Interfaccia di amministrazione di Exchange in Exchange Server

L'interfaccia di amministrazione di Exchange (EAC) è la console di gestione basata sul Web in Exchange Server ottimizzata per le distribuzioni di Exchange locali, online e ibride. L'interfaccia di amministrazione di Exchange è stata introdotta in Exchange Server 2013 e sostituisce il Exchange Management Console (EMC) e il Pannello di controllo di Exchange (ECP), che erano le due interfacce di gestione di Exchange Server 2010.

Per informazioni sulla versione di Exchange Online in questo argomento, vedere Exchange admin center in Exchange Online.

Per informazioni sulla versione autonoma Exchange Online Protection (EOP) di questo argomento? Vedere Exchange di amministrazione in EOP.

Accesso a EAC

L'URL di EAC è controllato dalla directory virtuale Internet Information Services (IIS) denominata ECP nei servizi Accesso client (front-end) nel server Cassette postali. Sì, la directory virtuale è denominata ECP, non EAC.

  • URL interno: per impostazione predefinita, questo valore contiene il nome di dominio completo (FQDN) del server Exchange nel formato https://<ServerFQDN>/ecp. Ad esempio, https://mailbox01.contoso.com/ecp. Per accedere all'interfaccia di amministrazione di Exchange in un Web browser nel server Exchange, è possibile utilizzare il valore https://localhost/ecp.

  • URL esterno: per impostazione predefinita, questo valore non è configurato. Prima di potersi connettere a EAC da Internet, è necessario configurare le impostazioni seguenti:

    • Impostare il valore dell'URL esterno nella directory virtuale ECP. Per ulteriori informazioni, vedere Passaggio 4: Configurare GLI URL esterni in Configurare il flusso di posta e l'accesso client Exchange server.

    • Un record corrispondente nel sistema DNS pubblico.

    • Un certificato TLS che contiene o corrisponde alla voce del nome host. Molto probabilmente, si tratterà un certificato con nome alternativo del soggetto o un certificato con caratteri jolly, in quanto la maggior parte dei servizi client sono tutti disponibili nello stesso sito Web nel server Exchange. Per ulteriori informazioni, vedere Requisiti dei certificati per i servizi Exchange.

      Dopo aver configurato le impostazioni, un valore url esterno comune per l'interfaccia di amministrazione di Exchange sarà simile a https://mail.contoso.com/ecp.

      Nota: gli utenti esterni che si connettono a Outlook sul Web (in precedenza noto come Outlook Web App) devono anche accedere a EAC per accedere alla pagina delle Opzioni. È possibile disabilitare l'accesso come amministratore esterno a EAC consentendo comunque agli utenti di accedere alla loro pagina Opzioni in Outlook sul Web. Per ulteriori informazioni, vedere Disattivare l'accesso all'interfaccia di amministrazione di Exchange.

Il modo più semplice per trovare i valori degli URL interni ed esterni per L'interfaccia di amministrazione di Exchange (>senza utilizzare le directory virtuali dei server nell'interfaccia di amministrazione di Exchange) è utilizzando il cmdlet Get-EcpVirtualDirectory in Exchange Management Shell. Per sapere come aprire Exchange Management Shell nell'organizzazione di Exchange locale, vedere Open the Exchange Management Shell.

In questi esempi viene illustrato come trovare i valori di URL interni ed esterni per le directory virtuali di EAC nell'organizzazione:

  • Per trovare i valori in tutti i server di Exchange nell'organizzazione, eseguire il comando riportato di seguito:

    Get-EcpVirtualDirectory | Format-List Server,Name,*Url
    
  • Per trovare i valori nel server denominato Mailbox01, eseguire il comando riportato di seguito:

    Get-EcpVirtualDirectory | Format-List Name,*Url
    
  • Per trovare il valore della directory virtuale denominata "ecp (Default Web Site)" nel server denominato Mailbox01, eseguire il comando riportato di seguito.

    Get-EcpVirtualDirectory -Identity "Mailbox01\ecp (Default Web Site)" | Format-List *Url
    

Per ulteriori informazioni, vedere Get-EcpVirtualDirectory.

In Exchange 2016, se si è in un ambiente di coesistenza con Exchange 2010, la posizione della cassetta postale controlla il comportamento predefinito per l'apertura di EAC o ECP:

  • Se la cassetta postale si trova nel server Cassette postali di Exchange 2010, viene visualizzata la ECP di Exchange 2010 per impostazione predefinita. È possibile accedere a EAC aggiungendo la versione Exchange all'URL (che è 15 sia per Exchange 2013 che per Exchange 2016). Ad esempio, per accedere all'interfaccia di amministrazione di Exchange tramite i servizi Accesso client (frontend) sul server Cassette postali denominato Mailbox01, utilizzare l'URL seguente: https://Mailbox01/ecp/?ExchClientVer=15.

  • Se la cassetta postale si trova su un server Cassette postali di Exchange 2016 e si desidera accedere a ECP sul server Accesso client di Exchange 2010 denominato CAS01, utilizzare l'URL seguente: https://CAS01/ecp/?ExchClientVer=14.

