sp_describe_cursor (Transact-SQL)

Si applica a: sìSQL Server (tutte le versioni supportate)

Crea un report degli attributi di un cursore del server.

Icona di collegamento a un argomento Convenzioni della sintassi Transact-SQL

Sintassi

  
sp_describe_cursor [ @cursor_return = ] output_cursor_variable OUTPUT   
     { [ , [ @cursor_source = ] N'local'  
    , [ @cursor_identity = ] N'local_cursor_name' ]   
   | [ , [ @cursor_source = ] N'global'  
    , [ @cursor_identity = ] N'global_cursor_name' ]   
   | [ , [ @cursor_source = ] N'variable'  
     , [ @cursor_identity = ] N'input_cursor_variable' ]   
     }   
[;]  

Argomenti

[ @cursor_return = ] output_cursor_variable OUTPUT
Nome di una variabile di cursore dichiarata per ricevere l'output del cursore. output_cursor_variable è cursor, senza alcun valore predefinito e non deve essere associato ad alcun cursore al momento sp_describe_cursor viene chiamato. Il cursore restituito è di tipo scorrevole, dinamico e di sola lettura.

[ @cursor_source = ] { N'local' | N'global' | N'variable' }
Specifica se il cursore di cui viene generato il report viene specificato utilizzando il nome di un cursore locale, di un cursore globale o di una variabile di cursore. Il parametro è nvarchar(30).

[ @cursor_identity = ] N'local_cursor_name' ]
Nome di un cursore creato da un'istruzione DECLARE CURSOR con la parola chiave LOCAL o impostato sul valore predefinito LOCAL. local_cursor_name è nvarchar(128).

[ @cursor_identity = ] N'global_cursor_name' ]
Nome di un cursore creato da un'istruzione DECLARE CURSOR con la parola chiave GLOBAL o impostato sul valore predefinito GLOBAL. global_cursor_name è nvarchar(128).

global_cursor_name può anche essere il nome di un cursore del server API aperto da un'applicazione ODBC denominata chiamando SQLSetCursorName.

[ @cursor_identity = ] N'input_cursor_variable' ]
Nome di una variabile di cursore associata a un cursore aperto. input_cursor_variable è nvarchar(128).

Valori del codice restituito

Nessuno

Cursori restituiti

sp_describe_cursor incapsula il set di risultati in un parametro di output Transact-SQL del cursore. In questo modo i batch, le stored procedure e i trigger Transact-SQL possono elaborare l'output una riga alla volta. Questo significa inoltre che non è possibile richiamare direttamente la procedura da funzioni API del database. Il parametro di output del cursore deve essere associato a una variabile di programma, ma le API di database non supportano parametri o variabili del cursore di associazione.

Nella tabella seguente viene descritto il formato del cursore restituito da sp_describe_cursor. Tale formato corrisponde a quello restituito da sp_cursor_list.

Nome colonna Tipo di dati Descrizione
reference_name sysname Nome utilizzato per fare riferimento al cursore. Se il riferimento al cursore è stato impostato tramite il nome specificato in un'istruzione DECLARE CURSOR, il nome di riferimento corrisponde al nome del cursore. Se il riferimento al cursore è stato impostato tramite una variabile, il nome di riferimento corrisponde al nome della variabile.
cursor_name sysname Nome del cursore che deriva da un'istruzione DECLARE CURSOR. In SQL Server se il cursore è stato creato mediante l'impostazione di una variabile di cursore su un cursore, cursor_name restituisce il nome della variabile di cursore. Nelle versioni precedenti di SQL Server questa colonna di output restituisce un nome generato dal sistema.
cursor_scope tinyint 1 = LOCAL

2 = GLOBAL
status int Stessi valori restituiti dalla funzione di sistema CURSOR_STATUS:

1 = Il cursore a cui si fa riferimento tramite il nome o la variabile è aperto. Se il cursore è di tipo insensitive, statico o keyset, il set di risultati contiene almeno una riga. Se invece è dinamico, contiene zero o più righe.

0 = Il cursore a cui si fa riferimento tramite il nome o la variabile è aperto, ma non contiene righe. I cursori dinamici non restituiscono mai questo valore.

-1 = Il cursore a cui si fa riferimento tramite il nome o la variabile è chiuso.

-2 = Si applica solo alle variabili di cursore. Alla variabile non è assegnato alcun cursore. È possibile che un parametro OUTPUT abbia assegnato un cursore alla variabile, ma la stored procedure ha chiuso il cursore prima di completare l'operazione.

