Aggiungere nodi "burst" su richiesta in un cluster HPC Pack in Azure

Se si configura un cluster Microsoft HPC Pack in Azure, è possibile aumentarne o ridurne la capacità senza mantenere un set di VM preconfigurate del nodo di calcolo. In questo articolo viene illustrato come aggiungere nodi "burst" su richiesta (istanze del ruolo di lavoro in esecuzione in un servizio cloud) come risorse di calcolo in un nodo head in Azure.

Importante

Azure offre due diversi modelli di distribuzione per creare e usare le risorse: Gestione risorse e la distribuzione classica. Questo articolo illustra l'uso del modello di distribuzione classica. Microsoft consiglia di usare il modello di Gestione risorse per le distribuzioni più recenti.

Nodi burst

I passaggi descritti in questo articolo consentono di aggiungere rapidamente nodi di Azure a una VM del nodo head HPC Pack basato sul cloud per una distribuzione di test o con modello di verifica. La procedura di livello elevato è identica a quella per il "potenziamento in Azure" per aggiungere capacità di calcolo del cloud a un cluster HPC Pack locale. Per un'esercitazione, vedere Configurazione di un cluster di calcolo ibrido con Microsoft HPC Pack. Per istruzioni dettagliate e considerazioni per le distribuzioni di produzione, vedere Potenziamento in Azure con Microsoft HPC Pack.

Prerequisiti

Passaggio 1: Creare un servizio cloud e un account di archiviazione per i nodi di Azure

Usare il Portale di Azure classico o strumenti equivalenti per configurare gli elementi seguenti, necessari per la distribuzione dei nodi di Azure:

  • Un nuovo servizio cloud di Azure
  • Un nuovo account di archiviazione di Azure

Nota

Non riusare un servizio cloud esistente nella sottoscrizione.

Considerazioni

  • Configurare un servizio cloud separato per ogni modello di nodo di Azure che si intende creare. È comunque possibile usare lo stesso account di archiviazione per più modelli di nodo.
  • È in genere consigliabile posizionare il servizio cloud e l'account di archiviazione per la distribuzione nella stessa area di Azure.

Passaggio 2: Configurare un certificato di gestione di Azure

Per aggiungere nodi di Azure come risorse di calcolo, è necessario disporre di un certificato di gestione nel nodo head e caricare un certificato corrispondente nella sottoscrizione di Azure usata per la distribuzione.

Per questo scenario, è possibile scegliere il certificato di gestione di Azure HPC predefinito installato e configurato automaticamente da HPC Pack nel nodo head. Questo certificato è utile a scopo di test e per distribuzioni con modello di verifica. Per usare questo certificato, caricare il file C:\Programmi\Microsoft HPC Pack 2012\Bin\hpccert.cer dalla macchina virtuale del nodo head alla sottoscrizione. Per caricare il certificato nel portale di Azure classico, fare clic su Impostazioni > Certificati di gestione.

Per altre opzioni per configurare il certificato di gestione, vedere gli scenari per configurare il certificato di gestione di Azure per distribuzioni di potenziamento di Azure.

Passaggio 3: Distribuire nodi di Azure nel cluster

I passaggi per aggiungere e avviare i nodi di Azure in questo scenario sono in genere identici a quelli usati per un nodo head locale. Per altre informazioni, vedere le sezioni seguenti nella procedura per distribuire nodi di Azure con Microsoft HPC Pack:

  • Creare un modello di nodo di Azure
  • Aggiungere nodi di Azure al cluster Windows HPC
  • Avviare i nodi di Azure (eseguirne il provisioning)

Dopo aver aggiunto e avviato i nodi, questi saranno pronti per l'uso per l'esecuzione dei processi del cluster.

Se si verificano problemi durante la distribuzione di nodi di Azure, vedere Risoluzione dei problemi delle distribuzioni di nodi di Azure con Microsoft HPC Pack.

Passaggi successivi