Configurare un'app del servizio app nel portale di AzureConfigure an App Service app in the Azure portal

Questo argomento illustra come configurare le impostazioni comuni per le app Web, il back-end per dispositivi mobili o l'app per le API usando il portale di Azure.This topic explains how to configure common settings for web apps, mobile back end, or API app using the Azure portal.

Configurare le impostazioni applicazioneConfigure app settings

Nel servizio app le impostazioni dell'app sono variabili passate come variabili di ambiente al codice dell'applicazione.In App Service, app settings are variables passed as environment variables to the application code. Per le app Linux e i contenitori personalizzati, il servizio app passa le impostazioni dell'app al contenitore usando il flag di --env per impostare la variabile di ambiente nel contenitore.For Linux apps and custom containers, App Service passes app settings to the container using the --env flag to set the environment variable in the container.

Nella portale di Azurepassare alla pagina di gestione dell'app.In the Azure portal, navigate to your app's management page. Nel menu a sinistra dell'app fare clic su configurazione > Impostazioni applicazione.In the app's left menu, click Configuration > Application settings.

Impostazioni dell'applicazione

Per gli sviluppatori ASP.NET e ASP.NET Core, l'impostazione delle impostazioni dell'app nel servizio app è come impostarle in <appSettings> in Web. config o appSettings. JSON, ma i valori nel servizio app sostituiscono quelli in Web. config o appSettings. JSON. .For ASP.NET and ASP.NET Core developers, setting app settings in App Service are like setting them in <appSettings> in Web.config or appsettings.json, but the values in App Service override the ones in Web.config or appsettings.json. È possibile usare le impostazioni di sviluppo (ad esempio, la password di MySQL locale) in Web. config o appSettings. JSON, ma i segreti di produzione, ad esempio la password del database MySQL di Azure, sono sicuri nel servizio app.You can keep development settings (for example, local MySQL password) in Web.config or appsettings.json, but production secrets (for example, Azure MySQL database password) safe in App Service. Lo stesso codice usa le impostazioni di sviluppo quando si esegue il debug in locale e usa i segreti di produzione durante la distribuzione in Azure.The same code uses your development settings when you debug locally, and it uses your production secrets when deployed to Azure.

Gli stack di altri linguaggi, in modo analogo, ottengono le impostazioni dell'app come variabili di ambiente in fase di esecuzione.Other language stacks, likewise, get the app settings as environment variables at runtime. Per i passaggi specifici dello stack di linguaggio, vedere:For language-stack specific steps, see:

Le impostazioni dell'app vengono sempre crittografate quando sono archiviate (crittografia dei dati inattivi).App settings are always encrypted when stored (encrypted-at-rest).

Nota

Le impostazioni dell'app possono anche essere risolte da Key Vault usando Key Vault riferimenti.App settings can also be resolved from Key Vault using Key Vault references.

Mostra valori nascostiShow hidden values

Per impostazione predefinita, i valori per le impostazioni dell'app sono nascosti nel portale per la sicurezza.By default, values for app settings are hidden in the portal for security. Per visualizzare un valore nascosto di un'impostazione dell'app, fare clic sul campo valore di tale impostazione.To see a hidden value of an app setting, click the Value field of that setting. Per visualizzare i valori di tutte le impostazioni dell'app, fare clic sul pulsante Mostra valore .To see the values of all app settings, click the Show value button.

Aggiungi o modificaAdd or edit

Per aggiungere una nuova impostazione di app, fare clic su nuova impostazione applicazione.To add a new app setting, click New application setting. Nella finestra di dialogo è possibile posizionare l'impostazione sullo slot corrente.In the dialog, you can stick the setting to the current slot.

Per modificare un'impostazione, fare clic sul pulsante modifica sul lato destro.To edit a setting, click the Edit button on the right side.

Al termine, fare clic su Aggiorna.When finished, click Update. Non dimenticare di fare clic su Salva indietro nella pagina di configurazione .Don't forget to click Save back in the Configuration page.

