Enable-ServiceEmailChannel

Questo cmdlet è disponibile solo in Exchange locale.

Utilizzare il cmdlet Enable-ServiceEmailChannel per abilitare il canale del servizio .NET per un utente specifico.

Per informazioni sui set di parametri nella sezione Sintassi, vedere Sintassi del cmdlet di Exchange.

Sintassi

Enable-ServiceEmailChannel
      [-Identity] <MailboxIdParameter>
      [-Confirm]
      [-DomainController <Fqdn>]
      [-WhatIf]
      [<CommonParameters>]

Descrizione

Il canale del servizio .NET consente a Microsoft Exchange di archiviare le informazioni che verranno inoltrate in un secondo momento alle applicazioni o ai dispositivi che non sono permanentemente connessi al server che esegue Exchange. Questo cmdlet crea una cartella di ricezione nella cassetta postale di un utente, nella cartella radice denominata Posta elettronica servizio.

È necessario disporre delle autorizzazioni prima di poter eseguire questo cmdlet. Sebbene in questo argomento vengano elencati tutti i parametri relativi al cmdlet, si potrebbe non avere accesso ad alcuni di essi qualora non siano inclusi nelle autorizzazioni assegnate. Per individuare le autorizzazioni necessarie per eseguire cmdlet o parametri nell'organizzazione, vedere Trovare le autorizzazioni necessarie per eseguire i cmdlet di Exchange.

Esempio

Esempio 1

Enable-ServiceEmailChannel -Identity "fourthcoffee\tony"

In questo esempio viene abilitato il canale del servizio .NET per l'utente Tony Smith.

Esempio 2

Enable-ServiceEmailChannel -Identity "tony@contoso.com"

In questo esempio viene abilitato il canale del servizio .NET per l'utente Tony Smith.

Esempio 3

Enable-ServiceEmailChannel -Identity "TonySmith"

In questo esempio viene abilitato il canale del servizio .NET per l'utente Tony Smith.

Parametri

-Confirm

L'opzione Confirm consente di specificare se visualizzare o nascondere la richiesta di conferma. L'impatto di questa opzione sul cmdlet dipende dalla richiesta di conferma del cmdlet prima di procedere.

  • I cmdlet distruttivi (ad esempio, i cmdlet Remove-*) dispongono di una pausa incorporata che impone all'utente di confermare il comando prima di procedere. Per questi cmdlet, è possibile ignorare la richiesta di conferma utilizzando l'esatta sintassi seguente: -Confirm:$false .
  • La maggior parte degli altri cmdlet (ad esempio, i cmdlet New-* e Set-*) non dispone di una pausa incorporata. Per questi cmdlet, specificando l'opzione Confirm senza un valore viene introdotta una pausa che impone all'utente di confermare il comando prima di procedere.
Type:SwitchParameter
Aliases:cf
Position:Named
Default value:None
Accept pipeline input:False
Accept wildcard characters:False
Applies to:Exchange Server 2010, Exchange Server 2013, Exchange Server 2016, Exchange Server 2019
-DomainController

Il parametro DomainController consente di specificare il controller di dominio utilizzato da questo cmdlet per la lettura o la scrittura dei dati in Active Directory. Identificare il controller di dominio mediante il relativo nome di dominio completo (FQDN). Ad esempio, dc01.contoso.com.

Type:Fqdn
Position:Named
Default value:None
Accept pipeline input:False
Accept wildcard characters:False
Applies to:Exchange Server 2010, Exchange Server 2013, Exchange Server 2016, Exchange Server 2019
-Identity

Il parametro Identity consente di specificare l'identità dell'utente per cui si desidera abilitare il canale del servizio .NET. L'utente specificato deve essere un utente valido in Active Directory che dispone di una cassetta postale di Exchange.

È possibile utilizzare qualsiasi valore che identifichi la cassetta postale in modo univoco. Ad esempio:

  • Nome
  • Alias
  • Nome distinto (DN)
  • Nome distinto canonico
  • \Nome utente del dominio
  • Indirizzo di posta elettronica
  • GUID
  • LegacyExchangeDN
  • SamAccountName
  • ID utente o Nome entità utente (UPN)
Type:MailboxIdParameter
Position:1
Default value:None
Accept pipeline input:True
Accept wildcard characters:False
Applies to:Exchange Server 2010, Exchange Server 2013, Exchange Server 2016, Exchange Server 2019
-WhatIf

L'opzione WhatIf consente di simulare le azioni del comando. È possibile utilizzare tale opzione per visualizzare le modifiche che verrebbero applicate senza effettivamente applicarle. Con questa opzione non è necessario specificare alcun valore.

Type:SwitchParameter
Aliases:wi
Position:Named
Default value:None
Accept pipeline input:False
Accept wildcard characters:False
Applies to:Exchange Server 2010, Exchange Server 2013, Exchange Server 2016, Exchange Server 2019

Input

Per verificare i tipi di input accettati da questo cmdlet, vedere Tipi di input e output dei cmdlet. Se il campo relativo al tipo di input di un cmdlet è vuoto, il cmdlet non accetta dati di input.

Output

Per verificare i tipi restituiti, detti anche tipi di output, accettati da questo cmdlet, vedere Tipi di input e output dei cmdlet. Se il campo relativo al tipo di output è vuoto, il cmdlet non restituisce dati.