-3 = Non esiste alcun cursore o variabile di cursore con il nome specificato oppure alla variabile non è stato assegnato alcun cursore.
model tinyint 1 = Insensitive (o statico)

2 = Keyset

3 = Dinamico

4 = Fast forward-only
Concorrenza tinyint 1 = Di sola lettura.

2 = Blocchi di scorrimento.

3 = Ottimistica.
scrollable tinyint 0 = Forward-only

1 = Scorrevole
open_status tinyint 0 = Chiuso

1 = Aperto
cursor_rows decimal(10,0) Numero di righe risultanti nel set dei risultati. Per altre informazioni, vedere @@CURSOR_ROWS (Transact-SQL).
fetch_status smallint Stato dell'ultimo recupero sul cursore. Per altre informazioni, vedere @@FETCH_STATUS (Transact-SQL).

0 = Recupero corretto.

-1 = Recupero non riuscito o non compreso entro i limiti del cursore.

-2 = La riga richiesta è mancante.

-9 = Nessun recupero eseguito sul cursore.
column_count smallint Numero di colonne nel set dei risultati del cursore.
row_count decimal(10,0) Numero di righe modificate dall'ultima operazione eseguita sul cursore. Per altre informazioni, vedere @@ROWCOUNT (Transact-SQL).
last_operation tinyint Ultima operazione eseguita sul cursore:

0 = Non è stata eseguita alcuna operazione.

1 = OPEN

2 = FETCH

3 = INSERT

4 = UPDATE

5 = DELETE

6 = CLOSE

7 = DEALLOCATE
cursor_handle int Valore univoco che identifica il cursore nell'ambito del server.

Commenti

La stored procedure sp_describe_cursor descrive gli attributi globali per un cursore del server, ad esempio la possibilità di scorrimento o aggiornamento. Utilizzare sp_describe_cursor_columns per ottenere una descrizione degli attributi del set dei risultati restituito dal cursore. Utilizzare sp_describe_cursor_tables per ottenere un report delle tabelle di base a cui fa riferimento il cursore. Per ottenere un report relativo ai cursori del server Transact-SQL visibili nella connessione, utilizzare la stored procedure sp_cursor_list.

Un'istruzione DECLARE CURSOR potrebbe richiedere un tipo di cursore non supportato da SQL Server tramite l'istruzione SELECT inclusa nell'istruzione DECLARE CURSOR SQL Server converte in modo implicito il cursore in un tipo supportato per l'istruzione SELECT. Se nell'istruzione DECLARE CURSOR viene specificato TYPE_WARNING, SQL Server invia all'applicazione un messaggio informativo relativo al completamento della conversione. sp_describe_cursor può quindi essere chiamato per determinare il tipo di cursore implementato.

Autorizzazioni

È richiesta l'appartenenza al ruolo public.

Esempi

Nell'esempio seguente viene aperto un cursore globale e viene utilizzata la stored procedure sp_describe_cursor per creare un report degli attributi del cursore.

USE AdventureWorks2012;  
GO  
-- Declare and open a global cursor.  
DECLARE abc CURSOR STATIC FOR  
SELECT LastName  
FROM Person.Person;  
  
OPEN abc;  
  
-- Declare a cursor variable to hold the cursor output variable  
-- from sp_describe_cursor.  
DECLARE @Report CURSOR;  
  
-- Execute sp_describe_cursor into the cursor variable.  
EXEC master.dbo.sp_describe_cursor @cursor_return = @Report OUTPUT,  
        @cursor_source = N'global', @cursor_identity = N'abc';  
  
-- Fetch all the rows from the sp_describe_cursor output cursor.  
FETCH NEXT from @Report;  
WHILE (@@FETCH_STATUS <> -1)  
BEGIN  
    FETCH NEXT from @Report;  
END  
  
-- Close and deallocate the cursor from sp_describe_cursor.  
CLOSE @Report;  
DEALLOCATE @Report;  
GO  
  
-- Close and deallocate the original cursor.  
CLOSE abc;  
DEALLOCATE abc;  
GO  

Vedere anche

Cursori
CURSOR_STATUS (Transact-SQL)
DECLARE CURSOR (Transact-SQL)
sp_cursor_list (Transact-SQL)
sp_describe_cursor_columns (Transact-SQL)
sp_describe_cursor_tables (Transact-SQL)