Aggiungere, disabilitare, abilitare o eliminare gli endpoint

La funzionalità App Web nell’Azure App Service offre già funzionalità di routing del traffico failover e round robin per i siti Web che si trovano all'interno di un data center, indipendentemente dalla modalità del sito Web. Gestione traffico di Azure consente di specificare il routing del traffico failover e round robin per i siti Web e i servizi cloud che si trovano in data center diversi. Il primo passaggio necessario a fornire tale funzionalità consiste nell'aggiungere l'endpoint del servizio cloud o del sito Web a Gestione traffico.

È anche possibile disabilitare singoli endpoint che appartengono a un profilo di Gestione traffico. Quando si disabilita un endpoint questo continua a far parte del profilo, sebbene quest'ultimo si comporti come se non fosse incluso. Questa azione è utile per rimuovere temporaneamente un endpoint che si trova in modalità di manutenzione o è in corso di ridistribuzione. Quando l'endpoint è di nuovo attivo e in esecuzione, è possibile abilitarlo.

Nota

La disabilitazione di un endpoint non ha nulla a che vedere con il relativo stato di distribuzione in Azure. Un endpoint integro rimane attivo e in grado di ricevere traffico anche se è disabilitato in Gestione traffico. La disabilitazione di un endpoint in un profilo non influisce sul relativo stato in un altro profilo.

Per aggiungere un endpoint di servizio cloud o servizio app a un profilo di Gestione traffico

  1. Da un browser accedere al portale di Azure.
  2. Nella barra di ricerca del portale cercare il nome del profilo di Gestione traffico che si vuole modificare e quindi fare clic su tale profilo nei risultati visualizzati.
  3. Nel pannello Profilo di Gestione traffico fare clic su Endpoint nella sezione Impostazioni.
  4. Nel pannello Endpoint visualizzato fare clic su Aggiungi.
  5. Nel pannello Aggiungi endpoint procedere come segue:
    1. In Tipo fare clic su Endpoint di Azure.
    2. Indicare un nome con il quale si desidera identificare l'endpoint.
    3. Per Tipo di risorsa di destinazione scegliere il tipo di risorsa appropriato nell'elenco a discesa.
    4. Per Risorsa di destinazione scegliere la risorsa di destinazione appropriata nell'elenco a discesa per visualizzare l'elenco delle risorse nella stessa sottoscrizione nel pannello Risorse. Nel pannello Risorse visualizzato selezionare il servizio da aggiungere come primo endpoint.
    5. In Priorità selezionare 1. In questo modo tutto il traffico viene instradato a questo endpoint se è integro.
    6. Mantenere deselezionata l'opzione Aggiungi come disabilitato.
    7. Fare clic su OK
  6. Ripetere i passaggi 4 e 5 per aggiungere l'endpoint di Azure successivo. Assicurarsi di aggiungerlo con il valore di Priorità impostato su 2.
  7. Una volta completata l'aggiunta di entrambi gli endpoint, essi vengono visualizzati nel pannello Profilo di gestione traffico insieme al relativo stato di monitoraggio Online.
Nota

Dopo aver aggiunto o rimosso un endpoint da un profilo tramite il metodo di routing del traffico Failover, non è più possibile ordinare l'elenco priorità failover come desiderato. È possibile modificare l'ordine dell'Elenco priorità failover nella pagina di configurazione. Per ulteriori informazioni, vedere Configurare il routing del traffico failover.

Per disabilitare un endpoint

  1. Da un browser accedere al portale di Azure.
  2. Nella barra di ricerca del portale cercare il nome del profilo di Gestione traffico che si vuole modificare e quindi fare clic su tale profilo nei risultati visualizzati.
  3. Nel pannello Profilo di Gestione traffico fare clic su Endpoint nella sezione Impostazioni.
  4. Fare clic sull'endpoint da disabilitare e quindi su Modifica nel pannello Endpoint visualizzato.
  5. Nel pannello Endpoint modificare lo stato dell'endpoint impostandolo su Disabilitato e quindi fare clic su Salva.
  6. I client continuano a inviare traffico all'endpoint per la durata (TTL). È possibile modificare la durata (TTL) nella pagina di configurazione del profilo di Gestione traffico.

Per abilitare un endpoint

  1. Da un browser accedere al portale di Azure.
  2. Nella barra di ricerca del portale cercare il nome del profilo di Gestione traffico che si vuole modificare e quindi fare clic su tale profilo nei risultati visualizzati.
  3. Nel pannello Profilo di Gestione traffico fare clic su Endpoint nella sezione Impostazioni.
  4. Fare clic sull'endpoint da abilitare e quindi su Modifica nel pannello Endpoint visualizzato.
  5. Nel pannello Endpoint modificare lo stato dell'endpoint impostandolo su Abilitato e quindi fare clic su Salva.
  6. I client continuano a inviare traffico all'endpoint per la durata (TTL). È possibile modificare la durata (TTL) nella pagina di configurazione del profilo di Gestione traffico.

Per eliminare un endpoint

  1. Da un browser accedere al portale di Azure.
  2. Nella barra di ricerca del portale cercare il nome del profilo di Gestione traffico che si vuole modificare e quindi fare clic su tale profilo nei risultati visualizzati.
  3. Nel pannello Profilo di Gestione traffico fare clic su Endpoint nella sezione Impostazioni.
  4. Fare clic sull'endpoint da abilitare e quindi su Modifica nel pannello Endpoint visualizzato.
  5. Nel pannello Endpoint modificare lo stato dell'endpoint impostandolo su Abilitato e quindi fare clic su Salva.

Passaggi successivi