srv_convert (API Stored procedure estesa)

Si applica a: sìSQL Server (tutte le versioni supportate)

Importante

Questa funzionalità verrà rimossa a partire da una delle prossime versioni di Microsoft SQL Server. Evitare di usare questa funzionalità in un nuovo progetto di sviluppo e prevedere interventi di modifica nelle applicazioni in cui è attualmente implementata. Usare in alternativa l'integrazione CLR.

Consente di modificare i dati da un tipo all'altro.

Sintassi

  
int srv_convert (  
SRV_PROC *  
srvproc  
,  
int  
srctype  
,  
void *  
src  
,  
DBINT  
srclen  
,  
int  
desttype  
,  
void *  
  dest  
,  
DBINT  
destlen  
);  

Argomenti

srvproc
Puntatore alla struttura SRV_PROC che rappresenta l'handle di una determinata connessione client. La struttura contiene tutte le informazioni di controllo utilizzate dall'API Stored procedure estesa per gestire le comunicazioni e i dati tra l'applicazione e il client. Se specificato, l'handle srvproc viene passato alla funzione di gestione degli errori dell'API Stored procedure estesa quando si verifica un errore.

srctype
Indica il tipo a cui appartengono i dati da convertire. Questo parametro può appartenere a qualsiasi tipo di dati dell'API Stored procedure estesa.

src
Puntatore ai dati da convertire. Questo parametro può appartenere a qualsiasi tipo di dati dell'API Stored procedure estesa.

srclen
Specifica la lunghezza, espressa in byte, dei dati da convertire. Se srclen è 0, srv_convert inserisce un valore Null nella variabile di destinazione. A meno che non sia 0, questo parametro viene ignorato per i tipi di dati a lunghezza fissa e in tal caso si presuppone che i dati di origine siano NULL. Per i dati appartenenti al tipo SRVCHAR, una lunghezza di -1 indica che la stringa ha una terminazione Null.

desttype
Indica il tipo di dati in cui convertire l'origine. Questo parametro può appartenere a qualsiasi tipo di dati dell'API Stored procedure estesa.

Dest
Puntatore alla variabile di destinazione che riceve i dati convertiti. Se questo puntatore è NULL, srv_convert chiama il gestore degli errori specificato dall'utente, se disponibile, e restituisce -1.

Se desttype è SRVDECIMAL o SRVNUMERIC, il parametro dest deve essere un puntatore a una struttura DBNUMERIC o DBDECIMAL con i campi della precisione e della scala della struttura già impostati sui valori desiderati. È possibile utilizzare DEFAULTPRECISION per specificare una precisione predefinita e DEFAULTSCALE per specificare una scala predefinita.

destlen
Specifica la lunghezza, espressa in byte, della variabile di destinazione. Questo parametro viene ignorato per i tipi di dati a lunghezza fissa. Per una variabile di destinazione di tipo SRVCHAR, il valore di destlen deve essere la lunghezza totale dello spazio del buffer di destinazione. Una lunghezza di -1 per una variabile di destinazione di tipo SRVCHAR o SRVBINARY indica che lo spazio disponibile è sufficiente. Per una variabile di destinazione di tipo srvchar, se la lunghezza è pari a -1 la stringa di caratteri include una terminazione Null.

Restituisce

La lunghezza dei dati convertiti, espressa in byte, se la conversione del tipo di dati viene eseguita correttamente. Quando srv_convert rileva una richiesta di conversione non supportata, chiama il gestore degli errori specificato dallo sviluppatore, se disponibile, imposta un numero di errore globale e restituisce -1.

Commenti

La funzione srv_willconvert determina se una specifica conversione è consentita.

La conversione in tipi di dati numerici approssimati SRVFLT4 o SRVFLT8 può causare una perdita di precisione. Lo stesso problema può verificarsi durante la conversione da tipi di dati numerici approssimati SRVFLT4 o SRVFLT8 in SRVCHAR o SRVTEXT.

La conversione in SRVFLT x, SRVINT x, SRVMONEY, SRVMONEY4, SRVDECIMAL o SRVNUMERIC può causare un overflow se il numero è maggiore del valore massimo della destinazione o un underflow se il numero è minore del valore minimo della destinazione. Se l'overflow si verifica durante la conversione in SRVCHAR o SRVTEXT, il primo carattere del valore risultante contiene un asterisco (*) per indicare l'errore.

Durante la conversione di SRVCHAR in SRVBINARY, srv_convert interpreta SRVCHAR come stringa esadecimale, indipendentemente dalla presenza di uno 0 (zero) iniziale nella stringa. Durante la conversione di SRVBINARY in SRVCHAR, srv_convert crea una stringa esadecimale senza uno 0 (zero) iniziale. In tutti gli altri casi, una conversione verso o dal tipo di dati SRVBINARY è una copia di bit diretta.

In determinati casi, può essere utile convertire un tipo di dati in se stesso. La conversione di SRVCHAR in SRVCHAR con un valore di destlen pari a -1, ad esempio, aggiunge un carattere di terminazione Null a una stringa.

Per una descrizione dei tipi di dati e delle conversioni dei tipi di dati dell'API Stored procedure estesa, vedere Tipi di dati (API Stored procedure estesa).

Di seguito sono riportati i motivi per cui la funzione srv_convert potrebbe non riuscire:

  • La conversione richiesta non è disponibile.

  • La conversione ha causato un troncamento, un overflow o una perdita di precisione nella variabile di destinazione.

  • Si è verificato un errore di sintassi durante la conversione di una stringa di caratteri in un tipo di dati numerici.

Importante

È necessario esaminare con attenzione il codice sorgente delle stored procedure estese e testare le DLL compilate prima di installarle in un server di produzione. Per informazioni sui test e sull'analisi della sicurezza, visitare questo sito Web Microsoft.

Vedere anche

srv_setutype ('API Stored procedure estesa)
srv_willconvert (API Stored procedure estesa)