Informazioni su Site Recovery

Benvenuti nel servizio Azure Site Recovery. Questo articolo offre una rapida panoramica del servizio.

Un'organizzazione deve adottare una strategia di continuità aziendale e ripristino di emergenza (BCDR) che mantiene al sicuro i dati e le app e i carichi di lavoro online, quando si verificano interruzioni pianificate e non pianificate.

Servizi di ripristino di Azure contribuisce alla strategia BCDR:

  • Servizio Site Recovery: Site Recovery aiuta a garantire la continuità aziendale, mantenendo carichi di lavoro e app aziendali in esecuzione in caso di interruzioni. Site Recovery replica i carichi di lavoro in esecuzione su macchine fisiche e virtuali (VM) da un sito primario in una località secondaria. Quando si verifica un'interruzione nel sito primario, viene eseguito il failover nella località secondaria, da dove è possibile accedere alle app. Quando la località primaria è di nuovo disponibile, è possibile eseguire il failback.
  • Servizio di backup: il Backup di Azure consente di mantenere i dati al sicuro e recuperabili.

Site Recovery può gestire la replica per:

  • Replica di VM di Azure tra aree di Azure.
  • VM locali, VM di Azure Stack e server fisici.

Che cosa offre Site Recovery?

Funzionalità Dettagli
Soluzione BCDR semplice Con Site Recovery è possibile configurare e gestire la replica, il failover e il failback da un'unica posizione nel portale di Azure.
Replica di VM di Azure È possibile configurare il ripristino di emergenza delle VM di Azure da un'area primaria a un'area secondaria.
Replica di macchine virtuali VMware È possibile replicare macchine virtuali VMware in Azure usando l'appliance Azure Site Recovery di replica migliorata che offre maggiore sicurezza e resilienza rispetto al server di configurazione. Per altre informazioni, vedere Ripristino di emergenza di macchine virtuali VMware.
Replica di VM locali È possibile replicare VM locali e server fisici in Azure oppure in un data center locale secondario. La replica in Azure elimina i costi e la complessità associati alla gestione di un data center secondario.
Replica di carichi di lavoro È possibile replicare qualsiasi carico di lavoro in esecuzione in VM di Azure, VM VMware e Hyper-V locali e server fisici Windows o Linux supportati.
Resilienza dei dati Site Recovery gestisce la replica senza intercettare i dati delle applicazioni. Quando si esegue la replica in Azure, i dati vengono archiviati in Archiviazione di Azure che offre resilienza. In caso di failover, vengono create VM di Azure in base ai dati replicati.
Obiettivo del tempo di ripristino e obiettivo del punto di ripristino È possibile mantenere gli obiettivi del tempo di ripristino (RTO, Recovery Time Objective) e gli obiettivi del punto di ripristino (RPO, Recovery Point Objective) entro i limiti dell'organizzazione. Site Recovery offre la replica continua per le VM di Azure e le VM WMware e una frequenza di replica di soli 30 secondi per Hyper-V. È possibile ridurre ulteriormente l'obiettivo del tempo di ripristino grazie all'integrazione con Gestione traffico di Azure.
Mantenere la coerenza delle app nel failover È possibile eseguire la replica usando punti di recupero con snapshot coerenti con l'applicazione. Questi snapshot acquisiscono i dati dei dischi, tutti i dati in memoria e tutte le transazioni in corso.
Test senza interruzioni È possibile eseguire facilmente simulazioni del ripristino di emergenza senza alcun impatto sulla replica in corso.
Failover flessibili È possibile eseguire failover pianificati per interruzioni previste con perdita di dati pari a zero. Oppure, failover non pianificati con perdita di dati minima, a seconda della frequenza di replica, per situazioni di emergenza impreviste. È possibile eseguire facilmente il failback al sito primario quando risulterà nuovamente disponibile.
Piani di ripristino personalizzati Usando i piani di ripristino, è possibile personalizzare e sequenziare il failover e il ripristino di applicazioni multilivello in esecuzione in più macchine virtuali. È possibile raggruppare le macchine in un piano di ripristino e, se lo si desidera, aggiungere facoltativamente azioni manuali e script. I piani di ripristino possono essere integrati con i runbook di Automazione di Azure.
Integrazione di tecnologie BCDR Site Recovery si integra con altre tecnologie BCDR. È ad esempio possibile usare Site Recovery per proteggere il back-end SQL Server dei carichi di lavoro aziendali, con supporto nativo per SQL Server AlwaysOn, e gestire così il failover dei gruppi di disponibilità.
Integrazione di Automazione di Azure Un'avanzata libreria di automazione di Azure offre script pronti per la produzione e specifici dell'applicazione che possono essere scaricati e integrati con Site Recovery.
Integrazione di rete Site Recovery si integra con Azure per la gestione della rete delle applicazioni. Ad esempio, per riservare indirizzi IP, configurare i servizi di bilanciamento del carico e usare Gestione traffico di Azure per switchover di rete efficienti.

Ciò che è possibile replicare?

Supportato Dettagli
Scenari di replica Replica di VM di Azure da un'area di Azure a un'altra.

Replica di VM VMware locali, VM Hyper-V, server fisici (Windows e Linux), VM Azure Stack in Azure.

Replica di istanze Windows per AWS in Azure.

Replica di VM VMware, VM Hyper-V gestite da System Center VMM e server fisici in un sito secondario.
Aree Vedere le aree supportate per Site Recovery.
Computer replicati Esaminare i requisiti per la replica di VM di Azure, server fisici e VM VMware locali e VM Hyper-V locali.
Carichi di lavoro È possibile replicare qualsiasi carico di lavoro in esecuzione in un computer supportato per la replica. Il team di Site Recovery ha anche fatto test specifici dell'app per un certo numero di app.

Passaggi successivi