Nota

In un contenitore Linux predefinito o in un contenitore Linux personalizzato, qualsiasi struttura di chiavi JSON annidata nel nome dell'impostazione dell'app, ad esempio ApplicationInsights:InstrumentationKey, deve essere configurata nel servizio app come ApplicationInsights__InstrumentationKey per il nome della chiave.In a default Linux container or a custom Linux container, any nested JSON key structure in the app setting name like ApplicationInsights:InstrumentationKey needs to be configured in App Service as ApplicationInsights__InstrumentationKey for the key name. In altre parole, qualsiasi : deve essere sostituita da __ (doppio carattere di sottolineatura).In other words, any : should be replaced by __ (double underscore).

Modifica in bloccoEdit in bulk

Per aggiungere o modificare in blocco le impostazioni dell'app, fare clic sul pulsante modifica avanzata .To add or edit app settings in bulk, click the Advanced edit button. Al termine, fare clic su Aggiorna.When finished, click Update. Non dimenticare di fare clic su Salva indietro nella pagina di configurazione .Don't forget to click Save back in the Configuration page.

Le impostazioni dell'app hanno la formattazione JSON seguente:App settings have the following JSON formatting:

[
  {
    "name": "<key-1>",
    "value": "<value-1>",
    "slotSetting": false
  },
  {
    "name": "<key-2>",
    "value": "<value-2>",
    "slotSetting": false
  },
  ...
]

Configurare stringhe di connessioneConfigure connection strings

Nella portale di Azurepassare alla pagina di gestione dell'app.In the Azure portal, navigate to the app's management page. Nel menu a sinistra dell'app fare clic su configurazione > Impostazioni applicazione.In the app's left menu, click Configuration > Application settings.

Impostazioni dell'applicazione

Per gli sviluppatori ASP.NET e ASP.NET Core, l'impostazione delle stringhe di connessione nel servizio app è simile alla relativa impostazione in <connectionStrings> in Web. config, ma i valori impostati nel servizio app sostituiscono quelli in Web. config. È possibile usare le impostazioni di sviluppo (ad esempio, un file di database) in Web. config e i segreti di produzione, ad esempio le credenziali del database SQL, in modo sicuro nel servizio app.For ASP.NET and ASP.NET Core developers, setting connection strings in App Service are like setting them in <connectionStrings> in Web.config, but the values you set in App Service override the ones in Web.config. You can keep development settings (for example, a database file) in Web.config and production secrets (for example, SQL Database credentials) safe in App Service. Lo stesso codice usa le impostazioni di sviluppo quando si esegue il debug in locale e usa i segreti di produzione durante la distribuzione in Azure.The same code uses your development settings when you debug locally, and it uses your production secrets when deployed to Azure.

Per gli stack di altri linguaggi, è preferibile usare le impostazioni dell'app , perché le stringhe di connessione richiedono una formattazione speciale nelle chiavi della variabile per accedere ai valori.For other language stacks, it's better to use app settings instead, because connection strings require special formatting in the variable keys in order to access the values. Ecco un'unica eccezione. Tuttavia, quando si configurano le stringhe di connessione nell'app, viene eseguito il backup di alcuni tipi di database di Azure insieme all'app.Here's one exception, however: certain Azure database types are backed up along with the app if you configure their connection strings in your app. Per altre informazioni, vedere elementi di cui viene eseguito il backup.For more information, see What gets backed up. Se questo backup automatico non è necessario, usare le impostazioni dell'app.If you don't need this automated backup, then use app settings.

