Come configurare i servizi cloud

È possibile configurare le impostazioni più comuni di un servizio cloud nel portale di Azure. In alternativa, se si preferisce aggiornare direttamente i file di configurazione, scaricare un file di configurazione del servizio da aggiornare, quindi caricare il file aggiornato e aggiornare il servizio cloud con le modifiche apportate alla configurazione. In ogni caso, per gli aggiornamenti della configurazione viene effettuato il push in tutte le istanze del ruolo.

È anche possibile gestire le istanze dei ruoli del servizio cloud o creare una connessione Desktop remoto per tali servizi.

Azure può garantire il 99,95 di disponibilità del servizio durante gli aggiornamenti della configurazione solo se si dispone di almeno due istanze del ruolo per ogni ruolo. In questo modo, una macchina virtuale può elaborare le richieste dei client mentre l'altra viene aggiornata. Per altre informazioni, vedere Contratti di servizio.

Modificare un servizio cloud

Dopo aver aperto il portale di Azure, passare al servizio cloud. Da qui è possibile gestire molti aspetti.

Pagina Impostazioni

I collegamenti Impostazioni o Tutte le impostazioni consentono di accedere al pannello Impostazioni nel quale è possibile modificare le proprietà e la configurazione, gestire i certificati, configurare le regole di avviso e gestire gli utenti che hanno accesso a questo servizio cloud.

Pannello delle impostazioni del servizio cloud di Azure

Gestire la versione del sistema operativo guest

Per impostazione predefinita, Azure aggiorna periodicamente il sistema operativo guest all'immagine supportata più recente nella famiglia di sistemi operativi specificata nella configurazione del servizio (file con estensione cscfg), ad esempio Windows Server 2016.

Se è necessario fare riferimento a una versione specifica del sistema operativo, è possibile configurarla nel pannello Configurazione.

Configurare la versione del sistema operativo

Importante

La scelta di una versione specifica del sistema operativo comporta la disabilitazione degli aggiornamenti automatici del sistema operativo e rende l'applicazione di patch a carico dell'utente. È necessario assicurarsi che le istanze del ruolo ricevano gli aggiornamenti. In caso contrario, si rischia l'esposizione dell'applicazione a vulnerabilità della sicurezza.

Monitoraggio

È possibile aggiungere avvisi al servizio cloud. Fare clic su Impostazioni > Regole di avviso > Aggiungi avviso.

Da qui è possibile configurare un avviso. La casella di riepilogo a discesa Metrica consente di configurare un avviso per i tipi di dati seguenti.

  • Lettura disco
  • Scrittura disco
  • Rete in ingresso
  • Rete in uscita
  • Percentuale CPU

Configurazione del monitoraggio da un riquadro della metrica

Invece di usare Impostazioni > Regole di avviso è possibile fare clic su uno dei riquadri metrici nella sezione Monitoraggio del pannello del servizio cloud.

Monitoraggio del servizio cloud

Da qui è possibile personalizzare il grafico usato con il riquadro oppure aggiungere una regola di avviso.

Riavviare il computer, ricreare l'immagine o creare una connessione Desktop remoto

In questo momento non è possibile configurare Desktop remoto con il portale di Azure. È tuttavia possibile configurarlo con il portale di Azure classico, PowerShell o Visual Studio.

Per iniziare, fare clic sull'istanza del servizio cloud.

Istanza del servizio cloud

Dal pannello visualizzato è possibile avviare una connessione Desktop remoto, riavviare l'istanza o ricrearne l'immagine in remoto (iniziare con un'immagine aggiornata).

Pulsanti di istanza del servizio cloud

Riconfigurare il file con estensione cscfg

Potrebbe essere necessario riconfigurare il servizio cloud con il file di configurazione del servizio (CSCFG). È prima necessario scaricare il file con estensione cscfg, modificarlo, quindi caricarlo.

  1. Fare clic sull'icona Impostazioni o sul collegamento Tutte le impostazioni per aprire il pannello Impostazioni.

    Pagina Impostazioni

  2. Fare clic sull’elemento Configurazione .

    Blade Configurazione

  3. Fare clic sul pulsante Download .

    Download

  4. Dopo aver aggiornato il file di configurazione del servizio, caricare e applicare gli aggiornamenti della configurazione:

    Caricamento

  5. Selezionare il file con estensione cscfg e fare clic su OK.

Passaggi successivi