Esercitazione sull'aggiornamento di un'applicazione di Service Fabric tramite Visual Studio


Azure Service Fabric semplifica il processo di aggiornamento delle applicazioni cloud garantendo che solo i servizi modificati vengano aggiornati e che l'integrità delle applicazioni venga monitorata durante l'intero processo di aggiornamento. Se rileva un problema, esegue automaticamente il rollback dell'applicazione alla versione precedente. Gli aggiornamenti delle applicazioni di Service Fabric, inoltre, sono privi di tempi di inattività. Questa esercitazione illustra come completare un aggiornamento in sequenza da Visual Studio.

Passaggio 1: creare e pubblicare l'applicazione Oggetti visivi di esempio

Innanzitutto scaricare l'applicazione Visual Objects da GitHub. Quindi compilare e pubblicare l'applicazione facendo clic con il pulsante destro del mouse sul progetto dell'applicazione, VisualObjects, e selezionando il comando Pubblica dalla voce di menu Service Fabric.

Menu di scelta rapida per un'applicazione di Service Fabric

Selezionando Pubblica viene visualizzata una finestra popup in cui è possibile impostare il Profilo di destinazione su PublishProfiles\Local.xml. Fare clic su Pubblica: la finestra avrà un aspetto simile all'immagine seguente.

Pubblicazione di un'applicazione di Service Fabric

Fare clic su Pubblica nella finestra di dialogo. È ora possibile usare Service Fabric Explorer per visualizzare il cluster e l'applicazione. L'applicazione Visual Objects include un servizio Web a cui è possibile accedere digitando http://localhost:8081/visualobjects/ sulla barra degli indirizzi del browser. Sullo schermo verranno visualizzati dieci oggetti visivi mobili.

NOTA: in caso di distribuzione nel profilo Cloud.xml (Azure Service Fabric), l'applicazione deve quindi essere disponibile all'indirizzo http://{NomeServiceFabric}.{Area}.cloudapp.azure.com:8081/visualobjects/. Assicurarsi che 8081/TCP sia stato configurato nel servizio di bilanciamento del carico (il servizio di bilanciamento del carico si trova nello stesso gruppo di risorse dell'istanza di Service Fabric).

Passaggio 2: aggiornare l'applicazione Oggetti visivi di esempio

È possibile osservare come con la versione distribuita al passaggio 1 gli oggetti visivi non ruotino. L'applicazione può essere aggiornata in modo che gli oggetti visivi ruotino.

Selezionare il progetto VisualObjects.ActorService nella soluzione VisualObjects e aprire il file VisualObjectActor.cs . All'interno del file passare al metodo MoveObject, impostare come commento visualObject.Move(false) e rimuovere il commento visualObject.Move(true). Questa modifica del codice fa ruotare gli oggetti dopo l'aggiornamento del servizio. A questo punto è possibile compilare la soluzione (non ricompilarla), in modo che vengano compilati solo i progetti modificati. Se si seleziona Ricompila tutto, è necessario aggiornare le versioni di tutti i progetti.

È inoltre necessario specificare la versione dell'applicazione. Per apportare le modifiche di versione, fare clic con il pulsante destro del mouse sul progetto VisualObjects e scegliere l'opzione Modifica versioni del manifesto di Visual Studio. Selezionando questa opzione viene visualizzata la finestra di dialogo per le versioni dell'edizione come segue:

Finestra di dialogo del controllo delle versioni

Aggiornare le versioni per i progetti modificati, i relativi pacchetti di codice e l'applicazione alla versione 2.0.0. Dopo aver apportate le modifiche, il manifesto dovrebbe essere simile al seguente (le parti in grassetto indicano le modifiche):

Aggiornamento di versioni

Gli strumenti di Visual Studio possono eseguire il rollup automatico delle versioni quando si seleziona l'opzione Aggiorna automaticamente le versioni di applicazioni e servizi. Se si usa SemVerè necessario aggiornare il codice e/o solo la versione del pacchetto di configurazione se è selezionata questa opzione.

Salvare le modifiche e controllare la casella Aggiorna l'applicazione .

Passaggio 3: Aggiornare l'applicazione

È consigliabile acquisire familiarità con i parametri di aggiornamento dell'applicazione e con il processo di aggiornamento per conoscere i vari parametri di aggiornamento, i valori di timeout e i criteri di integrità applicabili. Per questa procedura dettagliata si usa l'impostazione predefinita per il criterio di valutazione dell'integrità del servizio (modalità UnMonitored). È possibile configurare queste impostazioni selezionando l'opzione Configura le impostazioni di aggiornamento e modificando i parametri in base alle esigenze.

È ora possibile avviare l'aggiornamento dell'applicazione selezionando il pulsante Pubblica. L'applicazione viene aggiornata alla versione 2.0.0, che supporta la rotazione degli oggetti. Service Fabric aggiorna un dominio di aggiornamento alla volta (alcuni oggetti vengono aggiornati prima, altri dopo) e durante l'aggiornamento il servizio rimane accessibile. L'accesso al servizio può essere controllato tramite il client (browser).

È ora possibile monitorare lo stato di avanzamento dell'aggiornamento dell'applicazione tramite Service Fabric Explorer, usando la scheda Upgrades in Progress (Aggiornamenti in corso) sotto le applicazioni.

In pochi minuti tutti i domini di aggiornamento devono essere aggiornati (completati) e la finestra di output di Visual Studio deve inoltre indicare che l'aggiornamento è stato completato. A questo punto tutti gli oggetti visivi nella finestra del browser avranno iniziato a ruotare.

Come esercitazione, è possibile provare a cambiare le versioni e a passare dalla versione 2.0.0 alla versione 3.0.0 oppure addirittura dalla versione 2.0.0 alla versione 1.0.0. Esercitarsi inoltre con i timeout e i criteri di integrità per acquisire familiarità anche con questi concetti. Quando si esegue la distribuzione in un cluster di Azure, invece che in un cluster locale, i parametri usati possono essere diversi. È consigliabile impostare i timeout su valori contenuti.

Passaggi successivi

Aggiornamento di un'applicazione di Service Fabric mediante PowerShell descrive la procedura di aggiornamento di un'applicazione tramite PowerShell.

Controllare l'aggiornamento dell'applicazione tramite i parametri di aggiornamento.

Rendere compatibili gli aggiornamenti dell'applicazione imparando a usare la serializzazione dei dati.

Per informazioni su come usare funzionalità avanzate durante l'aggiornamento dell'applicazione, vedere Argomenti avanzati.

Per informazioni su come risolvere problemi comuni negli aggiornamenti dell'applicazione, vedere i passaggi indicati in Risoluzione dei problemi relativi agli aggiornamenti dell'applicazione.