In fase di esecuzione, le stringhe di connessione sono disponibili come variabili di ambiente, con prefisso i tipi di connessione seguenti:At runtime, connection strings are available as environment variables, prefixed with the following connection types:

  • SQL Server: SQLCONNSTR_SQL Server: SQLCONNSTR_
  • MySQL: MYSQLCONNSTR_MySQL: MYSQLCONNSTR_
  • Database SQL: SQLAZURECONNSTR_SQL Database: SQLAZURECONNSTR_
  • Personalizzato: CUSTOMCONNSTR_Custom: CUSTOMCONNSTR_

Ad esempio, è possibile accedere a una stringa di connessione MySql denominata connectionstring1 come variabile di ambiente MYSQLCONNSTR_connectionString1.For example, a MySql connection string named connectionstring1 can be accessed as the environment variable MYSQLCONNSTR_connectionString1. Per i passaggi specifici dello stack di linguaggio, vedere:For language-stack specific steps, see:

Le stringhe di connessione vengono sempre crittografate quando sono archiviate (crittografia dei dati inattivi).Connection strings are always encrypted when stored (encrypted-at-rest).

Nota

Le stringhe di connessione possono anche essere risolte da Key Vault usando Key Vault riferimenti.Connection strings can also be resolved from Key Vault using Key Vault references.

Mostra valori nascostiShow hidden values

Per impostazione predefinita, i valori per le stringhe di connessione sono nascosti nel portale per la sicurezza.By default, values for connection strings are hidden in the portal for security. Per visualizzare un valore nascosto di una stringa di connessione, è sufficiente fare clic sul campo del valore della stringa.To see a hidden value of a connection string, just click the Value field of that string. Per visualizzare i valori di tutte le stringhe di connessione, fare clic sul pulsante Mostra valore .To see the values of all connection strings, click the Show value button.

Aggiungi o modificaAdd or edit

Per aggiungere una nuova stringa di connessione, fare clic su nuova stringa di connessione.To add a new connection string, click New connection string. Nella finestra di dialogo è possibile mantenere la stringa di connessione allo slot corrente.In the dialog, you can stick the connection string to the current slot.

Per modificare un'impostazione, fare clic sul pulsante modifica sul lato destro.To edit a setting, click the Edit button on the right side.

Al termine, fare clic su Aggiorna.When finished, click Update. Non dimenticare di fare clic su Salva indietro nella pagina di configurazione .Don't forget to click Save back in the Configuration page.

Modifica in bloccoEdit in bulk

Per aggiungere o modificare in blocco le stringhe di connessione, fare clic sul pulsante modifica avanzata .To add or edit connection strings in bulk, click the Advanced edit button. Al termine, fare clic su Aggiorna.When finished, click Update. Non dimenticare di fare clic su Salva indietro nella pagina di configurazione .Don't forget to click Save back in the Configuration page.

La formattazione JSON delle stringhe di connessione è la seguente:Connection strings have the following JSON formatting:

[
  {
    "name": "name-1",
    "value": "conn-string-1",
    "type": "SQLServer",
    "slotSetting": false
  },
  {
    "name": "name-2",
    "value": "conn-string-2",
    "type": "PostgreSQL",
    "slotSetting": false
  },
  ...
]

Configurare le impostazioni generaliConfigure general settings

Nella portale di Azurepassare alla pagina di gestione dell'app.In the Azure portal, navigate to the app's management page. Nel menu a sinistra dell'app fare clic su configurazione > Impostazioni applicazione.In the app's left menu, click Configuration > Application settings.

Impostazioni generali

Qui è possibile configurare alcune impostazioni comuni per l'app.Here, you can configure some common settings for the app. Per alcune impostazioni è necessario scalare fino a piani tariffari più elevati.Some settings require you to scale up to higher pricing tiers.

  • Impostazioni dello stack: lo stack software per eseguire l'app, incluse le versioni del linguaggio e dell'SDK.Stack settings: The software stack to run the app, including the language and SDK versions. Per le app Linux e le app contenitore personalizzate, è anche possibile impostare un comando o un file di avvio facoltativo.For Linux apps and custom container apps, you can also set an optional start-up command or file.
  • Impostazioni piattaforma: consente di configurare le impostazioni per la piattaforma di hosting, tra cui:Platform settings: Lets you configure settings for the hosting platform, including:
    • Bit: 32 bit o 64 bit.Bitness: 32-bit or 64-bit.
    • Protocollo WebSocket: per ASP.NET signalr o Socket.io, ad esempio.WebSocket protocol: For ASP.NET SignalR or socket.io, for example.
    • Always on: è possibile caricare l'app anche se non è presente traffico.Always On: Keep the app loaded even when there's no traffic. È obbligatorio per i processi Web continui o per i processi Web che vengono attivati usando un'espressione CRON.It's required for continuous WebJobs or for WebJobs that are triggered using a CRON expression.
    • Versione pipeline gestita: modalità pipelineIIS.Managed pipeline version: The IIS pipeline mode. Impostarla su classica se si dispone di un'app legacy che richiede una versione precedente di IIS.Set it to Classic if you have a legacy app that requires an older version of IIS.
    • Versione http: impostare su 2,0 per abilitare il supporto per il protocollo https/2 .HTTP version: Set to 2.0 to enable support for HTTPS/2 protocol.

