertura, Stato} ElementiLavoro: {IDElementoLavoro, IDRichiesta, NomeElementoLavoro, DataApertura, Stato, NomeCliente}CustomerInicdents: {IncidentID, CustomerName, IssueName, OpenedDate, Status} WorkItems: {WorkItemID, IncidentID, WorkItemName, OpenedDate, Status, CustomerName }

Quando si vuole tenere traccia di tutte le richieste e di tutti gli elementi di lavoro correlati a un NomeCliente specifico, non è sufficiente creare una relazione tra questi due set di dati.When we want to track all incidents and workitems that relate to a specific a CustomerName we cannot simply create a relationship between these two data sets. Alcuni ElementiLavoro potrebbero non essere correlati a un NomeCliente e quindi il campo sarebbe vuoto o NULL.Some WorkItems may not be related to a CustomerName, so that field would be blank or NULL. Potrebbero esserci più record di ElementiLavoro e RichiesteClienti per un NomeCliente specifico.There might be multiple records in WorkItems and CustomerIncidents for any given CustomerName.

Creazione di relazioni quando i dati contengono valori null o vuotiCreating relationships when the data has null or blank values

Spesso i set di dati contengono colonne con valori null o vuoti.Often data sets contain columns with null or blank values. Ciò può provocare problemi quando si cerca di usare le relazioni.This can cause problems when trying to use relationships. Sono disponibili essenzialmente due opzioni per risolvere questi problemi.You have essentially two options for addressing the issues. È possibile rimuovere le righe con valori null o vuoti.You can remove the rows that have null or blank values. A tale scopo, è possibile usare la funzionalità di filtro nella scheda della query oppure, se si effettua il merge di query, selezionare l'opzione per mantenere solo le righe corrispondenti.You can do this using either the filter feature in the query tab or if you're merging queries, select the "keep only matching rows" option. In alternativa, è possibile sostituire i valori null o vuoti con valori appropriati per le relazioni, in genere stringhe come "NULL" e "(Vuoto)".Alternatively, you can replace the null or blank values with values that work in relationships, typically strings like "NULL" and "(Blank)". Non esiste un unico approccio corretto. L'esclusione di stringhe con un filtro in fase di query comporta la rimozione delle righe e può influire su calcoli e statistiche di riepilogo.There's no right approach here - Filtering out rows at the query stage removes rows and can affect summary statistics and calculations. Il secondo approccio mantiene le righe di dati, ma può far apparire nel modello come correlate righe che invece non lo sono, portando a errori di calcolo.The latter approach preserves that data rows but can make unrelated rows appear related in the model leading to miscalculations. Se si adotta quest'ultima soluzione, accertarsi di usare i filtri nella vista o nel grafico dove appropriato, in modo da ottenere risultati accurati.If you adopt the latter solution ensure you use filters at the View/Chart where appropriate to ensure you're getting accurate results. È anche importante valutare quali righe vengono mantenute o rimosse e comprendere l'impatto globale sull'analisi.Most importantly, evaluate which rows are kept/removed and understand overall impact on the analysis..

Creazione di relazioni quando i dati contengono valori duplicatiCreating relationships when the data has duplicate values

Spesso quando si caricano set di dati dettagliati da più origini, i valori duplicati nei dati impediscono la creazione di relazioni.Often when loading detailed data sets from multiple sources, duplicate data values prevent you from creating relationships. È possibile ovviare a questo problema creando una tabella delle dimensioni con i valori univoci di entrambi i set di dati.You can overcome this by creating a dimension table with the unique values from both data sets.

Ecco un esempio:Let's look at an example:

Si caricano i set di dati relativi a richieste di assistenza clienti attive e un altro set di dati di elementi di lavoro con lo schema seguente:If we load data sets from of active customer support requests and another data set of work items that have schemas as follows:

RichiesteClienti: {IDRichiesta, NomeCliente, NomeProblema, DataApertura, Stato} ElementiLavoro: {IDElementoLavoro, IDRichiesta, NomeElementoLavoro, DataApertura, Stato, NomeCliente}CustomerInicdents: {IncidentID, CustomerName, IssueName, OpenedDate, Status} WorkItems: {WorkItemID, IncidentID, WorkItemName, OpenedDate, Status, CustomerName }

Quando si vuole tenere traccia di tutte le richieste e di tutti gli elementi di lavoro correlati a un NomeCliente specifico, non è sufficiente creare una relazione tra questi due set di dati.When we want to track all incidents and workitems that relate to a specific CustomerName we cannot simply create a relationship between these two data sets. Alcuni ElementiLavoro potrebbero non essere correlati a un NomeCliente e quindi il campo sarebbe vuoto o NULL.Some WorkItems may not be related to a CustomerName, so that field would be blank or NULL. Se è presente un valore vuoto o null nella tabella relativa ai nomi dei clienti, potrebbe essere comunque possibile creare una relazione. Vedere Creazione di relazioni quando i dati contengono valori null o vuoti.If you have any blank values or null in the CustomerNames table, you might still not be able to create a relationship - see Creating relationships if my data has null or blank values. Potrebbero essere presenti più ElementiLavoro e RichiesteClienti per un singolo NomeCliente.There might be multiple WorkItems and CustomerIncidents for a single CustomerName.

