Add-ServerMonitoringOverride

Questo cmdlet è disponibile solo in Exchange locale.

Utilizzare il cmdlet Add-ServerMonitoringOverride per ignorare le soglie e i parametri dei probe di disponibilità gestita, monitor e risponditori nei server di Exchange.

Per informazioni sui set di parametri nella sezione Sintassi, vedere Sintassi del cmdlet di Exchange.

Syntax

Add-ServerMonitoringOverride
   [-Identity] <String>
   -ApplyVersion <Version>
   -ItemType <MonitoringItemTypeEnum>
   -PropertyName <String>
   -PropertyValue <String>
   -Server <ServerIdParameter>
   [-Confirm]
   [-WhatIf]
   [<CommonParameters>]
Add-ServerMonitoringOverride
   [-Identity] <String>
   -ItemType <MonitoringItemTypeEnum>
   -PropertyName <String>
   -PropertyValue <String>
   -Server <ServerIdParameter>
   [-Duration <EnhancedTimeSpan>]
   [-Confirm]
   [-WhatIf]
   [<CommonParameters>]

Description

È necessario disporre delle autorizzazioni prima di poter eseguire questo cmdlet. Sebbene in questo argomento vengano elencati tutti i parametri relativi al cmdlet, si potrebbe non avere accesso ad alcuni di essi qualora non siano inclusi nelle autorizzazioni assegnate. Per individuare le autorizzazioni necessarie per eseguire cmdlet o parametri nell'organizzazione, vedere Trovare le autorizzazioni necessarie per eseguire i cmdlet di Exchange.

Examples

Esempio 1

Add-ServerMonitoringOverride -Identity "AD\ActiveDirectoryConnectivityConfigDCServerReboot" -Server EXCH03 -ItemType Responder -PropertyName Enabled -PropertyValue 0 -Duration 20.00:00:00

In questo esempio viene aggiunto un override di monitoraggio del server che disabilita il risponditore ActiveDirectoryConnectivityConfigDCServerReboot nel server denominato EXCH03 per 20 giorni. Il valore di Identity distingue tra maiuscole e minuscole.

Parameters

-ApplyVersion

Il parametro ApplyVersion consente di specificare la versione di Exchange che ottiene la sostituzione. Se si aggiorna Exchange a una versione più recente, ad esempio se si applica un aggiornamento cumulativo o un Service Pack, la sostituzione non verrà più applicata al server.

L'input valido per questo parametro è un numero di versione di Exchange nel formato 15.01.xxxx.xxx.

Non è possibile utilizzare questo parametro con il parametro Duration.

Type:Version
Position:Named
Default value:None
Accept pipeline input:False
Accept wildcard characters:False
Applies to:Exchange Server 2013, Exchange Server 2016, Exchange Server 2019
-Confirm

L'opzione Confirm consente di specificare se visualizzare o nascondere la richiesta di conferma. L'impatto di questa opzione sul cmdlet dipende dalla richiesta di conferma del cmdlet prima di procedere.

  • I cmdlet distruttivi (ad esempio, i cmdlet Remove-*) dispongono di una pausa incorporata che impone all'utente di confermare il comando prima di procedere. Per questi cmdlet, è possibile ignorare la richiesta di conferma utilizzando l'esatta sintassi seguente: -Confirm:$false .
  • La maggior parte degli altri cmdlet (ad esempio, i cmdlet New-* e Set-*) non dispone di una pausa incorporata. Per questi cmdlet, specificando l'opzione Confirm senza un valore viene introdotta una pausa che impone all'utente di confermare il comando prima di procedere.
Type:SwitchParameter
Aliases:cf
Position:Named
Default value:None
Accept pipeline input:False
Accept wildcard characters:False
Applies to:Exchange Server 2013, Exchange Server 2016, Exchange Server 2019
-Durata

Il parametro Duration specifica la durata dell'override.

