Replica di tabelle e indici partizionati

Si applica a: sìSQL Server (tutte le versioni supportate) SìIstanza gestita di SQL di Azure

Il partizionamento semplifica la gestione di indici e tabelle di grandi dimensioni, in quanto consente di gestire e accedere in modo rapido ed efficace a subset di dati, preservando al contempo l'integrità di una raccolta dati. Per ulteriori informazioni, vedere Partitioned Tables and Indexes. La replica supporta il partizionamento fornendo un set di proprietà che specificano la modalità di gestione di tabelle e indici partizionati.

Proprietà degli articoli per la replica transazionale e di tipo merge

Nella tabella seguente sono inclusi gli oggetti utilizzati per partizionare i dati.

Oggetto Creato tramite
Tabella o indice partizionato CREATE TABLE o CREATE INDEX
Funzione di partizione CREATE PARTITION FUNCTION
Schema di partizione CREATE PARTITION SCHEME

Le proprietà di partizionamento sono le opzioni dello schema dell’articolo che determinato se gli oggetti di partizionamento devono essere copiati nel Sottoscrittore. È possibile impostare tali opzioni nei modi seguenti:

  • Nella pagina Proprietà articolo della Creazione guidata nuova pubblicazione o nella finestra di dialogo Proprietà pubblicazione. Per copiare gli oggetti elencati nella tabella precedente, specificare un valore true per le proprietà Copia schemi di partizione delle tabelle e Copia schemi di partizione dell'indice. Per informazioni su come accedere alla pagina Proprietà articolo, vedere Visualizzare e modificare le proprietà della pubblicazione.

  • Utilizzando il parametro schema_option di una delle stored procedure seguenti:

    Per copiare gli oggetti elencati nella tabella precedente, specificare i valori dell'opzione dello schema appropriati. Per informazioni su come specificare le opzioni dello schema, vedere Specify Schema Options.

Tramite la replica vengono copiati gli oggetti nel Sottoscrittore durante la sincronizzazione iniziale. Se lo schema di partizione utilizza filegroup diversi dal filegroup PRIMARY, tali filegroup devono essere presenti nel Sottoscrittore prima della sincronizzazione iniziale.

Al termine dell'inizializzazione del Sottoscrittore, le modifiche dei dati vengono propagate al Sottoscrittore e applicate alle partizioni appropriate. Non sono tuttavia supportate le modifiche allo schema di partizione. Le repliche transazionale e di tipo merge non supportano la replica dei comandi seguenti: ALTER PARTITION FUNCTION, ALTER PARTITION SCHEME e l'istruzione REBUILD WITH PARTITION di ALTER INDEX. Le modifiche associate non verranno replicate automaticamente nel sottoscrittore. È responsabilità dell'utente apportare manualmente modifiche simili nel Sottoscrittore.

Supporto della replica per il cambio della partizione

Uno dei vantaggi principali del partizionamento di tabelle consiste nella possibilità di spostare in modo rapido ed efficiente subset di dati tra partizioni. I dati vengono spostati utilizzando il comando SWITCH PARTITION. Per impostazione predefinita, quando una tabella è abilitata per la replica, le operazioni SWITCH PARTITION sono bloccate per i motivi seguenti:

  • Se i dati vengono spostati all'interno o all'esterno di una tabella presente nel server di pubblicazione ma non nel Sottoscrittore, il server di pubblicazione e il Sottoscrittore potrebbero risultare incoerenti uno rispetto all'altro. Questo problema si verifica in genere quando i dati vengono spostati all'interno o all'esterno di una tabella di staging.

  • Se il Sottoscrittore ha una definizione diversa per la tabella partizionata rispetto al server di pubblicazione, l'esecuzione dell'agente di distribuzione verrà interrotta quando questo tenta di applicare le modifiche nel Sottoscrittore.

