Gestire impostazioni e preferenze del portale di Azure

È possibile modificare le impostazioni predefinite del portale di Azure in modo che soddisfino le proprie preferenze.

La maggior parte delle impostazioni è disponibile nel menu Impostazioni nella sezione superiore destra dell'intestazione di pagina globale.

Screenshot showing the settings icon in the global page header.

Nota

È in corso lo spostamento di tutti gli utenti all'esperienza delle impostazioni più recente descritta in questo argomento. Per informazioni sull'esperienza precedente, vedere Gestire le portale di Azure e le preferenze (versione precedente).

Directory e sottoscrizioni

La pagina Directory e sottoscrizioni consente di gestire le directory e impostare i filtri delle sottoscrizioni.

Cambiare e gestire le directory

Nella sezione Directory verrà visualizzata la directory corrente a cui si è attualmente connessi.

La directory di avvio mostra la directory predefinita quando si accede al portale di Azure. Per scegliere una directory di avvio diversa, selezionare Modifica per passare alla pagina Aspetto e visualizzazioni di avvio, in cui è possibile modificare questa opzione.

Per visualizzare un elenco completo delle directory a cui si ha accesso, selezionare Tutte le directory.

Per contrassegnare una directory come preferita, selezionare la relativa icona a forma di stella. Tali directory verranno elencate nella sezione Preferiti.

Per passare a un'altra directory, selezionare la directory in cui si vuole lavorare, quindi selezionare il pulsante Cambia nella riga corrispondente.

Screenshot showing the Directories settings pane.

Filtri di sottoscrizione

È possibile scegliere le sottoscrizioni filtrate per impostazione predefinita quando si accede alla portale di Azure. Ciò può essere utile se si dispone di un elenco primario di sottoscrizioni con cui si lavora, ma se ne usano occasionalmente altre.

Per usare filtri personalizzati, selezionare Filtri avanzati. Verrà richiesto di confermare prima di continuare.

Screenshot showing the confirmation dialog box for Advanced filters.

Verrà abilitata la pagina Filtri avanzati, in cui è possibile creare e gestire più filtri di sottoscrizione. Tutte le sottoscrizioni attualmente selezionate verranno salvate come filtro importato che è possibile usare di nuovo. Se si vuole interrompere l'uso dei filtri avanzati, selezionare di nuovo l'interruttore per ripristinare la visualizzazione della sottoscrizione predefinita. Tutti i filtri personalizzati creati verranno salvati e saranno disponibili per l'uso se si abilitano i filtri avanzati in futuro.

Screenshot showing the confirmation dialog box for disabling Advanced filters.

Filtri avanzati

Nella pagina Filtri avanzati è possibile creare, modificare o eliminare filtri di sottoscrizione.

Screenshot showing the Advanced filters screen.

Il filtro Predefinito mostra tutte le sottoscrizioni a cui si ha accesso. Questo filtro viene usato se non sono presenti altri filtri o se il filtro attivo non include sottoscrizioni.

È anche possibile visualizzare un filtro denominato Imported-filter, che include tutte le sottoscrizioni selezionate in precedenza.

Per modificare il filtro attualmente in uso, selezionarlo dalla casella di riepilogo a discesa Filtro avanzato. È anche possibile selezionare Modifica filtri avanzati per passare alla pagina Filtri avanzati, in cui è possibile creare, modificare ed eliminare i filtri.

Creare un filtro

Per creare un nuovo filtro, selezionare Crea un filtro. È possibile creare fino a dieci filtri.

Ogni filtro deve avere un nome univoco di lunghezza compresa tra 8 e 50 caratteri e che contenga solo lettere, numeri e trattini.

Screenshot showing the Create a filter options.

Dopo aver denominato il filtro, immettere almeno una condizione. Nel campo Tipo di filtro selezionare Nomesottoscrizione, ID sottoscrizioneo Stato sottoscrizione. Selezionare quindi un operatore e immettere un valore in base a cui filtrare.

Screenshot showing the list of operators for filter creation.

Al termine dell'aggiunta di condizioni, selezionare Crea. Il filtro verrà quindi visualizzato nell'elenco in Filtri attivi.

Modificare o eliminare un filtro

È possibile modificare o rinominare un filtro esistente selezionando l'icona della matita nella riga del filtro. Apportare le modifiche e quindi selezionare Applica.

Nota

Se si modifica un filtro attualmente attivo e le modifiche comportano 0 sottoscrizioni, il filtro predefinito diventerà invece attivo. Non è possibile attivare un filtro che non include sottoscrizioni.

Per eliminare un filtro, selezionare l'icona del cestino nella riga del filtro. Non è possibile eliminare il filtro Predefinito o qualsiasi filtro attualmente attivo.

Aspetto e visualizzazioni di avvio

Il riquadro Aspetto e visualizzazioni di avvio include due sezioni. La sezione Aspetto consente di scegliere il comportamento dei menu, il tema dei colori e se usare un tema a contrasto elevato e la sezione Visualizzazioni di avvio consente di impostare le opzioni per ciò che si vede quando si accede per la prima volta al portale di Azure.