Per specificare un valore, immetterlo come intervallo di tempo: DD. hh: mm: ss dove dd = giorni, hh = ore, mm = minuti e ss = secondi.

Ad esempio, 30.10:00:00 indica 30 giorni e 10 ore.

Non è possibile utilizzare questo parametro con il parametro ApplyVersion.

Type:EnhancedTimeSpan
Position:Named
Default value:None
Accept pipeline input:False
Accept wildcard characters:False
Applies to:Exchange Server 2013, Exchange Server 2016, Exchange Server 2019
-Identity

Il parametro Identity indica l'identità dell'elemento di monitoraggio che si desidera rimuovere. Questo parametro utilizza la sintassi <HealthSet> \ <MonitoringItemName> [ \ <TargetResource> ]. I valori distinguono tra maiuscole e minuscole. Ad esempio, utilizzare "AD \ ActiveDirectoryConnectivityConfigDCServerReboot" e non "ad \ ActiveDirectoryConnectivityConfigDCServerReboot".

È possibile utilizzare Get-ServerHealth per trovare l'oggetto corretto per l'elemento di monitoraggio che si desidera sovrascrivere.

Type:String
Position:1
Default value:None
Accept pipeline input:False
Accept wildcard characters:False
Applies to:Exchange Server 2013, Exchange Server 2016, Exchange Server 2019
-ItemType

Il parametro ItemType specifica il tipo di elemento server per la proprietà che si desidera sostituire. I valori validi sono i seguenti:

  • Sonda
  • Monitorare
  • Partecipante
Type:MonitoringItemTypeEnum
Position:Named
Default value:None
Accept pipeline input:False
Accept wildcard characters:False
Applies to:Exchange Server 2013, Exchange Server 2016, Exchange Server 2019
-PropertyName

Il parametro PropertyNamespecifica la proprietà del server che si desidera sostituire.

Type:String
Position:Named
Default value:None
Accept pipeline input:False
Accept wildcard characters:False
Applies to:Exchange Server 2013, Exchange Server 2016, Exchange Server 2019
-PropertyValue

Il parametro PropertyValue specifica il nuovo valore della proprietà del server che si desidera sostituire.

Type:String
Position:Named
Default value:None
Accept pipeline input:False
Accept wildcard characters:False
Applies to:Exchange Server 2013, Exchange Server 2016, Exchange Server 2019
-Server

Il parametro Server consente di specificare il server Exchange in cui si desidera aggiungere la sostituzione di monitoraggio. È possibile utilizzare qualsiasi valore che identifichi il server in maniera univoca. Ad esempio:

  • Nome
  • FQDN
  • Nome distinto (DN)
  • DN legacy di Exchange

Non è possibile utilizzare tale parametro per configurare altri server Trasporto Edge in modalità remota.

Type:ServerIdParameter
Position:Named
Default value:None
Accept pipeline input:False
Accept wildcard characters:False
Applies to:Exchange Server 2013, Exchange Server 2016, Exchange Server 2019
-WhatIf

L'opzione WhatIf consente di simulare le azioni del comando. È possibile utilizzare tale opzione per visualizzare le modifiche che verrebbero applicate senza effettivamente applicarle. Con questa opzione non è necessario specificare alcun valore.

Type:SwitchParameter
Aliases:wi
Position:Named
Default value:None
Accept pipeline input:False
Accept wildcard characters:False
Applies to:Exchange Server 2013, Exchange Server 2016, Exchange Server 2019

Inputs

Per verificare i tipi di input accettati da questo cmdlet, vedere Tipi di input e output dei cmdlet. Se il campo relativo al tipo di input di un cmdlet è vuoto, il cmdlet non accetta dati di input.

Outputs

Per verificare i tipi restituiti, detti anche tipi di output, accettati da questo cmdlet, vedere Tipi di input e output dei cmdlet. Se il campo relativo al tipo di output è vuoto, il cmdlet non restituisce dati.