Per creare una relazione in questo caso, è necessario creare un set di dati logico di tutti i record NomeClienti tra i due set di dati.To create a relationship in this case, we need to create a logical data set of all the CustomerNames across the two data sets. Nella scheda della query, è possibile usare la sequenza seguente per creare il set di dati logico:In the Query tab, you can use the following sequence to create the logical data set:

  1. Duplicare entrambe le query, assegnando alla prima il nome Temp e alla seconda il nome NomiCliente.Duplicate both queries, naming the first Temp and the second CustomerNames.
  2. In ogni query rimuovere tutte le colonne ad eccezione della colonna NomeCliente.In each query, remove all columns except the CustomerName column
  3. In ogni query usare il comando Rimuovi duplicati.In each query, use Remove Duplicate.
  4. Nella query NomiClienti selezionare l'opzione Accoda sulla barra multifunzione e quindi selezionare la query Temp.In the CustomerNames query, select the Append option in the ribbon, select the query Temp.
  5. Nella query NomiClienti selezionare Rimuovi duplicati.In the CustomerNames query, select Remove Duplicates.

È ora disponibile una tabella delle dimensioni che è possibile usare per mettere in relazione RichiesteClienti ed ElementiLavoro e che contiene tutti i valori di ognuno dei record.Now you have a dimension table that you can use to relate to CustomerIndicents and WorkItems that contains all the values of each.

Modelli per iniziare rapidamente a usare l'Editor di queryPatterns to jump start your use of the Query Editor

L'Editor di query è uno strumento molto potente per la modifica dei dati tramite operazioni di data shaping e pulizia, in modo da preparare i dati per la visualizzazione o la modellazione.Query Editor is very powerful in how it can manipulate data to shape and clean it so it is ready to be visualized or modeled. Ci sono alcuni modelli che è importante conoscere.There are a few patterns you should be aware of.

Le colonne temporanee possono essere eliminate dopo aver calcolato un risultato.Temporary columns can be deleted after computing a result

Spesso è necessario creare un calcolo che trasforma i dati da più colonne in una singola colonna nuova.Often you need to build a calculation that transforms data from multiple columns into single new column. Questa operazione può essere complessa.This can be complex. Un semplice metodo per risolvere il problema consiste nello scomporre l'operazione in passaggi.One easy way to overcome the problem is do decompose the operation into steps. Iniziare duplicando le colonne iniziali.Start by duplicating the initial columns. Creare quindi i passaggi come colonne temporanee.Then build the steps a temporary columns. Creare poi la colonna per il risultato finale.Then create the a column for the final result. Sarà quindi possibile eliminare le colonne temporanee in modo che il set di dati finale non appaia disordinato.You can then delete the temporary columns so the final data set is not cluttered. Questo è possibile perché la scheda della query esegue i passaggi in ordine.This is possible because the query tab executes steps in order.

Query duplicate o di riferimento seguite da un merge alla query originaleDuplicate or Reference queries followed by merge to original query

Talvolta è utile calcolare le statistiche di riepilogo per un set di dati.Sometimes it's useful to compute summary statistics for a data set. Il modo più semplice per eseguire questa operazione consiste nel creare query duplicate o di riferimento nella scheda della query. Usare quindi il comando Raggruppa per per calcolare le statistiche di riepilogo.The easy way to do this is to duplicate or reference the query in the query tab. Then use Group by to compute the summary statistics. Le statistiche di riepilogo consentono di normalizzare i dati nei set di dati originali in modo che siano più facilmente confrontabili.Summary statistics help you normalize the data in the original data so they're more comparable as in . Ciò è particolarmente utile per confrontare singoli valori con tutto l'insieme.This is especially useful for comparing individual values to the whole. A tale scopo, passare alla query originale e selezionare l'opzione di merge.To do this go to the original query, and select the merge option. Eseguire quindi il merge dei dati dalla query delle statistiche di riepilogo mettendo in corrispondenza gli identificatori appropriati.Then merge the data from the summary statistics query matching on the appropriate identifiers. A questo punto si è pronti per normalizzare i dati come necessario per l'analisi.Now you're ready to normalize the data as needed for your analysis.

Uso di DAX per la prima voltaUsing DAX for the first time

DAX è il linguaggio delle formule di calcolo in Power BI Desktop,DAX is the calculations formula language in Power BI Desktop. ottimizzato per le analisi di business intelligence.It's optimized for BI analytics. È leggermente diverso rispetto a ciò che già si potrebbe conoscere se è stato usato solo un linguaggio di query simile a SQL.It's a little different than what you might be familiar with if you've only used a SQL like query language. Sono disponibili efficaci risorse online e cartacee per apprendere DAX.There are very good resources online and in literature for learning DAX.

Guida introduttiva: Nozioni di base di DAX in Power BI DesktopQuickStart: Learn DAX Basics in Power BI Desktop

Informazioni di riferimento su DAX (Data Analysis Expressions)Data Analysis Expressions (DAX) Reference

Centro risorse DAXDAX Resource Center