Creare un hub IoT usando il portale di Azure

L'articolo illustra:

  • Come trovare il servizio hub IoT nel portale di Azure.
  • Come creare e gestire hub IoT.

Dove trovare il servizio hub IoT

È possibile trovare il servizio hub IoT nelle posizioni seguenti nel portale:

  • Scegliere + Nuovo e quindi scegliere Internet delle cose.
  • Nel marketplace scegliere Internet delle cose.

Creare un hub IoT

È possibile creare un hub IoT usando i metodi seguenti:

  • L'opzione + Nuovo apre il pannello illustrato nello screenshot seguente. I passaggi per la creazione di un hub IoT tramite questo metodo e tramite il Marketplace sono identici.
  • Nel marketplace scegliere Crea per aprire il pannello visualizzato nello screenshot seguente.

Le sezioni seguenti descrivono i diversi passaggi per creare un hub IoT:

Scegliere il nome dell'hub IoT

Per creare un hub IoT, è necessario assegnare un nome all'hub IoT. Questo nome deve essere univoco in tutti gli hub IoT.

Importante

L'hub IoT sarà individuabile pubblicamente come endpoint DNS, quindi evitare di indicare informazioni riservate nell'assegnazione del nome.

Scegliere il piano tariffario

È possibile scegliere fra quattro piani: Gratuito, Standard 1, Standard 2 e Standard S3. Il piano gratuito consente la connessione di solo 500 dispositivi all'hub IoT e di un massimo di 8.000 messaggi al giorno.

Standard S1: usare l'edizione S1 per le soluzioni IoT con un numero elevato di dispositivi, ognuno dei quali genera quantità limitate di dati. Ogni unità dell'edizione S1 consente fino a 400.000 messaggi al giorno tra tutti i dispositivi.

Standard S2: usare l'edizione S2 per le soluzioni IoT in cui i dispositivi generano grandi quantità di dati. Ogni unità dell'edizione S2 consente fino a 6 milioni di messaggi al giorno tra tutti i dispositivi connessi.

Standard S3: usare l'edizione S3 per soluzioni IoT che generano grandi quantità di dati. Ogni unità dell'edizione S3 consente fino a 300 milioni di messaggi al giorno tra tutti i dispositivi connessi.

Nota

L'hub IoT consente solo un hub gratuito per sottoscrizione di Azure.

Unità hub IoT

Il numero di messaggi consentiti per unità al giorno dipende dal piano tariffario dell'hub. Ad esempio, se si desidera che l'hub IoT supporti 700.000 messaggi in entrata, selezionare due unità del piano S1.

Partizioni da dispositivo a cloud e gruppo di risorse

È possibile modificare il numero di partizioni per un hub IoT. Il numero predefinito di partizioni è 4 ed è possibile scegliere un altro numero nell'elenco a discesa.

Non è necessario creare in modo esplicito un gruppo di risorse vuoto. Quando si crea una risorsa, è possibile scegliere di creare un nuovo gruppo di risorse o usarne uno esistente.

Scegliere la sottoscrizione

L'hub IoT di Azure mostra automaticamente l'elenco di sottoscrizioni di Azure alle quali è collegato l'account utente. È possibile scegliere la sottoscrizione di Azure a cui associare l'hub IoT.

Scegliere la località

L'opzione relativa alla posizione offre un elenco delle aree in cui è disponibile l'hub IoT.

Creare l'hub IoT

Dopo aver completato tutti i passaggi precedenti, è possibile creare l'hub IoT. Fare clic su Crea per avviare il processo di back-end per creare e distribuire l'hub IoT con le opzioni scelte.

Possono essere necessari alcuni minuti per creare l'hub IoT, perché l'esecuzione della distribuzione del back-end nei server delle località appropriate richiede tempo.

Modificare le impostazioni dell'hub IoT

È possibile modificare le impostazioni di un hub IoT esistente dopo averlo creato dal pannello Hub IoT.

Criteri di accesso condiviso: questi criteri definiscono le autorizzazioni per la connessione di dispositivi e servizi all'hub IoT. È possibile accedere a questi criteri facendo clic su Criteri di accesso condiviso in Generale. In questo pannello è possibile modificare i criteri esistenti o aggiungerne di nuovi.

Creare un criterio

  • Fare clic su Aggiungi per aprire un pannello. Qui è possibile immettere il nome dei nuovi criteri e le autorizzazioni da associare a questi criteri, come illustrato nella figura seguente:

    Sono disponibili numerose autorizzazioni che possono essere associate a questi criteri condivisi. I criteri Lettura registro e Scrittura registro consentono di concedere diritti di accesso in lettura e scrittura per il registro delle identità. La scelta dell'opzione di scrittura include automaticamente l'opzione di lettura.