Screenshot showing the Appearance section of Appearance + startup views.

Impostare il comportamento del menu

La sezione Comportamento menu consente di scegliere il comportamento portale di Azure menu predefinito.

  • Riquadro a comparsa:il menu verrà nascosto fino a quando non è necessario. È possibile selezionare l'icona del menu nell'angolo superiore sinistro per aprire o chiudere il menu.
  • Ancorato:il menu sarà sempre visibile. È possibile comprimere il menu per fornire maggiore spazio di lavoro.

Scegliere un tema o abilitare il contrasto elevato

Il tema scelto influisce sui colori dello sfondo e del carattere visualizzati nel portale di Azure. Nella sezione Tema è possibile selezionare uno dei quattro temi di colore preimpostati. Selezionare ogni anteprima per trovare il tema più adatto.

In alternativa, è possibile scegliere un tema dalla sezione Tema a contrasto elevato. Questi temi possono semplificare portale di Azure lettura, soprattutto in caso di problemi visivi. Se si seleziona il tema bianco o nero a contrasto elevato, tutte le altre selezioni del tema verranno sovrascritte.

Pagina di avvio

Scegliere una delle opzioni seguenti per la pagina che verrà visualizzata al primo accesso alla portale di Azure.

  • Home:visualizza il home page, con collegamenti ai servizi di Azure più diffusi, un elenco delle risorse usate più di recente e collegamenti utili a strumenti, documentazione e altro ancora.
  • Dashboard:visualizza il dashboard usato più di recente. I dashboard possono essere personalizzati per creare un'area di lavoro progettata solo per l'utente. Ad esempio, è possibile compilare un dashboard incentrato su progetto, attività o ruolo. Per altre informazioni, vedere Creare e condividere dashboard nel portale di Azure.

Directory di avvio

Scegliere una delle opzioni seguenti per il funzionamento della directory quando si accede per la prima volta al portale di Azure.

  • Accedere all'ultima directoryvisitata: quando si accede al portale di Azure, si inizierà dalla directory in cui si è lavorato l'ultima volta.
  • Selezionare una directory:scegliere questa opzione per selezionare una directory. Si inizierà da tale directory ogni volta che si accede al portale di Azure, anche se si è lavorato in una directory diversa l'ultima volta.

Screenshot showing the Startup section of Appearance + startup views.

Lingua e area geografica

Scegliere la lingua e il formato regionale che influiranno sul modo in cui i dati, ad esempio date e valuta, verranno visualizzati nel portale di Azure.

Screenshot showing the Language + region settings pane.

Nota

Queste impostazioni relative alla lingua e alle impostazioni internazionali influiscono solo portale di Azure. I collegamenti alla documentazione aperti in una nuova scheda o finestra usano le impostazioni del browser per determinare la lingua da visualizzare.

Linguaggio

Usare l'elenco a discesa per selezionare dall'elenco delle lingue disponibili. Questa impostazione controlla la lingua visualizzata per il testo nell'portale di Azure.

Formato regionale

Selezionare un'opzione per controllare il modo in cui le date, l'ora, i numeri e la valuta vengono visualizzati nel portale di Azure.

Le opzioni visualizzate nell'elenco a discesa Formato a livello di area cambiano in base all'opzione selezionata per Lingua. Ad esempio, se si seleziona Inglese come lingua e quindi si seleziona Inglese (Stati Uniti) come formato regionale, la valuta viene visualizzata in dollari statunitensi. Se si seleziona l'inglese come lingua e quindi si seleziona Inglese (Europa) come formato regionale, la valuta viene visualizzata in euro.

Selezionare Applica per aggiornare le impostazioni relative alla lingua e al formato delle impostazioni internazionali.

Informazioni personali

La pagina Informazioni personali consente di aggiornare l'indirizzo di posta elettronica usato per gli aggiornamenti dei servizi di Azure, la fatturazione, il supporto o i problemi di sicurezza. È anche possibile acconsentire esplicitamente o meno a messaggi di posta elettronica aggiuntivi Microsoft Azure e altri prodotti e servizi.

Nella parte superiore della pagina Informazioni personali verranno visualizzate le opzioni per esportare, ripristinare o eliminare le impostazioni.

Screenshot of the My information settings page.

Esportare le impostazioni utente

Le informazioni sulle impostazioni personalizzate vengono archiviate in Azure. È possibile esportare i dati utente seguenti:

  • Dashboard privati nel portale di Azure
  • Impostazioni utente come sottoscrizioni o directory preferite
  • Temi e altre impostazioni personalizzate del portale

È buona idea esportare ed esaminare le impostazioni se si prevede di eliminarle. La ricompilazione dei dashboard o le impostazioni di ripetimento possono richiedere molto tempo.

Per esportare le impostazioni del portale, selezionare Esporta impostazioni nella parte superiore del riquadro Panoramica delle impostazioni. Verrà creato un file con estensione json che contiene i dati delle impostazioni utente.

A causa della natura dinamica delle impostazioni utente e del rischio di danneggiamento dei dati, non è possibile importare le impostazioni dal file con estensione json.

