Codice XML del layout della schermata Start per edizioni desktop di Windows 10 (riferimento)

Si applica a

  • Windows 10

Stai cercando informazioni per utenti privati? Vedi Personalizzare il menu Start

In Windows 10 per edizioni desktop, la schermata Start personalizzata funziona nei modi seguenti:

  • Windows 10 controlla il layout predefinito di base scelto, ad esempio l'edizione desktop e se Cortana è supportata per il paese/area geografica.

  • Windows 10 legge il file LayoutModification.xml e consente l'aggiunta dei gruppi alla schermata Start. Ai gruppi sono associati i vincoli seguenti:

    • Due gruppi di sei colonne di larghezza o equivalenti alla larghezza di tre riquadri medi.
    • Due righe di riquadro di medie dimensioni in altezza. Windows 10 ignora tutti i riquadri aggiunti oltre la seconda riga.
    • Nessun limite al numero di app che può essere aggiunto. Esiste un limite teorico di 24 riquadri per gruppo (quattro riquadri piccoli per quadrato medio x 3 colonne x 2 righe).

Nota

Per usare il codice XML di modifica del layout per configurare Start con i profili utente mobili, vedere Distribuzione dei profili utente mobili.

XML LayoutModification

Gli amministratori IT possono effettuare il provisioning del layout della schermata Start utilizzando un file LayoutModification.xml. Questo file supporta diversi meccanismi per modificare o sostituire il layout predefinito della schermata Start e i relativi riquadri. Il metodo più semplice per creare un file LayoutModification.xml consiste nell'utilizzare il cmdlet Export-StartLayout; per istruzioni, vedi Personalizzare ed esportare il layout della schermata Start.

Ordine richiesto

Lo schema XML per LayoutModification.xml richiede l'ordine seguente per i tag direttamente nel nodo LayoutModificationTemplate:

  1. LayoutOptions
  2. DefaultLayoutOverride
  3. RequiredStartGroupsCollection
  4. AppendDownloadOfficeTile –OR– AppendOfficeSuite (è possibile usare una sola opzione di Office alla volta)
  5. AppendOfficeSuiteChoice
  6. TopMFUApps
  7. CustomTaskbarLayoutCollection
  8. InkWorkspaceTopApps
  9. StartLayoutCollection

I commenti non sono supportati nel LayoutModification.xml file.

Elementi e attributi supportati

Nota

Per assicurarsi che il parser XML del layout della schermata Start elabori il file in modo corretto, segui queste linee guida durante l'utilizzo del file LayoutModification.xml:

  • Non lasciare spazi o righe bianche tra ogni elemento.
  • Non aggiungere commenti all'interno del nodo StartLayout o di uno dei relativi elementi figlio.
  • Non aggiungere più righe di commenti.

Nella tabella seguente sono elencati gli elementi e gli attributi supportati per il file LayoutModification.xml.

Nota

La sintassi RequiredStartGroupsCollection e AppendGroup si applica solo quando viene usato il metodo Import-StartLayout per la compilazione e la distribuzione di immagini Windows.

Elemento Attributi Descrizione
LayoutModificationTemplate xmlns
xmlns:defaultlayout
xmlns:Start
Version
Per descrivere le modifiche al layout predefinito della schermata Start
LayoutOptions

Padre:
LayoutModificationTemplate
StartTileGroupsColumnCount
FullScreenStart
Per specificare:
- Se utilizzare la schermata Start a schermo intero sul desktop
- Il numero di colonne riquadro nel menu della schermata Start
RequiredStartGroupsCollection

Padre:
LayoutModificationTemplate
N/D Per contenere la raccolta di RequiredStartGroups
RequiredStartGroups

Padre:
RequiredStartGroupsCollection
Region Per contenere i tag AppendGroup che rappresentano gruppi che possono essere aggiunti al layout predefinito della schermata Start
AppendGroup

Padre:
RequiredStartGroups
Name Per specificare i riquadri che devono essere aggiunti al layout predefinito della schermata Start
start:Tile

Padre:
AppendGroup
AppUserModelID
Size
Row
Column
Per specificare uno degli elementi seguenti:
- Un'app di Windows universale
- Un'app di Windows 8 o Windows 8.1

