Disable-InboxRule

Questo cmdlet è disponibile in Exchange locale e nel servizio basato su cloud. Alcuni parametri e impostazioni possono essere esclusivi di singoli ambienti.

Utilizzare il cmdlet Disable-InboxRule per disabilitare le regole Posta in arrivo esistenti nelle cassette postali.

Per informazioni sui set di parametri nella sezione Sintassi, vedere Sintassi del cmdlet di Exchange.

Sintassi

Disable-InboxRule
       [-Identity] <InboxRuleIdParameter>
       [-AlwaysDeleteOutlookRulesBlob]
       [-Confirm]
       [-DomainController <Fqdn>]
       [-Force]
       [-Mailbox <MailboxIdParameter>]
       [-WhatIf]
       [<CommonParameters>]

Descrizione

Quando viene creata, modificata, rimossa, abilitata o disabilitata una regola di posta in arrivo in Exchange PowerShell, vengono rimosse tutte le regole sul fianco client create da Microsoft Outlook.

È necessario disporre delle autorizzazioni prima di poter eseguire questo cmdlet. Sebbene in questo argomento vengano elencati tutti i parametri relativi al cmdlet, si potrebbe non avere accesso ad alcuni di essi qualora non siano inclusi nelle autorizzazioni assegnate. Per individuare le autorizzazioni necessarie per eseguire cmdlet o parametri nell'organizzazione, vedere Trovare le autorizzazioni necessarie per eseguire i cmdlet di Exchange.

Esempio

Esempio 1

Disable-InboxRule -Identity "MoveAnnouncements" -Mailbox "Joe@Contoso.com"

In questo esempio viene disabilitata la regola di posta in arrivo MoveAnnouncements nella cassetta postale Joe@Contoso.com.

Parametri

-AlwaysDeleteOutlookRulesBlob

Il parametro AlwaysDeleteOutlookRulesBlob sopprime un avviso che viene visualizzato all'utente finale o agli amministratori che utilizzano Outlook Web App o Windows PowerShell per modificare le regole della Posta in arrivo.

Type:SwitchParameter
Position:Named
Default value:None
Accept pipeline input:False
Accept wildcard characters:False
Applies to:Exchange Server 2010, Exchange Server 2013, Exchange Server 2016, Exchange Server 2019, Exchange Online
-Confirm

L'opzione Confirm consente di specificare se visualizzare o nascondere la richiesta di conferma. L'impatto di questa opzione sul cmdlet dipende dalla richiesta di conferma del cmdlet prima di procedere.

  • I cmdlet distruttivi (ad esempio, i cmdlet Remove-*) dispongono di una pausa incorporata che impone all'utente di confermare il comando prima di procedere. Per questi cmdlet, è possibile ignorare la richiesta di conferma utilizzando l'esatta sintassi seguente: -Confirm:$false .
  • La maggior parte degli altri cmdlet (ad esempio, i cmdlet New-* e Set-*) non dispone di una pausa incorporata. Per questi cmdlet, specificando l'opzione Confirm senza un valore viene introdotta una pausa che impone all'utente di confermare il comando prima di procedere.
Type:SwitchParameter
Aliases:cf
Position:Named
Default value:None
Accept pipeline input:False
Accept wildcard characters:False
Applies to:Exchange Server 2010, Exchange Server 2013, Exchange Server 2016, Exchange Server 2019, Exchange Online
-DomainController

Questo parametro è disponibile solo in Exchange locale.

Il parametro DomainController consente di specificare il controller di dominio utilizzato da questo cmdlet per la lettura o la scrittura dei dati in Active Directory. Identificare il controller di dominio mediante il relativo nome di dominio completo (FQDN). Ad esempio, dc01.contoso.com.

Type:Fqdn
Position:Named
Default value:None
Accept pipeline input:False
Accept wildcard characters:False
Applies to:Exchange Server 2010, Exchange Server 2013, Exchange Server 2016, Exchange Server 2019
-Force

L'opzione Force consente di specificare se eliminare i messaggi di avviso o di conferma. È possibile utilizzare questa opzione per eseguire attività a livello di programmazione, se la richiesta di un input amministrativo è inappropriata. Con questa opzione non è necessario specificare alcun valore.

Una richiesta di conferma avverte se la cassetta postale contiene regole create da Outlook, perché le regole sul sul retro del client verranno rimosse dalle azioni del cmdlet.

Type:SwitchParameter
Position:Named
Default value:None
Accept pipeline input:False
Accept wildcard characters:False
Applies to:Exchange Server 2010, Exchange Server 2013, Exchange Server 2016, Exchange Server 2019, Exchange Online
-Identity

Il parametro Identity consente di specificare la regola di posta in arrivo che si desidera disabilitare. È possibile utilizzare qualsiasi valore che identifichi la regola in modo univoco. Ad esempio:

  • Nome
  • Proprietà RuleIdentity (ad esempio, 16752869479666417665).
  • Exchange Online: MailboxAlias\RuleIdentity (ad esempio, rzaher\16752869479666417665 ).
  • Exchange locale: MailboxCanonicalName\RuleIdentity (ad esempio, contoso.com/Users/Rick Zaher\16752869479666417665 ).
Type:InboxRuleIdParameter
Position:1
Default value:None
Accept pipeline input:True
Accept wildcard characters:False
Applies to:Exchange Server 2010, Exchange Server 2013, Exchange Server 2016, Exchange Server 2019, Exchange Online
-Mailbox

Il parametro Mailbox consente di specificare la cassetta postale che contiene la regola Posta in arrivo. È possibile utilizzare qualsiasi valore che identifichi la cassetta postale in modo univoco. Ad esempio:

  • Nome
  • Alias
  • Nome distinto (DN)
  • Nome distinto canonico
  • \Nome utente del dominio
  • Indirizzo di posta elettronica
  • GUID
  • LegacyExchangeDN
  • SamAccountName
  • ID utente o Nome entità utente (UPN)
Type:MailboxIdParameter
Position:Named
Default value:None
Accept pipeline input:False
Accept wildcard characters:False
Applies to:Exchange Server 2010, Exchange Server 2013, Exchange Server 2016, Exchange Server 2019, Exchange Online
-WhatIf

L'opzione WhatIf non funziona con questo cmdlet.

Type:SwitchParameter
Aliases:wi
Position:Named
Default value:None
Accept pipeline input:False
Accept wildcard characters:False
Applies to:Exchange Server 2010, Exchange Server 2013, Exchange Server 2016, Exchange Server 2019, Exchange Online

Input

Per verificare i tipi di input accettati da questo cmdlet, vedere Tipi di input e output dei cmdlet. Se il campo relativo al tipo di input di un cmdlet è vuoto, il cmdlet non accetta dati di input.

Output

Per verificare i tipi restituiti, detti anche tipi di output, accettati da questo cmdlet, vedere Tipi di input e output dei cmdlet. Se il campo relativo al tipo di output è vuoto, il cmdlet non restituisce dati.