    Nota

    I browser più recenti supportano il protocollo HTTP/2 solo su TLS, mentre il traffico non crittografato continua a usare il protocollo HTTP/1.1.Most modern browsers support HTTP/2 protocol over TLS only, while non-encrypted traffic continues to use HTTP/1.1. Per assicurarsi che i browser client si connettano all'app con HTTP/2, proteggere il nome DNS personalizzato con un'associazione SSL nel servizio app Azure.To ensure that client browsers connect to your app with HTTP/2, secure your custom DNS name with an SSL binding in Azure App Service.

    • Affinità arr: in una distribuzione a più istanze, verificare che il client venga indirizzato alla stessa istanza per il ciclo di vita della sessione.ARR affinity: In a multi-instance deployment, ensure that the client is routed to the same instance for the life of the session. È possibile impostare questa opzione su off per le applicazioni senza stato.You can set this option to Off for stateless applications.
  • Debug: abilitare il debug remoto per le app ASP.NET, ASP.NET Coreo node. js .Debugging: Enable remote debugging for ASP.NET, ASP.NET Core, or Node.js apps. Questa opzione si disattiva automaticamente dopo 48 ore.This option turns off automatically after 48 hours.
  • Certificati client in ingresso: richiedere certificati client nell' autenticazione reciproca.Incoming client certificates: require client certificates in mutual authentication.

Configurare i documenti predefinitiConfigure default documents

Questa impostazione è solo per le app di Windows.This setting is only for Windows apps.

Nella portale di Azurepassare alla pagina di gestione dell'app.In the Azure portal, navigate to the app's management page. Nel menu a sinistra dell'app fare clic su Configuration > documenti predefiniti.In the app's left menu, click Configuration > Default documents.

Impostazioni generali

Il documento predefinito è la pagina Web visualizzata nell'URL radice di un sito Web.The default document is the web page that's displayed at the root URL for a website. Viene utilizzato il primo file corrispondente dell'elenco.The first matching file in the list is used. Per aggiungere un nuovo documento predefinito, fare clic su nuovo documento.To add a new default document, click New document. Non dimenticare di fare clic su Salva.Don't forget to click Save.

Se l'app usa moduli che vengono indirizzati in base all'URL anziché al contenuto statico, non sono necessari documenti predefiniti.If the app uses modules that route based on URL instead of serving static content, there is no need for default documents.

Configurare i mapping dei percorsiConfigure path mappings

Nella portale di Azurepassare alla pagina di gestione dell'app.In the Azure portal, navigate to the app's management page. Nel menu a sinistra dell'app fare clic su Configuration > mapping dei percorsi.In the app's left menu, click Configuration > Path mappings.

Impostazioni generali

La pagina mapping percorsi Mostra diversi elementi basati sul tipo di sistema operativo.The Path mappings page shows you different things based on the OS type.

App di Windows (non in contenitori)Windows apps (uncontainerized)

Per le app di Windows, è possibile personalizzare i mapping del gestore IIS e le applicazioni e le directory virtuali.For Windows apps, you can customize the IIS handler mappings and virtual applications and directories.