AppUserModelID fa distinzione tra maiuscole e minuscole.
start:Folder

Padre:
start:Group
Nome (in Windows 10, versione 1809 e successive)
Size
Row
Column
LocalizedNameResourcetag
Utilizzare per specificare una cartella di icone; può includere Tile, SecondaryTile e DesktopApplicationTile.
start:DesktopApplicationTile

Padre:
AppendGroup
DesktopApplicationID
DesktopApplicationLinkPath
Size
Row
Column
Per specificare uno degli elementi seguenti:
- Un'applicazione desktop di Windows con un attributo AppUserModelID noto
- Un'applicazione in una cartella nota con un collegamento in una cartella legacy del menu Start
- Un collegamento all'applicazione desktop di Windows in una cartella legacy del menu Start
- Un riquadro di collegamento Web con un file associato .url che si trova in una cartella legacy del menu Start
start:SecondaryTile

Padre:
AppendGroup
AppUserModelID
TileID
Arguments
DisplayName
Square150x150LogoUri
ShowNameOnSquare150x150Logo
ShowNameOnWide310x150Logo
Wide310x150LogoUri
BackgroundColor
ForegroundText
IsSuggestedApp
Size
Row
Column
Per aggiungere un collegamento Web tramite un riquadro secondario di Microsoft Edge. AppUserModelID fa distinzione tra maiuscole e minuscole.
TopMFUApps

Padre:
LayoutModificationTemplate
N/D Usare per aggiungere fino a tre app predefinite alla sezione delle app usate di frequente nell'area di sistema.

Nota: si applica solo alle versioni di Windows 10 precedente alla versione 1709. In Windows 10, versione 1709 non puoi più aggiungere app all'elenco delle app usate più di frequente nel menu Start.
Riquadro

Padre:
TopMFUApps
AppUserModelID Da utilizzare con i tag TopMFUApps per specificare un'app con un attributo AppUserModelID noto.

Nota: si applica solo alle versioni di Windows 10 precedente alla versione 1709. In Windows 10, versione 1709 non puoi più aggiungere app all'elenco delle app usate più di frequente nel menu Start.
DesktopApplicationTile

Padre:
TopMFUApps
LinkFilePath Da utilizzare con i tag TopMFUApps per specificare un'app senza un attributo AppUserModelID noto.

Nota: si applica solo alle versioni di Windows 10 precedente alla versione 1709. In Windows 10, versione 1709 non puoi più aggiungere app all'elenco delle app usate più di frequente nel menu Start.
AppendOfficeSuite

Padre:
LayoutModificationTemplate
N/D Usare per aggiungere la famiglia di prodotti Office installata in box a Start. Per altre informazioni, vedere Personalizzare la famiglia di riquadri di Office.

Non usare questo tag con AppendDownloadOfficeTile.
AppendDownloadOfficeTile

Padre:
LayoutModificationTemplate
N/D Per aggiungere un riquadro Download Office specifico in una posizione specifica nel menu Start

Non utilizzare questo tag con AppendOfficeSuite

LayoutOptions

Per impostazione predefinita, i nuovi dispositivi che eseguono le edizioni di Windows 10 per desktop avranno un menu Start con due colonne di riquadri, a meno che non sia abilitata la modalità avvio in tablet. Nei dispositivi dotati di schermi inferiori a 10" è abilitato, per impostazione predefinita, l'avvio in modalità tablet. Per questi dispositivi, gli utenti vedono la schermata Start a schermo intero sul desktop. È possibile modificare le funzionalità seguenti:

  • L'avvio in modalità tablet può essere attivato o disattivato.
  • L'impostazione della schermata Start a schermo intero può essere attivata o disattivata. A tal fine, aggiungi l'elemento LayoutOptions nel file LayoutModification.xml e imposta l'attributo FullScreenStart su true o false.
  • Specifica il numero di colonne nel menu Start 1 o 2. A tal fine, aggiungi l'elemento LayoutOptions nel file LayoutModification.xml e imposta l'attributo StartTileGroupsColumnCount su 1 o 2.