Elementi comuni dell'interfaccia utente in EAC

In questa sezione sono descritti gli elementi dell'interfaccia utente comuni nell'ambito di EAC.

Exchange'interfaccia di amministrazione.

1: Esplorazione cross-premise

L'esplorazione cross-premise permette di passare velocemente dalla distribuzione di Exchange Online alla distribuzione di Exchange locale e viceversa. Se non si dispone di un'organizzazione Exchange Online, il collegamento Office 365 consente di accedere a una pagina che confronta i piani e i prezzi per Microsoft 365 e Office 365 servizi.

2: Riquadro delle funzionalità

È il primo livello di esplorazione per la maggior parte delle attività da eseguire in EAC. Il riquadro delle funzionalità è organizzato nelle seguenti aree funzionali:

3: Schede

La scheda Installazione consente di eseguire la procedura guidata di configurazione ibrida o di modificare le impostazioni della distribuzione ibrida esistente.

4: Barra degli strumenti

Selezionando una scheda in genere viene visualizzata una barra degli strumenti che include icone che eseguono un'azione specifica. Nella tabella seguente sono descritte le icone più comuni e le loro azioni. Per visualizzare l'azione associata a un'icona (il titolo dell'icona), è sufficiente passare il mouse sopra l'icona.

Icona Nome Azione
Icona Aggiungi. Aggiungi, Nuovo Creare un nuovo oggetto.
Ad alcune icone è associata una freccia in giù sulla quale si può fare clic per mostrare ulteriori oggetti da creare. Ad esempio, in Destinatari > Cassette postali, facendo clic sulla freccia in giù vengono visualizzate le opzioni Cassetta postale utente e Cassetta postale collegata.
Icona Modifica. Modifica Consente di modificare un oggetto.
Elimina icona. Elimina Eliminare un oggetto. Ad alcune icone Elimina è associata una freccia in giù su cui si può fare clic per mostrare altre opzioni.
Icona di ricerca. Cerca Consente di aprire una casella di ricerca per immettere testo su un oggetto che si desidera cercare all'interno di un lungo elenco di oggetti.
Icona Aggiorna. Aggiorna Consente di aggiornare la visualizzazione elenco.
Icona Altre opzioni. Altre opzioni Consente di visualizzare le altre azioni da eseguire per gli oggetti della scheda.
Ad esempio, in Destinatari > Cassette postali, se si fa clic su questa icona, vengono visualizzate le opzioni seguenti: Disabilita, Aggiungi/rimuovi colonne, Esporta i dati in un file CSV, Connetti una cassetta postale e Ricerca avanzata.
Icona freccia su.
Icona Freccia in giù
Freccia su e freccia giù Consentono di spostare un oggetto verso l'alto o verso il basso nell'elenco, quando l'ordine è importante.
Ad esempio, in Flusso di posta > Criteri degli indirizzi di posta elettronica fare clic sulla freccia su per spostare il criterio superiore nell'elenco, che aumenta la priorità del criterio specificando che il criterio viene applicato per primo.
È inoltre possibile utilizzare queste frecce per esplorare la gerarchia delle cartelle pubbliche e spostare le regole verso l'alto o verso il basso nella visualizzazione elenco.
Icona Copia. Copia Consente di copiare un oggetto in modo da potervi apportare modifiche senza cambiare l'oggetto originale.
Ad esempio, in Autorizzazioni > Ruoli amministratore, selezionare un ruolo dalla visualizzazione elenco e fare clic sull'icona per creare un nuovo gruppo di ruoli basato su un gruppo esistente.
Rimuovi icona. Rimuovi Consente di rimuovere una voce da un elenco.
Ad esempio, la finestra di dialogo Autorizzazioni cartella pubblica consente di rimuovere gli utenti dall'elenco di utenti autorizzati ad accedere alla cartella pubblica selezionando l'utente e facendo clic sull'icona.

5: Visualizzazione elenco

Schede che contengono molti oggetti visualizzano gli oggetti in una visualizzazione elenco. Il limite visualizzabile con la visualizzazione elenco di EAC è di circa 20.000 oggetti. È inoltre inclusa la funzione di paging che consente di scorrere fino ai risultati desiderati. Nella visualizzazione elenco Destinatari è inoltre possibile configurare la dimensione della pagina ed eseguire l'esportazione dei dati in un file CSV.

6: Riquadro dei dettagli

Quando si seleziona un oggetto dalla visualizzazione elenco, nel riquadro dei dettagli vengono visualizzate altre informazioni relative all'oggetto in questione. Per alcuni tipi di oggetti, il riquadro dei dettagli include attività di gestione rapide. Se si accede ad esempio a Destinatari > Cassette postali e si seleziona una cassetta postale dalla visualizzazione elenco, il riquadro dei dettagli (tra le altre opzioni) visualizza un'opzione per abilitare o disabilitare l'archivio per la cassetta postale.

