Configurare cluster guest in SDN tramite VMMConfigure guest clusters in SDN through VMM

Importante

Questa versione di Virtual Machine Manager (VMM) ha raggiunto la fine del supporto. È consigliabile eseguire l'aggiornamento a VMM 2019.This version of Virtual Machine Manager (VMM) has reached the end of support, we recommend you to upgrade to VMM 2019.

Questo articolo spiega come configurare cluster guest in SDN tramite System Center - Virtual Machine Manager (VMM).This article explains about how to configure guest clusters in SDN using the System Center - Virtual machine Manager (VMM).

VMM supporta cluster guest.VMM was supporting guest clustering. Con l'introduzione del controller di rete, tuttavia, in Windows Server 2016 e System Center 2016 la configurazione dei cluster guest ha subito alcune modifiche.However, with the advent of the network controller (NC), Windows Server 2016 and System Center 2016, the configuration of guest clusters has undergone some change.

In seguito all'introduzione del controller di rete, le macchine virtuali connesse alla rete virtuali possono usare solo l'indirizzo IP assegnato dal controller di rete per le comunicazioni.With the introduction of the network controller, VMs, which are connected to the virtual network are only permitted to use the IP address that NC assigns for communication. Il controller di rete non supporta indirizzi IP mobili, essenziali per il funzionamento di tecnologie come il clustering di failover Microsoft.NC does not support floating IP addresses which are essential for technologies such as Microsoft Failover Clustering to work.

VMM 1801 e versioni successive rendono disponibile questa funzionalità emulando la funzionalità di IP mobile tramite il servizio di bilanciamento del carico software (SLB) nella rete SDN.VMM 1801 and later, you can enable this feature by emulating the floating IP functionality through the Software Load Balancer (SLB) in the SDN.

VMM 1801 e versioni successive supportano il clustering guest in SDN tramite un indirizzo IP virtuale (VIP) del servizio di bilanciamento del carico interno (ILB).VMM 1801 and later supports guest clustering in SDN through an Internal Load Balancer(ILB) Virtual IP(VIP). Il servizio di bilanciamento del carico interno usa le porte probe create nelle macchine virtuali del cluster guest per identificare il nodo attivo.The ILB uses probe ports which are created on the guest cluster VMs to identify the active node. In qualsiasi momento, la porta probe del nodo attivo risponde al servizio di bilanciamento del carico e tutto il traffico indirizzato all'indirizzo VIP viene instradato al nodo attivo.At any given time, the probe port of only the active node responds to the ILB and all the traffic directed to the VIP is routed to the active node.

Prima di iniziareBefore you start

Verificare che siano disponibili i prerequisiti seguenti:Ensure the following prerequisite:

Clustering guest gestito tramite il controller di rete SDN.Guesting clustering is managed through the SDN NC. Assicurarsi di aver configurato la rete SDN e distribuito il controller di rete e il servizio di bilanciamento del carico software.Ensure you have set up SDN and deployed NC and SLB.

Procedura: configurare i cluster guestProcedure - configure guest clusters

Seguire questa procedura:Use the following steps:

  1. Creare un cluster per le macchine virtuali usando le informazioni fornite in questo articolo.Create a cluster for your VMs using the information provided in this article.

    Nota

    Per il cluster è necessario impostare il parametro ProbePort su una porta a propria scelta.Cluster should have a ProbePort parameter set to a port of your choice. Questa porta è necessaria durante la configurazione del modello VIP nel passaggio successivo.This port is required while configuring the VIP template in the next step. Prendere nota dell'indirizzo IP riservato in uso per questo cluster.Note the reserved IP address you are using for this cluster. Questo indirizzo IP sarà necessario in seguito durante la creazione di un indirizzo VIP con il modello VIP.This IP will be required later while creating a VIP using the VIP template.

  2. Creare un modello VIP.Create a VIP template. Nella console VMM > Infrastruttura > Rete > Modelli VIP fare clic con il pulsante destro del mouse e scegliere Add VIP Template (Aggiungi modello VIP).In VMM console > Fabric > Networking > VIP Templates, right-click and select Add VIP Template.

    • In Tipo selezionare Controller di rete Microsoft.In Type, select Microsoft Network Controller. Controller di retenetwork controller

    • In Bilanciamento del carico selezionare la casella di controllo Abilita Floating IP.In Load Balancing, select Enable Floating IP Checkbox. Floating IPfloating IP

    • In Monitoraggi integrità aggiungere il probe che verrà usato nelle macchine virtuali del cluster guest.In Health Monitor, add the probe which would be used on the guest cluster VMs. In questo caso, è necessario aggiungere la stessa porta configurata durante il clustering degli host nel passaggio precedente.Here, you must add the same port which was configured while clustering the hosts in the previous step. Monitoraggi integritàhealth monitor

  3. Usare PowerShell e creare un indirizzo VIP usando il modello VIP.Using PowerShell, create a VIP using the VIP template.

    Nota

    Come descritto all'inizio di questo articolo, è in corso l'implementazione di un indirizzo VIP del servizio di bilanciamento del carico interno per il supporto del clustering guest.As explained in the beginning of this article, an Internal Load Balancer VIP is being implemented to support Guest Clustering. Lo script di PowerShell per la creazione di un indirizzo VIP dal modello VIP, per il bilanciamento del traffico di rete interno, è riportato di seguito.The PowerShell script for creating a VIP from the VIP template, to Load Balance Internal Network traffic is provided below.

    Usare questo script di esempio per creare un indirizzo VIP e bilanciare il carico di rete interno.Use the sample script hereto create a VIP and load balance the internal network. Modificare i parametri come richiesto, in base ai dettagli seguenti:Modify the parameters as required, based on the following details:

    • LBServiceName: nome del servizio Controller di rete.LBServiceName – name of the Network Controller service
    • VipMemberNames: nomi delle macchine virtuali nel cluster.VipMemberNames – names of the VMs in the cluster.
    • VipNetworkName: nome della rete tenant.VipNetworkName – name of the tenant network.
    • VipAddress: indirizzo IP riservato dalla rete tenant usato nel passaggio 2 come indirizzo IP del cluster delle macchine virtuali.VipAddress – the reserved IP address from the tenant network which was used in step 2 as the IP address for the VM cluster.
    • VipTemplateName: nome del modello VIP creato nel passaggio 3, più indietro.VipTemplateName – name of the VIP template created in step 3, above.
    • VipName: qualsiasi nome descrittivo da usare per fare riferimento all'indirizzo VIP.VipName – any friendly name you want to refer to the VIP by.