Nell'esempio seguente viene illustrato come usare l'elemento LayoutOptions per specificare start a schermo intero sul desktop e come usare una colonna nel menu Start:

<LayoutModificationTemplate
    xmlns="http://schemas.microsoft.com/Start/2014/LayoutModification"
    xmlns:defaultlayout="http://schemas.microsoft.com/Start/2014/FullDefaultLayout"
    xmlns:start="http://schemas.microsoft.com/Start/2014/StartLayout"
    Version="1">
    <LayoutOptions
        StartTileGroupsColumnCount="1"
        FullScreenStart="true"
    />
</LayoutModificationTemplate>

Per i dispositivi in fase di aggiornamento alle edizioni desktop di Windows 10:

  • Per impostazione predefinita, i dispositivi aggiornati da Windows 7 avranno un menu Start con una colonna.
  • I dispositivi aggiornati da Windows 8.1 o Windows 8.1 Upgrade verranno aggiornati per impostazione predefinita a un menu Start con due colonne.

RequiredStartGroups

Il tag RequiredStartGroups contiene i tag AppendGroup che rappresentano i gruppi che puoi aggiungere al layout predefinito della schermata Start.

Importante

Per le edizioni desktop di Windows 10, puoi aggiungere un massimo di due (2) tag AppendGroup per tag RequiredStartGroups.

Inoltre, puoi assegnare aree geografiche ai gruppi aggiunti nel tag RequiredStartGroups utilizzando l'attributo facoltativo Region oppure utilizzare le funzionalità per più varianti nel provisioning di Windows. Se si usa l'attributo Region , è necessario usare un codice paese di due lettere per specificare il paese o l'area geografica a cui si applicano i gruppi di accodamento. Per specificare più di un paese/area geografica, utilizzare un delimitatore a barra verticale ("|"), come illustrato nell'esempio seguente:

<RequiredStartGroups
      Region="DE|ES|FR|GB|IT|US">

Se l'impostazione paese/area geografica per il dispositivo Windows corrisponde a un elemento RequiredStartGroups, i riquadri disposti all'interno dell'elemento RequiredStartGroups vengono applicati alla schermata Start.

Se si specifica un elemento RequiredStartGroups indipendente dall'area o uno senza l'attributo Region facoltativo, l'elemento RequiredStartGroups indipendente dall'area viene applicato a Start.

AppendGroup

I tag AppendGroup specificano un gruppo di riquadri che verranno aggiunti alla schermata Start. Per ogni tag RequiredStartGroups sono consentiti al massimo due tag AppendGroup.

Per le edizioni desktop di Windows 10, i tag AppendGroup contengono i tag start:Tile, start:DesktopApplicationTile o start:SecondaryTile.

È possibile specificare un numero qualsiasi di riquadri in un appendgroup, ma non è possibile specificare un riquadro con un attributo Row maggiore di 4. Il layout Start non supporta riquadri sovrapposti.

Specifica dei riquadri della schermata Start

Per aggiungere riquadri a Start, i partner devono usare il riquadro corretto a seconda di ciò che si vuole aggiungere.

Dimensioni e coordinate del riquadro

Per tutti i tipi di riquadro sono necessari attributi per le dimensioni (Size) e le coordinate (Row e Column), indipendentemente dal tipo di riquadro utilizzato quando preaggiungi elementi alla schermata Start.

Nella tabella seguente vengono descritti gli attributi che devi utilizzare per specificare le dimensioni e la posizione del riquadro.

Attributo Descrizione
Size Determina la larghezza del riquadro.

- 1x1 - riquadro piccolo
- 2x2 - riquadro medio
- 4x2 - riquadro ampio
- 4x4 - riquadro grande
Row Specifica la riga in cui verrà visualizzato il riquadro.
Column Specifica la colonna in cui verrà visualizzato il riquadro.

Ad esempio, un riquadro con Size = "2x2", Row = "2" e Column = "2" verrà posizionato in corrispondenza di (2,2) dove (0,0) è l'angolo superiore sinistro di un gruppo.

