Usare il supporto di Azure Resource Manager per Azure Load Balancer

Importante

Azure Load Balancer supporta due tipi diversi: Basic e Standard. Questo articolo illustra Load Balancer Basic. Load Balancer Basic è disponibile a livello generale, mentre Load Balancer Standard è attualmente in anteprima pubblica. Per altre informazioni su Load Balancer Standard, vedere Panoramica di Load Balancer Standard.

Azure Resource Manager è il framework di gestione preferito dei servizi in Azure. È ora possibile gestire Azure Load Balancer con API e strumenti basati su Azure Resource Manager.

Concetti

Con Resource Manager, Azure Load Balancer contiene le seguenti risorse figlio:

  • Configurazione IP front-end: un bilanciamento del carico può includere uno o più indirizzi IP front-end, anche noti come IP virtuali (indirizzi VIP). Questi indirizzi IP vengono usati come ingresso per il traffico.
  • Pool di indirizzi back-end: indirizzi IP associati alla scheda di interfaccia di rete della macchina virtuale a cui viene distribuito il carico.
  • Regole di bilanciamento del carico: una proprietà della regola esegue il mapping di una specifica combinazione di IP e porte front-end a un set di combinazioni di indirizzi IP e porte back-end. Un bilanciamento del carico singolo può avere più regole di bilanciamento del carico. Ogni regola è una combinazione di un IP e una porta front-end e un IP e una porta back-end associata alle VM.
  • Probe: le probe consentono di tenere traccia dell'integrità delle istanze della macchina virtuale. Se un probe di integrità non riesce, l'istanza della macchina virtuale viene esclusa automaticamente dalla rotazione.
  • Regole NAT in ingresso: regole NAT che definiscono il traffico in ingresso che attraversa l'IP front-end e viene distribuito all'IP back-end.

Modelli di Guida introduttiva

Gestione risorse di Azure consente di effettuare il provisioning delle applicazioni usando un modello dichiarativo. In un unico modello, è possibile distribuire più servizi con le relative dipendenze. Si usa lo stesso modello per distribuire più volte l'applicazione durante ogni fase del ciclo di vita dell'applicazione.

I modelli possono includere definizioni per macchine virtuali, reti virtuali, set di disponibilità, interfacce di rete, account di archiviazione, bilanciamenti del carico, gruppi di sicurezza di rete e IP pubblici. Con i modelli è possibile creare tutto il necessario per un'applicazione complessa. Il file modello può essere verificato nel sistema di gestione dei contenuti per il controllo della versione e la collaborazione.

Altre informazioni sui modelli

Altre informazioni sulle risorse di rete

Per i modelli di avvio rapido che usano Azure Load Balancer, vedere il repository GitHub che ospita un set di modelli generati dalla community.

Esempi di modelli:

Configurazione del bilanciamento del carico di Azure con PowerShell o l'interfaccia della riga di comando

Introduzione ai cmdlet, agli strumenti da riga di comando e alle API REST di Azure Resource Manager

Passaggi successivi

È anche possibile iniziare a creare un bilanciamento del carico con connessione Internet e configurare il tipo di modalità di distribuzione per il comportamento specifico del traffico di rete per il bilanciamento del carico.

Informazioni su come gestire le impostazioni del timeout di inattività TCP per il bilanciamento del carico. Questo è importante quando l'applicazione deve mantenere le connessioni attive per i server di bilanciamento del carico.