Nonostante questi possibili problemi, il cambio della partizione può essere abilitato per la replica transazionale. Prima di abilitare il cambio della partizione, assicurarsi che tutte le tabelle interessate siano presenti nel server di pubblicazione e nel Sottoscrittore e verificare che le definizioni di tabella e di partizione siano identiche.

Quando lo schema di partizione delle partizioni è lo stesso nei server di pubblicazione e nei Sottoscrittori, è possibile abilitare allow_partition_switch insieme a replication_partition_switch, che replicherà solo l'istruzione switch della partizione al Sottoscrittore. È inoltre possibile abilitare allow_partition_switch senza la replica della DDL. Questa operazione risulta utile nel caso in cui si desideri eseguire il roll out dei mesi precedenti della partizione ma mantenendo la partizione replicata per un altro anno per scopi di backup nel Sottoscrittore.

Se si abilita il cambio della partizione usando la versione corrente in SQL Server 2008 R2, successivamente potrebbero essere necessarie anche operazioni di divisione e merge. Prima di eseguire un'operazione di divisione o di merge su una tabella abilitata per il CDC o replicata, assicurarsi che la partizione in questione non abbia comandi replicati in sospeso. È anche necessario assicurarsi che nessuna operazione DML venga eseguita sulla partizione durante le operazioni di divisione e unione. Se sono presenti transazioni non elaborate dalla lettura log o dal processo di acquisizione CDC o se le operazioni DML vengono eseguite in una partizione di una tabella abilitata per il CDC o replicata durante l'esecuzione di un'operazione di divisione o di merge che coinvolge tale partizione, è possibile che si verifichi un errore di elaborazione (Error 608 - No catalog entry found for partition ID (Errore 608. Nessuna voce di catalogo trovata per l’ID partizione)) nell'agente di lettura log o nel processo di acquisizione CDC. Per correggere l'errore potrebbe essere necessario reinizializzare la sottoscrizione o disabilitare la funzionalità CDC sulla tabella o sul database.

Scenari non supportati

Gli scenari seguenti non sono supportati quando si usa la replica con cambio della partizione:

Replica peer-to-peer
La replica peer-to-peer non è supportata con il cambio della partizione.

Uso di variabili con cambio della partizione

L'uso di variabili con il cambio della partizione nelle tabelle pubblicate con replica transazionale o con Change Data Capture (CDC) non è supportato per l'istruzione ALTER TABLE ... SWITCH TO ... PARTITION ....

Il codice di cambio della partizione seguente, ad esempio, non funzionerà con la funzionalità CDC abilitata nel database o con la TableA che partecipa a una pubblicazione transazionale:

DECLARE @SomeVariable INT = $PARTITION.pf_test(10);
ALTER TABLE dbo.TableA
SWITCH TO dbo.TableB 
PARTITION @SomeVariable;

Occorre cambiare invece la partizione usando direttamente la funzione di partizione, come nell'esempio seguente:

ALTER TABLE NonPartitionedTable 
SWITCH TO PartitionedTable PARTITION $PARTITION.pf_test(10);

Abilitazione del cambio della partizione

Le proprietà seguenti per le pubblicazioni transazionali consentono agli utenti di controllare il comportamento del cambio della partizione in un ambiente replicato:

  • @allow_partition_switch: se impostata su true, è possibile eseguire SWITCH PARTITION sul database di pubblicazione.

  • @replicate_partition_switch: determina se l'istruzione SWITCH PARTITION DDL deve essere replicata ai Sottoscrittori. Questa opzione è valida solo quando @allow_partition_switch è impostata su true.

È possibile impostare queste proprietà utilizzando sp_addpublication durante la creazione della pubblicazione oppure sp_changepublication al termine della creazione della pubblicazione. Come notato in precedenza, la replica di tipo merge non supporta il cambio della partizione. Per eseguire SWITCH PARTITION in una tabella abilitata per la replica di tipo merge, rimuovere la tabella dalla pubblicazione.

Vedere anche

Pubblicare dati e oggetti di database