#### start:Tile

Puoi utilizzare il tag start:Tile per aggiungere una qualsiasi delle app seguenti alla schermata Start:

  • Un'app di Windows universale
  • Un'app di Windows 8 o di Windows 8.1

Per specificare una qualsiasi di queste app, devi impostare l'attributo AppUserModelID sull'ID del modello utente dell'applicazione associato all'app corrispondente.

Importante

AppUserModelID (AUMID) fa distinzione tra maiuscole e minuscole.

Nell'esempio seguente viene mostrato come aggiungere l'app di Windows universale di Microsoft Edge:

<start:Tile
         AppUserModelID="Microsoft.MicrosoftEdge_8wekyb3d8bbwe!MicrosoftEdge"
         Size="2x2"
         Row="0"
         Column="0"/>
#### start:DesktopApplicationTile

Puoi utilizzare il tag start: DesktopApplicationTile per aggiungere un'applicazione desktop di Windows alla schermata Start. Un'applicazione desktop di Windows può essere specificata in due modi:

  • Usare un percorso a un collegamento di collegamento (file con estensione lnk) a un'applicazione desktop di Windows.

    Nota

    Nei layout di Start per Windows 10, versione 1703 devi utilizzare DesktopApplicationID anziché DesktopApplicationLinkPath se utilizzi i criteri di gruppo o MDM per applicare il layout della schermata start e l'applicazione è stata installata dopo il primo accesso dell'utente.

    Per aggiungere un'applicazione desktop di Windows in questo modo, devi innanzitutto aggiungere il file con estensione lnk nel percorso specificato al primo avvio del dispositivo.

    Nell'esempio seguente viene mostrato come aggiungere il prompt dei comandi:

    <start:DesktopApplicationTile
            DesktopApplicationLinkPath="%appdata%\Microsoft\Windows\Start Menu\Programs\System Tools\Command Prompt.lnk"
            Size="2x2"
            Row="0"
            Column="4"/>
    

    È necessario impostare l'attributo DesktopApplicationLinkPath sul file lnk che punta all'applicazione desktop di Windows. Il percorso supporta anche le variabili di ambiente.

    Se intendi aggiungere un'applicazione desktop di terze parti per Windows e il layout viene applicato prima del primo avvio, devi inserire il file con estensione lnk in una directory legacy del menu Start prima del primo avvio, ad esempio in "%APPDATA%\Microsoft\Windows\Start Menu\Programs" o nel profilo di tutti gli utenti "%ALLUSERSPROFILE%\Microsoft\Windows\Start Menu\Programs".

  • Usare l'ID del modello utente dell'applicazione, se noto. Se l'applicazione desktop di Windows non dispone di tale ID, utilizza l'opzione del collegamento.

    Puoi utilizzare il cmdlet Get-StartApps in un PC con l'applicazione aggiunta a Start per ottenere l'ID app.

    Per aggiungere un'applicazione desktop di Windows in questo modo, devi impostare l'attributo DesktopApplicationID sull'ID del modello utente dell'applicazione associato all'app corrispondente.

    Nell'esempio seguente viene mostrato come aggiungere l'applicazione desktop Esplora file di Windows:

      <start:DesktopApplicationTile
            DesktopApplicationID="Microsoft.Windows.Explorer"
            Size="2x2"
            Row="0"
            Column="2"/>
    

Inoltre, puoi utilizzare il tag start:DesktopApplicationTile come uno dei metodi per aggiungere un collegamento Web alla schermata Start. L'altro metodo consiste nell'utilizzare un riquadro secondario di Microsoft Edge.

Per aggiungere un collegamento legacy .url a Start, è necessario creare un .url file (fare clic con il pulsante destro del mouse sul desktop, selezionare Nuovo > collegamento e quindi digitare un URL Web). È necessario aggiungere questo .url file in una directory legacy del menu Start prima del primo avvio, %APPDATA%\Microsoft\Windows\Start Menu\Programs\ ad esempio o il profilo %ALLUSERSPROFILE%\Microsoft\Windows\Start Menu\Programs\di tutti gli utenti.

Nell'esempio seguente viene mostrato come creare un riquadro dell'URL del sito Web che puoi utilizzare come un riquadro dell'applicazione desktop di Windows:

<start:DesktopApplicationTile
          DesktopApplicationID="http://www.contoso.com/"
          Size="2x2"
          Row="0"
          Column="2"/>

Nota

In Windows 10, versione 1703 Export-StartLayout utilizzerà DesktopApplicationLinkPath per il collegamento URL. Devi cambiare DesktopApplicationLinkPath in DesktopApplicationID e fornire l'URL.

#### start:SecondaryTile

Puoi utilizzare il tag start:SecondaryTile per aggiungere un collegamento Web tramite un riquadro secondario di Microsoft Edge. Questo metodo non richiede alcuna azione aggiuntiva rispetto al metodo di uso dei collegamenti legacy .url (tramite il tag start:DesktopApplicationTile).

Nell'esempio seguente viene mostrato come creare un riquadro dell'URL del sito Web utilizzando il riquadro secondario di Microsoft Edge:

<start:SecondaryTile
          AppUserModelID="Microsoft.MicrosoftEdge_8wekyb3d8bbwe!MicrosoftEdge"
          TileID="MyWeblinkTile"
          Arguments="http://msn.com"
          DisplayName="MySite"
          Square150x150LogoUri="ms-appx:///Assets/MicrosoftEdgeSquare150x150.png" 
          Wide310x150LogoUri="ms-appx:///Assets/MicrosoftEdgeWide310x150.png"
          ShowNameOnSquare150x150Logo="true"
          ShowNameOnWide310x150Logo="false"
          BackgroundColor="#FF112233"
          Size="2x2"
          Row="0"
          Column="4"/>

Nella tabella seguente vengono descritti gli altri attributi che puoi utilizzare con il tag start: SecondaryTile, oltre a Size, Row e Column.

Attributo Obbligatorio/facoltativo Descrizione
AppUserModelID Obbligatorio Deve puntare a Microsoft Edge. AppUserModelID fa distinzione tra maiuscole e minuscole.
TileID Obbligatorio Deve identificare in modo univoco il riquadro del sito Web.
Arguments Obbligatorio Deve contenere l'URL del sito Web.
DisplayName Obbligatorio Deve specificare il testo che desideri venga visualizzato dagli utenti.
Square150x150LogoUri Obbligatorio Specifica il logo da utilizzare nel riquadro 2x2.
Wide310x150LogoUri Facoltativo Specifica il logo da utilizzare nel riquadro 4x2.
ShowNameOnSquare150x150Logo Facoltativo Specifica se viene mostrato il nome visualizzato nel riquadro 2x2. I valori che puoi utilizzare per questo attributo sono true o false.
ShowNameOnWide310x150Logo Facoltativo Specifica se viene mostrato il nome visualizzato nel riquadro 4x2. I valori che puoi utilizzare per questo attributo sono true o false.
BackgroundColor Facoltativo Specifica il colore del riquadro. Puoi specificare il valore come ARGB esadecimale (ad esempio #FF112233) o specificare "transparente".
ForegroundText Facoltativo Specifica il colore del testo in primo piano. Imposta il valore su "chiaro" o "scuro".

Il comportamento inerente le dimensioni e la posizione dei riquadri secondari di Microsoft Edge è uguale a quello delle app di Windows universale, Windows 8 o Windows 8.1.

TopMFUApps

Nota

Si applica solo alle versioni di Windows 10 precedente alla versione 1709. In Windows 10, versione 1709 non puoi più aggiungere app all'elenco delle app usate più di frequente nel menu Start.

Puoi utilizzare il tag TopMFUApps per aggiungere fino a 3 app predefinite nella sezione delle app di uso frequente nell'area del sistema che fornisce all'utente elenchi gestiti dal sistema in cui sono incluse, ad esempio, le posizioni importanti o a cui viene eseguito frequentemente l'accesso e le app installate di recente.

Puoi utilizzare questo tag per aggiungere:

  • Le app con un attributo AppUserModelID: sono incluse le applicazioni desktop di Windows che dispongono di un ID del modello utente dell'applicazione noto. Utilizza un tag Tile con l'attributo AppUserModelID impostato sull'ID del modello utente dell'applicazione.
  • Le app senza un attributo AppUserModelID: per queste app, devi creare un file con estensione lnk che punta all'app installata e posizionarlo nella directory %ALLUSERSPROFILE%\Microsoft\Windows\Start Menu\Programs. Utilizza un tag DesktopApplicationTile con l'attributo LinkFilePath impostato sul nome e sul percorso del file con estensione lnk.

Nell'esempio seguente viene mostrato come modificare il file LayoutModification.xml per aggiungere entrambi i tipi di app nell'area di sistema della schermata Start:

<LayoutModificationTemplate
   xmlns="http://schemas.microsoft.com/Start/2014/LayoutModification"
   xmlns:defaultlayout="http://schemas.microsoft.com/Start/2014/FullDefaultLayout"
   xmlns:start="http://schemas.microsoft.com/Start/2014/StartLayout"
   Version="1">
   <TopMFUApps>
       <Tile AppUserModelID="Microsoft.WindowsCalculator_8wekyb3d8bbwe!App" />
       <Tile AppUserModelID="Microsoft.Getstarted_8wekyb3d8bbwe!App" />
       <DesktopApplicationTile LinkFilePath="%ALLUSERSPROFILE%\Microsoft\Windows\Start Menu\Programs\Win32App.lnk" />
 </TopMFUApps>
</LayoutModificationTemplate>

AppendOfficeSuite

Puoi utilizzare il tag AppendOfficeSuite per aggiungere la famiglia di app Office installata alla schermata Start.

Nota

L'OEM deve avere installato Office perché questo tag funzioni.

Nell'esempio seguente viene mostrato come aggiungere il tag AppendOfficeSuite al file LayoutModification.xml per aggiungere tutta la famiglia di prodotti Office universali alla schermata Start:

<LayoutModificationTemplate
    xmlns="http://schemas.microsoft.com/Start/2014/LayoutModification"
    xmlns:defaultlayout="http://schemas.microsoft.com/Start/2014/FullDefaultLayout"
    xmlns:start="http://schemas.microsoft.com/Start/2014/StartLayout"
    Version="1">
    <AppendOfficeSuite/>
</LayoutModificationTemplate>

AppendOfficeSuiteChoice

Questo tag viene aggiunto in Windows 10 versione 1803. In questo tag sono disponibili due opzioni:

  • <AppendOfficeSuiteChoice Choice="DesktopBridgeSubscription"/>
  • <AppendOfficeSuiteChoice Choice="DesktopBridge"/>

Usare Choice=DesktopBridgeSubscription nei dispositivi che eseguono Windows 10 versione 1803 con Office 365 preinstallato. In questo modo l'intestazione della famiglia di riquadri di Office verrà impostata su Office 365, per evidenziare le app di Office 365 rese disponibili nel dispositivo.

Usare Choice=DesktopBridge nei dispositivi che eseguono versioni di Windows 10 precedenti alla versione 1803 e nei dispositivi con licenze perpetue per Office. L'intestazione della famiglia di riquadri di Office verrà impostata su Crea.

Per altre informazioni, vedere Personalizzare la famiglia di riquadri di Office.

AppendDownloadOfficeTile

Puoi utilizzare il tag AppendDownloadOfficeTile per aggiungere il programma di installazione di prova di Office nella schermata Start. Questo tag aggiunge il riquadro Scarica Office a Start e il riquadro di download verrà visualizzato nella parte inferiore destra del secondo gruppo.

Nota

L'OEM deve avere installato il programma di installazione della versione di valutazione di Office perché questo tag funzioni.

Nell'esempio seguente viene mostrato come aggiungere il tag AppendDownloadOfficeTile al file LayoutModification.xml:

<LayoutModificationTemplate
    xmlns="http://schemas.microsoft.com/Start/2014/LayoutModification"
    xmlns:defaultlayout="http://schemas.microsoft.com/Start/2014/FullDefaultLayout"
    xmlns:start="http://schemas.microsoft.com/Start/2014/StartLayout"
    Version="1">
    <AppendDownloadOfficeTile/>
</LayoutModificationTemplate>

