Informazioni di riferimento sul comando per WSL

I comandi WSL di base seguenti sono elencati in un formato supportato da PowerShell o Windows prompt dei comandi. Per eseguire questi comandi da una riga di comando di distribuzione Bash/Linux, è necessario sostituire wsl con wsl.exe .

Comandi di base

Dopo l'installazione di WSL, sono supportati i comandi di base seguenti.

Installazione

wsl --install

Installare WSL e la distribuzione Ubuntu di Linux. Altre informazioni

Installare una distribuzione Linux specifica

wsl --install --distribution <Distribution Name>

Designare una distribuzione di Linux per l'installazione oltre all'impostazione predefinita (Ubuntu) sostituendo <Distribution Name> con il nome della distribuzione. Questo comando può anche essere immesso come: wsl -d <Distribution Name> .

Elencare le distribuzioni linux disponibili

wsl --list --online

Vedere un elenco delle distribuzioni Linux disponibili tramite lo store online. Questo comando può anche essere immesso come: wsl -l -o .

Elencare le distribuzioni di Linux installate

wsl --list --verbose

Vedere un elenco delle distribuzioni Linux installate nel computer Windows, incluso lo stato (se la distribuzione è in esecuzione o arrestata) e la versione di WSL che esegue la distribuzione (WSL 1 o WSL 2). Confronto tra WSL 1 e WSL 2. Questo comando può anche essere immesso come: wsl -l -v . Altre opzioni che possono essere usate con il comando list includono: per elencare tutte le distribuzioni, per elencare solo le distribuzioni attualmente in esecuzione o per visualizzare solo --all --running i nomi di --quite distribuzione.

Impostare la versione di WSL su 1 o 2

wsl --set-version <distribution name> <versionNumber>

Per designare la versione di WSL (1 o 2) in cui è in esecuzione una distribuzione Linux, sostituire con il nome della distribuzione e sostituire <distribution name> <versionNumber> con 1 o 2. Confronto tra WSL 1 e WSL 2.

Impostare la versione WSL predefinita

wsl --set-default-version <Version>

Per impostare una versione predefinita di WSL 1 o WSL 2, sostituendo con il numero 1 o 2 per rappresentare la versione di WSL su cui si vuole impostare l'installazione come predefinita per le nuove installazioni di distribuzione <Version> Linux. Ad esempio, wsl --set-default-version 2. Confronto tra WSL 1 e WSL 2.

Impostare la distribuzione linux predefinita

wsl --set-default <Distribution Name>

Per impostare la distribuzione Linux predefinita che i comandi WSL useranno per l'esecuzione, sostituire con il <Distribution Name> nome della distribuzione Linux preferita.

Eseguire una distribuzione linux specifica da PowerShell o CMD

wsl --distribution <Distribution Name> --user <User Name>

Per eseguire una distribuzione Linux specifica con un utente specifico, sostituire con il nome della <Distribution Name> distribuzione Linux preferita, ad esempio. Debian) e <User Name> con il nome di un utente esistente (ad esempio root). Se l'utente non esiste nella distribuzione WSL, verrà visualizzato un errore. Per stampare il nome utente corrente, usare il comando whoami .

Aggiornare WSL

wsl --update

Aggiornare manualmente la versione del kernel Linux WSL. È anche possibile usare il comando : wsl --update rollback per eseguire il rollback a una versione precedente del kernel Linux WSL.

Controllare lo stato di WSL

wsl --status

Vedere informazioni generali sulla configurazione di WSL, ad esempio il tipo di distribuzione predefinito, la distribuzione predefinita e la versione del kernel.

Comando Della Guida

wsl --help

Vedere un elenco di opzioni e comandi disponibili con WSL.

Home directory

wsl ~

Può ~ essere usato con wsl per iniziare nella home directory dell'utente. Per passare da una directory all'altra dall'interno di un prompt dei comandi WSL, è possibile usare il comando : cd ~ .

Arresta

wsl --shutdown

Termina immediatamente tutte le distribuzioni in esecuzione e la macchina virtuale dell'utilità leggera WSL 2. Questo comando può essere necessario nei casi in cui è necessario riavviare l'ambiente di macchine virtuali WSL 2, ad esempio modificando i limiti di utilizzo della memoria o apportando una modifica al file con estensione wslconfig.

Terminate

wsl --terminate <Distribution Name>

Per terminare la distribuzione specificata o interromperla, sostituire <Distribution Name> con il nome della distribuzione di destinazione.

Esportare una distribuzione in un file TAR

wsl --export <Distribution Name> <FileName>

Esporta la distribuzione in un file tar. Il nome file può essere - per l'output standard.

Importare una nuova distribuzione

wsl --import <Distribution Name> <InstallLocation> <FileName>

Importa il file tar specificato come nuova distribuzione. Il nome file può essere - per l'intput standard. L'opzione può essere usata anche con questo comando per specificare se la distribuzione importata verrà eseguita --version in WSL 1 o WSL 2.

Annullare la registrazione o disinstallare una distribuzione Linux

wsl --unregister <Distribution Name>

Annullare la registrazione o disinstallare la distribuzione specifica sostituendo <Distribution Name> con il nome della distribuzione di destinazione. Questa operazione rimuoverà la distribuzione da WSL ed eliminerà tutti i dati associati. È anche possibile disinstallare l'app di distribuzione Linux nel computer Windows come qualsiasi altra applicazione dello Store.

Montare un disco o un dispositivo

wsl --mount <DiskPath>

Collegare e montare un disco fisico in tutte le distribuzioni WSL2 sostituendo con il percorso directory\file in cui si <DiskPath> trova il disco. Vedere Montare un disco Linux in WSL 2. Le opzioni includono:

  • wsl --mount --bare: collegare il disco a WSL2, ma non montarlo.
  • wsl --mount --type <Filesystem>: tipo di file system da utilizzare durante il montaggio di un disco, se non specificato il valore predefinito è ext4. Questo comando può anche essere immesso come: wsl --mount -t <Filesystem> . È possibile rilevare il tipo di file system usando il comando blkid <BlockDevice> : , ad esempio: blkid <dev/sdb1> .
  • wsl --mount --partition <Partition Number>: numero di indice della partizione da montare, se non specificato per impostazione predefinita per l'intero disco.
  • wsl --mount --options <MountOptions>: durante il montaggio di un disco è possibile includere alcune opzioni specifiche del file system. Ad esempio, ext4 mount options like: wsl --mount -o "data-ordered" or wsl --mount -o "data=writeback . Al momento, tuttavia, sono supportate solo opzioni specifiche del file system. Le opzioni ro generiche, ad esempio , o , non sono rw noatime supportate.
  • wsl --unmount <DiskPath>: smontare e scollegare il disco da tutte le distribuzioni WSL 2. Se non <DiskPath> è incluso, questo comando smonta e scollega tutti i dischi montati.

Nota

Se si esegue un processo a 32 bit per accedere a wsl.exe (uno strumento a 64 bit), potrebbe essere necessario eseguire il comando nel modo seguente: C:\Windows\Sysnative\wsl.exe --command .

Comandi WSL deprecati

wslconfig.exe [Argument] [Options]
bash [Options]
lxrun /[Argument]

Questi comandi erano la sintassi wsl originale per la configurazione delle distribuzioni Linux installate con WSL, ma sono stati sostituiti con la wsl sintassi del comando o wsl.exe .