Ripristina impostazioni predefinite

Se sono state apportate modifiche alle impostazioni portale di Azure e si vuole eliminarle, selezionare Ripristina impostazioni predefinite nella parte superiore del riquadro Panoramica delle impostazioni. Verrà richiesto di confermare questa azione. In questo caso, tutte le modifiche apportate alle impostazioni portale di Azure andranno perse. Questa opzione non influisce sulle personalizzazioni del dashboard.

Eliminare le impostazioni utente e i dashboard

Le informazioni sulle impostazioni personalizzate vengono archiviate in Azure. È possibile eliminare i dati utente seguenti:

  • Dashboard privati nel portale di Azure
  • Impostazioni utente come sottoscrizioni o directory preferite
  • Temi e altre impostazioni personalizzate del portale

È buona idea esportare ed esaminare le impostazioni prima di eliminarle. La ricompilazione dei dashboard o la ricreazione di impostazioni personalizzate può richiedere molto tempo.

Nota

Questo articolo illustra la procedura per eliminare i dati personali dal dispositivo o dal servizio e può essere usato per supportare gli obblighi in base al GDPR. Per informazioni generali sul GDPR, vedere la sezione GDPR di Microsoft Trust Center e la sezione GDPR del Service Trust Portal.

Per eliminare le impostazioni del portale, selezionare Elimina tutte le impostazioni e i dashboard privati nella parte superiore della pagina Informazioni personali. Verrà richiesto di confermare l'eliminazione. In questo caso, tutte le personalizzazioni delle impostazioni tornerà alle impostazioni predefinite e tutti i dashboard privati andranno persi.

Disconnessione e notifiche

Questo riquadro consente di gestire le notifiche popup e i timeout della sessione.

Screenshot showing the Signing out + notifications pane.

Disconnessione

L'impostazione del timeout di inattività consente di proteggere le risorse da accessi non autorizzati se si dimentica di proteggere la workstation. Dopo un periodo di inattività, si viene disconnessi automaticamente dalla sessione portale di Azure sessione. Come utente singolo, è possibile modificare l'impostazione di timeout per se stessi. Gli amministratori possono impostarla a livello di directory per tutti gli utenti nella directory.

Modificare l'impostazione di timeout singola (utente)

Nel menu a discesa accanto a Sign me out when inactive(Disconnei quando inattivo) scegliere la durata dopo la quale la sessione di portale di Azure viene disconnessa se si è inattivi.

Screenshot showing the user timeout settings option.

Fare clic su Applica per salvare le modifiche. In seguito, se si è inattivi durante la sessione del portale, portale di Azure disconnettersi dopo la durata impostata.

Se l'amministratore ha abilitato un criterio di timeout di inattività, è comunque possibile impostarlo in modo personalizzato, purché sia più breve dell'impostazione a livello di directory. A tale scopo, selezionare Esegui l'override dei criteri di timeout di inattività della directorye quindi immettere un intervallo di tempo per Il valore Di sostituzione.

Screenshot showing the directory inactivity timeout override setting.

Modificare l'impostazione di timeout della directory (amministratore)

Gli amministratori con il ruolo amministratore globale possono applicare il tempo di inattività massimo prima che una sessione venga disconnessa. Questa impostazione di timeout di inattività si applica a livello di directory. L'impostazione viene attivata per le nuove sessioni. Non verrà applicata immediatamente agli utenti che hanno già eseguito l'accesso. Per altre informazioni sulle directory, vedere panoramica Active Directory Domain Services.

Se si è un amministratore globale e si vuole applicare un'impostazione di timeout di inattività per tutti gli utenti del portale di Azure, selezionare Abilita timeout di inattività a livello di directory per attivare l'impostazione. Immettere quindi ore e minuti peril periodo massimo di inattività di un utente prima che la sessione venga disconnessa automaticamente. Dopo aver selezionato Applica,questa impostazione verrà applicata a tutti gli utenti nella directory.

Screenshot showing the directory level idle timeout options.

Per verificare che i criteri di timeout di inattività siano impostati correttamente, selezionare Notifiche nell'intestazione della pagina globale e verificare che sia elencata una notifica di esito positivo.

Screenshot showing a notification for successful inactivity timeout policy.

Abilitare o disabilitare le notifiche popup

Le notifiche sono messaggi di sistema correlati alla sessione corrente. Forniscono informazioni come la visualizzazione del saldo del credito corrente, la conferma dell'ultima azione o la richiesta di sapere quando le risorse create diventano . Quando le notifiche popup sono attivate, i messaggi vengono visualizzati brevemente nell'angolo superiore dello schermo.

Per abilitare o disabilitare le notifiche popup, selezionare o deselezionare Abilita notifiche popup.

Per leggere tutte le notifiche ricevute durante la sessione corrente, selezionare Notifiche dall'intestazione globale.

Screenshot showing the Notifications icon in the global header.

Per visualizzare le notifiche delle sessioni precedenti, cercare gli eventi nel log attività. Per altre informazioni, vedere Visualizzare il log attività.

Passaggi successivi