LayoutModification.xml di esempio

Nell'esempio seguente LayoutModification.xml viene mostrato come configurare il layout della schermata Start per i dispositivi che eseguono le edizioni desktop di Windows 10:

<LayoutModificationTemplate
    xmlns="http://schemas.microsoft.com/Start/2014/LayoutModification"
    xmlns:defaultlayout="http://schemas.microsoft.com/Start/2014/FullDefaultLayout"
    xmlns:start="http://schemas.microsoft.com/Start/2014/StartLayout"
    Version="1">
  <RequiredStartGroupsCollection>
    <RequiredStartGroups
      Region="DE|ES|FR|GB|IT|US">
      <AppendGroup
        Name="Fabrikam Group 1">
        <start:Tile
          AppUserModelID="Microsoft.Office.Word_8wekyb3d8bbwe!microsoft.word"
          Size="2x2"
          Row="0"
          Column="0"/>
        <start:DesktopApplicationTile
          DesktopApplicationID="Microsoft.Windows.Explorer"
          Size="2x2"
          Row="0"
          Column="2"/>
        <start:Tile
          AppUserModelID="Microsoft.Office.Excel_8wekyb3d8bbwe!microsoft.excel"
          Size="2x2"
          Row="0"
          Column="4"/>
      </AppendGroup>      
      <AppendGroup
        Name="Fabrikam Group 2">
        <start:Tile
          AppUserModelID="Microsoft.Reader_8wekyb3d8bbwe!Microsoft.Reader"
          Size="2x2"
          Row="0"
          Column="0"/>
        <start:DesktopApplicationTile
          DesktopApplicationID="http://www.bing.com/"
          Size="2x2"
          Row="0"
          Column="2"/>
        <start:DesktopApplicationTile
          DesktopApplicationLinkPath="%ALLUSERSPROFILE%\Microsoft\Windows\Start Menu\Programs\Accessories\Paint.lnk"
          Size="2x2"
          Row="0"
          Column="4"/>
      </AppendGroup>
    </RequiredStartGroups>
    <RequiredStartGroups>
      <AppendGroup
        Name="Fabrikam Group 1">
        <start:Tile
          AppUserModelID="Microsoft.Office.Word_8wekyb3d8bbwe!microsoft.word"
          Size="2x2"
          Row="0"
          Column="0"/>
        <start:SecondaryTile
          AppUserModelID="Microsoft.MicrosoftEdge_8wekyb3d8bbwe!MicrosoftEdge"
          TileID="FabrikamWeblinkTile"
          Arguments="http://www.fabrikam.com"
          DisplayName="Fabrikam"
          Square150x150LogoUri="ms-appx:///Assets/MicrosoftEdgeSquare150x150.png"
          ShowNameOnSquare150x150Logo="true"
          BackgroundColor="#FF112233"
          Size="2x2"
          Row="0"
          Column="2"/>
      </AppendGroup>      
    </RequiredStartGroups>
  </RequiredStartGroupsCollection> 
 </LayoutModificationTemplate>

Utilizzo del supporto per più varianti di provisioning Windows

La funzionalità per più varianti di provisioning Windows consente di dichiarare le condizioni di destinazione che, quando soddisfatte, forniscono le personalizzazioni specifiche per ogni condizione di variante. Per la personalizzazione della schermata Start, puoi creare layout specifici per ogni variante di cui disponi. A tal fine, devi creare un file LayoutModification.xml separato per ogni variante che desideri supportare e, successivamente, includerli nel pacchetto di provisioning. Per ulteriori informazioni su come effettuare questa operazione, vedi Creare un pacchetto di provisioning con impostazioni per più varianti.

Il motore di provisioning sceglie il file di personalizzazione appropriato in base alle condizioni di destinazione che sono state soddisfatte, aggiunge il file nel percorso specificato per l'impostazione, quindi utilizza il file specifico per personalizzare la schermata Start. Per distinguere i layout, puoi aggiungere modificatori al nome del file LayoutModification.xml, ad esempio "LayoutCustomization1". Indipendentemente dal modificatore usato, il motore di provisioning restituisce sempre "LayoutCustomization.xml" in modo che il sistema operativo disponga di un nome file coerente su cui eseguire query.