    I criteri Connessione servizio concedono le autorizzazioni per accedere agli endpoint del servizio, ad esempio per la ricezione di messaggi da dispositivo a cloud. I criteri Connessione dispositivo concedono le autorizzazioni per l'invio e la ricezione di messaggi tramite gli endpoint sul lato dispositivo dell'hub IoT.

  • Fare clic su Crea per aggiungere i criteri appena creati all'elenco esistente.

Endpoint

Fare clic su Endpoint per visualizzare un elenco di endpoint per l'hub IoT che si sta modificando. Esistono due principali tipi di endpoint: endpoint predefinti nell'hub IoT ed endpoint aggiunti all'hub IoT in seguito alla sua creazione.

Endpoint predefiniti

Esistono due tipi di endpoint predefiniti: Cloud to device feedback (Commenti da cloud a dispositivi) ed Eventi.

  • Impostazioni Cloud to device feedback (Commenti da cloud a dispositiv): questa impostazione include due impostazioni secondarie Cloud to Device TTL (Durata (TTL) da cloud a dispositivo) e Tempo di conservazione (in ore) per i messaggi. Quando si crea per la prima volta un hub IoT, entrambe queste impostazioni hanno il valore predefinito di un'ora. Per modificare queste impostazioni usare i dispositivi di scorrimento o digitare i valori.
  • Impostazioni Eventi: questa impostazione presenta diverse impostazioni secondarie, alcune delle quali sono di sola lettura. L'elenco seguente descrive le singole impostazioni:

    • Partizioni: viene impostato un valore predefinito quando viene creato l'hub IoT. Grazie a questa impostazione è possibile modificare il numero di partizioni.

    • Event Hub-compatible name and endpoint (Nomi ed endpoint compatibili con Hub eventi): quando viene creato l'hub IoT, viene creato internamente un Hub eventi a cui potrebbe essere necessario accedere in determinate circostanze. Non è possibile personalizzare i valori del nome e dell'endpoint compatibile con l'hub eventi, ma è possibile copiarli facendo clic su Copia.

    • Tempo di conservazione: per impostazione predefinita è impostato su un giorno ma è possibile modificarlo tramite l'elenco a discesa. Questo valore è espresso in giorni per l'impostazione da dispositivo a cloud.

    • Gruppi di consumer: i gruppi di consumer consentono a più lettori di leggere i messaggi in modo indipendente dall'hub IoT. Ogni hub IoT viene creato con un gruppo di consumer predefinito. Tuttavia, con questa impostazione è possibile aggiungere o eliminare gruppi di consumer negli hub IoT.

    Nota

    Il gruppo di consumer predefinito non può essere modificato o eliminato.

Endpoint personalizzati

È possibile aggiungere endpoint personalizzati all'hub IoT tramite il portale. Nel pannello Endpoint, fare clic su Aggiungi nella parte superiore del pannello per aprire il pannello Aggiungi endpoint. Immettere le informazioni necessarie, quindi fare clic su OK. L'endpoint personalizzato viene ora elencato nel pannello principale Endpoint.

Altre informazioni sugli endpoint personalizzati sono disponibili in Reference - IoT hub endpoints (Riferimenti: endpoint di hub IoT).

Route

Fare clic su Route per gestire la modalità di invio dei messaggi da dispositivo a cloud dell'hub IoT.

È possibile aggiungere i route all'hub IoT facendo clic su Aggiungi nella parte superiore del pannello Route* inserendo le informazioni necessarie e facendo clic su OK. Il route viene quindi elencato nel pannello principale Route. È possibile modificare un route selezionandolo nell'elenco di route. Per abilitare un route, selezionarlo nell'elenco di route e impostare l'interruttore Enabled su Off. Per salvare le modifiche, fare clic su OK nella parte inferiore del pannello.

Prezzi e scalabilità

I prezzi di un hub IoT esistente possono essere modificati tramite le impostazioni disponibili in Prezzi con le eccezioni seguenti:

  • Nell'implementazione corrente un hub IoT con uno SKU gratuito non può cambiare i piani con quelli di uno degli SKU a pagamento o viceversa.
  • Nella sottoscrizione Azure può essere presente un solo livello gratuito per l'hub IoT.

È possibile passare da un livello più elevato a uno inferiore solo quando il numero di messaggi inviati per un dato giorno supera la quota per il livello inferiore. Ad esempio, se il numero di messaggi al giorno supera 400.000, il livello per l'hub IoT può essere cambiato. Tuttavia, se si modifica il piano S1, l'hub IoT è limitato per il giorno in questione.

Eliminare l'hub IoT

È possibile passare all'hub IoT che si vuole eliminare facendo clic su Sfoglia e quindi scegliendo l'hub appropriato da eliminare. Fare clic sul pulsante Elimina sotto il nome dell'hub IoT per eliminarlo.

Passaggi successivi

Per ulteriori informazioni sulla gestione dell'hub IoT di Azure, consultare questi collegamenti:

Per altre informazioni sulle funzionalità dell'hub IoT, vedere: