fsutil dirty

Si applica a: Windows Server 2022, Windows Server 2019, Windows Server 2016, Windows 10, Windows Server 2012 R2, Windows 8.1, Windows Server 2012, Windows 8

Esegue una query o imposta la proprietà di un volume dirty bit. Quando un volume del dirty bit è impostato, autochk Controlla automaticamente il volume per gli errori al successivo riavvio del computer.

Sintassi

fsutil dirty {query | set} <volumepath>

Parametri

Parametro Descrizione
query Esegue una query sul volume specificato dirty bit.
set Imposta l'oggetto del volume dirty bit.
<volumepath> Specifica il nome dell'unità seguito da due punti o GUID nel formato seguente: volume{GUID} .

Commenti

  • La proprietà di un dirty bit indica che il file system potrebbe essere in uno stato incoerente. La dirty bit può essere impostata perché:

    • Il volume è online e presenta modifiche in sospeso.

    • Sono state apportate modifiche al volume e il computer è stato arrestato prima del commit delle modifiche sul disco.

    • È stato rilevato un danneggiamento nel volume.

  • Se il dirty bit viene impostato al riavvio del computer, chkdsk viene eseguito per verificare l'integrità file system e tentare di risolvere eventuali problemi con il volume.

Esempio

Per eseguire una query dirty bit'unità C, digitare:

fsutil dirty query c:
  • Se il volume è dirty, viene visualizzato l'output seguente: Volume C: is dirty

  • Se il volume non è dirty, viene visualizzato l'output seguente: Volume C: is not dirty

Per impostare il dirty bit nell'unità C, digitare:

fsutil dirty set C:

Riferimenti aggiuntivi