Ad esempio, se desideri assicurarti la disponibilità di un layout specifico per una determinata condizione, puoi eseguire le operazioni seguenti:

  1. Creare un file di personalizzazione di layout specifico e denominarlo LayoutCustomization1.xml.
  2. Includere il file come parte del pacchetto di provisioning.
  3. Creare la destinazione per più varianti e fare riferimento al file XML entro la condizione di destinazione nel file XML di personalizzazione principale.

Nell'esempio seguente viene mostrato l'aspetto complessivo del file di personalizzazione con supporto per più varianti per la schermata Start:

<?xml version="1.0" encoding="utf-8"?>
<WindowsCustomizatons>
  <PackageConfig xmlns="urn:schemas-Microsoft-com:Windows-ICD-Package-Config.v1.0">
    <ID>{6aaa4dfa-00d7-4aaa-8adf-73c6a7e2501e}</ID>
    <Name>My Provisioning Package</Name>
    <Version>1.0</Version>
    <OwnerType>OEM</OwnerType>
    <Rank>50</Rank>
  </PackageConfig>
  <Settings xmlns="urn:schemas-microsoft-com:windows-provisioning">
    <Customizations>
      <Targets>
        <Target Id="Processor ABC">
          <TargetState>
          <TargetState> 
            <Condition Name="ProcessorName" Value="Pattern:.*Celeron.*" /> 
            <Condition Name="ProcessorType" Value="Pattern:.*I|intel.*" /> 
          </TargetState>
          </TargetState>
        </Target>
      </Targets>
      <Common>
        <Settings> 
          <Policies> 
            <AllowBrowser>1</AllowBrowser> 
            <AllowCamera>1</AllowCamera> 
            <AllowBluetooth>1</AllowBluetooth> 
          </Policies> 
          <HotSpot> 
            <Enabled>1</Enabled> 
          </HotSpot> 
        </Settings> 
      </Common>
      <Variant>
        <TargetRefs>
          <TargetRef Id="Processor ABC" />
        </TargetRefs>
        <Settings>
          <StartLayout>c:\users\<userprofile>\appdata\local\Microsoft\Windows\Shell\LayoutCustomization1.XML</StartLayout>
          <HotSpot>
            <Enabled>1</Enabled>
          </HotSpot>
        </Settings>
      </Variant>
    </Customizations>
  </Settings>
</WindowsCustomizatons>

Quando la condizione viene soddisfatta, il motore di provisioning accetta il file XML e lo inserisce nel percorso impostato dal sistema operativo e, successivamente, il sottosistema della schermata Start legge il file e applica il layout personalizzato specifico.

Devi ripetere questo processo per tutte le varianti che desideri supportare in modo che ognuna di queste possa disporre di un layout distinto per ogni condizione e destinazione che devono essere supportate. Ad esempio, se aggiungi una condizione Language, puoi creare un layout della schermata Start con il proprio gruppo localizzato.

Aggiunta del file LayoutModification.xml al dispositivo

Dopo aver creato il file LayoutModification.xml per personalizzare i dispositivi in cui saranno eseguite le edizioni desktop di Windows 10, puoi utilizzare i metodi Progettazione immagine e configurazione di Windows per aggiungere il file XML al dispositivo.

  1. Nel riquadro Personalizzazioni disponibili espandere Impostazioni di runtime, selezionare Avvia > Selezionare l'impostazione StartLayout .
  2. Nel riquadro centrale fai clic su Sfoglia per aprire Esplora file.
  3. Nella finestra Esplora file passa al percorso in cui hai salvato il file LayoutModification.xml.
  4. Seleziona il file e fai clic su Apri.

In questo modo dovrebbe essere impostato il valore di StartLayout. L'impostazione viene visualizzata nel riquadro Personalizzazioni selezionate.

Nota

Attualmente non è possibile aggiungere i file con estensione lnk e url tramite Progettazione immagine e configurazione di Windows.

Dopo aver creato il file LayoutModification.xml e averlo inserito nel dispositivo, il sistema sostituisce il layout predefinito di base ed eventuali impostazioni di installazione automatica utilizzate per personalizzare la schermata Start.

Argomenti correlati