Alcuni tipi di oggetti consentono inoltre di modificare in blocco più oggetti nel riquadro dei dettagli. È possibile selezionare più oggetti nella visualizzazione elenco selezionando un oggetto, tenendo premuto il tasto MAIUSC e selezionando un oggetto più avanti nell'elenco o tenendo premuto il tasto CTRL mentre si selezionano tutti gli oggetti. Se la modifica in blocco è disponibile per i tipi di oggetto selezionati, nel riquadro dei dettaglio verranno visualizzate le opzioni disponibili. Ad esempio, in Destinatari > Cassette postali, quando si selezionano più cassette postali dello stesso tipo, il titolo delle modifiche del riquadro dei dettagli in Modifica in blocco, quindi è possibile aggiornare informazioni di contatto e dell'organizzazione, attributi personalizzati, quote delle cassette postali, impostazioni Outlook sul Web e altro.

Selezionare in blocco le cassette postali nell'interfaccia di amministrazione di Exchange.

7: Notifiche

EAC include un visualizzatore di notifica che visualizza informazioni su:

  • Certificati in scadenza e scaduti.

  • Lo stato degli spostamenti e delle migrazioni della cassetta postale (noti anche come attività del servizio di replica delle cassette postali o attività MRS). È inoltre possibile utilizzare il Visualizzatore di notifiche per acconsentire esplicitamente a ricevere notifiche tramite posta elettronica su queste attività.

  • Esportazione del contenuto delle cassette postali in file con estensione pst.

Per visualizzare o nascondere il visualizzatore notifiche, fare clic sull'icona (Icona Notifiche.).

Le notifiche sono avvisi inviati alla cassetta postale di arbitraggio denominata FederatedEmail.4c1f4d8b-8179-4148-93bf-00a95fa1e042. EAC verifica gli avvisi per la cassetta postale ogni 30 secondi. Le notifiche rimangono nella cassetta postale di arbitraggio fino a quando non vengono rimosse dal componente che le ha inviate o finché non scadono (dovrebbero essere rimosse dall'Assistente cartelle gestite dopo 30 giorni).

È inoltre possibile utilizzare il cmdlet Get-Notification in Exchange Management Shell per visualizzare ulteriori dettagli sulle notifiche e il cmdlet Set-Notification per richiedere messaggi di posta elettronica di notifica per avvisi futuri.

8: Riquadro Io e Guida

Il Riquadro Io consente di disconnettersi da EAC e di accedere come altro utente facendo clic sul menu a discesa accanto al nome dell'account.

Fare clic sull'icona della Guida (Icona Guida.) per visualizzare il contenuto della Guida relativo alla scheda in cui ci si trova. Se si fa clic sul menu a discesa accanto all'icona della Guida, è possibile eseguire le operazioni aggiuntive seguenti:

  • Disattiva il fumetto della Guida: la finestra della Guida visualizza la Guida contestuale per i campi quando si creano o si modificano oggetti nell'interfaccia di amministrazione di Exchange. Da qui è possibile disattivare o attivare a livello globale la finestra della Guida per tutti i campi in EAC.

  • Console prestazioni: nella console Prestazioni vengono visualizzati molti contatori correlati alle prestazioni dell'interfaccia di amministrazione di Exchange.

  • Copyright e privacy: fare clic su questi collegamenti per leggere le informazioni sul copyright e sulla privacy Exchange Server.

Browser supportati

Nelle tabelle seguenti sono descritti i livelli di supporto del sistema operativo e le combinazioni di browser che è possibile utilizzare per accedere all'interfaccia di amministrazione di Exchange.

Note:

  • I livelli di supporto per l'interfaccia di amministrazione di Exchange sono:

    • Supportata: tutte le funzionalità e caratteristiche sono supportate e sono state completamente testate.

    • Non supportata: la combinazione di sistema operativo e browser non è supportata o non è stata testata. Per altre informazioni sulle versioni supportate di Internet Explorer Windows, vedi Annuncio del supporto di Internet Explorer.

    • n/d: la combinazione di sistema operativo e browser non è possibile. Ad esempio, un browser meno recente in un sistema operativo più recente o viceversa.

  • Le combinazioni di sistema operativo e browser non elencate non sono supportate. Sono inclusi iOS e Android.

  • I plug-in di terze parti potrebbero causare problemi con l'Interfaccia di amministrazione di Exchange per i browser supportati.

Sistemi operativi client:

Web browser Windows 7 Windows 8.1 Windows 10 Mac OS X Linux
Internet Explorer 9 Non supportato n/d n/d n/d n/d
Internet Explorer 10 Non supportato n/d n/d n/d n/d
Internet Explorer 11 Supportato Supportato Supportato n/d n/d
Microsoft Edge n/d n/d Supportato n/d n/d
Mozilla Firefox versione più recente o precedente Supportato Supportato Supportato Supportato Supportato
Apple Safari 6 o versioni successive n/d n/d n/d Supportato n/d
Versione più recente o precedente di Google Chrome Supportato Supportato Supportato Supportato Supportato

Windows Server:

Web browser Windows Server 2008 R2 Windows Server 2012 Windows Server 2012 R2 Windows Server 2016
Internet Explorer 9 Non supportato n/d n/d n/d
Internet Explorer 10 Non supportato Supportato n/d n/d
Internet Explorer 11 Supportato n/d Supportato Supportato