I mapping dei gestori consentono di aggiungere processori script personalizzati per gestire le richieste di estensioni di file specifiche.Handler mappings let you add custom script processors to handle requests for specific file extensions. Per aggiungere un gestore personalizzato, fare clic su nuovo gestore.To add a custom handler, click New handler. Configurare il gestore come segue:Configure the handler as follows:

  • Estensione.Extension. Estensione di file che si desidera gestire, ad esempio *. php o handler. fcgi.The file extension you want to handle, such as *.php or handler.fcgi.
  • Processore di script.Script processor. Percorso assoluto del processore di script.The absolute path of the script processor to you. Le richieste ai file che corrispondono all'estensione di file vengono elaborate dal processore di script.Requests to files that match the file extension are processed by the script processor. Utilizzare il percorso D:\home\site\wwwroot per fare riferimento alla directory radice della propria app.Use the path D:\home\site\wwwroot to refer to your app's root directory.
  • Argomenti.Arguments. Argomenti della riga di comando facoltativi per il processore di script.Optional command-line arguments for the script processor.

Ogni app ha il percorso radice predefinito (/) mappato a D:\home\site\wwwroot, in cui il codice viene distribuito per impostazione predefinita.Each app has the default root path (/) mapped to D:\home\site\wwwroot, where your code is deployed by default. Se la radice dell'app si trova in una cartella diversa o se il repository ha più di un'applicazione, è possibile modificare o aggiungere qui le applicazioni e le directory virtuali.If your app root is in a different folder, or if your repository has more than one application, you can edit or add virtual applications and directories here. Fare clic su nuova applicazione virtuale o directory.Click New virtual application or directory.

Per configurare le applicazioni e le directory virtuali, specificare ogni directory virtuale e il percorso fisico corrispondente rispetto alla radice del sito Web (D:\home).To configure virtual applications and directories, specify each virtual directory and its corresponding physical path relative to the website root (D:\home). È facoltativamente possibile selezionare la casella di controllo Applicazione in modo da contrassegnare una directory virtuale come applicazione.Optionally, you can select the Application checkbox to mark a virtual directory as an application.

App in contenitoriContainerized apps

È possibile aggiungere spazio di archiviazione personalizzato per l'app in contenitori.You can add custom storage for your containerized app. Le app in contenitori includono tutte le app Linux e anche i contenitori personalizzati Windows e Linux in esecuzione nel servizio app.Containerized apps include all Linux apps and also the Windows and Linux custom containers running on App Service. Fare clic su nuovo archiviazione di Azure montare e configurare l'archiviazione personalizzata come indicato di seguito:Click New Azure Storage Mount and configure your custom storage as follows:

  • Nome: nome visualizzato.Name: The display name.
  • Opzioni di configurazione: Basic o Advanced.Configuration options: Basic or Advanced.
  • Account di archiviazione: l'account di archiviazione con il contenitore desiderato.Storage accounts: The storage account with the container you want.
  • Tipo di archiviazione: BLOB di Azure o file di Azure.Storage type: Azure Blobs or Azure Files.

    Nota

    Le app contenitore di Windows supportano solo File di Azure.Windows container apps only support Azure Files.

  • Contenitore di archiviazione: per la configurazione di base, il contenitore desiderato.Storage container: For basic configuration, the container you want.
  • Nome condivisione: per la configurazione avanzata, il nome della condivisione file.Share name: For advanced configuration, the file share name.
  • Chiave di accesso: per la configurazione avanzata, il tasto di accesso.Access key: For advanced configuration, the access key.
  • Percorso di montaggio: il percorso assoluto nel contenitore per montare l'archiviazione personalizzata.Mount path: The absolute path in your container to mount the custom storage.

Per altre informazioni, vedere gestire il contenuto da archiviazione di Azure nel servizio app in Linux.For more information, see Serve content from Azure Storage in App Service on Linux.

Configurare le impostazioni dello stack di lingueConfigure language stack settings

Per le app Linux, vedere:For Linux apps, see:

Configurare contenitori personalizzatiConfigure custom containers

Vedere configurare un contenitore Linux personalizzato per il servizio app AzureSee Configure a custom Linux container for Azure App Service

Passaggi successiviNext steps